Advertise here

22 cose da fare ad Amsterdam

Verwelkoming and begroeting! Eccomi qui di nuovo a scrivere un post sulla mia prima esperienza Erasmus all’Università di Amsterdam in cui ho passato i 5 mesi più stravolgenti della mia vita studentesca.

Ogni volta che dico a una persona che sono stata in Erasmus qui, rimane sempre colpita e un sorrisetto spunta sul loro viso, mentre pensano: “Oh, che fortuna! Amsterdam! Dev'esservi divertita molto a far serata là! *wink wink*” …ma come ho già scritto nel mio post precedente, non sono una persona che ama le feste come invece la gente si aspetta. Non è per questo che ho deciso di venire qui.

Sorprendentemente (o no), ho scelto Amsterdam per l’università. Mi aspettavo di studiare molto e di farlo in una delle migliori università, cosa che altrimenti sarebbe stato difficile per me (per la distanza e l’impegno economico). E da un altro punto di vista, forse anche Amsterdam ha scelto me, perché in questi 5 mesi sono riuscita a scoprire la mia “maturità” in una delle più belle ed efficienti città d’Europa, e nei prossimi paragrafi vi dirò le cose migliori che ho provato che vi consiglio assolutamente di fare

#1 La casa di Anna Frank

Chi non ha mai letto o sentito parlare del diario di Anna Frank almeno una volta? So di averlo sfogliato una volta al liceo, prendendolo in prestito da un amico appena tornato da un piccolo viaggio ad Auschwitz, in Polonia.

Tutto ciò che so è che era così accattivante che non riuscivo a fermarmi, ma allo stesso tempo volevo leggerlo lentamente per poter riflettere in modo adeguato agli orrori subiti dalla comunità ebraica durante la Seconda Guerra Mondiale, che hanno costretto Anna e la sua famiglia a nascondersi per 2 anni prima che venissero trovati e deportati nel campo di concentramento.

La casa si trova a Prinsengracht ed è un museo molto stimolante che vi segnerà molto. Vale la pena fare la coda e anche se da fuori sembra molto affollato, in realtà all'interno sarà un viaggio in assoluto silenzio con umiltà per capire “cosa è successo” e “cosa sarebbe potuto accadere se la ragazza e la sua famiglia fossero sopravvissuti”.

È doloroso, ma questo non mi ha impedito di visitarlo per 3 volte (in quanto studente Erasmus che viveva nel paese ho potuto richiedere la tessera dei musei e visitarlo tutte le volte che volevo).

#2 Perdersi nel quartiere Jordaan

Qui è dove bisogna andare quando c’è il sole, così come a Museumplein. Essendo una dei quartieri più affascinanti di Amsterdam, Jordaan semplicemente offre la miglior atmosfera che questa città possa dare: strade strette, palazzi caratteristici, gallerie d’arte, negozi vintage, bar accoglienti e giardini. È un labirinto di case di marzapane che vi daranno le più belle foto da postare su Instagram, dal momento che è uno dei luoghi migliori dove vivere ad Amsterdam, tralasciando quanto è caro, ma che un tempo era una zona abitata dalla classe operaia.

22-wonders-amsterdam-925fd94d3dadb0d42c3

#3 Il palazzo reale

Questa è un’esperienza da non perdersi se possedete la tessera musei. Il palazzo reale si trova esattamente nel cuore della città e ospita anche alcune delle sculture e dipinti più impressionanti che sono la metafora di cosa rappresenta questo palazzo per gli abitanti di Amsterdam.

Ciò che mi ha colpito di più, è stato di come l’ingresso principale porti direttamente a questa grande sala da ballo dove si possono ammirare dei capolavori che decorano la stanza pieni di significato: la statua di Atlante che porta il mondo sulle sue spalle, che simboleggia la posizione centrale che apparteneva ad Amsterdam durante l’età dell’oro, Poseidone e il suo richiamo al mare in una città piena di canali e le mappe stellari e terrestri a “Burgerzaal”: la hall dei cittadini.

Perdendosi come abbiamo fatto noi nelle bellissime stanze che questo palazzo offre, dà l'opportunità a tutti di sentirsi come l’alta classe olandese a quei tempi e anche al giorno d’oggi. Spoiler: no, la famiglia reale non vive lì.

22-wonders-amsterdam-13c4e06a25e03542e82

#4 Museumplein e la scritta I amsterdam

La sede dei musei più famosi del paese: Museumplein era il luogo dove passare le giornate di sole. Il museo di Van Gogh, Rijkmuseum… sei circondato dalla cultura a 360° mentre puoi tranquillamente goderti il sole, con le tue cuffiette, seduto sul prato, vicino alla tua bici e prendendo il sole il più possibile (dal momento che qui le giornate di sole sono rare non puoi permetterti di non passarle fuori).

Questo luogo utopico è pieno di attività tutto il giorno, non solo perché i turisti montano e scendono dalla scritta I amsterdam, ma anche perché qui vengono organizzati molte mostre e mercatini tutto l’anno.

22-wonders-amsterdam-620ff6eb4d66a48f471

22-wonders-amsterdam-abdcbb4f93f7c679f52

22-wonders-amsterdam-5860677fd1e0dbed9b3

#5 Aringhe con cetriolini e cipolle

Questo era il pasto da provare ogni volta che qualcuno veniva a trovarmi anche se il pensiero di mangiare aringhe crude con cetriolini e cipolle potrebbe spaventare un po’, ma è così buono! I banchetti di aringhe te le servono in modo da potersi fare un panino così e mangiarle ovunque tu sia e per chiunque volesse provarle.

Puoi decidere se averle in un piatto, con tutti gli ingredienti sopracitati separati, o in un panino. Per la seconda opzione bisogna chiedere un “broodje haring”. Ho scoperto anche un fatto interessante da delle persone del luogo ed è che la carne del pesce può essere molto dolce in alcuni periodi dell’anno, quindi potrete sentire la differenza se le provate a fine primavera, più o meno a maggio, o durante le altre stagioni.

#6 Il museo di Van Gogh

Van Gogh era molto famoso 2 anni fa, ma mi sembra che oggi abbia guadagnato un successo che nessuno avrebbe potuto prevedere. Ora, andare ad Amsterdam senza visitare il museo di Van Gogh è un gran peccato, anche se non siete dei veri amanti dell’arte. Questo edificio moderno è l’universo vivente e la casa di centinaia di opere di questo artista, possiede persino lettere e schizzi. È un viaggio nel tempo che ti avvicina a Van Gogh e che ti porta anche in un’atmosfera molto personale del suo percorso di vita.

22-wonders-amsterdam-c986ca25aebbd70b707

#7 Rijkmuseum

Ho visitato questo museo 3 volte e non sono riuscita a vedere tutte le sale. La maggior parte delle volte non c’era coda, anche se è un museo nazionale e si trova abbastanza in centro quindi le persone potrebbero voler visitarlo quando vengono ad Amsterdam.

Ci sono delle opere molto famose: “Ronda di notte”, una delle opere più famose di Rembrandt, la “Lattaia” di Vermeer, le case delle bambole, i giardini esterni, il passaggio dove la maggior parte del tempo degli artisti di strada danno il loro massimo per impressionare gli amanti dell’arte che passano con le opere migliori di Vivaldi poiché il luogo ha un’eccellente acustica.

Mi ricordo ancora la bellissima sensazione quando ci pedalavo a tutta velocità, mentre i pannelli di vetro scorrevano sulla mia sinistra e potevo vedere l’interno del museo. Che emozione!

#8 Il museo di Rembrandt

Probabilmente il museo più accogliente che visto con la tessera musei. La visita alla casa di Rembrandt, è stata esattamente ciò che volevo vedere in un museo da sempre: il piccolo, istruttivo e personale mondo di un artista che si è dedicato così tanto alla pittura. Se siete degli amanti dell’arte, apprezzerete sicuramente vedere le stanze dove Rembrandt viveva e lavorava prima di finire in bancarotta e morire povero. Nella maggior parte dei musei di Amsterdam l’audio guida è gratuita e ovviamente anche qui.

Consiglio: controllate sul sito internet quando ci sono delle mostre sui suoi dipinti e stampe che vi porteranno nel suo mondo ancora più in profondità. Mi ricordo ancora molti dettagli profondi che mi hanno fatto cambiare la mia percezione dei colori.

22-wonders-amsterdam-f228689ab0118c0e851

#9 Vondelpark

Mi è sempre sembrato che questo giovane parco fosse al centro della cultura di Amsterdam, soprattutto quando esce il sole. Picnic, barbecue, persone che si rilassano sul prato con le loro biciclette parcheggiate vicino, altri che giocano a frisbee con i loro cani, alcuni ridono con i loro bambini, altri ancora bevono una birra mentre guardano le papere nel piccolo lago… È sicuramente il parco dove bisogna andare in un pomeriggio di sole.

È il parco più grande della città e in estate si può assistere a concerti nel teatro all'aperto o bere qualcosa nei bar e ristoranti. Tuttavia, se state cercando qualcos'altro, non sarete mai a corto di scelta. Westerpark o Sarphatipark nel De Pijp o Rembrandtpark, nella zona ad ovest della città, sono altre opzioni valide e molto accoglienti, anche se non altrettanto grandi, a cui gli abitanti di Amsterdam non possono fare a meno.

22-wonders-amsterdam-2c981f69cded8a34f79

22-wonders-amsterdam-442fe2545139f0ff9c6

#10 Foodhallen

È il luogo dove bisogna andare a cena con i tuoi amici dell’Erasmus o anche… ogni volta che si ha fame. De Hallen è un famoso luogo di ritrovo che si trova in un edificio industriale ristrutturato (no, non solo per l’arredamento) dove potete trovare un’ottima selezione di cibo da strada esclusivo. Ciò che ci è piaciuto di più è come sono disposti i tavoli rispetto al negozio, quindi non bisogna preoccuparsi perché i vestiti non rimarranno impregnati degli odori di cibo.

22-wonders-amsterdam-86a4cf9970e398f76a5

22-wonders-amsterdam-1b76e47602d5e324f49

#11 Vie dei negozi

Si può sentire perfettamente come il “consumismo” sia parte integrante della cultura di Amsterdam. Una volta era considerata il centro del commercio, ma dopo tutto, ho sempre trovato molto comodo fare spese in questa città, ogni volta che facevo shopping in piazza Dam. Qui è dove troverai la maggior parte dei turisti e ovviamente tutti quei negozi che hanno sempre sconti perché hanno talmente tanti clienti che non si può immaginare. Tutto ciò che c’è intorno al bellissimo Koninklijk Paleis e in generale in Kalverstraat, sono infinite catene di negozi che conosciamo tutti (C&A, H&M, ZARA ecc).

Uno dei “migliori quartieri per lo shopping” (persino Google maps lo sa) resta De Negen Straatjes o ”The Nine Streets” (le nove strade): un posto magico dove si possono trovare centinai di rivenditori, persino di boutique e negozi vintage che vendono sia cose care che no.

Sto semplicemente dicendo che se vuoi comprare qualcosa, dovresti forse dare un’occhiata nella zona est di Amsterdam invece che nel centro città e potresti essere uno di quei fortunati turisti che vive più di una semplice esperienza turistica che puoi vivere in qualsiasi grande città ovunque ti trovi.

22-wonders-amsterdam-fc925490ca56413fb73

#12 Mercato locale a Waterlooplain

Qui è dove ho comprato la mia bicicletta e dove andavo in caso avessi bisogno di ripararla. Waterlooplain è dove puoi vivere le migliori esperienze di contrattazioni mentre conosci la persona che ti sta vendendo l’oggetto. Mi hanno persino offerto un cookie una volta.

Ma tenete presente che la maggior parte dei venditori qui non sono olandesi e vengono da diversi paesi, soprattutto l’Afghanistan. Una delle ragioni per cui Amsterdam è una città internazionale è perché favorisce l'incontro di così tante culture in un solo posto.

Lasciando da parte le biciclette, altri mercati di questo genere sono Albert Cuypmarket nel De Pijp o Lindengracht nel Jordaan, i posti ideali dove trovare libri antichi, Stroopwaffles fatti in casa, vestiti vintage e souvenirs. Giusto per vostra informazione, tutti questi mercati sono aperti solo dal lunedì al sabato e solo quello nel Jordaan è aperto solo di domenica.

#13 Le corti segrete

Begijnhof è un luogo che ho scoperto troppo tardi durante il mio Erasmus. Essendo una delle corti interne più antiche di Amsterdam, è un buon modo per scappare dal trambusto cittadino. Questo angolo verde centrale circondato da case tipiche è un’esperienza segreta che puoi vivere una volta nel Begijnensteeg.

#14 La chiesa nascosta: Nostro Signore nell'attico

Niente all'esterno potrebbe farti capire che si tratta di una chiesa e questa era esattamente l’intenzione dei cattolici che erano perseguitati nel XVII secolo in Olanda. Tuttavia, come avevo già scoperto da un giro turistico gratuito della città (se non ne eri a conoscenza puoi leggere questo articolo), potrai fare tutto ciò che vuoi se rispetterai 3 regole: non disturbare, non fare del male e porti dei soldi alla città.

Per quanto le autorità di Amsterdam lo temessero, 200 persone sono entrate nell'edificio una domenica mattina, sparendo al suo interno per 2 ore e uscendo poi come se nulla fosse poiché non stavano disturbando, facendo male e per di più non era redditizio bandire 200 persone dalla città perché erano i loro lavoratori, insegnanti e persone che facevano andare avanti l’economia, quindi non gli conveniva mandarli via. Questo è il motivo per cui la chiesa ha resistito e oggi è il secondo museo più antico di Amsterdam.

Qui tutto si è conservato e appare come 400 anni fa. Entrando da una porta nascosta nella sala e continuando su una scala a chiocciola, si arriva nell'attico dove più di 150 fedeli si riunivano e mostravano rispetto ad una religione che non erano più autorizzati professare in pubblico.

È un’esperienza particolare ed è più piacevole quando in cima puoi goderti la vista sulla città dalle piccole finestre, che dona anche un’atmosfera più accogliente di quanto ci si aspetti. Inoltre, questo tesoro è tutt'oggi utilizzato quindi si può assistere anche a delle vere e proprie cerimonie se si desidera.

#15 Amsterdam Nord

Ciò che abbiamo apprezzato di più di questa città molto cara (se sei mediterraneo sarai d’accordo con me) è il fatto che ci fossero dei traghetti gratuiti che portavano te e la tua bici dall'altro lato del fiume ad Amsterdam Nord, il luogo dove solitamente vengono organizzati grandi mercatini delle pulci. Tanti turisti non riescono a visitare questo luogo quindi non è troppo affollato.

Cibo, bevande, terrazze, spiagge dove ti puoi sedere, godendoti il tuo drink e ammirando il panorama al di là dell’acqua, questo piccolo tragitto in traghetto è il luogo delle migliori uscite, festival ed eventi.

Curiosità: Solitamente attraversavamo il fiume per andare ogni tanto al mercato dei traghetti e una volta, un sabato, abbiamo scoperto che la gru lungo il fiume IJ è in realtà un hotel che si chiama Faralda.

Non ci crederai fino a quando non cercherai su internet, perché dall'esterno sembra una gru che aspetta che qualcuno la metta in moto e costruisca qualcosa, ma in realtà, al suo interno ci sono 3 suit di design, una spa e una sola con vista. Si dice che che i DJ, VIP, dirigenti e reali più famosi alloggino qui qualche volta. Questa sì che è una scoperta…

22-wonders-amsterdam-c4e21c8257ffb955a29

#16 A’DAM Lookout Swing, ad Amsterdam Nord

È un’esperienza per cui devo ancora mettere il tick sulla mia lista di cose da fare, A’Dam Lookout è un must e ad Amsterdam, soprattutto al tramonto, anche se la città non ha lo skyline che hanno Parigi o Londra. C’è anche un ristorante con vista a 360° da godersi prima di salire sull'altalena, ma è abbastanza caro. Tuttavia, l’altalena è un’esperienza che la maggior parte dei miei amici ha provato e che consiglio poiché è l’altalena più alta d’Europa. Ti sentirai libero come gli uccelli!

#17 Il museo EYE

Anche se non prendi il traghetto gratuito “Buiksloterweg”, non puoi perderti la vista dominante di questo museo che si erge proprio dietro la stazione centrale. È considerato anche come un punto di riferimento della città. Se sei un amante dei film (e anche se non lo sei, è incluso nella tessera dei musei, quindi vacci! ) potrai vivere un’esperienza interattiva mirata a portarti nel profondo mondo della cinematografia e fotografia. Espone una larga gamma di temi contemporanei e puoi persino guardare un film o prenderti qualcosa da bere nel ristorante ammirando il fiume IJ.

#18 Il museo NEMO

Per qualche motivo, non volevo andare in questo museo perché sembra più un luogo per bambini e non per… noi, ma in realtà andare al NEMO è molto divertente perché tutto è interattivo qui.

Ci abbiamo trascorso forse 3 ore, prima di realizzare quanto tempo fosse passato perché eravamo presi dal toccare e provare le mostre. Si possono fare tutte le foto che si vogliono qui. Ciò che ci è piaciuto di più, è stata la stanza nella quale in base a dove ti trovi rispetto all'altro sembri un gigante o un nano. Le illusioni sono qualcosa di divertente con cui giocare, soprattutto per il nostro profilo Instagram.

22-wonders-amsterdam-ad626ff330e156047c7

22-wonders-amsterdam-db5adead973b7b27744

#19 Heineken Experience

Abbiamo evitato di visitare questo museo perché sapevamo che la sua popolarità e accessibilità avrebbe attirato molte persone, quindi sarebbe stato molto affollato. Neanche a dirlo, per questo è molto caro: 18 € per gli adulti, e non è incluso nella tessera musei. Ecco perché ci siamo stati gratuitamente all'inizio di novembre in occasione della notte al museo di Amsterdam. Se ti trovi ad Amsterdam in quel periodo potrai approfittarne anche tu.

Sono stata sorpresa di averlo trovato “non così globalizzato” anche se come ho già detto, era basato molto su giochi e interazioni con i visitatori invece che su fatti storici sull'edificio o sulla storia dell'Heineken stessa. Tuttavia c’erano delle sale qua e là che spiegavano il processo della produzione della birra e di come la famiglia ha costruito questo marchio che tutti noi conosciamo oggi.

L’edificio stesso è stato modificato varie volte per trasformarlo in museo, ma sembra ancora come se l’antico birrificio avesse mantenuto il suo carattere originale, soprattutto nella grande sala, piena di botti dove veniva conservata la birra prima che venisse imbottigliata. Si possono anche toccare alcuni ingredienti e persino avere un assaggio di birra da bendati. E alla fine potrai vedere l’ultima pubblicità del marchio mentre ricevi una birra in omaggio. Cos'altro ci si potrebbe aspettare? 10 punti ad Heineken!

22-wonders-amsterdam-8d3c9ea1c858193723d

#20 Museo delle borse e portafogli

Ora, ragazze, questo è per voi mentre voi ragazzi potete divertirvi giocando a calcio alla Heineken, Se volete sapere come sarebbe il tuo portafogli se fosse nato in un’epoca diversa, questo è il più grande museo di borse e portafogli al mondo dove potrete trovare i vostri. Alla fine, questo era ciò che credevo quando stavo camminando per quelle sale speciali.

Il museo è nella semplicemente bella parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO dei canali di Amsterdam. Mette in mostra così tante borse speciali che entrerai in un mondo della moda che non ti aspettavi neanche di trovare, poiché a giudicare dall'esterno, l’edificio è come tutti gli altri di Amsterdam, stretto e alto. Alla fine del tour puoi persino prendere una tazza di tè in una delle sale e trovare un piccolo accessorio per la tua borsa nel negozio che è stato nominato come il “miglior negozio di un museo di Amsterdam”.

#21 Mercato dei fiori

Un mercato che viene quotidianamente organizzato su barche piene di fiori e si trova in uno dei luoghi più fiorenti della città che è aperto tutto l’anno, poco importa la stagione. Qui è dove abbiamo comprato alcune scatole di bulbi di tulipani neri per la casa e anche tanti souvenir a poco prezzo. Si possono trovare fiori di tutti i colori, ma fate attenzione perché a volte ti vendono dei bulbi per un colore che poi non sarà quello reale. I miei tulipani neri si sono rivelati essere rossi…

#22 Crociera nei canali

Con i suoi 165 canali, avrete abbastanza acqua per esplorare Amsterdam con una delle compagnie che offre crociere per i canali. Non ne ho mai provata una, poiché ero sempre in bici, ma la maggior parte includono, oltre al percorso, cibo, bevande e una giuda personale: per informazioni visita questo sito.

Ciò che dovevo dire ve l’ho detto, ma non perderti la prossima avventura in Olanda!

Stai programmando di andare ad Amsterdam per il giorno del gay pride? Leggi questo post sul nostro blog per avere più informazioni!


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!