Advertise here

Strasblog parte undici: mancano solo quattro settimane!

Salut! Come state?

Anche questa settimana è passata e manca solo un mese al mio ritorno in Inghilterra per natale! I tre mesi passati qui sono volati, ma non vedo l'ora di tornare al numero 38 di Arnhem Way e di riunirmi al resto della famiglia Gilbert!

Lunedì mattina mi sono svegliato senza sentirmi particolarmente bene e con talmente tanto sonno arretrato che mi sembrava di essere un nerd imbottito di caffeina. Quindi ho deciso che forse era meglio non disturbarmi ad andare alle lezioni che già normalmente mi fanno sembrare uno zombie. Nonostante non fossi proprio al 100%, lunedì e martedì sono state due gionate molto produttive... che ne dite?

Strasblog parte undici: mancano solo quattro settimane!

Mercoledì sono stato meglio... per dieci ore più o meno. Il motivo del mio repentino cambio di salute è stato la partita di quella sera, o dovrei chiamarla palla assassina. Sul serio, due giocatori su dieci si sono fatti male, altri due zoppicavano e io ho finito la partita che sembravo un livido con le gambe. Brutta storia...

Giovedì è stato il giorno della mia presentazione sulla Nordwind Operation: avrebbe deciso il mio voto finale, sarebbe durata venti minuti e avrei dovuto farla di fronte a una classe di trenta ragazzi francesi. Ero talmente nervoso che ho rischiato di sentirmi male per quattro volte quel pomeriggio. Comunque, arrivato il momento del giudizio non ho potuto far altro che... iniziare. Purtroppo i nervi hanno avuto la meglio sul mio accento (a tal punto che ogni tanto non ero neanche sicuro di cosa stessi dicendo), ma a parte questo è andata abbastanza bene; ho anche ricevuto un applauso dalla classe... non so spiegarvi quanto mi abbia fatto piacere. Ripenso a quei venti minuti con il sorriso perchè, diciamocelo, quante altre volte nella vita avrò l'opportunità di fare una cosa del genere?

Venerdì, prima di andare di nuovo all'Artichaut, sono stato a cena in un ristorante americano assurdo. Ho passato un'ottima serata in piacevole compagnia, tranne che per il gruppo di vagabondi (sì, proprio quelli che stanno per strada) che si aggiravano per la sala tormentando gli ignari bevitori, prendendo a pugni i lampioni e impuzzando tutto il locale. Per poco non abbiamo dovuto pagare per un altro tavolo e anche per i gelati, ma fortunatamente ne siamo usciti senza spendere un soldo!

Nel weekend ho fatto un altro giro per i mercatini di natale. É incredibile quanto sia diversa Strasburgo da quando li hanno inaugurati... una città che di notte cadeva in un silenzio di tomba ora è rigogliosa, i viali che di solito erano grandi spazi vuoti, ora sono vicoli pieni di gente. Detto questo, l'improvvisa sovrappopolazione non ha impedito al nostro gruppo di godersi il vin chaud, i pretzels e la meravigliosa vista di Strasburgo dalla cattedrale. Il divertimento di visitare i luoghi turistici di Strasburgo però non è continuato il sabato, quando siamo andati a pattinare sul ghiaccio. Non solo è uno "sport" terrificante (al punto che ho richiato di rompere una mano da tanto forte mi ci sono aggrappato... di nuovo mi dispiace tanto Kate... davvero), ma è anche innaturale e qualcosa che non sarò mai in grado di fare. Mai più!

Per ora è tutto ragazzi, à plus tard les amis!


Galleria foto



Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!