Advertise here

L'Alhambra e il Generalife


  - 7 opinioni

La mistica Alhambra di Granada

Tradotto da Giulia Avola — 2 anni fa

Testo originale di Patricia Ioana

I viali dei giardini sono lastricati di ciottoli bianchi e neri, posizionati orizzontalmente, portati dai fiumi Darro e Genil.

Siamo arrivati in una zona, una specie di mercato in cui si trovavano i Bagni Arabi (Baños Árabes), il Palazzo di Carlo V e l'ufficio informazioni per i turisti. Dopo la conquista da parte dei re Caattolici, Carlo V fu l'unico che effettivamente andò a vivere all'interno della Alhambra, costruendoci un poderoso palazzo in stile rinascimentale, la cui architettura, fragile, assomigliava alle altre costruzioni arabe. Il Palazzo di Carlo V fu disegnato da Pedro Machuca e la sua costruzione iniziò nel 1526, ma non fu completata.

La mistica Alhambra di Granada

Il cortile ha una piazza e un colonnato circolare con delle stanze all'interno. Avevano luogo, lì, corride e riproduzioni di duelli, ma ora vi è il Museo della Alhambra, dedicato a vari artisti di Granada: Diego de Siloe, Alonso Cano, Pedro de Mena. Per la sua acustica perfetta, il palazzo ospita anche concerti e musica dell'orchestra sinfonica.

La mistica Alhambra di Granada

Di fronte al Palazzo si trova l'Alcazaba la parte più vecchia di tutto il complesso dell'Alhambra. Fu costruito sulle rovine di un castello nel IX secolo. È una tipica architettura militare, con mura difensive e torri di controllo e bagni e hammam (con la ristrutturazione).

Le uniche cose che sono sopravvissute fino ad oggi sono i muri e alcune torri: Torre de los Hidalgos, Torre Quebrada, Torre Homenaje e, la più importante, Torre de la Vela, da cui si può ammirare tutta la città.

La parte più impressionante è il Palacio Nazarie che fece esclamare al poeta Ibn Zamrak: "anche le stelle preferiscono stare qui invece che nel cielo! ". Anche il poeta Ibn Al-Yayyab (1333-1349) scrisse sull'Alhambra: "può essere chiamato Forte o Casa della felicità. È un palazzo pieno di splendore. Il tetto, i pavimenti e i quattro muri di stucco e piastrelle, sono miracoli e il legno dettagliatamente scolpito rende tutto ancora più meraviglioso".

Il palazzo fu costruito per la maggior parte da Yusuf I (1334-1354) e suo figlio Muhammad V (1354-1391). L'esterno è semplice, ma una volta entrati nel palazzo, si resta assolutamente sorpresi dal fascino dei componenti classici delle decorazioni arabe raffiguranti motivi geometrici e calligrafici o floreali.

La mistica Alhambra di Granada

Il Patio de los Leones, piastrellato con marmo bianco, è in un cortile racchiuso da 124 colonne. Al centro si trova una fontana sorretta da 12 leoni di marmo. Sul perimetro della fontana è incisa una poesia scrtitta da Ibn Zamrak, ministro e poeta per il sultano Mohammed V. Intorno al patio ci sono tre sale, ognuna di esse è un vero e proprio gioiello.

La mistica Alhambra di Granada

La sala de la Dos Hermanas (sala delle due sorelle) era l'abitazione della principessa Zorana. Sui muri si possono vedere figure e motivi simmetrici. La Sala de los Abenecerrajes nella zona sud del Palazzo è probabilmente la pièu bella in tutto il Palazzo. Ha un soffitto a volta, con decorazioni meravigliose e una cupola a forma di stella che si riflette nella vasca sottostante.

La mistica Alhambra di Granada

Il Palacio Nazarie non è facile da visitare. Crea confusione per via della sua architettura che talvolta ti fa credere di essere nello stesso posto in cui sei già passato. E anche se non abbiamo scoperto i "misteri del palazzo" è stata comunque una visita bellissima e molto interessante, in un labirinto di stanze, corridoi, angoli nascosti, entrate discrete e cortili. Ho potuto ammirare le decorazioni con motivi floreali e geometrici, eleganti come un merletto, cupole e archi con soffitti ornamentali, stalattiti, le innumerevoli iscrizioni e particolari in stile arabesco.

La mistica Alhambra di Granada

Prima di andarmene, ho visitato il Palazzo dell'Alhambra e Kumar, costruito durante il Sultanato di Muhammad III (1302-1309). È il palazzo più vecchio dell'Alhambra. Dell'originale non è rimasta che la Torre de las Damas e quella di Mihrab.

Abbiamo riscontrato che l'Alhambra è un'allegra armonia tra architettura, acqua e vegetazione e sono rimasta sorpresa e impressionata da così tante idee di decorazione dei giardini.

La mistica Alhambra di Granada

I biglietti per visitare la Alhambra possono essere prenotati tre settimane in anticipo online, dovrai ritirare una ricevuta Caixa. Con questa e con la carta con cui ha effettuato la prenotazione, potrai passare a prendere i tuoi biglietti in un ATM Caixa, a Fuengirola, o all'entrata della Alhambra. Puoi anche comprare i biglietti all'ingresso principale, ma essendocene un numero limitato ogni giorno, bisogna essere lì la mattina mlto presto. Il prezzo era di 20 euro: 7 per il Generalife e 13 per il Palacio Nazarie.

La mistica Alhambra di Granada

Se in qualche modo superate il tempo che vi eravate prefissati per visitare il Palacio Nazarie, non tutto è perduto. Andate all'ufficio informazioni e vi daranno un altro codice.

Galleria foto



Magnifico

Tradotto da roberto menicali — 2 anni fa

Testo originale di Max Mustermann

L'Alhambra di Granada è uno dei monumenti più visitati di tutta Europa, è suddiviso in vari giardini, musei, torri e castelli... E cosa più importante: vale assolutamente la pena visitarla.

Magnifico

Quelli che dicono "14 euro per un biglietto sono davvero troppi" potrebbero avere ragione ma questa esperienza unica li vale assolutamente tutti. Si potrebbero trascorrere ore e ore passeggiando attraverso gli innumerevoli giardini del Generalife.

Magnifico

Il primo aspetto da criticare potrebbe essere, tuttavia, la mancanza di informazioni storiche e culturali che vengono date... Si possono ottenere soltanto avendo a disposizione una guida turistica o qualcosa di simile - ma ciò, secondo me, è troppo costoso. Perciò sarebbe stato meglio se ci fossero stati dei cartelli informativi o qualcosa di questo tipo.

La parte più celebre dell'Alhambra è il cosiddetto Palacio Nazaríes: numerosi giardini e un bellissimo cortile che è il soggetto della foto conosciuta in tutto il mondo.

Magnifico

Magnifico

Data la popolarità dell'Alhambra, il monumento era sfortunatamente sovraffollato (persino a metà ottobre). Perciò se stai pensando di andarci, sarà meglio che non abbia problemi a stare in mezzo alla gente...

Tutto sommato è stata una delle migliori esperienze che abbia fatto in Spagna fino a questo momento... Spero che ti divertirai come sto facendo io adesso.

Magnifico

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

L'Alhambra

L'Alhambra

Se pensi a Granada, la prima cosa che ti viene in mente è l'Alhambra. L'enorme palazzo è uno dei più posti più conosciuti e visitati in Andalusia.

Ho fatto un viaggio nel sud della Spagna durante la mia permanenza a Barcellona e oggi vi parlerò del perché l'Alhambra è stato uno dei momenti salienti del viaggio.

L'intera città di Granada ha questa atmosfera super speciale che ti fa sentire come se fossi davvero in Africa, in qualche paese arabico e non veramente in Europa. Ma non c'è nessun altro posto in città in cui quest'atmosfera sia forte come nell'Alhambra.

L'Alhambra

Le differenti parti dell'Alhambra furono costruite durante differenti secoli, ma fu utilizzato per lungo tempo come un palazzo arabo. Oggi fa parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO e una delle attrazioni turistiche più visitate in Spagna.

Se vuoi visitare l'Alhambra dovrai pagare intorno ai 14 euro: e ci sono due momenti per vistarla: o in mattinata o nel pomeriggio. Se è alta stagione, dovresti sempre prenotare un biglietto in anticipo, dato che è sempre pieno ed è permessa la visita solo a un certo numero di persone al giorno. Anche per visitare il palazzo Nasrid avrai bisogno sicuramente di un ora per entrare, quindi organizza il tuo giro e non perderai certamente il tuo tempo, perché questa è senza alcun dubbio una delle parti più splendide dell'Alhambra.

Ci sono numerosi edifici che presentano architettura islamica... uno più bello dell'altro! L'Arabesque, l'atipica decorazione artistica che troverai dovunque intorno a porte e finestre, sui soffitti e sui pavimenti. È così impressionante se noti quanti dettagli ci sono in tutto l'edificio. Come ho detto prima il palazzo Nasrid è una bellezza speciale, con meravigliose gallerie, archi e colonne. Il complesso ha anche un sacco di graziosi giardini di fiori, fontane e piscine d'acqua. Dalla torre dell'orologio dell'Alhambra godrai di una meravigliosa vista della città di Granada.

L'Alhambra

Il complesso palaziale era molto più grande di quello che pensavo, quindi dovrai certamente organizzarti con largo anticipo per esplorare questo palazzo meraviglioso. Per vedere tutti questi edifici unici e per passeggiare per tutti i giardini avrai bisogno di almeno 2-3 ore.

Un consiglio speciale da parte mia è di guardare l'Ahlambra da un posto che si chiamato "Mirador de San Nicolás". Da lì avrai la vista perfetta sull'intero palazzo. Sopratutto durante il tramonto è il posto migliore di Granada. L'ambientazione del sole crea atmosfera grazie alla magica luce sulla città e sul palazzo. Molte persone si incontrano qui per bere e godersi la vista mozzafiato.

L'Alhambra

L'Alhambra è senza alcun dubbio una cosa da vedere se ti trovi nel sud della Spagna! È un posto incredibilmente meraviglioso con tante cose da scoprire e una volta visitato non lo potrai dimenticare.

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Il mio viaggio verso la fortezza rossa!

Tradotto da Giada Di Gioia — 2 anni fa

Testo originale di Emma Guy

L'Alhambra è una delle più belle testimonianze dell'influenza araba a Granada. Visitandola, non vi sembrerà solo di aver viaggiato in un' altra epoca, ma anche in un altra terra.

Ci sono molti modi per raggiungerla, sebbene la maggior parte dei viaggi si svolga in pullman o in taxi. Ma per quelli di voi che sono più avventurosi, sconsiderati o semplicemente studenti al verde, può essere una bella scarpinata raggiungerla!

Il mio viaggio verso la fortezza rossa!

La notte precedente, io e mia sorella abbiamo soggiornato all' Hotel Molinos, che è un economico ma allegro piccolo hotel situato all'inizio della via per l'Alhambra, il che ha funzionato abbastanza bene, dato che il il percorso da lì all'Alhambra era alquanto diretto.

Infine, facendoci strada tra una zona boscosa, un piccolo uomo all'ingresso fu d'aiuto nel fornirci le indicazioni verso l'entrata principale. Fortunatamente, siamo arrivate molto presto quella mattina, e siamo riuscite ad acquistare i nostri biglietti per l'Alhambra (dato che, controllando su altri post a riguardo, sembra esserci molta fila se programmate di comprare i biglietti il giorno stesso).

Ora, questi biglietti possono confondere, quindi, in breve, puoi acquistare una serie di biglietti per visitare varie parti dell'Alhambra o in momenti differenti, durante il giorno, la notte, la sera, ecc. Alla fine abbiamo optato per un biglietto base per l'Alhambra (di giorno) durante la nostra prima giornata di visita, e uno per il Generalife (i giardini) per la seconda giornata. (psss... Una parola di avvertimento, il vostro biglietto per l'Alhambra vi dirà a che ora potrete visitare i "Palacios nazaries", quindi assicuratevi di essere lì in tempo o vi verrà impedito l'ingresso! ).

Fortunatamente, siamo giunte ai placios nazareis in tempo (forse un attimo prima), probabilmente a causa della mia paranoia riguardo l'arrivare prima, che mia sorella ha chiaramente apprezzato... Ed è stato bellissimo!

Il mio viaggio verso la fortezza rossa!

Uno dei segni caratteristici più interessanti dell'Alhambra è che non si estende solo su una vasta area (quindi avventurosi, fate attenzione, potreste avere bisogno di una mappa o di contare sull'aiuto dei giardinieri andalusi) ma è anche costituita da così tanti diversi e intricati stili e strutture che ci siamo spesso ritrovate a trascorrere un'ora nello stesso punto.

Tra tutte le parti che abbiamo visitato, quella che mia sorella ha preferito è stata il Patio dei leoni probabilmente dovuto alla sua ossessione per i leoni, ma anche a causa delle maestose ed iconiche colonne. Per me è stata la Sala de los Abencerrajes a causa dei suoi intricati soffitti e arcate.

Il mio viaggio verso la fortezza rossa!

Dopo aver esplorato ogni centimetro visitabile nell'Alhambra, discendendo ogni suo corridoio simile ad un labirinto e sentieri nascosti, siamo giunte al termine della nostra avventura. Sentendoci esauste dopo la nostra eccitante corsa, siamo andate in centro e abbiamo pranzato con tinto de verano e paella.

Il mio viaggio verso la fortezza rossa!

Il mio viaggio verso la fortezza rossa!

Galleria foto



Alhambra

Tradotto da Giada Di Gioia — 2 anni fa

Testo originale di Patricia Ioana

Dopo alcuni giri turistici a Granada, ci siamo diretti verso l'Alhambra. Da plaza Nueva, a piedi, siamo entrati nella Cuesta de Gomerez, una via dello shopping, e abbiamo attraversato la Puerta de las Granadas, costruita nel 1536, dove giacevano delle antiche porte della città araba. Questo è l'ingresso del parco dell'Alhambra. Dopo una notevole salita, abbiamo raggiunto l'entrata principale del complesso dell'Alhambra, dove ci sono le biglietterie. Puoi arrivarci con il pullman 30 e 32, tutti da plaza Nueva.

Alambra

Costruita su una collina che contorna la città di Granada, l'Alhambra, era l'ultima roccaforte della dominazione araba. Il nome deriva dall'"Arabesque Qualat al Hamra", che significa "castello rosso", a causa del colore che assume al tramonto.

La costruzione del complesso dell'Alhambra è iniziato nel 1240 con Ibn el-Ahmar, il primo re della dinastia Nasridi. Per due secoli, gli arabi hanno sviluppato e abbellito in maniera spettacolare il luogo. È stato trasformato in una fortezza, con palazzi, case, bagni, una moschea, il tutto situato il una terra da fiaba, con giardini e orti.

L'Alhambra è composta da quattro sezioni: la fortezza militare Alcazaba (la più antica), il palazzo Nazridi, il palazzo estivo Generalife e il palazzo rinascimentale di Carlo V.

Tra di loro, c'è un giardino labirinto. Potrete trovare anche giardini con alberi, cipressi, grandi alberi di fico, aranci, cespugli di pistacchio, melograni, rose e molti altri tipi di fiori, torri e mura innalzano il Generalife.

Posizionato su un'alta dorsale di colline, il palazzo era la residenza estiva dei sultani, in cui si rilassavano in un meraviglioso ambiente, lontano dalla frenesia della vita e dagli intrighi politici del palazzo. L'interno è decorato con stucchi e mosaici.

Il patio de la Acqueia (corte con canali), è il cuore del Palazzo e si trova tra i due padiglioni. Ha una galleria con archi su un lato e sull'altro, alcune piccole stanze. Il centro è una piscina con fontane e fiori su entrambi i lati. Il vessillo del nord si immette nel Patio de la Sultana, la corte con cipressi in cui si dice che Zoraya, moglie di Boadbil, incontrasse segretamente il suo amante, capo della famiglia Abencerrajes, causando il massacro della sua intera famiglia.

Alambra

La corte ha una piscina a forma di "U", e all'interno ci sono delle piccole isole con vegetazione e tra di loro un'altra piscina con una fontana di roccia nel centro. Sul lato, ci sono piccole fontane che rilasciano delicati getti di acqua.

Alambra

Il piccolo giardino del palazzo offre unavista molto speciale del complesso dell'Alhambra. Da qui puoi vedere le torri della fortezza Alcazaba, i muri rossi del complesso che salgono e scendono, rincorrendo le montagne, vedrete anche il palazzo di Carlo e il campanile della chiesa di Santa Maria.

Alambra

L'incanto del palazzo sono i suoi giardini di immensa bellezza. Ovunque, c'è qualcosa che mi sorprende e mi incanta: vicoli con cipressi intagliati, labirinti di siepi e fiori. Immersa in fontane che rinfrescano l'aria, evade dalle finestre o riposa nelle piscine e specchi d'acqua, che riflettono il cielo blu, la vegetazione.

Si dice che le acque dell'Alhambra "cantino", perché le fontane arabe non "fanno rumore"...

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

La brillante Alhambra

Tradotto da Imma Di Petrillo — un anno fa

Testo originale di Eliette Fritsch

La mia ammirazione per questa meraviglia è iniziata tempo fa, ma è stato nel settembre del 2014 che si è concretizzata. Quando sono andata a Granada durante il mio primo viaggio Erasmus, non pensavo fino a che punto ne sarei rimasta stregata. Anche se per questa prima volta il tempo non era in nostro favore, lei è sempre lì, più splendente che mai. Il sole poteva anche nascondersi, la Alhambra illuminava tutta Granada. Ciò che avevo sempre sognato alla fine era di fronte a me.

La brillante Alhambra

Ma è stato dentro al monumento che ho potuto constatare quanto la bellezza si riflettesse tanto all'interno quanto all'esterno. Considerando tutta la storia che sapevo a memoria, era impossibile che non rimanessi commossa. I giardini e i palazzi, passando da Carlos V al Patio dei Leoni, stupivano ogni istante un po' di più i miei occhi già in estasi. La pioggia non cambiava nulla, quando è già permeata di bellezza, nulla può distogliere il nostro sguardo. Una visita di due ore passate fin troppo in fretta per potersi godere del monumento in mezzo alle migliaia di visitatori e ovviamente del più bel bel palazzo che abbia mai potuto vedere. Ritornandoci ad Aprile con la mia famiglia, e col sole e il caldo della Settimana Santa, abbiamo anche potuto ammirare la Sierra Nevada sovrastante sullo sfondo.

La brillante Alhambra

Questa situazione ha reso ancora più magica la visita dei giardini, fioriti e colorati, che rallegravano il nostro percorso. La bellissima vista sul quartiere d'Albaicin non faceva che accentuare il mio desidero di possedere una di quelle case da un milione di euro per potermi svegliare ogni giorno con la Alhambra. Infine, arrivata alla Torre de la Vela, i miei pensieri erano rivolti alla leggenda: suonate la campana il 2 Gennaio e vi sposerete entro l'anno. . Sfortunatamente, non è stato possibile.

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci L'Alhambra e il Generalife? Condividi la tua opinione su questo luogo.


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!