Kakheti | Cosa vedere a Tbilisi

Kakheti


  - 1 opinioni

Esplorando la culla del vino

Ciao a tutti!

Spero che a tutti coloro che leggono le mie recensioni sui diversi luoghi in Georgia piacciano almeno un po'. Penso che anche se non sono perfette non siano cosi male da leggere. Oggi ho pensato che avrei potuto descrivere una regione famosa che si trova nella zona est della Georgia e che si chiama Kakheti. In questa recensione farò del mio meglio per descriverla, per descrivere le attrazioni turistiche, la storia e i trasporti.

Kakheti si raggiunge via autobus, mini-bus e treno partendo da Tbilisi, la capitale della Georgia e anche altre città importanti come Kutaisi, Poti, Bakuriani eccetera. Gli autobus e i mini-bus a Tbilisi partono dalla stazione degli autobus di Vukzali, quella di Orthachala, quella di Didube. I treni di solito partono dalla Stazione Centale di Tbilisi che si trova a Vukzali.

Kakheti è la regione produttrice di vino più ricca dell'intera Georgia nonché uno dei posti più visitati. Kakheti fu conquistata dal re georgiano Davide il Fondatore solo nel tardo XII secolo e dopo il suo regno la regione attraversò un periodo di rivolte. Adesso fa parte della Georgia e ha Telavi come capoluogo. Kakheti costituisce il limite orientale della Georgia e confina con Azerbaijan e Russia. La regione ha un vasto patrimonio culturale e una forte storia. La gente di quella regione è amichevole, disponibile e sono abituati al gusto del vino fin dalla nascita.

Esplorando la culla del vino

Fonte

La geografia della regione Kakheti necessita di una descrizione particolare a causa dei suoi paesaggi diversi e bellissimi. Kakheti ha la catena montuosa coperta di neve del Caucaso con vette dai 3300 ai 4500 metri. Ha un terreno molto fertile, valli profonde e anche alcune aree semi deserte, come Dedoplitskaro e Sagarejo. La catena del Caucaso scende ripida verso la valle Alazani creando una vista splendida. Kakheti ha famose strade di montagna e anche alcuni passi come il passo di Abano. Questo passo è una strada molto pericolosa, si trova a 2000 metri sul livello del mare e la strada è estremamente sconnessa, ha tornanti molto stretti che rendono difficile il passaggio di due macchine. In inverno la strada viene chiusa perché troppo pericolosa, da ottobre a giugno. La neve danneggia la strada e la valle è incline alla formazione di valanghe. Non ci sono guardrail o altre protezioni in questa strada e quindi bisogna essere molto cauti quando si viaggia. Il passo di Abano collega le due regioni Kakheti e Tusheti. Gli agricoltori di questa regione producono un'ampia varietà d'uva e sono esperti nella produzione di varietà di vini di alta qualità.

Siccome la geografia di Kakheti alterna valli, montagne e semi-deserti anche il clima cambia da zona a zona. In inverno le temperature sono in media 0 gradi e in estate dai 23 ai 25. Nella regione c'è anche una buona quantità di precipitazioni medie.

Kakheti ha un buon background storico. La regione di Kakheti venne formata da Kakhos che era il figlio di Kartlos, considerato l'antenato di tutti i georgiani. Kakhos prese la regione tra la catena del Caucaso e la montagna di Kakheti che si estende dal fiume Aragvi. Il fratello si Kakhos chiamato Kukhos prese la terra da Aragvi a Hereti. Fino a quando venne costruita la fortezza di Ujarma, Jaleti ebbe funzione di unità amministrativa della regione in epoca antica. Più tardi, nell'XI secolo il centro amministrativo venne trasferito a Telavi. In quel periodo Kakheti lottava per l'unificazione della Georgia. Dopo l'unificazione divenne una forte unità amministrativa della regione. Qualche anno dopo il regno di Kakheti fu invaso dai persiani, il che portò alla distruzione della città amministrativa dopo la quale Telavi ne prese nuovamente il ruolo.

Esplorando la culla del vino

Fonte

Telavi è uno dei capoluoghi della regione Kakheti ed è una città pittoresca con una bellezza scenica. Ebbe la funzione di captale del Kakheti in epoca antica. La catena del Caucaso che corre dalla valle Alazani si può vedere da quasi tutta Telavi.

Sighnagi è un'altra città fortificata della regione ed è una zona turistica. Ne parlerò in un altro articolo. Sighnagi fu costruita nel XVIII secolo durante il regno di re Erekle. Le mura sono di almeno 2, 5 chilometri e ci sono 25 torri e 5 ingressi. In passato ogni torre aveva un nome. Le feritoie nella fortezza erano costruite in modo che i soldati potessero attaccare il nemico da qualsiasi punto.

La Georgia viene detta "Culla del Vino" perché è la nazione più antica produttrice di vino del mondo. I ritrovamenti archeologici supportano questa affermazione. I paleontologi hanno ritrovato prove materiali come pigiatrici per l'uva di 7000 anni fa e molto vasi e contenitori. Con queste ragioni il vino è diventato parte dell'identità della Georgia insieme alla sua architettura, la religione e la poesia. Il vino è simbolo di abbondanza.

Esplorando la culla del vino

Fonte

La Georgia è la culla del vino fin dall'antichità. Kakheti ha una sua storia nella produzione del vino che inizia nel sesto millennio a. C. Scavi archeologici fatti in questa zona raccolgono molte prove inclusi grappoli d'uva che risalgono a quel periodo. I ricercatori credono anche che le parole "wine" o "vine" derivino dalla parola georgiana "ghvino" che significa vino. Oggi abbiamo circa 2000 varietà di uva e di queste 500 sono georgiane. Scavi in zone diverse hanno raccolto diverti pezzi antichi associati al vino come presse, cantine, bicchieri fatti di argilla e metallo ecc. Hanno trovato anche una statua di un uomo che beve vino risalente al IX sec. I bicchieri in metallo ritrovati includono oro, argento e bronzo decorati con pietre preziose. C'erano cantine primitive nei complessi delle chiese e dei monasteri che si trovano ancora oggi. Le cantine di Nekresi del IV sec e del Monastero di Ikalto sono due di quelle più importanti. Il monastero di Ikalto ebbe anche l'importante funzione di scuola dove venivano insegnate varie discipline scientifiche e pratiche. C'è anche la cantina da 40 botti più antica in cui la tradizione della produzione di vino è ancora attiva. Un interessante vendita di vini si trova a Kvareli, il negozio si trova in una galleria di roccia lunga circa 13 chilometri. C'è una temperatura fissa tra i 14 e 16 gradi, l'ideale per la produzione di vino. Enoteca significa magazzino del vino come quello nel territorio di Alexander Chavchavadze, costruito con un'ottima architettura e che contiene alcune preziose collezioni di vini come un vino chiamato "Miele Polacco" che risale al 1814.

Esplorando la culla del vino

Fonte

C'è una grande varietà di specie di uva che crescono nella regione del kakheti e qui sotto descrivo alcune di quelle più importanti.

  • Rkatsiteli è un'importante varietà indigena. Tutti i vini di alta qualità sono fatti con questa varietà d'uva.
  • Mtsvane Kakhuri anche questa è una varietà indigena d'uva. Da questa si ottiene un vino leggero e aromatico che spesso viene mescolato ad altri vini bianchi per esaltarne il sapore.
  • Khikhvi anche questa varietà indigena usata per fare liquori d'alta qualità.
  • Saperavi è una varietà per il vino rosso che vale la pena menzionare tra i vini rossi del mondo. Cresce in quasi tutta la regione Kakheti.

Ci sono diverse micro-zone nella regione del Kakheti in cui vengono coltivate alcune delle varietà d'uva migliori al mondo, usate per la produzione di vini di qualità. Ecco alcune delle micro-zone.

  • AOC Tsinandali. Questa micro-zona si trova sulla sponda del fiume Alazani ad un'altitudine da circa 300 a 750 metri sul livello del mare. Il vino bianco più famoso della Georgia "Tsinandali" vine fatto con uva della specie Rkatsiteli and Kakhuri Mtsvane.
  • AOC Mukuzani. Questa micro-zona si trova nel centro del Kakheti sulla sponda destra del fiume Alazani e include molti villaggi che coltivano la famosa uva rossa Saperavi per la produzione del famoso vino georgiano "Mukuzani".
  • AOC Akhasheni. È una micro-zona ad altitudine tra i 300 e i 750 metri sul livello del mare in cui crede l'uva "Saperavi". Durante l'occupazione sovietica della Georgia il famoso vino Akhasheni era semi dolce mentre ora quella zona produce ottimi vini rossi secchi.
  • AOC Napareuli. È una microzona situata tra i 200 e i 500 metri sul livello del mare e racchiude un certo numero di villaggi. Questa micro-zona produce ottimi vini bianchi e rossi. i vini rossi di questa zona vengono prodotti con 100% Saperavi.
  • AOC Kindzmarauli. È degna di attenzione. Si trova sulla riva sinistra del fiume Alazani tra i 200 e i 500 metri sul livello del mare. Il terreno contiene molti minerali soprattutto preziosi come oro, argento, diamanti ecc. Le condizioni climatiche di questa zona sono diverse dalle altre il che aiuta la produzione di una qualità superiore di Saperavi. In passato in quest'area veniva prodotto solo vino semi dolce mentre oggi vengono prodotti a che vino rossi secchi.

Esplorando la culla del vino

Fonte

"Georgian Supra" è una delle tradizioni dei georgiani senza la quale una festa sarebbe incompleta. Ci sono due tipi di Supra: una viene fatta durante una festa e l'altra durante i funerali. "Supra" significa letteralmente "tovaglia" in georgiano: se non ci sono tavoli allora viene fatta per terra. Il protagonista della Supra è colui che inizia i brindisi chiamato "Tamada". In particolare il Tamada deve essere spigliato e in grado di fare brindisi emozionanti e orecchiabili, inoltre deve avere un'alta resistenza all'alcol e non far vedere di essere ubriaco. Durante la festa i Tamada fa un brindisi e gli altri alzano i bicchieri. Dopo il discorso del Tamada quello alla sua destra fa il brindisi successivo o fa un breve discorso riguardo all'evento e così via. Mangiare durante questo momento non è sbagliato ma chiacchierare durante il brindisi è considerato inappropriato. I brindisi in genere riguardano la festa, il motivo della festa, la Georgia ecc. I visitatori delle vigne del Kakheti avranno la possibilità di prenderne parte. È più facile che accada nel periodo della vendemmia.

Oltre alle tradizioni di vino e vigne ci sono anche cattedrali in diversi luoghi del Kakheti.

  • La Cattedrale a Croce inscritta anche conosciuta come monastero di Alaverdi fu costruita nel VI sec da un padre Assiro dopo la cui morte fu sepolto in quello stesso luogo. La cattedrale subì alcuni gravi danni durante guerre e battaglie in passato. La cupola della cattedrale fu distrutta da un terremoto ma fu restaurata e adesso è la seconda cattedrale più alta in Georgia dopo quella Trinity che si trova a Tbilisi. In passato lea cattedrale fu anche un importante centro di educazione
  • Esplorando la culla del vino

    Fonte

  • Complesso del castello e Monastero di Matani include la fortezza senza cancelli a significare che la fortezza non era stata costruita per motivi pubblici ma era proprietà della famiglia Cholokashvili. Tutte le torri e le fortezze del castello erano della stessa misura il che si distingue da altri castelli. C'è anche il complesso del monastero lì vicino, si ritiene sia stato costruito intorno al XVI sec.
  • "Gurjaani Kvelatsminda" significa "tutti i santi". Una cattedrale con due cupole situata nella zona del Gurjaani è l'unica del suo genere in Georgia. Questa chiesa denota il periodo di passaggio della cultura georgiana. La chiesa ha un percorso circolare che conduce al secondo piano e dalle pareti esce latte. Molte donne che stavano allattando o senza latte andavano in pellegrinaggio e si dice che la maggior parte di coloro che andavo a pregare siano stati guariti.
  • Esplorando la culla del vino

    Fonte

  • Monastero di Vachnadziani fu costruito tra l'VIII e il IX sec a est di Kvelatsminda. Questo monastero subì le conseguenze di una grave frana e per la maggior parte è andato distrutto. Fungeva da importante centro educativo. Si dice che alcuni dei re famosi che governarono la regione siano stai istruiti qui.
  • A Dedoplistskaro si trova una chiesa detta Vaziani. Ha una cupola e fu costruita nel X sec. Anche se non è un'attrazione turistica è interessante in quanto era coperta di affreschi della regina Tamar e di suo marito Davit, affreschi rimossi in passato.
  • Khornabuji ha una famosa città fortificata costruita nel periodo di re Vakhtang. La fortezza si trova su una zona strategicamente rialzata e ha resistito a varie battaglie pur essendo stata danneggiata dall'esercito mongolo. Venne poi presa dai persiani e fu riscattata nel XVI sec.
  • Telavi, capoluogo di Kakheti, ha tre importanti complessi monasteriali:
    1. Il primo è Akhali Shuamta, costruito nel XVI sec, ha una leggenda alle spalle. Si dice che la figlia di Lord Gurieli, Tinatin, fece un sogno e secondo quel sogno avrebbe sposato un principe che possedesse un corniolo nei suoi terreni. In cambio lei avrebbe costruito una chiesa dedicata alla Vergine Maria. Il sogno si avverò e si sposò con re Levan. Quando morì fu sepolta nello stesso luogo in cui sorge la chiesa.
    2. Dzveli Shaumta è una delle chiese cristiane più antiche della Georgia costruita nel V sec. Le pareti della chiesa riportano ancora tracce di affreschi e iscrizioni in georgiano antico. La chiesa si trova in mezzo ad una foresta e ha quindi una protezione naturale su tre lati mentre sul quarto c'è una fortezza. Si dice che la regina Tamar abbia passato 40 giorni in questa chiesa.
    3. Il terzo monastero da menzionare è Ikalto di cui ho parlato prima riguardo le cantine e l'istruzione.

    Esplorando la culla del vino

    Fonte

  • La zona di Lagodekhi ha un monastero costruito tra X e XI sec chiamato Leliani che ha un'ottima architettura appartenente al XI sec. Tuttavia fu ricostruito nel tardo XVII sec il che ha lasciato il segno sull'architettura della chiesa.
  • Il complesso di 12 grotte monasteriali è il più grande tra i monasteri della Georgia occupando circa 10 ettari di terreno nella regione Gareji. Questo complesso moasteriale include Lavra di Davit, il corno di Dodo, Baptist, gli alloggi dei monaci, Udabno, Kolageri, Tsamebuli ecc. Gareji ebbe funzione di monastero reale in quanto la monarchia della Georgia vi possedeva terreni e altre proprietà. La maggior parte dei personaggi storici visse lì ed è lì che fu scritto uno dei famosi inni alla Vergine Maria. Per la sua ricchezza era soggetta ad attacchi e una volta i persiano attaccarono il monastero, uccisero circa 6000 monaci e saccheggiarono tutte le ricchezze.
  • Esplorando la culla del vino

    Fonte

  • la chiesa di Manavi fu costruita durante il XVIII sec ed è una delle chiese più strane della Georgia. Ê strana per il fatto che fu lasciata in disuso per anni e la gente vi ci radunava il bestiame per la notte. La chiesa è conosciuta per la cupola in quanto per metà e`fatta da ciottoli e l'altra metà in mattoni.
  • Katsareti anche conosciuto come Monastero di Khashmi ha una basilica a tre navate costruita tra il V e il Vi sec. Il monastero si trova sulla strada che collega la valle di Lori ad una catena montuosa attraverso un passo. Una storia racconta che una volta durante una sua campagna militare, re Vakhtang si riposò nel luogo in cui si trova il monastero e face voto di costruire un monastero se avesse vinto la battaglia. E così venne costruito.
  • Complesso monasteriale di Bodbe si trova nella zona del Sighnagi e fu costruito tra il IV e il IX sec. Ê il luogo in cui fu sepolto San Nino. San Nino è considerato "L'illuminatore di tutti i georgiani". Questo monastero fu rinnovato e ridipinto nel XVIII sec. Ebbe anche funzione di centro educativo e un ruolo fondamentale nella vita politica del paese.
  • Il monastero di Khirsa fu costruito nel nel VI sec e fondato dal padre assiro Khirsa, sepolto lì dopo la sua morte.
  • La chiesa a croce inscritta di Gremi fu costruita nel XVI sec e si trova in una città bella ma di breve vita. La chiesa della dell'Arcangelo viene definita un'opera d'arte del periodo medievale tuttavia vi furono agitazioni politiche e invasioni frequenti dei persiani il che la danneggiò irreparabilmente e non fu mai ricostruita. Nei suoi anni di gloria ospitò molte attività culturali e letterarie.
  • Esplorando la culla del vino

    Fonte

  • Complesso monasteriale di Nekresi. la città di Nekresi fu fondata durante il I sec. a. C. da un re di nome Panajom. Nel IV secolo d. C. re Tradt costruì una piccola basilica e anni dopo un padre assiro ci visse e fondò il monastero. Il monastero ha una piccola basilica del IV sec, una basilica a tre chiese, una chiesa con la cupola, un palazzo, una torre del XVI sec ecc. Il monastero servì da importante centro culturale, educativo, spirituale e politico.
  • Dzveli Gavazi ha una chiesa a croce inscritta dedicata alla Vergine Maria, costruita tra il V e il VI sec ed e`un monumento fondamentale dell'architettura georgiana. È una chiesa con quattro absidi e la croce in cima venne rimossa più volte finché la cupola crollò. Durante l'invasione persiana la chiesa fu utilizzata come stalla. Nonostante tutte le difficoltà le pareti della chiesa resistono tutt'oggi.

Ecco alcuni dei monasteri e delle chiese più importanti situati nella regione del Kakheti della georgia. Inoltre vi sono anche alcune delle riserve naturali più belle come Lagodheki, Batsara, Babaneuri, Chachuna, Iori, Korughi, Area Protetta del Tusheti, Mariamjvari, Aree Protette del Vashlovani ecc. . Ognuna di queste aree protette e riserve naturali necessitano di una descrizione dettagliata quindi ne scriverò nei prossimi articoli.

Esplorando la culla del vino

Fonte

la regione Kakheti non ha solo cattedrali e riserve naturali ma anche alcuni famosi resort, alcuni dei quali li descrivo qui.

  • Arkhiloskalo è un resort situato a Dedoplistskaro nella zona di Arkhiloskalo. È un resort per la salute e dicono siamo ottimo per i pazienti con problemi neurologici.
  • Akhtala è un famoso resort con argilla, nella zona del Gurjaani e ci sono circa 9 sorgenti di argilla principali nella regione. L'argilla a Ahtala è inorganica e serve come rimedio per la maggior parte dei problemi ginecologici, del sistema muscolare e scheletrico, del sistema nervoso periferico, paralisi cerebrale, poliomielite ecc.
  • Ujarma è un resort collocato nella zona del Sagajero alla base della montagna del Lori a circa 900 metri sul livello del mare. Ê un resort balneare e per la salute. HA acqua termale con minerali e vari micro elementi biologicamente attivi.
  • Kvareli è un resort che si trova nella zona di Kvareli a 400 metri sul livello del mare a circa 8 chilometri dal centro della città sulla riva del fiume Alazani. Un aspetto importante di questo resort è che ci sono due tipi di acqua minerale utilizzata nei bagni per curare problemi del sistema musculoscheletrico, del sistema nervoso periferico e della pelle ecc.

Esplorando la culla del vino

Fonte

Tutto considerato si può dire che Kakheti sia una regione da visitare assolutamente in Georgia. I giri turistici non sono l'unico beneficio che si può ottenere da Kakheti perchè è un'opportunità per imparare le tradizioni, meravigliarsi della bellezza della natura e anche imparare la storia della Georgia. Grazie per aver letto e buon viaggio!

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci Kakheti? Condividi la tua opinione su questo luogo.


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!