Gastronomia andalusa e le sue versioni vegane | Ricette Erasmus
Advertise here

Gastronomia andalusa e le sue versioni vegane

Ciao a tutt*! Vi do il benvenuto in questo nuovo post del blog sulla Spagna, dove ho già parlato di luoghi da visitare, consigli, ricette.... Questa volta mi concentrerò sulla gastronomia andalusa. Come ho detto nel post precedente sulla gastronomia della Mancia, ogni luogo del nostro Paese ha le sue ricette tradizionali e i suoi diversi modi di cucinare. Ho vissuto in Andalusia per 3 anni (in particolare a Cordova) e ci sono molti piatti che sono degni di nota, che i turisti di solito apprezzano e che possono essere utili anche come idee per cene o pasti internazionali in cui ogni persona prepara un piatto di un Paese diverso.

Inoltre, veganizzerò queste ricette in modo che possiate cucinarle nel caso siate vegan* o stiate per condividere quel pasto con persone vegane, anche se alcune di queste ricette sono già vegane di per sé, come il gazpacho e il salmorejo.

7 ricette della gastronomia andalusa/spagnola

1. Flamenquines

Di solito, questa ricetta si prepara con prosciutto e filetti di maiale, ma in questo caso useremo prosciutto vegano e seitan. Gli ingredienti per 4 flamenquines sono:

- 4 bistecche di seitan

- 4 fette di prosciutto vegano (si può fare anche senza)

- Opzionale: formaggio vegano

- Olio di oliva per friggere, sale e pepe a piacere

- Per la pastella: 100 grammi di farina di grano, 200 grammi di pangrattato, acqua da mescolare con la farina fino a simulare la consistenza dell'uovo o qualcosa di più denso.

Condite le bistecche di seitan con sale e pepe (se hanno una forma omogenea sono più facili da arrotolare). Poi mettete le fette di prosciutto vegano sopra, una su ogni filetto. La ricetta originale non prevede il formaggio ma a me piace metterlo, quindi se volete potete mettere una fetta di formaggio vegano sopra il prosciutto. Poi arrotolateli fino a formare un rotolo e premeteli bene in modo che non si aprano durante la frittura. Una volta che hanno questa forma, si passano nella miscela di farina e uovo, a cui possiamo aggiungere un po' di sale, curcuma e pepe nero per dare loro più sapore e poi nel pangrattato (a me piace di più con l'aggiunta di aglio in polvere e prezzemolo).

Quando abbiamo fatto tutto questo, non resta che friggerle in una padella con molto olio e metterle su carta assorbente per togliere l'olio in eccesso e poi sono pronte da servire. Di solito vengono servite con patate o insalata.

2. Gazpacho

Questa ricetta è molto famosa in tutta la Spagna e potete comprare il gazpacho in qualsiasi supermercato o negozio. Si beve soprattutto in estate e la ricetta è già vegana di per sé.

Gli ingredienti per circa un litro di gazpacho sono:

- 1 chilo di pomodori

- 1 peperone rosso e un peperone verde

- mezza cipolla

- 1 cetriolo

- 1 o 2 spicchi di aglio (a piacere)

- 50 ml di olio, 1 cucchiaino di sale, 30 ml di aceto

- 250 ml di acqua.

Esistono molte varianti del gazpacho, alcuni aggiungono del pane per renderlo più spesso ed esistono ricette con fragole o lamponi, ecc.

Mettete tutte le verdure in un grande frullatore e quando sono ben tritate, aggiungete il resto degli ingredienti. Poi potete correggere per migliorare la consistenza o il sapore. A me piace servirlo con un filo d'olio e alcune verdure tritate della stessa ricetta; si può mangiare con un cucchiaio come se fosse una zuppa fredda o berlo direttamente.

gastronomia-andalusa-e-le-sue-versioni-vegane-b4975a151880919c7e8b6a4b00199c55.jpg

Fonte

3. Salmorejo

Il salmorejo è un piatto tipico di Cordova e si può trovare anche nella maggior parte dei supermercati. È un po' più pesante del gazpacho e di solito viene servito come tapa o come primo piatto. Anche questa è una ricetta vegana di natura.

Gli ingredienti per circa 6 porzioni sono:

- 150 ml di olio di oliva

- 1 kg di pomodori maturi

- 200 grammi di pane del giorno prima

- 1 o 2 spicchi di aglio (a piacere)

- 1 cucchiaino di sale

Tagliate i pomodori in quattro e tritateli bene. Poi aggiungete i pezzi di pane, l'aglio e il sale. Quando tutto ha la consistenza di una purea liscia, aggiungete l'olio extravergine di oliva a poco a poco mentre continuate a tritare.

Di solito, questo piatto viene servito insieme a un uovo sodo e prosciutto, ma anche a una fetta di pane.

4. Melanzane con salmorejo/melanzane con melassa

Queste sono altre tipiche tapas di Cordova e sono delle opzioni vegane che potete trovare nella maggior parte dei locali.

La quantità dipenderà da quante melanzane volete e dovete tagliarle a strisce sottili, circa mezzo dito di spessore. Poi dovete metterle in una miscela di farina e acqua, a cui si aggiungono sale, pepe nero e le spezie che desiderate per dare loro sapore. Poi friggetele in abbondante olio e mettetele su carta da cucina per farle asciugare bene.

Avete due opzioni: o accompagnarle con il salmorejo sopra o con la melassa.

gastronomia-andalusa-e-le-sue-versioni-vegane-7b1af6bb10a2a314b97f08ad03328a0f.jpg

Fonte

5. Tortilla/tortilla con salmorejo

Anche se non siete spagnol*, sono sicura che avete sentito parlare della tortilla. La ricetta originale è vegetariana, dato che gli ingredienti principali sono patate, uova e cipolla per coloro che la gradiscono.

L'opzione vegana segue la ricetta tradizionale ma al posto dell'uovo si mette la farina di ceci mescolata con acqua (fino ad avere la consistenza dell'uovo) e un po' di aceto per smussare il sapore del cece. Aggiungete la stessa quantità di farina dell'acqua, circa 10 cucchiai e correggete se vedete che la consistenza non è buona o se non è abbastanza.

Friggete 5 o 6 patate medie e una cipolla in olio abbondante o, se volete preparare una versione più sana, in 2 cucchiai di olio e acqua salata. Quando sono morbide, mescolatele in una grande ciotola con la miscela di farina e acqua. In una padella aggiungete 2 o 3 cucchiai di olio in modo che il composto non si attacchi (è molto importante avere una buona padella dove il cibo non si attacchi) e lasciate a fuoco medio per circa 7-10 minuti. Poi, girate la tortilla con attenzione mettendo un piatto sopra e aspettate altri 7-10 minuti fino a quando è cotta dall'altro lato; lasciatela più a lungo se la volete più cotta o tostata.

Una delle tapas tipiche di Cordova è un pezzo di tortilla bagnata in un po' di salmorejo.

gastronomia-andalusa-e-le-sue-versioni-vegane-add27369026716c8d0e65b5b3d7365d8.jpg

Fonte

gastronomia-andalusa-e-le-sue-versioni-vegane-07754e1a7a4e1836d89b4ef9a515e607.jpg

6. Patatas bravas

Anche le patatas bravas sono un piatto che viene servito in tutta la Spagna, in alcuni posti è più piccante che in altri. A Cordova aggiungono quasi sempre la maionese, quindi se siete vegan* dovrete chiedere in anticipo di non aggiungerla.

Il processo di frittura delle patate è lo stesso, vengono tagliate a cubetti e fritte in abbondante olio, anche se possono essere anche cotte in forno. La salsa brava è una salsa piccante che si può anche comprare già pronta ma per farla da soli basta mescolare e macinare due cucchiai di paprika, 1 cipolla media, 250 grammi di acqua, 20 grammi di farina, 2 cucchiai di olio d'oliva, 1 spicchio d'aglio e sale, anche se io aggiungo anche del tabasco per renderla più piccante.

7. Ajoblanco

Questo è un altro piatto vegano molto semplice, anche se meglio provarlo fatto in casa perché quello che ho comprato al supermercato non era molto buono.

Gli ingredienti sono:

- 150 grammi di pane del giorno prima

- 500 ml di acqua

- 100 grammi di mandorle crude (senza sale e non fritte)

- 1 spicchio di aglio

- 2 cucchiai di aceto, un pizzico di sale, 100 ml di olio extravergine di oliva

Immergete la mollica in acqua per qualche minuto e poi mettetela nel frullatore con lo spicchio d'aglio, le mandorle, l'aceto e il sale. Quando tutto ha la consistenza di una purea, aggiungete l'olio extravergine d'oliva a poco a poco continuando a frullare.

Vi sono piaciute queste ricette? Allora non perdete i migliori Consigli per il tuo Erasmus vegano: la guida definitiva 2021, mangiate vegano durante il vostro soggiorno all'estero!


Galleria foto



Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!

Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!