L'Università di Caen, in Normandia (seconda parte)

La storia dell'università e i luoghi di interesse storico della Normandia

In quest'articolo vi parlerò dell'Università di Caen e della regione della Normandia, soprattutto dal punto di vista storico.

L'Università di Caen, in Normandia, e la sua fenice

luniversite-de-caen-normandie-deuxieme-pIl campus 1 dell'università di Caen, Esplanade de la Paix

Fondata del 1432 per volere di Giovanni di Lancaster, 1° Duca di Bedford e Reggente del regno di Francia, l'Università di Caen è una delle più antiche della Francia. Era destinata ad accogliere rappresentanti dell'élite inglese affinché imparassero ad amministrare i loro territori francesi. Era una delle tre migliori università dell'Inghilterra, preceduta unicamente da Oxford e Cambridge. In Francia però occupava solo la tredicesima posizione. Nel 1450, quando Carlo VII riconquista Caen strappandola dal dominio inglese, l'università diventa francese.

Durante la rivoluzione francese, anche i docenti dell'Università di Caen sospendono le lezioni con l'obiettivo di ritirare la Costituzione civile del clero, per riformare l'istruzione pubblica. Chiude quindi i battenti nel 1791 per riaprire nel 1806 per volere di Napoleone I, che reinserisce le diverse facoltà di Caen all'interno dell'Università di Francia, l'organo incaricato di organizzare tutto il sistema d'insegnamento francese. Ma l'Università di Caen in quanto tale non esiste più. Bisogna aspettare fino al 1896 per rivederla in attività. In quel periodo si effettuano anche alcuni lavori di ampliamento, che si prolungheranno fino all'inizio del XX secolo, per accogliere un numero sempre maggiore di studenti, ma non saranno sufficienti. È per questo che si crea un secondo campus alla fine di Avenue Albert Sorel.

Il 7 luglio 1944 l'università viene completamente distrutta dai bombardamenti dell'operazione Charnwood, che punta a liberare la città di Caen dall'occupazione nazista. Nonostante questo tragico evento, l'università rimane attiva per i dieci anni necessari a costruire la nuova sede, sotto l'egida del prefetto Pierre Daure e secondo il progetto dell'architetto Henry Bernard. In quel periodo le lezioni si tengono all'École Normale d'Instituteurs (scuola per insegnanti), dove oggi si trova il rettorato. La nuova sede dell'università è costruita in un terreno vuoto che sovrasta la città. Per simboleggiare la sua rinascita, la statua di bronzo che raffigura una fenice, opera di Luois Leygue e conosciuta da tutti gli studenti e gli abitanti di Caen, viene posta nel parco del campus 1.

luniversite-de-caen-normandie-deuxieme-pLa fenice, che ormai ha 65 anni

La fama dell'Università di Caen, Normandia

Nel 2012 alcune parti dell'università hanno ricevuto il riconoscimento di monumenti storici da parte del Ministero della Cultura e della Comunicazione dell'epoca! Ad esempio:

  • L'intero edifico dell'antica biblioteca di Scienze,
  • Le facciate e i tetti di tutti gli edifici inseriti nel programma di ricostruzione di Herny Bernard (antichi edifici delle facoltà di Lettere e Scienze, biblioteca centrale, antico edificio del rettorato, la sede di Giurisprudenza e l'antico edificio di scienze),
  • Il portico con la sua galleria vetrata,
  • Il cortile d'onore e il piazzale con la sua fenice,
  • L'Aula Magna (la sala grande, l'anfiteatro Pierre Daure e la sala del senato accademico),
  • L'anfiteatro Jules Dumont d'Uberville,
  • L'edificio di Lettere e Giurisprudenza (la scalinata d'ingresso, la sala grande di Giurisprudenza chiamata "salles des pas perdus", letteralmente "sala dei passi persi", l'anfiteatro Jacques Héron, il cosiddetto "bureau du doyen", in italiano "ufficio del preside di facoltà", situato al primo piano, la grande sala lettura della biblioteca del primo piano e gli affreschi di Yvonne Guégan),
  • L'antico edificio della facoltà di Scienze (l'atrio con la sua scalinata).

Per simboleggiare la sua rinascita, vari artisti sono stati invitati ad abbellire con le loro opere i diversi edifici dell'università, sotto la guida di Pierre Daure; tra questi:

  • Louis Leygue,
  • Charles-Émile Pinson,
  • Henri-Georges Adam,
  • Jean Picart Le Doux...

Ogni anno l'Università di Caen accoglie circa 29 000 studenti, distribuiti nei suoi sette campus presenti sul territorio della città, oltre ad altri cinque poli situati in altre località della regione: Cherbourg-en-Cotentin, Alençon, Lisieux, Saint-Lô e Vire.

luniversite-de-caen-normandie-deuxieme-pIl portico centrale situato sotto la galleria vetrata

luniversite-de-caen-normandie-deuxieme-pLa galleria vetrata

Consigli per viaggiare in Normandia ed oltre

La poca distanza dal mare, così come Rouen, il capoluogo della regione, e i numerosi siti d'interesse turistico della Normandia famosi in tutto il mondo, fanno sì che gli abitanti e gli studenti di Caen vivano in un contesto piuttosto vacanziero. Se avete scelto Caen per vivere o studiare, sicuramente l'avrete fatto per il programma offerto dalla vostra università e per la qualità della vita della città, ma ci sono sicuramente molte altre buone ragioni! Approfittate quindi della vostra esperienza Erasmus, o semplicemente del vostro tempo libero, per visitare la Normandia, la Francia, ecc... Ci sono un sacco di cose da vedere!

luniversite-de-caen-normandie-deuxieme-pLa spiaggia di Ouistreham

Da Étretat a Mont-Saint-Michel, potete visitare:

  • Le località balneari di Deauville, Trouville e Cabourg, molto amate dai parigini che cercano la tranquillità lontani dalla confusione della capitale,
  • Le spiagge dello sbarco, un simbolo della storia dei nostri antenati,
  • Le coste della Manica, più tranquille, a cui si arriva attraversando i pascoli della Normandia,
  • La baia del Mont-Saint-Michel, con le sue pecore che brucano i prati salati.

D'altronde, che sia ben chiaro, il fiume Couesnon ha stabilito che il Mont-Saint-Michel faccia parte della Normandia, checché ne dicano i bretoni!

Da Caen, si può viaggiare ovunque in Francia, e anche oltrepassare i suoi confini: a Carpiquet c'è un piccolo aeroporto, raggiungibile con il bus 3, che si ferma proprio lì di fronte. Da questo aeroporto partono voli per Londra, Calvi, Palma di Maiorca, Ajaccio e altri ancori. Ad esempio, io lì ho preso due volte un aereo per Lione.

Potete anche prendere uno dei treni che partono ogni ora diretti a Parigi e, una volta nella capitale, potrete andare ovunque vogliate, o potreste anche fermarvi nella magica Ville Lumière. La stazione di Caen è proprio accanto al centro commerciale Rives de l'Orne, e permette alla città di essere ben collegata con il resto del paese.

C'è poi la compagnia di traghetti Brittany Ferries, che assicura i trasporti via mare oltre la Manica, più precisamente partendo da Ouistreham per arrivare a Portsmouth, se volete passare qualche giorno in Inghilterra. Ma forse questa non è la soluzione più economica. Ci sono autobus che collegano regolarmente Caen e Ouistreham.

Se preferite restare in Normania, vi consiglio di affittare una macchina o di cercare dei compagni di viaggio per visitare tutti i punti d'interesse storico della regione, ma prima andate a vedere il Memoriale di Caen, un museo dedicato alla Seconda guerra mondiale. Potrete poi spostarvi verso tutti quei luoghi dove sono ancora visibili le tracce dello sbarco:

  • Risalite la costa verso ovest passando per Sword Beach, Juno Beach, Gold Beach e Omaha Beach,
  • Fermatevi al cimitero americano di Colleville-sur-Mer,
  • Poi ripartite in direzione Utah Beach,
  • Fate una passeggiata a Sainte-Mère-Église, dove potrete osservare un paracadutista americano di nome John Steele appeso al campanile della chiesa (tranquilli, è finto),

luniversite-de-caen-normandie-deuxieme-pMonumento inaugurato in occasione del 70° anniversario dello sbarco, a Ouistreham

Il momento migliore per fare questo piccolo road-trip è giugno, così potrete assistere alle parate delle macchine da guerra e alle ricostruzione storiche in cui gli appassionati si impegnano per far rivivere la storia, affinché quanto successo non sia dimenticato e per onorare la memoria delle persone del tempo, sia dal punto di vista civile che militare.

Questi siti sono un must di qualsiasi visita turistica della Normandia, ma naturalmente ci sono molti altri luoghi interessanti, di cui vi parlerò nel mio prossimo articolo, non perdetevelo!

Se sono riuscita a convincervi a venire in Erasmus in Normandia, vi consiglio di iniziare a cercare alloggio da subito! Erasmusu.com offre qualsiasi tipo di alloggio: stanze in residenze universitarie, appartamenti, monolocali, appartamenti condivisi... In questo articolo vi racconto del mio arrivo a Caen, potrebbe interessarvi!

Grazie per aver letto il mio post e a presto!


Galleria foto



Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!