Advertise here

Immergersi tra i canali di Amsterdam (3/3)

Escursioni - partenza da Amsterdam

Abbiamo deciso di prendere un autobus ed andare a Zaanse Schans, a circa 30 km da Amsterdam e famosa per i suoi mulini (ad oggi ne funzionano solo dieci e, a completare la visita, ci sono delle fattorie e una fabbrica di zoccoli di legno). Personalmente, penso sia un luogo pittoresco e fin troppo turistico. Non mi ha convinto del tutto e, per quanto siano belli i suoi mulini, il modo in cui sono disposti e il fantastico paesaggio, non ci ritornerei. La famiglia a cui avevamo affittato la casa ci aveva detto che i mulini che realmente vale la pena visitare sono quelli di Kinderdijk, ma per arrivarci avremmo dovuto andare a Rotterdam e da lì prendere un autobus o un battello ed era abbastanza complicato per noi, per cui abbiamo scartato l'idea.

Il giorno dopo abbiamo tentato la sorte con la città di Harleem e ne siamo rimasti affascinati. Sapevate che quella di Harleem è stata la prima stazione costruita in Olanda? Il centro dista solo quindici minuti a piedi, dalla piazza Grote Markt (piazza del Mercato), dove si trova la chiesa protestante St. Bavokerk. È quasi obbligatorio passare per le fantastiche strade che formano la città per visitare i vari luoghi come il mulino a vento De Adriaan o gli edifici Hoofdwacht, Paviljoen Welgelegen e Vleeshal, oltre al museo dedicato all'artista olandese Frans Hals.

Inoltre, a Grote c'è una statua di Laurens Janszoon Coster a cui alcuni studiosi attribuiscono l'invenzione della stampa (invece che a Gutemberg).

A mezz'ora a piedi da Grote Markt troviamo la casa Corrie ten Boom, nascondiglio di molte famiglie ebree durante la II Guerra Mondiale. La visita è gratuita, si lascia un'offerta e, vi avviso, approfondiscono molto il tema della religione nella loro famiglia, della loro cristianità e del loro spirito di evangelizzazione. Sentirete parlare così tanto di fede che, ad un certo punto, vi chiederete se vi trovate in una chiesa o in una casa tra le cui pareti molte persone hanno potuto nascondersi e sfuggire al nazismo. In ogni caso, ci avevano avvertiti e forse per questo ci è sembrato tutto così esagerato. Detto questo, Corrie e la sua famiglia meritano un gran rispetto e riconoscimento per il loro coraggio.

Vicino alla piazza, si può visitare la Cattedrale cattolica di San Bavón, da non perdere. La torre si vede da ogni punto della città, ma ciò che è davvero impressionante è l'organo. Il biglietto costa 5 euro.

Noi non siamo riusciti ad entrare al Museo Teylers, il più antico della regione, ma sicuramente vale la pena visitarlo. Ho la scusa perfetta per tornarci un giorno.

buceando-canales-amsterdam-3-8af7bfe8ad8Harleem

La nostra gita successiva è stata a Utrecht, altra destinazione che abbiamo scelto per trascorrere una giornata. In questa città, che si trova a 45 km da Amsterdam, siamo andati in treno. Il viaggio dura circa mezz'ora e il biglietto costa 14 euro a testa (andata e ritorno). Lì abbiamo visitato la torre del Dom, la più alta d'Olanda. Avviso importante: bisogna salire quasi 500 scalini.

Abbiamo poi girato in qualche strada del centro e mi è sembrata una città degna di una favola. C'è anche una zona dall'atmosfera vivace e con diversi bar in cui fermarsi a bere qualcosa. Noi abbiamo scelto il canal Oudegracht ed è stato così bello poter godersi il sole seduti ai tavoli all'aperto del locale.

Ci hanno raccontato che la sera ci sono dei fantastici giochi di luce e suoni sui canali, ma non abbiamo potuto fermarci. Vedete che ci devo proprio tornare?

buceando-canales-amsterdam-3-f7543e43362Utrecht

La nostra migliore scoperta sono state La Haya, il punto più lontano in cui ci siamo spinti, e Leiden, nello stesso giorno mentre stavamo tornando ad Amsterdam. A La Haya non potete perdervi luoghi come Binnehof (dove si trova il Parlamento olandese) e da lì, spostandosi con il tram, si può raggiungere il Palazzo Internazionale della Pace. A Leiden, invece, non ci si può perdere il Municipio e la via più grande, l'Haarlemmerstraat Ci sono un sacco di negozi e molta vita! A dirla tutta, queste due città si sarebbero meritate una visita più lunga, ma la stanchezza iniziava a farsi sentire.

buceando-canales-amsterdam-3-a8e62bde172Tulipani di Keukenhof, a Lisse

(Fonte)

Purtroppo non siamo andati al Parco Keukenhof, a Lisse, che deve essere come un enorme museo di tulipani, perché abbiamo letto che è aperto solo da marzo a maggio. Un'altra città che non abbiamo potuto vedere per mancanza di tempo è stata Delft, a pochi chilometri da La Haya. È conosciuta per i suoi canali, la sua ceramica azzurra e il negozio Winkeltje van Kouwenhoven, dove, a quanto pare, c'è una grande varietà di dolci e caramelle. Stavano per finire le degustazioni di birra, qualche alba e tutte le camminate ed avventure che avevano lasciato tanti di quegli aneddoti per le strade olandesi. Tutto ciò che non abbiamo potuto vedere è già nella "lista delle cose da fare" per la prossima volta.

Spero che i miei articoli vi abbiamo fatto venire voglia di partire per un possibile viaggio alla scoperta delle varie città dei Paesi Bassi e, soprattutto, della spettacolare Amsterdam. I voli non sono carissimi ed è abbastanza facile trovare un alloggio, un monolocale ad esempio, a buon prezzo.

buceando-canales-amsterdam-3-a0e31ab8935“I am sterdam”, di fronte al Rijksmuseum


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!