Strasblog parte cinque: con la storia tra le mani

Bonjour! Come state?

Questa settimana, come sempre, è iniziata con la mia solita giornata di sette ore e l'angosciante seminario di quattro del pomeriggio (in realtà questa settimana è stato di tre ore e mezza... Per sbaglio sono arrivato mezz'ora in ritardo... ultimamente il mio tempismo non è dei migliori a quanto pare).

Può sembrare strano ma credo che la mia tutor abbia letto il mio ultimo post perchè lunedì ha fatto qualcosa di carino... in effetti. Alla fine della lezione è venuta in fondo all'aula, dove giacevo distrutto da quelle quattro ore di fuoco e mi ha chiesto come stavo. Sono abbastanza certo che la mia risposta sia stata solo un borbottio di parole che assomigliavano al francese, ero così scioccato che non sapevo cosa dire!

Strasblog parte cinque: con la storia tra le mani

Martedì e mercoledì, i miei due giorni liberi, sono trascorsi senza nessun evento significativo a parte la partita che ho guardato/giocato. Martedì sera ho guardato Francia-Spagna ed è stato meraviglioso guardare, non solo una partita interessante, ma una partita in cui le due squadre erano all'altezza del loro potenziale... a differenza di una certa nazionale di mia conoscenza! Mercoledì sera abiamo giocato contro la Foot en Salle: ancora una volta ero in porta e ancora una volta mi sono fatto passare la palla in mezzo alle gambe. Ha fatto male quasi quanto la pallonata in faccia che mi sono preso qualche minuto dopo...

Per tutti voi che state leggendo e pensate che non riesca a stare una settimana senza fare qualcosa di stupido, non preoccupatevi perchè questa settimana non è stata da meno. Giovedì sono andato a comprare una busta e, senza sapere che costa solo sei centesimi, sono entrato nel negozio senza monete con solo una banconota da dieci euro. Mentre guardavo il poveretto svuotare il cassettino delle monete, mi sono sentito talmente in colpa che ho comprato altre cose solo per essere gentile... così ho preso della colla. La cosa più inutile che potessi trovare.

Dopo questo disastro ho fatto una delle esperienze più belle di tutto il mio soggiorno qui, una che spiegherà il motivo per cui ho scelto questo titolo. Durante la lezione di storia regionale, abbaimo visitato un archivio pieno zeppo di vecchi documenti a disposizione degli studenti di storia dell'Università. La Disneyland degli storici praticamente. La sensazione di tenere tra le mani un libro pubblicato più di 5000 anni fa è qualcosa che non dimenticherò mai; la sensazione di essere così vicino a una tempo passato è qualcosa che porterò sempre nel cuore.

Comunque, dopo tutti questi sentimentalismi, venerdì sera sono uscito di nuovo a fare un giro a Strasburgo. Dopo aver cercato di insegnare ad alcuni ragazzi tedeschi come giocare a ring of fire (per il futuro, non ci provate neanche, è impossibile), siamo andati in un bar piuttosto carino, si chiamava qualcosa tipo "The Artichoke". Non ho bevuto molto, ma sicuramente abbastanza per accettare di pagare sette euro per una Desperados una volta arrivati all'ultimo locale della serata. La mattina mi è scesa una lacrimuccia quando ho capito il mio errore...

Per ora è tutto gente, ci sentiamo la prossima settimana e à plus tard les amis!


Galleria foto



Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!