Advertise here

Museu Maritim


  - 2 opinions

Much to learn about the ships

Published by Emanuele Benetti — 5 years ago

Happening to be strolling at the end of the Rambla, I spotted this interesting museum and dropped in almost accidentally. At the end of my visit, though, I found I had learnt some interesting things about the maritime history of Barcelona. In addition to this, I had the chance of admiring a really fine building, the ancient Reials Drassanes (royal shipyards), dating back to the 14th century. And the building, indeed, is probably the most interesting part of the visit: with its wide spans and the Gothic style facade, it is an extraordinary example of medieval architecture and a solid evidence of a time when Barcelona had most of the Mediterranean sea under its control.

Going in order, the museum is located near the Mirador de Colon, just a few metres far from the sea, whose waves originally brushed against the facade of the building. It is possible to visit it at a cost of just 2,50 Euros, and free entrance is offered on Sundays. The tour for the museum will not take you long, probably just half an hour, but you will probably find it quite to your taste. Indeed, apart from an introductory room, showing a few panels about the history and development of the port, you will soon enter the spectacular building once housing the Drassanes. Of course, no more ships are built year, but on the other hand it is possible to find some interesting reconstructions. The most stunning of them is doubtlessly the royal admiral ship which took part into the historical battle of Lepant. Setting off from Barcelona under the guide of king John of Austria, the ship (or rather its original version) was at the head of the fleet which defeated the Turks.

Besides, it is also possible to see a series of models representing the various kinds of boats typically used in Spain. Moreover, a series of nautical objects (old maps, pictures, scale models, helms and sails ) is organised into an interesting exposition, which will conclude your visit. But as I have said before, it is also fascinating to appreciate the building, which preserves most of the original structure (just the ceiling has been reconstructed, mainly due to the damage it suffered during the Civil War).

Photo gallery


Molto da imparare sulle navi

Published by Emanuele Benetti — 5 years ago

Un giorno in cui mi è capitato di trovarmi a passeggiare alla fine della Rambla, ho notato questo interessante museo, entrandovi quasi per caso Al termine della mia visita, tuttavia, ho scoperto di aver imparato alcune cose interessanti riguardo la storia marittima di Barcellona. Per di più, ho avuto anche la possibilità di ammirare un edificio davvero pregevole, gli antichi Reial Drassanes (i cantieri navali reali), risalenti al XIV secolo. E proprio l'edificio, infatti, è probabilmente la parte più interessante della visita: con le sue ampie arcate e la facciata in stile gotico, è un esempio straordinario di architettura medievale e la solida prova di un tempo in cui Barcellona manteneva buona parte del mar Mediterraneo sotto il proprio controllo.

Andando per ordine, il museo è situato nei pressi del Mirador de Colon, giusto a pochi metri dal mare, le cui onde originariamente lambivano la facciata dell'edificio. Al costo di soli 2,50 euro è possibile visitarlo, con ingresso libero previsto la domenica. Il tour del museo non vi porterà via molto tempo, probabilmente solo una mezzora, ma verosimilmente lo troverete di vostro gradimento. Dopo una stanza introduttiva che mostra tramite una serie di pannelli la storia e lo sviluppo del porto, entrerete infatti nell'ambiente spettacolare che un tempo ospitava i Drassanes. Ovviamente ora non vi si costruiscono più imbarcazioni ma d'altro canto è possibile trovare alcune interessanti ricostruzioni. La più stupefacente di esse è senza dubbio la nave ammiraglia reale che prese parte alla storica battaglia di Lepanto. Prendendo il mare da Barcellona sotto la guida di Giovanni d'Austria, la nave (o meglio la sua versione originale) era a capo della flotta che sconfisse i Turchi.

Inoltre, è anche possibile vedere una serie di modelli rappresentanti i vari tipi di barca tradizionalmente utilizzati in Spagna. Inoltre, una serie di oggetti nautici (vecchie mappe, quadri modellini, timoni e vele) è disposta secondo un'interessante esposizione, che concluderà la vostra visita. Ma come detto in precedenza, è assai affascinante ammirare l'edificio stesso, che conserva la maggior parte della struttura originale (solo il soffitto è stato ricostruito, soprattutto a causa dei danni subiti durante la Guerra Civile).


Rate and comment about this place!

Do you know Museu Maritim? Share your opinion about this place.

Rate and comment about this place!

More places in this city


Don’t have an account? Sign up.

Wait a moment, please

Run hamsters! Run!