Advertise here

La parata dell'Oxi


  - 1 opinioni

La parata nel giorno dell'Oxi a Paphos

Tradotto da Valerio Giordano — un anno fa

Testo originale di Oat Sitalasai

Piuttosto che parlarvi di cosa mangiare o cosa fare, vi parlerò di un evento molto interessante a cui partecipare. Scrivo da Paphos, città costiera di Cipro, che si trova sul lato occidentale dell'isola. Anche se questo post si concentrerà esclusivamente su Paphos, l'evento di cui parlerò è celebrato in tutta l'isola e anche nella vicina Grecia. Si tratta della parata che si tiene ogni 28 ottobre.

L'evento che vorrei condividere con voi è ciò che chiamiamo il giorno dell'Oxi. Il nome di questo stesso giorno deriva dalla parola greca che significa "no", che si scrive "oxi" e si pronuncia "ohi". La storia di questo nome risale al significato stesso del giorno. La storia di Oxi infatti ha origine nel 1940, durante la Seconda Guerra Mondiale. All'epoca, quindi nell'ottobre del 1940, gran parte del continente europeo era già sotto il controllo dell'Asse, guidato e fortemente influenzato da Germania e Italia. Una piccola lezione di storia: durante la guerra c'erano due gruppi principali, uno composto dagli Alleati, l'altro dall'Asse. Le potenze alleate erano Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia, Unione Sovietica, Belgio, Australia, Canada e molti altri Paesi, tra cui la Grecia. Lo schieramento opposto era invece composto da Germania, Italia, Giappone e altre nazioni confinanti.

La parata nel giorno dell'Oxi a Paphos

Il 28 ottobre 1940 è una data importante perché il leader italiano dell'epoca, Benito Mussolini, diede un ultimatum alla Grecia. Le truppe italiane si erano trasferite in Albania, confinante col nord della Grecia, la cui invasione diventava la mossa successiva nell'avanzata italiana. Così Mussolini offrì una scelta (non una vera scelta) alla Grecia: permettere all'Italia di occupare il Paese e sviluppare posizioni strategiche per il suo piano di guerra in cambio di protezione. Se i greci avessero accettato questa offerta, il Paese avrebbe dovuto sottostare alle regole e alle leggi degli italiani, molto simili a quelli che oggi chiameremmo di colonizzazione o occupazione.

La parata nel giorno dell'Oxi a Paphos

I greci risposero con un "oxi", ovvero un no. La risposta fu chiara e precisa: un "no" secco. I greci ancora una volta mostrarono a tutto il mondo il loro orgoglio e il loro forte senso di unità e patriottismo. Come potete immaginare, gli italiani non presero quella risposta molto bene. Invasero la Grecia partendo dall'Albania, ma secondo alcuni i greci furono così valorosi e resistenti da riuscire a respingerli indietro in Albania in circa quattro mesi. Anche in Italia, questa venne contrassegnata come una delle prime sconfitte dell'Asse su terra. La vittoria dei Greci diede il via a molte altre contro l'Asse in altre parti d'Europa e proprio questo evento portò il dittatore tedesco Adolf Hitler a elogiare i greci dicendo che: "Il soldato greco, più che altro, ha combattuto con il massimo coraggio". Winston Churchill, una figura storica che non ha bisogno di presentazioni, affermò con gioia: "Non diremo che i greci combattono come degli eroi, ma che gli eroi combattono come i greci".

La parata nel giorno dell'Oxi a Paphos

Basta con la storia per ora, passiamo alla parata che contrassegna questo stesso giorno importante della storia greca. Il 28 ottobre è segnato sul calendario dei greci sparsi in tutto il mondo, compresi quelli che si trovano nell'isola di Cipro, che è divisa a metà: la popolazione greca nella parte meridionale e la popolazione turca a nord. Questa data è un giorno festivo e viene celebrata in tutto il Paese con parate di militari, ex soldati e studenti. Se fossi un turista o comunque una persona non nata qui, reputerei la sfilata un fantastico simbolo di unità e, naturalmente, anche di pace. Pure i ciprioti greci ebbero un ruolo durante la guerra, poiché l'isola era sempre stata coinvolta in conflitti regionali, commerciali e di altri aspetti vitali. Quest'area del mondo è una delle più antiche e più richiamate nei libri di storia. Mi stupisce vedere fin dove siamo arrivati ​​tutti insieme, anche se questo fa pensare che ci sia ancora molto lavoro da fare in altre regioni del mondo.

La parata nel giorno dell'Oxi a Paphos

Comunque, a Paphos le strade principali nel centro della città vengono chiuse al traffico e lasciate alle parate militari e studentesche. Questo è il luogo che vedete nelle mie foto. Per circa un'ora o poco più, varie unità militari, dall'aviazione alla marina agli ex soldati, sfilano assieme nelle loro parate. Il modo migliore per vederle è camminare alla ricerca di un punto da cui si veda il maxischermo. Questo perché in auto non si arriva molto lontano e, ad essere onesti, non si trova dove parcheggiare. Vi consiglio anche di portare molta acqua con voi, perché nel mese di ottobre a Cipro fa ancora caldo, che ci crediate o no! In più, non ci sono molte bancarelle che vendono bevande durante l'evento, o almeno non a Paphos.

Gli edifici e molte macchine sulla strada sono decorati con bandiere greche e cipriote per celebrare questo importante giorno. Molti dei giovani greco-ciprioti considerano la Grecia un fratello. Le generazioni più anziane invece hanno opinioni contrastanti a riguardo. Un esempio: la Grecia ha vinto il Campionato europeo di calcio nel 2004, quando il torneo si è tenuto in Portogallo. Grazie a un gioco molto difensivo, la nazionale greca ha ottenuto la vittoria più famosa nella storia della competizione calcistica europea, passando dall'essere una squadra partecipante poco considerata alla compagine che ha battuto il Portogallo, Paese ospitante, che al momento aveva "icone" del calcio portoghese come Luis Figo, l'allora capitano e loro giocatore chiave, e un giovane Cristiano Ronaldo, oggi re del calcio insieme a Lionel Messi. Altri giocatori noti della squadra portoghese erano Ricardo Carvalho, Deco, Maniche, Rui Costa, Pauleta e Nuno Valente. E, per concludere, questa squadra già impressionante era allenata dall' allenatore del Brasile che ha vinto la Coppa del Mondo nel 2002, ovvero Luiz Filipe Scolari.

La squadra greca, quasi sconosciuta alla comunità calcistica di allora, era forte, unita e molto disciplinata. Perciò sono stati in grado di finire tra i primi classificati nel girone in cui c'erano anche il Portogallo, la Spagna e la Russia. Hanno poi continuato, battendo la Francia per un gol e la Repubblica Ceca, dopo i tempi supplementari. La loro incredibile avanzata è stata premiata con la vittoria finale, che ha fatto impazzire la parte greca di Cipro. Per le strade la gente urlava, esultava e festeggiava. Le macchine erano pazze come le persone, e tutto ciò che si è sentito nelle 24 ore successive erano i loro clacson. Ciò dimostra che la popolazione greco-cipriota più giovane ama la Grecia, sebbene siano due Paesi separati.

OHI DAY PARADE PAPHOS

In generale, il giorno dell'Oxi è una data fantastica per tutti, in cui uscire e condividere il senso di unità. Indipendentemente da dove si venga, si può partecipare alla festa e alla celebrazione. Dopo la sfilata, io e mia madre siamo usciti per pranzare in uno dei nostri locali preferiti a Paphos, il Ristorante Kourides. Ho scritto anche un altro post incentrato proprio su Kourides e sulla loro cucina. Se assisterete alla sfilata, vi consiglio vivamente di percorrere la strada principale, superare la scuola, la banca e la stazione di benzina e mangiare in questo ristorante che si trova proprio dietro l'angolo. Sono sicuro che non vi deluderà. Anche se in realtà non conosco tanti locali della zona aperti in questo giorno speciale celebrato in tutta l'isola.

Per ulteriori informazioni sulla storia di questa importante festività, vi consiglierei di fare delle ricerche e il sito web (che trovate in fondo) della Washington Oxi Day Foundation è un fantastico punto di partenza. Badate bene però che ciò non riguarda specificamente il ruolo che Cipro ha avuto durante la seconda guerra mondiale. Personalmente credo che riguardo alla relazione tra Grecia e Cipro, alla storia recente del Paese e al suo attuale problema con la disputa sulla terra turca, i residenti locali siano la fonte migliore. E mi riferisco ai nonni che bevono un caffè in un piccolo negozio di kebab per strada, e non ai giovani adulti che incontrereste nei bar o sulla spiaggia.

La Washington Oxi Day Foundation - Fatti dimenticati sulla Grecia nella seconda guerra mondiale

Su viaggi, Grecia e festività nel giorno dell'Oxi in Grecia e a Cipro

Se vi è piaciuto questo post o se volete solo dare un'occhiata ad alcune foto scattate durante la mia avventura, seguitemi pure su Instagram @oat93. Ciao!

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci La parata dell'Oxi? Condividi la tua opinione su questo luogo.


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!