Advertise here

Una giornata all'insegna della cucina asiatica

Ciao a tutti! Oggi sono qui per parlarvi delle ricette del "tataki"di tonno (filetto di tonno al sesamo), del sushi e della tartare di salmone che ho preparato per il giorno della cucina asiatica, che potete vedere nelle foto.

In primo luogo vi descrivo quella del "tataki" di tonno, perché se avrete voglia di cimentarvi anche voi nella cucina asiatica, sarà la prima che dovrete iniziare a preparare per far sì che il tonno possa marinare sufficientemente.

Prima di tutto bisogna comprare del buon filetto di tonno fresco, poi congelarlo per almeno 48 ore. 24 ore prima della preparazione dovrete scongelarlo affinché sia pronto per essere cucinato il giorno seguente. Surgelarlo serve per uccidere possibili parassiti ed evitare infezioni alimentari come l'anisakis: tenetelo sempre a mente ogniqualvolta mangiate carne o pesce crudi.

Per iniziare, mettete la salsa per marinare il tonno in un recipiente. Questa può essere diversa a seconda dei vostri gusti. Io ad esempio la faccio di soia, aceto di riso e metto un pizzico di lime. Un'alternativa potrebbe essere la salsa di agrumi, fatta con succo di limone (2 limoni), lime, pompelmo e arancia. Ovviamente se la salsa è diversa, anche il sapore che apporta al tonno sarà diverso: queste sono entrambe squisite. Lasciate marinare il tonno per minimo 2 ore.

Nel frattempo, iniziate a preparare la tartare di salmone e l'avocado. In questo caso avrete bisogno di: salmone, avocado, pomodoro, olio, sale, pepe nero e uno spruzzo di limone. Iniziate tritando il salmone in piccoli quadratini. Se volete semplificare il procedimento potete comprare il salmone affumicato, però la vera tartare è fatta con salmone crudo precedentemente congelato, come nel caso del tonno per evitare infiammazioni intestinali. Mettetelo ora in una ciotola e aggiungete l'avocado (a pezzetti), successivamente mescolate bene e aggiungete sale e pepe. In una scodella a parte tagliate dei pomodori a pezzetti, aggiungete olio e sale e mettetela da parte.

Per impiattare la ricetta potete aiutarvi con uno stampino circolare abbastanza alto: alla base mettete i pomodori. Sopra lo strato di pomodori aggiungete il salmone e l'avocado con un cucchiaio, ma fate attenzione a non premere troppo perché i pomodori non devono rilasciare il loro liquido. Mettete un po' d'olio come ciliegina sulla torta e lasciate il piatto nel frigorifero fino a quando non arriva l'ora di mangiare.

La ricetta del sushi è un po' più complicata perché avrete bisogno di cucinare il riso con anticipo e perché è imprescindibile l'uso di utensili specifici.

Come prima cosa, dovrete comprare il riso specifico per fare il sushi. Poi l'aceto di riso e le alghe nori, infine, a seconda del ripieno che volete preparare, serviranno altri ingredienti. Per creare l'involtino del sushi avrete bisogno della stuoia di bambù che usano nella cucina giapponese. Se posso darvi il mio consiglio, vi conviene comprare direttamente una di quelle confezioni in cui vendono tutto il necessario: una busta di riso, che va cotto e semplicemente lasciato riposare, le alghe, la stuoietta, le bacchette e la salsa di soia. Non ho spiegato molto bene il metodo di preparazione del sushi, che richiede particolare concentrazione, ma nel mio prossimo articolo vi spiegherò passo a passo come fare perché possiate cucinarne uno squisito.

Spero che le altre due ricette vi siano piaciute e che vi siano d'aiuto se organizzerete una giornata all'insegna della cucina giapponese, o meglio asiatica: buon appetito! :)

Dimenticavo, se vi capita di passare per Parigi ricordate di visitare il quartiere giapponese di Parigi per non perdervi nulla della cultura nipponica.

Ah! E se volete più informazioni date un'occhiata all'articolo di Erasmusu sull'esperienza nella città di Osaka.


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!

Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!