Advertise here

Museu Frederic Mares


  - 2 opinions

A collection of collections

Published by Emanuele Benetti — 5 years ago

Surprised by some chilly showers of rain in the centre of Barcelona, I once decided to take shelter in some of the few museums which the Ciutat Vella has to offer. The first of them has been the museum Frederic Mares, located in the ancient palace of the earls of Barcelona, right next to the Cathedral. The entrance fee was not particularly high (4, 20 Euros and, as usual, free access on the first Sunday of each month), so I decided to try my luck.

In point of fact, the museum consists in a vast collection of objects, once belonging to Frederic Mares, a wealthy voyager with a passion for sculpture (and for collections in general, as you will understand after visiting the museum). During his frequent journeys around Spain (and the rest of Europe), Mares gathered an incredible variety of things: sculptures, paintings, metal keys of all kinds, pipes of any shapes and material.

The ground floor normally houses temporary exhibitions, while the most interesting part of the collection is probably found at the first floor. It is a series of medieval wooden sculptures, most of which were realised in other parts of Spain. Going through an endless series of sacred images, you will then rise to the second floor, where Mares' study is placed. Before visiting it, though, you will have to a sequence of rooms which will seem eternal. Medieval armaments, fans of all sort, carved pipes, potteries and every sort of bric-a-brac are collected in these rooms, with such an abundance that the visitor will be probably end up developing a sense of oppression. It is with some relief, indeed, that I finally reached the study, pleasantly organised and preserving the original library.

Fortunately enough, the tour for the third floor is considerably shorter than the previous ones (as I was saying, you will be probably end up being fed up with such a heap of knick-knacks). Among the few notable objects of this section, three primitive examples of bicycles. As a matter of fact, it is with some reluctance that I would recommend visiting this museum. Some of the pieces on show are really interesting, but actually they are a small minority out of a huge collection of things. If you are willing to see it, therefore, you will probably have better to go through the exposition quite quickly, devoting some time only to the objects which are really worth seeing.

Photo gallery



Content available in other languages

Una collezione di collezioni

Published by Emanuele Benetti — 5 years ago

Sorpreso in una occasione da alcuni freschi scrosci di pioggia nel centro di Barcellona, ho deciso di rifugiarmi in alcuni dei musei che la Ciutat Vella ha da offrire. Il primo di essi è stato il museo Frederic Mares, situato nell'antico palazzo dei conti di Barcellona, giusto di fianco alla Cattedrale. Il prezzo dell'ingresso non è particolarmente alto (4,20 euro e, come di consueto, ingresso libero la prima domenica di ogni mese), dunque ho deciso di tentare la sorte.

In pratica, il museo consiste in una vasta collezione di oggetti appartenuti un tempo a Frederic Mares, un facoltoso viaggiatore con la passione per la scultura (e per il collezionismo in generale, come capirete visitando il museo). Nel corso dei suoi frequenti viaggi in giro per la Spagna (ed il resto d'Europa), Mares raccolse un'incredibile varietà di cose: sculture, dipinti, chiavi di metallo di vario tipo, pipe di ogni forma e consistenza.

Il piano terra ospita normalmente esposizioni temporanee, mentre la part epiù interessante della collezione si trova probabilmente al primo piano. Si tratta di una serie di sculture lignee medievali, gran parte delle quali furono realizzate in altre zone di Spagna. Passando attraverso un'infinita serie di immagini sacre, salirete poi al secondo piano, dove è situato lo studio di Mares. Prima di visitarlo, tuttavia, dovrete attraversare una sequenza di stanze che sembrerà eterna. Armi medievali, ventagli di ogni tipo, pipe intagliate, ceramiche ed ogni sorta di chincaglieria sono raccolte in queste sale, con una tale abbondanza che il visitatore probabilmente finirà per sviluppare quasi un senso di oppressione. Infatti, è stato con un certo sollievo che ho raggiunto infine lo studio, piacevolmente curato e tuttora contenente la biblioteca originale.

Fortunatamente, il tour per il terzo piano è considerevolmente più breve rispetto ai precedenti (come stavo dicendo, probabilmente sarete letteralmente esausti di un tale mucchio di cianfrusaglie). Tra i pochi oggetti notevoli di quest'area, tre esemplari di bicicletta ante litteram. In realtà, raccomanderei con certa riluttanza la visita di questo museo. Alcuni degli oggetti in mostra sono realmente interessanti, ma in verità si tratta di una piccola minoranza nell'ambito di un'enorme collezione. Se siete intenzionati a vederlo, quindi, vi consiglierei di passare velocemente attraverso l'esposizione, soffermandovi soltanto sugli oggetti che vale realmente la pena di vedere.


Rate and comment about this place!

Do you know Museu Frederic Mares? Share your opinion about this place.

Rate and comment about this place!

More places in this city


Don’t have an account? Sign up.

Wait a moment, please

Run hamsters! Run!