City Centre (Vilanova i la Geltrù)


  - 2 opinions

Vilanova i la Geltrù (City Centre)

Published by Emanuele Benetti — 7 years ago

With its 60, 000 inhabitants, Vilanova i la Geltrù can be considered a small town. This quite limited extension, together with a really favourable geographical position, makes it a really pleasant place to live in (at least, this is my impression after a 3-months period spent there). Though the main attractions are mainly bound to the wonderful sandy beaches which make it a seaside town, Vilanova i la Geltrù is also a nice place to visit.

vilanova-i-la-geltru-city-centre-bca193c

First of all, it could be a good idea to explain the origins of such a strange name. The oldest settlement in the region, dating back to the early Middle Ages, indeed, was called La Geltrù, built around its ancient castle. However, probably due to growing contrasts with the local feudatory, part of the population left the village to found a new settlement a few kilometres southward, which was called "Vila nova" (New city). As the time went by, the two settlements grew in extension and finally were reunited, when a 13th century document ratified the official foundation of Vilanova i la Geltrù.

vilanova-i-la-geltru-city-centre-77ba8f4

Our virtual tour starts from the city centre, touching a few places of interest of both parts of the city in the course of a 30-minutes walk. Setting off from Plaza de les Neus, right at the end of the Rambla Principal (which will be described in another entry), the first landmark on our route is the church of Sant Antoni Abat, the largest of the city, devoted to the saint patron of Vilanova i la Geltrù. After admiring the back facade of the building, we move on to Plaza de Sant Antoni, where the main entrance is located.

vilanova-i-la-geltru-city-centre-aca82d1

Making our way for Carrer de l'Esglesia (and admiring a retrospective view of the white stone bell tower standing out over the roofs) we will reach Plaza de Pau Casals, originally the main square of the city, housing the ancient town hall and the first market. Going on through the gate called Portal del Nin, we temporarily leave Vilanova to enter the oldest part of the city. A few metres along narrow streets will bring us to Plaza del Pou, housing a characteristic fountain, and in a short time to the core of La Geltrù. With a brief climb we reach the so-called Castell de La Geltrù, a fascinating ancient building representing the restored part of the medieval castle. Right next to it is located the oldest church of the town, Santa Maria de la Geltrù, were a precious altarpiece dating back to the 17th century is preserved.

vilanova-i-la-geltru-city-centre-6a66578

A stroll for Calle dels Arengaders, one of the most characteristic of the town, will bring us out of the oldest part. After crossing Carrer de la Uniò, we will walk for Calle Bonaire and Calle Santa Eulalia, reaching first the characteristic Plaza de Lledoners, then Plaza Mirò de Montgros and finally Plaza de la Vila. This wide square is the heart of the city life, housing several shows and public manifestations. The main library of the town and the town hall, together with several restaurants and coffee bars, look out onto Plaza de la Vila. Notice also the graceful cloisters surrounding the square and the mosaic representing the emblem of the town.

vilanova-i-la-geltru-city-centre-217d2d8

Leaving the square, we will head northward along Carrer dels Caputxins (which later becomes Carrer del Comerç). It is a pedestrian street, where some of the most interesting shops and restaurants in Vilanova i la Geltrù are located: a good reason to take it easy during your walk. Going past Plaza dels Cotxes we will get to Plaza de les Cols, where you can find Can Cabanyes, the house in which the famous poet Manuel de Cabanyes was born. From this point, turning left in Carrer de Sant Gregori, we will be back to Plaza de les Neus, where our tour had started.

Photo gallery



Content available in other languages

Il gradevole centro di Vilanova i la Geltrù

Published by Emanuele Benetti — 7 years ago

Con i suoi 60.000 abitanti, Vilanova i la Geltrù può essere considerata una piccola città. Queste dimensioni abbastanza limitate, insieme ad una posizione geografica davvero favorevole, la rendono una città in cui è davvero piacevole vivere (questa è almeno la mia impressione dopo avervi trascorso 3 mesi). Sebbene l'attrazione principale sia legata soprattutto alle meravigliose spiagge sabbiose che la rendono una cittadina balneare, Vilanova i la Geltrù è anche un posto piacevole da visitare.

In primo luogo, è interessante spiegare le origini di un nome apparentemente così strano. Il più antico insediamento della regione, infatti, risaliva all'Alto Medioevo ed era chiamato La Geltrù, costruito intorno all'antico castello. Tuttavia, probabilmente a causa dei crescenti contrasti con il feudatario locale, parte della popolazione lasciò il villaggio per fondare un nuovo insediamento alcuni kilometri più a sud, chiamato "Vila nova" (città nuova). Con il passare del tempo, poi, i due insediamenti crebbero di dimensione e finirono per fondersi, quando nel XIII secolo un documento ratificò la fondazione ufficiale di Vilanova i la Geltrù.

Il nostro itinerario virtuale parte dal centro, toccando alcuni dei luoghi di interesse di entrambe le aree della cittadina nel corso di una passeggiata di 30 minuti circa. Cominciando da Plaza de les Neus, giusto alla fine della Rambla Principal (che sarà descritta in un altro episodio), il primo monumento sulla nostra rotta sarà la chiesa di Sant'Antonio Abate, la maggiore della città, dedicata al santo patrono di Vilanova i la Geltrù. Dopo aver ammirato la facciata posteriore dell'edificio, procediamo verso Plaza de Sant Antoni, dove è situata l'entrata principale.

Facendoci strada per Carrer de l'Esglesia (ed ammirando una veduta retrospettiva del campanile in marmo bianco svettante sopra i tetti), raggiungiamo Plaza de Pau Casals, in origine la piazza principale della città, che ospitava l'antico municipio ed il primo mercato che si ricordi. Passando attraverso il cosiddetto Portal del Nin, lasciamo temporaneamente Vilanova per entrare nella parte più antica della città. Alcuni metri lungo viuzze strette ci porteranno a Plaza del Pou, che ospita una caratteristica fontana, ed in breve tempo nel cuore di La Geltrù. Con una breve salita raggiungiamo il monumento chiamato Castell de La Geltrù, un affascinante edificio che costituisce una parte (restaurata) dell'antico castello medievale. Proprio di fianco ad esso è situata la chiesa più antica della cittadina, Santa Maria de la Geltrù, dove è conservata una preziosa pala d'altare risalente al XVII secolo.

Una passeggiata per Calle dels Arengaders, una delle vie più caratteristiche della città, ci porterà fuori dalla parte antica. Una volta attraversata Carrer de la Uniò, cammineremo lungo Calle Bonaire e Calle Santa Eulalia, raggiungendo dapprima la caratteristica Plaza de Lledoners, poi Plaza Mirò de Montgros e infine Plaza de la Vila. Quest'ampia piazza è il cuore della vita cittadina, ed ospita numerosi spettacoli e manifestazioni pubbliche. La maggior biblioteca urbana ed il municipio, insieme a numerosi ristoranti e bar, si affacciano su Plaza della Vila. Da notare anche il grazioso porticato che avvolge la piazza ed il mosaico rappresentante l'emblema della città.

Leaving the square, we will head northward along Carrer dels Caputxins (which later becomes Carrer del Comerç). It is a pedestrian street, where some of the most interesting shops and restaurants in Vilanova i la Geltrù are located: a good reason to take it easy during your walk. Going past Plaza dels Cotxes we will get to Plaza de les Cols, where you can find Can Cabanyes, the house in which the famous poet Manuel de Cabanyes was born. From this point, turning left in Carrer de Sant Gregori, we will be back to Plaza de les Neus, where our tour had started.

Lasciando la piazza, ci dirigiamo verso nord lungo Carrer dels Caputxins (che più avanti diventa Carrer del Comerç). Si tratta di una strada pedonale, dove si possono trovare alcuni dei più interessanti negozi e ristoranti di Vilanova i la Geltrù: una buona ragione per prendersela comoda nel corso della passeggiata. Superata Plaza dels Cotxes arriviamo a Plaza de les Cols, dove si trova Can Cabanyes, dove si trova la casa dove nacque il poeta Manuel de Cabanyes. Da questo punto, svoltando a sinistra in Carrer de Sant Gregori, facciamo ritorno a Plaza de les Neus,da dove era cominciato il nostro itinerario.


Rate and comment about this place!

Do you know City Centre (Vilanova i la Geltrù)? Share your opinion about this place.


Don’t have an account? Sign up.

Wait a moment, please

Run hamsters! Run!