Quali sono le migliori università d'Italia?

Le migliori università d’Italia

Volete studiare in Italia ma non sapete che città scegliere? Sapere quali sono le migliori università italiane è importante per la vostra decisione. Di seguito, trovate il ranking del 2019 stilato dal CWUR (Center for World University Rankings).

La classifica delle 10 università più prestigiose d'Italia

Il CWUR ha valutato 20. 000 atenei e ha fatto una lista dei 2. 000 migliori atenei a livello mondiale. Il podio è occupato solo da università americane. Il primo posto va al Massachusetts Institute of Technology (MIT). La prima tra le italiane si trova al 138° posto ed è la Sapienza di Roma. Secondo questa classifica, le migliori università italiane nel 2019 sono:

  1. Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
  2. Università di Padova
  3. Università di Milano
  4. Università di Bologna
  5. Università di Torino
  6. Università di Napoli Federico II
  7. Università di Firenze
  8. Università di Pisa
  9. Università di Parma
  10. Università di Roma Tor Vergata

Tuttavia, non bisogna fare affidamento solo su questo ranking. Infatti, università prestigiose come il Politecnico di Milano ne sono escluse. Compaiono però in altre classifiche. Ad esempio in quella del Qs World University Rankings.

Come potete notare, la scelta non manca, quindi avete moltissime opzioni da valutare.

Università di Bologna

L’Università di Bologna è un’università statale ed è l’ateneo più antico del mondo occidentale. Infatti, la sua data di fondazione risale al 1088. Nasce come scuola giuridica. Nel corso dei secoli si sviluppa come uno dei centri universitari più grandi d’Italia.

Alla fine del XX secolo, l’Università di Bologna si espande e viene creata una delegazione a Buenos Aires. Questa è impegnata nell’integrazione politica ed economica tra Unione Europea e America Latina. Inoltre, sono stati creati quattro campus sul territorio regionale. Nascono così le sedi di Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini.

Oggi, secondo il CWUR è la 194ª migliore università al mondo.

L’Università è organizzata in 32 dipartimenti e dispone di 5 scuole:

  • Economia e management
  • Ingegneria
  • Lettere e beni culturali
  • Medicina e chirurgia
  • Scienze

Le prospettive lavorative sono ottime. I laureati a Bologna hanno un tasso di occupazione superiore alla media nazionale.

Bologna è apprezzata per il suo ateneo e soprattutto per il suo ambiente universitario. Infatti, può essere considerata la città universitaria per eccellenza in Italia. È piena di studenti e di giovani in generale. L’atmosfera è molto libertina e si respira un forte clima di tolleranza. È una meta ideale anche per l’Erasmus. Infatti moltissimi stranieri scelgono di fare la loro esperienza qui.

Pensateci bene perché potrebbe rivelarsi un’ottima scelta. Non solo per il vostro futuro, ma anche per vivere un’esperienza indimenticabile. Inoltre, potreste scoprire i sette segreti di Bologna.

Università degli Studi di Firenze

L’Università degli Studi di Firenze è un’università statale e ha origine nel 1321. Nasce come scuola di Giurisprudenza, Medicina e Letteratura. Nel 1349 papa Clemente VI stabilisce qui la prima Facoltà di Teologia in Italia.

Oggi è considerata la 257ª migliore università al mondo e dispone di queste scuole:

  • Agraria
  • Architettura
  • Economia e management
  • Giurisprudenza
  • Ingegneria
  • Psicologia
  • Scienze della salute umana
  • Scienze matematiche, fisiche e naturali
  • Scienze politiche
  • Studi umanistici e della formazione

Tra tutte queste, le più apprezzate sono la Facoltà di Medicina e quella di Lettere. Anche Storia dell’Arte è un corso molto importante. Soprattutto, se viene considerato lo spessore culturale di Firenze.

Questa università rappresenta un’ottima opzione, non solo dal punto di vista accademico. Il capoluogo toscano offre un’esperienza magnifica in una città ricchissima d’arte e architettura. Pensate alla vostra pausa dallo studio. A pochi passi dall’università, potete ammirare la Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Oppure potete visitare la Galleria degli Uffizi, uno dei musei più prestigiosi al mondo. Se decidete di studiare a Firenze, frequentereste uno degli atenei più prestigiosi d’Italia. Inoltre, potreste vivere nella patria di Leonardo da Vinci e Michelangelo.

Università degli Studi di Padova

È un’università statale italiana ed è una delle più antiche. Pensate che è stata fondata ufficialmente nel 1222. Tuttavia, scuole di Diritto e Medicina esistevano in città già da tempo. È stata creata da un gruppo di ex studenti provenienti da Bologna che chiedevano più libertà dal punto di vista accademico.

Durante la Repubblica di Venezia, l’ateneo vive il suo periodo di massimo splendore. Padova diventa il centro culturale della repubblica stessa. Tra il 1592 e il 1610 insegna qui anche Galileo Galilei. Lascerà una grande influenza sul processo di ricerca in campo scientifico e naturalistico. L’Università di Padova diventa così un importante centro scientifico-culturale nel mondo occidentale. Vengono introdotte le Facoltà di Agraria, Magistero, Statistica, Psicologia, veterinaria ed Economia.

Oggi l’ateneo è considerato la 2ª migliore università in Italia e la 160ª nel mondo, e dispone di queste scuole:

  • Agraria e medicina veterinaria
  • Economia e scienze politiche
  • Giurisprudenza
  • Ingegneria
  • Medicina e chirurgia
  • Psicologia
  • Scienze
  • Scienze umane, sociali e del patrimonio culturale

Nel 2004 ha dato origine alla Scuola Galileiana di Studi Superiori. È nata con la collaborazione della Scuola Normale Superiore di Pisa. Qui gli studenti possono seguire ulteriori corsi e seminari. Si dividono tra ambito scientifico, umanistico ed economico.

L’università inoltre dispone di numerosi musei. Spiccano quello di antropologia, il museo botanico, il museo di storia della Fisica e il museo di storia della Medicina e della Salute.

I laureati presso l’Università di Padova hanno un indice occupazionale del 78% a un anno dal conseguimento del titolo. È un ottimo dato, soprattutto considerando la situazione lavorativa attuale.

Inoltre, Padova, la città perfetta per l’Erasmus, offre un attimo ambiente universitario ed è a misura di studente. Studiare qui vi garantirebbe un’ottima formazione accademica. Allo stesso tempo, vivrete anche un’esperienza piacevole e divertente.

Università degli Studi di Roma "La Sapienza"

La Sapienza è un’università statale italiana fondata nel 1303 per volontà di papa Bonifacio VIII. È tra le più antiche università del mondo. Oggi è considerata dal CWUR la migliore università italiana e la 138ª migliore università al mondo.

Per molto tempo è stata l’unica università statale a Roma. Per questo, molti personaggi importanti si sono formati qui. Mario Draghi vi dice niente? L’ex presidente della Banca Centrale Europea si è laureato alla Sapienza di Roma. Non solo lui, ma anche gli ex premier Gianni Letta e Paolo Gentiloni.

Oggi l’ateneo conta 11 Facoltà e una Scuola a statuto speciale:

  • Architettura
  • Economia
  • Farmacia e Medicina
  • Giurisprudenza
  • Ingegneria civile e industriale
  • Ingegneria dell'informazione, informatica e statistica
  • Lettere e Filosofia
  • Medicina e Odontoiatria
  • Medicina e Psicologia
  • Scienze matematiche, fisiche e naturali
  • Scienze politiche, Sociologia, Comunicazione
  • Scuola di Ingegneria aerospaziale

La Scuola di Ingegneria aerospaziale è molto prestigiosa. È accessibile con una Laurea Triennale in Ingegneria. Inoltre, c'è anche la Sapienza School for Advanced Studies. Si tratta della scuola superiore universitaria dell’ateneo, fondata nel 2011. Permette agli studenti di frequentare ulteriori corsi e seminari in 4 diverse classi accademiche:

  • Scienze della Vita e Scienze e Tecnologie per gli studenti delle Facoltà tecniche e scientifiche
  • Studi Umanistici per gli studenti di Facoltà umanistiche
  • Scienze giuridiche, politiche, economiche e sociali per gli studenti di quel settore.

La scelta quindi non manca nel miglior ateneo italiano. Il QS Graduate Employability Ranking del 2020 valuta l'occupazione dei laureati. Secondo questa classifica, la Sapienza è al primo posto in Italia, e al 79esimo nel mondo.

Inutile sottolineare la bellezza di Roma. La capitale d’Italia è tra le città più belle del mondo. È probabilmente quella con il patrimonio storico ed artistico più importante. Come tutte le grandi città, vivere a Roma non è semplice e tanto meno economico. Tuttavia, dovete considerare anche la qualità degli insegnamenti e la magica atmosfera. Quindi, valutate la possibilità di studiare qui.

Università di Pisa

È una delle più antiche università d’Italia e del mondo, ed è stata fondata nel 1343. Nel 2019 si è classificata come l’ottava migliore università d’Italia e al 285° posto nella classifica mondiale. Nasce come scuola di diritto, ma nel corso degli anni ha introdotto molte altre facoltà. Medicina, Fisica e Chimica, Agraria, e a metà del XIX secolo nasce la Facoltà di Ingegneria. Inoltre, è la prima università d’Italia a introdurre nel 1969 un corso di laurea in Informatica.

Oggi l’Università di Pisa mantiene stretti rapporti con la Scuola Normale Superiore di Pisa e la Scuola Superiore Sant'Anna. La collaborazione riguarda la docenza e i servizi in comune.

I dati occupazionali dei laureati all’Università di Pisa sono ottimi e in continua crescita. Nel 2018 infatti, i laureati triennali avevano un tasso di occupazione del 71% a un anno dalla laurea. Per gli studenti di lauree magistrali, l’indice si alzava, arrivando tra il 74 e il 78%.

Pisa rappresenta un’ottima opzione per chi vuole un’eccellente formazione accademica. Allo stesso tempo vi permette di vivere in una città tranquilla e a misura di studente.

Università degli Studi di Palermo

È un’università statale italiana. È stata fondata nel 1806 per volontà di Ferdinando III di Borbone.

Ha visto un forte sviluppo soprattutto durante la Seconda Guerra mondiale. Vengono introdotte nuove facoltà, ma non solo. Infatti, vengono ammesse le donne, che prima potevano frequentare solo il corso di Ostetricia. Agli inizi degli anni Sessanta, l’università ha ampliato le sue strutture. Ha acquistato quaranta ettari della tenuta del Parco d’Orléans per costruire il nuovo campus universitario,. Oggi, la maggior parte delle facoltà si concentrano in quest’area.

Attualmente l’Università di Palermo dispone di diverse scuole:

  • Medicina e chirurgia
  • Politecnica
  • Scienze di base e applicate
  • Scienze giuridiche ed economico-sociali
  • Scienze umane e del patrimonio culturale

A loro volta, sono divise in numerosi dipartimenti.

Spesso si dice che le università del sud sono inferiori a quelle del nord dal punto di vista accademico. Tuttavia, l’Università di Palermo nel 2017 ha presentato buoni indici di occupazione per i suoi laureati. Infatti, a 5 anni dalla laurea, circa il 75% dei laureati ha trovato un impiego.

La città di Palermo inoltre non è ricca solo di patrimonio artistico, storico e culturale. Infatti, gode di una tradizione gastronomica eccellente, tra le migliori d’Italia. Infatti, molti la considerano il paradiso delle granite. La gente del sud si caratterizza per l’ospitalità e quindi, difficilmente sentirete la mancanza di casa se decidete di studiare qui. (Se avete dubbi sull’offerta accademica, date un occhio al sito web dell’Università di Palermo).

Università degli Studi di Torino

È un’università statale italiana, fondata nel XV secolo, su iniziativa del principe Ludovico di Acaia, primo Duca di Savoia. Si sviluppò in forma moderna seguendo il modello dell’Università di Bologna. Dopo la riforma di Vittorio Amedeo I divenne un modello di riferimento per le altre università. La riforma prevedeva una laicizzazione e un ammodernamento dell’ateneo. Si dice che la Sorbona di Parigi abbia preso come modello di riferimento proprio l’Università di Torino.

Alla fine degli anni Novanta, le sue sedi di Vercelli, Novara e Alessandria si sono rese indipendenti. Insieme, hanno formato l’Università del Piemonte Orientale.

Oggi, l’Università di Torino presenta le seguenti scuole:

  • Agraria e medicina veterinaria
  • Management ed economia
  • Medicina
  • Scienze giuridiche, politiche ed economico-sociali
  • Scienze della natura
  • Scienze umanistiche

Inoltre, presso l’ateneo ci sono diversi centri di ricerca, numerosi musei e un orto botanico.

Per quanto riguarda il post-laurea, l’Università di Torino presenta ottimi tassi occupazionali. A un anno dal conseguimento della Laurea Magistrale infatti, il 75% degli studenti trova un impiego. A 5 anni dal titolo, l’indice sale all’88%.

Quindi, l’Università di Torino merita sicuramente di essere presa in considerazione. Inoltre, la città è tra le più belle del nord Italia e accoglie moltissimi studenti italiani ma anche internazionali. L’Erasmus a Torino è molto consigliato.

Università degli Studi di Bari Aldo Moro

L’Università degli Studi di Bari è stata fondata nel 1925 con il nome di “Università Adriatica Benito Mussolini”. Ha sede in Piazza Umberto I, nel cuore di Bari. Nei primi 20 anni di vita, è stata molto legata al regime fascista e inizialmente presentava solo la Facoltà di Medicina. Nel corso degli anni si è sviluppata, ed è cresciuta fino a comprendere 23 dipartimenti.

È un’università statale ed è uno degli atenei più importanti del sud Italia.

L’indice di occupazione a un anno dalla laurea, sulla base dei dati raccolti nel 2016, non è molto alto. Infatti, solo il 55% dei laureati trova un impiego. L’indice migliora e raggiunge un buon livello a tre anni dalla laurea, entro i quali il 74% dei laureati trova un’occupazione.

Se volete godervi il clima, il calore e la bellezza del Sud Italia, allora potreste pensare di studiare a Bari. Volete scoprire l’offerta formativa e ulteriori informazioni sull’ateneo? Visitate la pagina web dell’università.

Università degli Studi di Milano

Conosciuta anche come la “Statale”, l’Università degli Studi di Milano è piuttosto recente. Infatti, è stata fondata nel 1923. È la più grande università della Lombardia ed è l’unico ateneo italiano a far parte del LERU (League of European Research Universities).

Inizialmente, la città di Milano faceva riferimento all’Università di Pavia, che risale al XIV secolo. Nel 1924, grazie anche agli sforzi del sindaco di Milano Luigi Mangiagalli, nasce l’Università degli Studi di Milano. Inizialmente comprendeva 4 Facoltà:

  • Giurisprudenza
  • Lettere e Filosofia
  • Medicina e chirurgia
  • Scienze fisiche, matematiche e naturali.

Le attività iniziano lo stesso anno e Luigi Mangiagalli è il primo rettore.

Dopo la Seconda Guerra mondiale, l’università vede una fortissima crescita e si espande in termini di strutture e di corsi offerti.

Oggi comprende 31 dipartimenti, che fanno riferimento a 8 Facoltà e a 2 scuole. Le sedi sono sparse in più di 200 edifici e l’università comprende 113 biblioteche.

Le Facoltà di Medicina e Giurisprudenza sono le più prestigiose e le più apprezzate nell’ateneo.

Infine, la Statale offre moltissime opportunità all’estero. Infatti, ha migliaia di accordi con atenei in tutto il mondo.

Milano, il centro della moda italiana, non rappresenta solo un’ottima opzione dal punto di vista accademico. Infatti, è la città più importante del nord Italia. Vi offre così moltissime opportunità per lo svago, la cultura, lo sport; in pratica, tutto ciò che vi serve.

Università degli Studi di Catania

L’Università degli Studi di Catania, fondata nel 1434, è la più antica della Sicilia. Inoltre è una delle maggiori in Italia per numero di iscritti.

Attualmente l’ateneo comprende 17 dipartimenti e 2 strutture didattiche speciali. La Cittadella Universitaria è il principale polo scientifico dell’università. Si trova sulla collina Santa Sofia, a nord della città.

Nel 1998 è nata la Scuola Superiore di Catania (SSC). Si tratta di una struttura didattica residenziale di alta formazione. Offre l’alloggio gratuito agli studenti ammessi. Per poter permanere nella scuola però, devono rispettare dei criteri di merito.

L’ateneo dispone infine di 10 centri di ricerca.

A un anno dalla laurea, il tasso di occupazione nel 2018 è stato piuttosto basso. Solo il 42% dei laureati ha trovato un impiego. Tuttavia, i dati migliorano a tre anni dalla laurea. In questo caso l’indice è buono: 82%.

Se volete studiare in Sicilia, l’Università di Catania rappresenta una buona scelta. Per ulteriori informazioni, visitate il sito dell’Università.

Ora avete una visione generale delle università italiane. Passiamo quindi ad un’analisi delle migliori università italiane per facoltà.

Vuoi studiare Economia? Ecco le migliori università per studiare Economia in Italia

Partiamo con le migliori università italiane per Economia.

Il Censis ha stilato una classifica. È basata sulla media tra progressione di carriera e internazionalizzazione del corso. Inoltre, è divisa in due parti, tra lauree corsi triennali e lauree specialistiche.

Le migliori università di Economia in Italia - Lauree triennali:

1. Università Bocconi di Milano

2. Alma Mater Studiorum di Bologna

3. Università degli Studi di Padova

4. Università degli Studi di Pavia

5. Università di Trento

6. Università La Statale di Milano

7. Ca’ Foscari di Venezia

8. LIUC Cattaneo di Varese

9. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

10. LUISS di Roma

Vi riportiamo solo le prime 10, anche se la lista si allungherebbe.

Invece, le migliori università per Economia magistrale non sono le stesse. Secondo la classifica del Censis infatti, la Bocconi è solo al terzo posto. La migliore sembra essere l’Alma Mater Studiorum di Bologna, seguita dalla LIUC Cattaneo di Varese. Ai piedi del podio troviamo la Statale di Milano, che precede la LUISS di Roma.

Volete specializzarvi nelle strategie di vendita e nell'analisi dei mercati? Dovete sapere che per studiare marketing, le università migliori sono la Bocconi di Milano e l’Alma Mater Studiorum di Bologna.

Quali sono le migliori università per studiare Medicina in Italia?

Sognate di diventare medici? Dovete assolutamente sapere quali sono le migliori università di Medicina in Italia. Non vi preoccupate, il Censis ha stilato una classifica delle migliori 5.

1. Pavia

Al primo posto troviamo l’Università di Pavia. Da secoli è un’istituzione di fama internazionale. Inoltre, fa parte del gruppo Coimbra, che riunisce gli atenei europei più prestigiosi.

2. Milano Bicocca

Nonostante la sua giovanissima età, di fatto è nata solo nel 1998. L’Università di Milano-Bicocca fa della modernità un punto a suo favore. Si attesta come il secondo migliore ateneo in Italia per studiare Medicina.

3. Bologna

In questa lista non poteva mancare l’università più antica del mondo occidentale. La scuola medica qui ha origine nel Rinascimento, pensate.

4. Padova

Al quarto posto troviamo l’Università di Padova, la seconda più antica d’Italia. Qui si insegna Medicina dal lontano 1250. È apprezzata per l’accurata selezione iniziale, l’organizzazione generale e soprattutto l’internazionalizzazione.

5. Sassari

Nonostante non sia molto famosa, al quinto posto troviamo l’Università di Sassari. Dispone di ottime strutture e offre molta attenzione agli studenti. Infatti propone dei programmi di monitoraggio in itinere molto apprezzati.

Questa è la classifica delle 5 migliori università italiane per Medicina. Ovviamente non sono le uniche. Quindi non preoccupatevi, perché troverete l’ateneo che fa per voi.

Studiare Diritto in Italia: qual è l'università migliore?

Preferite le materie giuridiche? Sarete curiosi di sapere qual è la migliore università di Giurisprudenza in Italia.

Il Censis ha stilato la classifica delle migliori università statali e non. È basata sulla qualità generale dell’Ateneo, dei servizi, della struttura e della docenza.

Partiamo con le università pubbliche. Al primo posto troviamo l’Università di Trento, seguita da quella del Piemonte Orientale e da Milano Bicocca. Ai piedi del podio si attesta l’Università di Genova, che precede Bologna.

Per quanto riguarda le università private, al primo posto c’è l’Università commerciale Luigi Bocconi.

Un’altra Facoltà che vi potrebbe interessare nell’ambito giuridico è quella di Scienze Politiche. Prevede corsi di laurea triennale e magistrale. Partiamo con le lauree brevi. Le migliori università di Scienze Politiche in Italia sono l’Università di Bologna, la LUISS di Roma e l’Università di Trieste. Per le lauree specialistiche invece, gli atenei migliori sono la LUISS di Roma, l’Università di Bologna e l’UNINT di Roma.

Studiare Informatica in Italia: è meglio farlo in un'università pubblica o privata?

Siete amanti dei computer e vi interessa il mondo della tecnologia? State valutando di studiare Informatica? In Italia ci sono diverse opportunità in questo settore. Potete scegliere tra le Facoltà di Informatica e Ingegneria Informatica.

Nel 2018, il QS World University Ranking ha stilato una classifica mondiale. Comprendeva i 50 migliori atenei per studiare Informatica. Al primo posto c'è il Massachussets Institute of Technology (MIT) di Boston, leader incontrastato in questo ambito. I primi 3 atenei italiani sono tutti statali. Infatti, il primo posto va al Politecnico di Milano, seguito da quello di Torino e dall’Università La Sapienza di Roma.

Se non sapevate scegliere tra un’università privata e una statale, questo ranking può aiutarvi ad avere una visione più chiara.

Qual è l'università da scegliere se si vuole studiare Biotecnologia in Italia?

Siete orientati verso l'ambito scientifico? Dovete sapere quali sono le migliori università per Biotecnologie in Italia. Ai fini delle analisi, questa Facoltà è inserita nell’area geo-biologica, insieme alle Facoltà di Geografia.

Secondo il rapporto Censis, la migliori università in Italia per studiare in quest’area sono quelle di Urbino, Bologna e Genova. Tuttavia, anche l’Università di Bergamo, di Pisa e La Sapienza di Roma, forniscono un’ottima formazione in questo settore.

Ci sono università rinomate in Italia per il Corso di Studi in Lingue?

Amate le lingue e sognate di viaggiare il mondo? Per voi è fondamentale scegliere un ateneo che vi garantisca una formazione eccellente. Ma non solo, vi deve permettere anche di svolgere periodi di mobilità presso istituzioni straniere. Il Censis considera sia la progressione di carriera che i rapporti internazionali.

Nell’anno 2019/2020 tra le lauree triennali spicca l’Università di Trieste, che si conferma un’eccellenza italiana in questo settore. Gli indici di progressione di carriera e dei rapporti internazionali infatti sono al massimo.

Per quanto riguarda le lauree magistrali, spicca l’Università Ca’ Foscari di Venezia. È da sempre punto di riferimento in Italia e non solo per lo studio delle lingue. Seguono l’Università di Udine e quella di Bologna.

Studiare Ingegneria in Italia: è meglio farlo in un'università pubblica o privata?

La Facoltà di Ingegneria è tra le più apprezzate ed è forse quella che offre i migliori sbocchi professionali. Una laurea in Ingegneria vi permetterà di trovare lavoro più facilmente. Ecco perché dovreste sapere quali sono le migliori università di Ingegneria in Italia. Nella classifica stilata dal Censis, tra le prime 5 posizioni troviamo Il Politecnico di Milano al primo posto. Viene seguito dall’Università di Genova e dalla LUIC Cattaneo di Varese. Al quarto posto non poteva mancare il Politecnico di Torino, una delle eccellenze italiane per questo settore. Al quinto posto troviamo invece l’Università di Padova. Come potete vedere quindi, tra le prime 5, 4 università sono statali, e l’unico ateneo privato è la LUIC Cattaneo di Varese. Se eravate indecisi tra un’istituzione pubblica e privata, questo ranking può aiutarvi nella scelta.

Tuttavia, la Facoltà di Ingegneria ha molte specializzazioni. La qualità della formazione può cambiare in base all’indirizzo scelto. Siete orientati al settore biomedico? Vi interesserà sapere qual è per Ingegneria Biomedica l’università migliore in Italia. Gli atenei più consigliati per questo corso di laurea sono L’Università degli Studi di Firenze e Roma Tre.

Le migliori università per Ingegneria Gestionale invece sono il Politecnico di Torino e il Politecnico di Milano.

Spesso capita di essere indecisi tra Ingegneria e Architettura. Per avere una visione più ampia, qui trovate le migliori università di Architettura. Secondo il Censis, i 3 migliori atenei italiani sono l’Università di Ferrara al primo posto, seguita da Trieste e Pavia.

Studiare Psicologia in Italia: quali università offrono quest'opportunità?

Studiare Psicologia fornisce un arricchimento culturale e personale non indifferenti. Purtroppo le prospettive lavorative non sono così rosee, ma è comunque un percorso di studi molto interessante. Oggi molti atenei offrono questo corso di laurea.

Cominciamo con le istituzioni statali. Le migliori università di Psicologia in Italia sono l’Università degli Studi di Torino, Bologna, Trento e Padova.

Tra gli atenei privati, al primo posto troviamo Milano San Raffaele, seguita da Roma Europea e Roma LUMSA.

Studiare Veterinaria in un'università in Italia: è una buona scelta?

Studiare Veterinaria non è un percorso facile. Gli anni di studio sono molti e gli sbocchi professionali sono abbastanza incerti. Se però vi piacciono gli animali e siete convinti che questa sia la vostra strada, non vi resta altro che scegliere l’ateneo in cui volete formarvi. L’università di Veterinaria migliore in Italia è quella di Bologna. Fornisce insegnamenti pratici e teorici. Al secondo posto troviamo l’università di Padova. Entrambe offrono un corso di laurea magistrale a ciclo unico.

Se siete arrivati fino a qui e non avete ancora trovato la Facoltà che pensavate di scegliere, non vi preoccupate, perché la lista non finisce qui.

Negli ultimi anni, per esempio, ha acquistato molto interesse la Facoltà di Criminologia. L’università migliore in Italia per questo percorso di studi potrebbe essere La Sapienza di Roma, o l’Università degli Studi di Bologna. Entrambe offrono un’ottima preparazione.

Invece, per Scienze del Turismo, la migliore università per voi dipende da cosa state cercando. Dovete scegliere il contesto in cui volete specializzarvi il luogo in cui vorreste trovare lavoro.

Siete spaventati dagli sbocchi professionali in ambito turistico? Tuttavia volete lavorare in un contesto multiculturale? L’università per Relazioni Internazionali migliore in Italia è Bolzano, per le lauree triennali. Per le magistrali, la migliore è Bologna.

La lista dei corsi di laurea potrebbe allungarsi all’infinito. In questo articolo abbiamo cercato di analizzare i più conosciuti.

Studiare online in Italia: qual è l'università migliore per farlo?

Avete appena visto alcune delle migliori università italiane. Tuttavia, per un motivo o per l’altro, non tutti hanno la possibilità di trasferirsi in un’altra città per studiare. Lo sforzo economico è importante, e spesso diventa un ostacolo insuperabile per molti studenti.

Per fortuna in Italia c’è una soluzione a questo problema: potete studiare da casa. Immagino che sarete curiosi di conoscere le migliori università online in Italia. Sono numerose e si sono sviluppate moltissimo soprattutto negli ultimi anni.

Tra le migliori università telematiche segnaliamo:

  • Università Telematica Internazionale Uninettuno
  • Università degli Studi Niccolò Cusano
  • Telematica Roma
  • Università degli Studi di Roma
  • Unitelma Sapienza
  • Università San Raffaele
  • Pegaso
  • Università degli Studi eCampus
  • Università Leonardo da Vinci

Ovviamente la lista si potrebbe allungare ma qui trovate le più conosciute.

È importante scegliere l’università telematica migliore per voi, in base alla facoltà che volete studiare e al vostro budget.

Uninettuno e Pegaso offrono anche master e corsi di aggiornamento professionale.

Come vedete, la scelta è molto varia e potete trovare l’opzione più adatta alle vostre esigenze.

Non preoccupatevi per la validità del titolo. Le università telematiche sono riconosciute al 100%. I titoli di studio hanno la stessa valenza legale di quelli rilasciati dalle università normali. L’unica differenza tra l’università online e quella tradizionale sta nella metodologia formativa. Anche per trovare lavoro, il titolo è equipollente al 100% a quello tradizionale.

Questa potrebbe essere la vostra opportunità.

Qual è l'università privata migliore d'Italia?

Se invece non avete problemi di budget, potete iscrivervi a un’università privata.

Tra i grandi atenei, l’università privata migliore in Italia si conferma la Bocconi, che supera la Cattolica di Milano. Per quanto riguarda le università di medie dimensioni, tra le migliori troviamo la IULM, sempre a Milano. Tra quelle più piccole spicca l’Università di Bolzano.

L’Università commerciale Luigi Bocconi è un ateneo privato di Milano fondato nel 1902. È specializzata nell’insegnamento delle scienze economiche e sociali, giuridiche, manageriali e politiche. È stata la prima università italiana a offrire un corso di Economia e Commercio.

Attualmente comprende anche una scuola di direzione aziendale.

L’università prevede un test d’ammissione piuttosto difficile. Tuttavia, garantisce ai laureati ottimi sbocchi professionali. L’ateneo mette a disposizione sette residenze universitarie per gli studenti fuori sede. Le tariffe sono regolate dalle norme ISU Bocconi.

Va detto, la retta è cara. Se potete permettervelo, questa università rappresenta un ottimo investimento per la vostra carriera.

Ora avete una visione generale delle università italiane.

Spero che questo articolo vi sia stato d’aiuto.

Vi auguro buona fortuna per il vostro futuro. Non vi resta che prepararvi al mondo dell’università, che sicuramente vi regalerà le esperienze più belle della vostra vita.

State pensando di studiare all’estero? Forse potrebbe interessarvi l’articolo sulle migliori università del mondo. Un titolo di studio in uno di questi atenei renderebbe il vostro curriculum molto più appetibile e vi spalancherebbe moltissime porte.

Se pensate di studiare in un paese anglofono, ci sono articoli anche sulle migliori università del Regno Unito, o le migliori università degli Stati Uniti.

Non volete rinunciare alla cultura mediterranea? Allora leggete l’articolo sulle migliori università della Spagna. Il territorio spagnolo è una delle mete più apprezzate dagli studenti. La qualità della vita e l'ottima formazione accademica lo rendono il posto ideale per uno studente.

Ora non vi resta che cercare un alloggio. Noi possiamo aiutarvi! Erasmusu vi permette di scegliere tra spaziose stanze in appartamenti condivisi, monolocali, residenze universitarie e appartamenti. In questo modo potrete trovare l’alloggio che più vi piace online e prima del vostro arrivo in città.

Se vi è piaciuto questo articolo, non dimenticate di seguirci anche su Facebook, Twitter e Instagram!


Galleria foto



Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!

Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!