Caffè dello studente

Pubblicato da Alessia Boni — 4 anni fa

Blog: Porto, skate e azulejos
Tags: Ricette Erasmus

Ciao a tutti,

l' estate sta arrivando, ma prima che ci possiamo divertire, e rilassare sulle spiagge, dovremmo passare il fatidico periodo esami. Infatti se l'estate si avvicina è anche vero che si sta avvicinando il questo periodo nero. Per noi designer, e non credo che siamo gli unici, si avvicina il periodo in cui le notti sono mooooolto più corte, e le si passa spesso a lavorare davanti al computer. Per rimanere svegli non ci sono metodi particolari, le abbiamo provati un po' tutte, ma alla fine la cosa che ancora va meglio è quella del caffè dello studente, o della Red Bull.

La Red Bull

È conosciuta per contenere all'interno tantissima caffeina, attenzione a non abusarne in quanto potreste avere una tachicardia pericolosa. Anche se ho sentito di gente che se nè bevute sette in una notte ed è ancora qua a raccontarla!

Il caffè dello studente

Non tutti però sanno che esiste un altro modo per non assorbire così tanti zuccheri, ma avere tanta energia per la notte! Si tratta del caffè dello studente. È un caffè doppio, che vi spiego subito come si fa a fare!

Prima di tutto versate l'acqua all'interno della moka, nel comparto inferiore. Posizionate poi il colino, controllate che l'acqua esca solo di mezzo millimetro circa. Altrimenti, se è troppa, toglietene un po'. Se invece è poca vi basterà aggiungerla. Non mettete troppa acqua o troppo poca acqua, in quanto altrimenti il caffè riuscirà troppo allungato.

Caffè dello studente

In questo momento prendete la vostra polvere di caffè, e con un cucchiaino versatela all'interno della moka. Come credo che ormai sia conosciuto in tutto il mondo, dovrete fare la cosidetta "montagnetta". Significa che non dovrete appiattire il caffè con il cucchiaino, né con il dito, e dovrete lasciare che il caffè si accumuli, uscendo anche un pochino, che formi una sorta di montagnetta.

Caffè dello studente

Quando avete finito di fare questo ci sarà sicuramente tantissimo caffè sparso sul vostro ripiano. Pulite il caffè sul ripiano e pulite anche il caffè che si trova sulla guarnizione sull'esterno della moka, altrimenti si brucerà.

Caffè dello studente

A questo punto chiudete bene la moka e posizionatela su un piccolo fuoco. Aspettate di sentire il classico rumore di acqua che bolle, e di caffè che sta venendo su. Assieme al rumore ovviamente ci sarà anche il buonissimo profumo del caffè. L'aroma si spargerà in tutta la stanza in men che non si dica.

Lasciate che il caffè "venga su" per un po', e alzate di tanto in tanto il coperchio della moka per vedere a che livello è. Quando è venuto su del tutto allora potrete versarlo in una tazzina. Questo è il procedimento normale per preparare un caffè normale ristretto.

Se però volete la bomba del caffè dello studente, allora non sarà finita qua. Togliete il caffè ormai utilizzato, bagnato e compatto, che si trova nella moka appena usata. Mettete dell'altra polvere di caffè (con lo stesso procedimento della montagnetta che abbiamo fatto prima. )

Dopodiché al posto di inserire l'acqua nella moka dovrete inserire il caffè che avete appena fatto. Siamo già pronti per rimetterlo sul fuoco. Aspettate che venga su.

Questo caffè sarà cotto non con l'acqua quindi, ma con il caffè stesso. E questo lo farà diventare molto più consistente è molto più forte. A questo punto non vi resterà altro che, se lo gradite di aggiungere dello zucchero.

Caffè dello studente

Sarete pronti per passare l'intera nottata svegli a studiare!

In bocca al lupo per gli esami!

Alessia


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!

Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!