Guria, Georgia | Cosa vedere a Tbilisi

Guria, Georgia


  - 1 opinioni

L'incredibile Guria e i suoi abitanti

Tradotto da Emma Barbacini — un anno fa

Testo originale di Manoj Pradeep

Ciao a tutti! Come va? È da un paio di giorni ormai che ho postato il mio ultimo articolo qui, e ho pensato che oggi potrei cominciare con un'altra zona bellissima e importante della Georgia chiamata Guria. La Guria è una regione localizzata nella parte occidentale della Georgia, al confine con il Mar Nero. Anche se non è un punto molto turistico nella Georgia, la regione di Guria è conosciuta per i suoi abitanti estremamente ospitali con un gran senso dell'umorismo. È anche conosciuta per la musica polifonica e, tra l'altro, la Guria ha i propri costumi e tradizioni pieni di bellezza naturale. Tutto sommato, la regione della Guria offre ai suoi visitatori un viaggio che va oltre il turismo.

L'incredibile Guria e i suoi abitanti

Fonte

Raggiungere la Guria non è così complicato, dato che è connessa con le principali città della Georgia tramite strade e ferrovie. Nella capitale del paese, Tiblisi, degli autobus e dei marshruktas locali partono da varie stazioni, come la stazione di Vukzali, la stazione di Orthachala o la stazione di Didube. I bus vanno da Tiblisi a Ozurgeti, Lanchkhuti e Ureki, delle quali Ozurgeti è la capitale della regione di Guria. I bus partono anche da altre cità importanti come Bakuriani, Kutaisi, Gori ecc, e ci sono treni giornalieri dalla stazione centrale di Tiblisi a Ozurgeti.

La geografia della Guria è spettacolare, con la sua parte settentrionale che si trova nella bassa colchide. La Colchide, come sappiamo da articoli precedenti, in passato regnava sull'attuale Megrelian. La regione della Guria si estende a sud, confinando con la catena montuosa dei Meskheti. Considerando anche questi confini naturali, possiamo dire che i confini della Guria sono la regione di Samegrelo al nord, l'Imerezia ad est, la regione del Samtskhe-Javakheti a sud-est, l'Agiaria a sud e il Mar Nero a ovest.

Andando verso est i bassopiani di questa regione diventano monti, e le foreste sempreverdi sono sostituite da zone paludose. Sul lato orientale di queste montagne di solito si trovano boschi di faggio, mentre ad altitudini maggiori prevalgono alberi comeil pino e l'abete.

L'incredibile Guria e i suoi abitanti

Fonte

Nei monti della Guria si trovano varietà rare di flora e fauna. Le foreste della montagna sono la casa di un gran numero di animali selvatici come orsi, lupi, cervi, martore, linci e molti altri. In queste foreste si può trovare anche una gran varietà di uccelli, come cuculi, upupe, sparvieri, beccacce, falchi ecc. Vi sono anche molti fiumi che scorrono nella regione della Guria. Queste abbondanti fonti di acqua fresca sono il rifugio di molti tipi di pesci come lamprede, pesci siluro, pesci persici, trote e ghiozzi.

La regione della Guria ha un forte clima subtropicale sia verso il mare che nella zona montana. I bassopiani si trovano a 200 metri sul livello del mare e soprattutto vi passano molti venti. A differenza di altre regioni della Georgia, la Guria ha un inverno dolce e un'estate calda. Perciò potreste non dover sperimentare il freddo gelato della grande catena caucasica.

Dopo aver dato uno sguardo a tutte queste informazioni geografiche e climatiche sulla regione di Guria, direi che adesso è il caso di vedere la sua storia. E la storia ci insegna che durante il medioevo la regione di Guria esisteva separata dalla Georgia. In questo periodo la regione veniva chiamata Saeristavo o Il Feudo. La regione di Saeristavo era governata in quell'epoca da una famiglia di governanti della Guria. Alla metà del diciannovesimo secolo, la Guria era un principato sovrano indipendente chiamato Samtavro.

Recenti scavi archeologici in queste aree hanno portato alla luce manufatti che sembrano suggerire l'esistenza di una civiltà ben stabilita in queste zone molti secoli fa. Pare che nel XIII secolo una gran quantità di abitanti della Colchide vivesse in questa zona. Nel corso del VI e VII sec. c'era qui un importante stato georgiano indipendente chiamato il Regno della Colchide - il luogo in cui era custodito il vello d'oro. C'è un famoso mito greco riguardo a questa storia, e ho descritto l'intera questione nel mio articolo sulla Megrelia. Il territorio attorno ad Ureki è molto importante per via dell'archeologia. Sono stati trovati anche resti di un'antica zona funeraria su una collina lungo le sponde del Mar Nero. Oltre a tutti questi ritrovamenti archeologici, sono state anche scoperte delle monete romane e delle schegge di granato che provengono dal III e IV secolo.

La popolazione della Guria è molto attaccata alle proprie tradizioni e alla propria cultura. Hanno una ricca tradizione spirituale e familiare. La gente di queste parti è conosciuta per l'educazione e il rispetto degli anziani. La Guria è anche famosa per il canto e la musica, che sono una parte vitale della cultura della Guria. Gli abitanti hanno partecipato allo sviluppo del Canto Polifonico Georgiano famoso in tutto il mondo. Le canzoni della Guria in genere hanno tre o quattro melodie diverse; "Krimanchuli", che significa letteralmente "ferro intrecciato", è l'esempio migliore delle tradizioni polifoniche georgiane. "Naduri"è un tipo particolare di canzone, che si canta durante la vendemmia o il lavoro nei campi. Cantare il Naduri è in realtà un procedimento complesso: serve più di un'ora per completare un Naduri, e dovrebbe essere cantato da più di 200 persone contemporaneamente.

L'occupazione principale degli abitanti della Guria è l'agicoltura. I prodotti più coltivati in questa regione sono agrumi, tè, noci, uva, grano ecc. Come in tutte le altre regioni della Georgia, la produzione del vino è cominciata in questa zona in tempi antichissimi.

Come ho detto prima, la Guria è una regione ricca di costumi e tradizioni. La popolazione celebra i riti pubblici e le tradizioni in modo grandioso. Alcune delle festività più importanti sono: "Giorgioba", o il Giorno di San Giorgio; "Mariamoba" o il Giorno di Santa Maria; "Kalanda", o l'Anno Nuovo. Ogni famiglia ha tradizioni particolari per queste festività. Per l'anno nuovo, gli abitanti di Guria decorano un noce che chiamano Albero della Vita, o Chichilaki in georgiano. È considerato un simbolo di ricchezza e fertilità, e lo tengono nelle loro case fino al giorno del Battesimo, il 19 Gennaio, dopodichè viene gettato nell'acqua o bruciato. Oltre al loro settore più vitale, l'agricoltura, gli abitanti della Guria sono conosciuti per i loro lavori artigianali, abilità nella costruzione, lavori in pelle, selle, cesti, cappelli intrecciati ecc. Parte della cultura della Guria sono anche la caccia e la pesca.

Sono anche famosi per la loro abilità di cavallerizzi. I Guriani sono eccellenti nel cavalcare, e partecipano in competizioni a cavallo locali chiamate Isindi, nelle quali sono richiesti un alto livello di professionalità e una grande forza fisica. Generalmente fra i 12 e i 20 giocatori competono allo stesso momento in un'unica arena. I giocatori tengono in mano lance lunghe 1. 5 metri, e ogni volta che un giocatore tocca un altro giocatore o il suo cavallo riceve dei punti. Il vincitore di questo gioco è trattato con grande rispetto, e alla fine c'è un grande banchetto durante il quale si canta musica polifonica, si brinda e si raccontano barzellette e storie per intrattenersi.

Durante gli anni 80 del XIX secolo i cavallerizzi della Guria ricevettero riconoscimenti in tutto il mondo. Si recarono in Europa e in America, dove furono ingaggiati nel Buffalo Bill Wild West Show. Questi cavallerizzi venivano da tutte le classi sociali, e si recarono più volte nei paesi occidentali dove facevano mostra delle loro abilità nel cavalcare e cantavano persino canzoni polifoniche. La Regina d'Inghilterra, Vittoria vi assistè una volta e mandò loro una lettera di ringraziamenti.

La gente in Guria è molto ospitale e ai loro visitatori viene spesso offerto un caldo festino con piatti che contengono molte noci e nocciole, cosa che dona al cibo un sapore completamente diverso. Alcuni dei piatti tipici della regione sono il Satisivi - del pollo servito freddo in salsa di noci, il Ghomi - un piatto di mais simile ai "grits" inglesi, servito con del formaggio, il Kachapuri Guriano - pane al formaggio farcito con uova sode, il Karcho - uno stufato caldo di carne, il Mtsvadi - manzo o maiale marinato e grigliato su fiamma aperta, lo Pkhali - spinaci tritati mischiati con noci e spezie e infine il Chiri, fatto principalmente di frutta secca. Alcuni di quetsi piatti tipici si trovano in tutta la Georgia, ma i sapori sono diversi da regione a regione.

Il Museo Storico di Ozurgeti, che si trova ad Ozurgeti, capoluogo della Guria, accoglie una ricca collezione di tesori archeologici che risalgono al periodo Neolitico e alla antica, media e recente Età del Bronzo. Sono stati ritrovati frammenti di asce della Colchide, rare sculture di bronzo e oggetti d'oro. C'è anche una bella collezione di monete, che include tetri della Colchide, monete turche, monete del periodo sovietico ecc. Vi si trovano anche alcuni documenti del XIX secolo, sigilli ufficiali, armature, bandiere, quadri, libri antichi e cosa più importante, una spada di Napoleone.

Il museo locale Niko Berdzenishvili Chokhatauri ha molte collezioni archeologiche risalenti al VII secolo che contengono asce della Colchide, zappe, teste di lancia, materiali tratti da antiche tombe, varie perle, bracciali, orecchini, ceramiche ecc. Questo museo ha persino una collezione di monete che include monete turche, monete del XIX secolo dalla Germania, dalla Spagna, dalla Francia e dalla Russia. Vi sono anche vecchie armi del XVIII e XIX secolo come spade d'argento con incisioni, pugnali e fucili. I visitatori possono veder anche oggetti etnografici del XIX secolo come ceramiche, mobili e utensili vari. Il museo ha anche una biblioteca che contiene libri dalla Georgia, dalla Russia e dalla Francia, e manoscritti di importanti poeti e uomini famosi.

La Chiesa degli Arcangeli di Jumati

La Chiesa degli Arcangeli di Jumati è un complesso monastico che si trova nei pressi di un luogo chiamato Lanchkhuti. Una chiesa medievale nel monastero contiene affreschi del XVI e XVIII secolo. Questa chiesa è la residenza uficiale dell'Arcivescovo di Guria.

Il Tempio di Askana ha subito varie ricostruzioni in momenti differenti, e quindi ha parecchi strati diversi di costruzione. Il primo strato risale al periodo dei feudi e l'ultimo è stato costruito nel XIX secolo.

Il Complesso di Shemokmedi era uno dei monasteri più importanti e più grandi nel medioevo. Questo monastero si trova nella città principale della Guria, Ozurgeti. La chiesa del monastero ha una ricchissima libreria con intagli dorati. Infatti il complesso del monastero di Shemokmedi è stato la residenza dell'Arcivescovo di Guria oltre alla tomba di molte famiglie nobili. Pare che il secondo livello della chiesa, conosciuta per la sua cupola progettata da Vakhtang, sia stato costruito nel XVI secolo. Interessante caratteristica di questa cupola è he il re vi portò un'icona dal monastero di Zarma, e perciò si chiama Zarma.

Oltre a tutte queste meraviglie architettoniche, vi sono altri monumenti come la Chiesa di Gurieli, il palazzo di Gurieli, la grotte artificiali di Khoreti e Gaguri, il castello di Bukistsikhe, il castello e la chiesa di Goraberejouli del XVII secolo, la chiesa dell'Alta Erketi e il monastero di Udabno.

La Guria non è solo cultura, tradizione e monumenti storici. Ha anche dei resorts molto famosi, di cui vi presento questi due:

  • Ureki è un resort termale che si trova sulle rive del Mar Nero. Il resort è famoso per le sue spiagge di sabbia magnetica, che non hanno paragoni in nessuna parte del mondo. Le proprietà delle spiagge magnetiche erano già ben conosciute al tempo degli Egizi e dei Greci, e anche i santoni indiani ne menzionano i benefici per la salute. La sabia magnetica ha proprietà anti-infiammatorie e anti-dolorifiche, stimola la rigenerazione dei tessuti, rafforza il sistema immunitario e aiuta a sollevare i sintomi di varie malattie.
  • L'incredibile Guria e i suoi abitanti

    Fonte

  • Uno dei migliori resort di montagna nella georgia si trova in guria, in un villaggio chiamato Bakkhmaro. Si trova nel distretto di Chokhatauri sulla catena montuosa di Meskheti. Il resort si trova sul fiume Bakhvistskali, 2000 metri sopra il livello del mare, ed è conosciuto per la sua aria mista di montagna e di mare, in un microclima locale assolutamente unico. Bakhmaro è molto raccomandato per coloro che hanno problemi di salute.

Nabeghlavi è in realtà una fonte d'acqua dolce, la cui acqua minerale viene imbottigliata ed è famosa in molti paesi. La si trova anche nel distretto di Chokhatauri.

Dopo aver letto tutti questi fatti, immagino non sia difficile capire che la Guria è una zona in cui visitare monumenti, imparate qualcosa sulla cultura e le tradizioni georgiane, ascoltare del classico canto polifonico georgiano e rimettersi in sesto con sorgenti naturali e spiagge di sabbia magnetica.

Fino al mio prossimo articolo, vi saluto e vi auguro di continuare a sorridere. Per favore, lasciate un commento se trovate qualche errore o se avete qualche consiglio in modo che la mia scrittura possa migliorare in futuro.

Grazie!

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci Guria, Georgia? Condividi la tua opinione su questo luogo.


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!