Advertise here

Il Rembrandthuis Museum


  - 1 opinioni

Il Rembrandthuis Museum ad Amsterdam

Tradotto da Valentina Caruso — 2 mesi fa

Testo originale di Elisavet Kot

Il Rembrandthuis Museum, Amsterdam

The Rembrandthuis Museum in Amsterdam

Il Rembrandthuis Museum visto dall'esterno.

Fonte

Una delle cose da non perdere se siete degli amanti dell'arte e vi trovate ad Amsterdam è il Museum het Rembrandthuis o il Rembrandt House Museum. Il Museum Het Rembrandthuis è a Jodenbreestraat 4, 1011 NK Amsterdam. Si trova a soli dieci minuti a piedi dalla Stazione Centrale di Amsterdam ed è molto vicino al Nieuwmarkt.

Visitando il museo abbiamo avuto l'opportunità di vedere come era il luogo dove Rembrandt van Rijn (questo il suo nome completo) viveva e lavorava. Rembrandt nasce nel 1606 per poi morire nel 1669. Questa casa aveva un forte valore affettivo per l'artista

sia perché qui è nato suo figlio Titus, sia perché successivamente sua moglie Saskia ci è morta giovane; in più, è il luogo dove molte delle sue opere più importanti sono state realizzate.

L'interno della casa è stato restaurato fino ad ottenere l'aspetto che ha oggi, nella sua piena gloria settecentesca; le stanze sono state arredate con le opere di Rembrandt, mobili ed altri oggetti risalenti alla sua epoca.

The Rembrandthuis Museum in Amsterdam

La cucina di Rembrandt.

Fonte

La storia della casa

L'edificio è stato costruito tra il 1606 e il 1607 nella famosa Sint Anthonisbreestraat. La casa è stata edificata su due lotti nella parte orientale di Amsterdam, area in cui molti mercanti ed artisti danarosi erano andati a vivere. La casa può essere chiaramente vista su una mappa panoramica risalente al 1625. Si tratta di un edificio abbastanza grande, caratterizzato da due depositi e da un timpano con gradini. Tra il 1927 e il 1928 la casa ha cambiato il proprio aspetto in modo drastico: gli è stata data una nuova facciata, un frontone triangolare e un nuovo piano. La ricostruzione è stata probabilmente gestita da Jacob van Campen, che successivamente è diventato famoso come l'architetto del Municipio di Amsterdam (che è oggi il nuovo Palazzo Reale di Piazza Dam). Rembrandt ha vissuto in questa casa dal 1639 al 1658.

Come ci ha detto la nostra guida, Rembrandt ha firmato nel 1639 un contratto che regolava il pagamento per l'acquisto della casa nella Breestraat. Il prezzo ammontava a tredicimila fiorini, una grande somma per l'epoca e sicuramente per lui non era facile averli tutti immediatamente. Comunque, a Rembrandt gli era stato permesso di saldare la somma a rate. In quell'epoca aveva già guadagnato una certa reputazione come artista. Nello stesso anno in cui ha comprato la casa, gli è stato commissionare la prestigiosa "Ronda di Notte" (oggi si trova nella collezione dell'Amsterdam Museum ma è esposto in maniera permanente al Rijksmuseum, considerato il quadro più famoso della collezione).

Nonostante guadagnasse molto denaro, Rembrandt non riusciva (o non era disposto) a pagare il mutuo. Questo dettaglio avrebbe eventualmente dato inizio al suo crollo finanziario. Tra il 1652 e il 1656 l'artista si è impegnato molto pur di ottenere il denaro necessario a saldare il suo debito. Sfortunatamente non ci è riuscito ed è andato in bancarotta. Nel 1656 la proprietà di Rembrandt è stata inserita in un inventario a vantaggio dei suoi creditori, mentre i suoi beni e la collezione di oggetti artistici e peculiari è stata poi venduta. Tre anni dopo, nel 1658 la casa è stata messa all'asta ricavando una cifra superiore agli undicimila fiorini. Rembrandt si è trasferito in una piccola casa affittata sul Rozengracht, dove ha vissuto fino alla sua morte, avvenuta nel 1669.

Nel 1660 e per altri due anni l'ex-casa dell'artista è stata puntellata e divisa in due parti. L'edificio venne usato per dare un tetto a varie famiglie fino alla fine del diciannovesimo secolo. In questi due anni la casa è stata modificata diverse volte e le sue condizioni sono peggiorate. Quest'ultima rischiava di essere demolita se non fosse stato per il suo famoso ex-inquilino. Un importante risvolto c'è stato in occasione dell'esibizione di Rembrandt nel 1906. La città di Amsterdam ha comprato l'edificio ormai in rovina e poco tempo dopo lo ha affidato alla Stichting Rembrandthuis, una fondazione nata nel 1907. Gli amministratori di quest'ultima volevano che l'ex-casa del pittore riacquistasse lo stato che aveva verso la metà del diciassettesimo secolo, il tutto con la massima accuratezza. Tuttavia, il progetto di ricostruzione auspicato non ha avuto successo. La commissione aveva optato per un approccio più contemporaneo, senza riferimenti storici. La Rembrandt House è finita per diventare il luogo d'esposizione per una collezione di quadri. Il drastico progetto di restauro è stato supervisionato dall'architetto K. P. C. de Bazel. La casa è stata completamente restaurata nel 1911 e la Regina Wilhelmina ha inaugurato il museo.

La nuova ala, aperta il 7 Maggio 1988, ospita due gallerie espositive, la segreteria, gli uffici e la biblioteca (dove si può studiare, non solo consultando libri ma anche CD-rom), con il Rembrandt Information Centre (conosciuto anche come RIC- si trova al quinto piano della nuova ala e lì potete trovare le risposte a tutte le vostre domande sull'artista e le sue opere, oltre ad essere aperto ai visitatori durante i weekend su appuntamento). Una volta completata la nuova ala, è stato possibile riproporre anche il vecchio progetto di riportare l'ex casa di Rembrandt al suo aspetto originario. Tuttavia, l'operazione non è stata priva di intoppi: c'è stato un importante dibattito tra chi sosteneva e chi era contro il progetto, in cui sono stati discussi i caratteri etici coinvolti nel restauro di un edificio storico.

Una volta avuto l'ok, gli amministratori della Rembrandt House hanno realizzato il progetto con molta attenzione. Un team di restauratori era stato riunito in modo da poter affrontare l'operazione con la massima meticolosità. A gestirlo è stato lo storico, Henk Zantkuijl, un esperto nelle case del diciassettesimo secolo. Il progetto si fondava su una conoscenza di tipo storico, acquisita con molti anni di ricerca. C'è stato anche bisogno di uno studio dettagliato delle fonti allora disponibili. Gli inventari delle case sono stati molto importanti a questo scopo - l'inventario del 1626 appartenente al primo inquilino della casa e, in particolare, quello che è stato compilato nel 1656 a seguito dello status di bancarotta di Rembrandt. Quest'ultima fonte ha permesso agli esperti di capire come la casa era stata disposta in quel periodo e come Rembrandt avesse usato le diverse stanze. A tal proposito, alcuni dei disegni e delle acqueforti dello stesso pittore sono state ulteriori fonti di informazioni. Gli schemi della struttura per l'operazione di restauro sono stati fatti dall'architetto Maarten Neerincx che aveva consultato Zantkuijl. Il lavoro è stato realizzato dalle aziende Kneppers e Midreth ed il restauro è stato completato nel 1999.

Nel Rembrandt Museum potete assistere a dimostrazioni giornaliere in cui si realizzano acqueforti e quadri illustrative del modo in cui il pittore lavorava nella sua epoca. In più, c'è anche un laboratorio a cui si può partecipare gratis, che vi offre l'opportunità di realizzare la vostra acquaforte nello studio di Rembrandt.

The Rembrandthuis Museum in Amsterdam

Dimostrazione d'acquaforte nella stanza dove Rembrandt dipingeva.

Fonte

Inoltre, quando siamo andati lì, il Rembrandt House Museum aveva dedicato un'esibizione ai discepoli che l'artista aveva indottrinato nell'ultimo periodo della sua carriera (a partire

dal 1650, fino alla sua morte nel 1669). Erano esposti circa sessanta disegni e venti quadri realizzati da artisti come Nicolaes Maes, Willem Drost, Abraham van Dijck Jacobus Leveck e Arent de Gelder provenienti dai musei olandesi ed internazionali più importanti oltre che da collezioni private. La mostra "Rembrandts' Late Pupils – Studying under a Genius", illustra come il pittore ha influenzato i suoi studenti, i suoi metodi d'insegnamento e la relazione insegnante-alunno, facendo luce sull'approccio che l'artista olandese più famoso al mondo aveva con i propri successori.

Quindi non perdetevelo!

The Rembrandthuis Museum in Amsterdam

Unitevi ad un tour guidato per poter avere tutte le informazioni più importanti.

Fonte

Galleria foto



Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci Il Rembrandthuis Museum? Condividi la tua opinione su questo luogo.


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!