Advertise here

Il Palazzo imperiale di Hofburg


  - 1 opinioni

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Tradotto da Anita Bosa — un anno fa

Testo originale di Patricia Saiz Díaz

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Vienna è una delle città più regali d'Europa, questo grazie alla presenza di immensi e maestosi palazzi che ospita la città. I tre più importanti e che non possono mancare nella visita della città sono: il Palazzo Imperiale di Hofburg, il Palazzo Belvedere e il Palazzo di Schoennbrunn.

Questo volta vi parlerò del primo, che è anche conosciuto per essere stato la residenza della famosa e molto polemica imperatrice Sissi, alla quale è stato anche dedicato un museo all'interno del palazzo.

Come arrivare al palazzo?

L'Hofburg si trova poco lontano dal centro della città e ci si può arrivare anche a piedi, dopo magari aver visitato il municipio e l'opera. Tuttavia, se preferite i mezzi pubblici, le linee degli autobus che arrivano lì sono la 2A e la 3A e la fermata si chiama Hofburg. Le linee del tram invece sono la 1, la 2, la D e la J e la fermata è Burgring. Infine, se volete prendere il treno, le stazioni più vicine sono Westbahnhof e Meidling. Attorno all'Hofburg, c'è un'altra serie di attrazioni turistiche come la Cappella Imperiale (Burgkapelle), il Museo di Storia Naturale, la Biblioteca Nazionale austriaca e la Scuola Spagnola d'Equitazione.

Il complesso imperiale di Hofburg era il rifugio dei sovrani della famiglia Asburgo, che governarono l'Austria dal 1276 fino alla caduta nel 1918. La struttura è molto particolare, dato che gli edifici portano con sé più di 700 anni di storia; di conseguenza, a livello architettonico, sono presenti più stili che vanno dal rinascimentale, al barocco, al rococó fino al classico. Nell'insieme delle molte piazze e giardini, l'intero complesso occupa un totale di 59 ettari di terreno, comprendente 18 edifici, 19 patii e più di 2600 camere. All'esterno lo stile dominante è il barocco.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Il palazzo, che è come una calamita per i turisti, offre varie opportunità in base al prezzo che si vuole spendere e al tempo che si ha a disposizione. I tre punti che sono un must da vedere sono: gli appartamenti imperiali, il Museo di Sissi e il Museo delle argenterie di corte; ognuno si può vedere sia singolarmente che in un'unica visita comprendente tutti e tre. Inoltre, ci sono molte altre attrazioni che offre questo palazzo, motivo per cui secondo me servirebbe più di un giorno per visitarlo, sono: il Schatzkammer (Tesoreria), il Prunksaal nella Biblioteca Nazionale, la Winterreitschule (scuola d'equitazione spagnola invernale), la cappella, la chiesa, il Museo Albertina e i musei di Neue Burg.

La costruzione dell'Hofburg non è cominciata con gli Asburgo, bensí con il re Ottocaro II di Boemia, che era anche duca d'Austria. Nel 1275 c'era una fortezza costruita nel punto in cui oggi si trova il Schweizerhof, una struttura rettangolare con quattro torri. Dopo Rodolfo I, primo della dinastia degli Asburgo, dopo aver sconfitto Ottocaro II nel 1276, venne ampliata la fortezza. Oggigiorno, non ci sono resti visibili di come era la struttura originale.

La costruzione del complesso che conosciamo oggi non è avvenuta prima del 1533, quando Ferdinando I decise di spostare la sua residenza a Vienna, diventando così la capitale del Sacro Romano Impero. La costruzione, che oggi viene chiamata Alte Hofburg, si è conclusa nel 1552. La Schweizertor, porta che connette all'Alte Hofburg, venne costruita un anno dopo. Il figlio di Ferdinando, Massimiliano II, ha successivamente aggiunto al complesso lo Stallburg.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Il figlio di Massimiliano, Rodolfo, decise di voler costruire un palazzo per sé, realizzando così l'Amalienbug, separato dalla struttura già esistente. C'era anche un patio, conosciuto come Innenhof o In der Burg, separava i due palazzi.

La Guerra dei Trent'anni pose fine all'attività di costruzione del palazzo, fino al 1660, anno in cui l'espansione continuò con la Leopoldinischertrakt (l'Ala di Leopoldo), ordinata dall'imperatore Leopoldo I. Questo nuovo edificio collegava l'Amalienburg con l'Alte Hofburg. La costruzione venne accelerata dopo la storica vittoria contro i turchi nel 1638. L'architetto del progetto faceva parte della corte ed era Joseph Emanuel Fischer von Erlach, il quale ideò anche la magnifica biblioteca di corte, la Scuola d'Equitazione d'Inverno e il Reichkanzleitrakt. disegnò anche il Michaelertrakt, un edificio barocco che venne completato solo un secolo dopo.

Un'altra fase di costruzione avvenne alla fine del XIX secolo, epoca in cui la monarchia degli Asburgo iniziava a mostrare segni di decadenza. Nel regno dell'imperatore Francesco Giuseppe I e a partire dal 1848 fino al 1916, vennero costruiti gli edifici più moderni del complesso, includendo il Michaelertrakt (edificio con una porta monumentale), il Michaelertor e la Neue Burg (un edificio enorme, con una facciata curva e si trova davanti alla Piazza degli Eroi). Il Neue Burg era solo una parte di un ambizioso progetto che mirava a costruire un nuovo Kaiserforum, un foro imperiale che avrebbe connesso l'Hofburg con il complesso di musei, questo tramite la Ringstrasse e una serie di Archi di Trionfo. Sfortunatamente, lo scoppio della Prima Guerra Mondiale interruppe la costruzione del nuovo progetto.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Nonostante abbiano speso una fortuna per costruire l'Hofburg, i membri degli Asburgo vi soggiornavano raramente, soprattutto dopo che il Palazzo Schönbrunn venne costruito nel XVIII secolo. Il palazzo veniva utilizzato principalmente per riunioni con ufficiali importanti stranieri.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Appartamenti Imperiali

Tra le stanze dell'Hofburg accessibili al pubblico, alcune delle più interessanti si trovano negli appartamenti di Franz Joseph o anche detti appartamenti imperiali e la maggior parte di questi rimangono ancora inalterati. Si distinguono soprattutto la Sala da Pranzo, famosa per le tante decorazioni e opere d'arte flamenca che rappresentano le geste eroiche di Ercole, e il Circolo di stanze con i meravigliosi arazzi. Nella sala delle guardie del corpo c'è un modellino dell'Hofburg e dei suoi numerosi edifici, mentre nella Sala delle udienze è presente un candelabro boemo di cristallo, davvero bello da vedere.

Tra le stanze dell'imperatrice Sissi, cattura l'attenzione il sontuoso soggiorno, considerato come una delle camere più belle dell'intero Hofburg e a volte veniva utilizzato anche come dormitorio. Anche il Grande Salone spicca, luogo in cui si trova un'eccellente collezione di mobili nello stile del monarca Luigi XIV, una serie di vasi di porcellana di Sèvres, una collezione di dipinti di paesaggi romantici e una statua in marmo rappresentante la sorella di Napoleone. Meritano molto anche gli appartamenti di Alessandro, zar di Russia, il quale soggiornò lì mentre si svolgeva il Congresso di Vienna (si distinguono i busti dell'imperatore Carlo I e della consorte, l'imperatrice Zita).

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Museo di Sissi

Il Museo dedicato all'imperatrice Elisabetta (Sissi) offre un'affascinante visione di com'era l'aristocrazia del XIX secolo. All'interno richiamano l'attenzione più di 300 oggetti personali come guanti, parasole, appunti riguardanti la rigida routine di bellezza e la maschera di morte realizzata in seguito al suo assassinio (sono anche molto interessanti i registri scritti in seguito a questo tragico evento). Altri oggetti importanti che si trovano sono anche una copia del vestito che indossava l'imperatrice quando si spostò da Monaco in Austria a 16 anni (avvenne nel 1854), una del vestito che indossava all'incoronazione e una replica di una parte del vagone del treno imperiale. Inoltre, sono presenti anche una valigetta di medicinali e un gioco da viaggio, insieme alle tuniche da battesimo.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Museo delle Argenterie di corte

All'interno si trovano più di 7000 oggetti appartenuti alla Corte Imperiale, includendo anche articoli da tavola cerimoniali, che vengono esposti nella Sala delle Argenterie, un must da vedere nel momento in cui si va all'Hofburg. Tra i molti tesori, che compongono questa magnifica collezione, spiccano le fine porcellane risalenti al XVIII secolo e provenienti dall'Asia Orientale come il vasellame di Franz Joseph, set da viaggio appartenente all'imperatrice Elisabeth Christine (sposa di Carlo VI) o i dieci metri di lunghezza della tavola milanese, realizzata in bronzo dorato. Altre cose di rilevante importanza sono il servizio di Meissen del 1775, il servizio imperiale viennese del XIX secolo e, forse il pezzo forte della collezione, il servizio di Ruby, che veniva utilizzato per le grandi occasioni imperiali per anche 140 invitati. Inoltre, si può anche accedere alla cucina di corte per farsi un'idea di come venivano preparati i banchetti imperiali. In questa collezione ci sono vasi originali in rame, padelle e pentole, oltre alle vecchie stufe e piani cottura che erano sufficienti per nutrire fino a 5000 membri della corte.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

In seguito, vi descriverò brevemente anche altre camere secondarie appartenenti al complesso che ho menzionato nei primi paragrafi.

Museo Schetzkammer

È un museo con un'importante esposizione di corone, scettri e altri simboli regali del Sacro Romano Impero. Spiccano la corona imperiale del sovrano Rodolfo II, ricca di pietre preziose, e i gioielli reali, in cui è anche presente una corona imperiale ottagonale. Inoltre, ci sono anche una serie di oggetti particolari come un lungo corno di unicorno e una reliquia della santa Croce. L'ingresso dello Schtzkammer si trova a Schweizerhof, la parte più antica dell'Hofburg.

Museo Albertina

Si trova nell'angolo a sud dell'Hofburg e si tratta di un museo con una rilevante collezione di acquerelli, illustrazioni, registrazioni, disegni e foto. Si trova in un palazzo che, un tempo, apparteneva a Alberto di Sassonia-Teschen e da cui adesso prende il nome.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Musei di Neue Burg

Nella parte Neue dell'Hofburg, si trovano più musei. Innanzitutto il Museo di Efeso e Papiro, al cui interno ci sono dei ritrovamenti, in seguito a uno scavo archeologico avvenuto a Efeso, Turchia. In secondo luogo, il Sammlung alter Musikinstrumente ospita una grande collezione di strumenti musicale storici, ad esempio un violino decorato in oro e avorio. C'è anche il Museum für Völkerkunde (Museo Etnologico) dove c'è una raccolta di artefatti storici provenienti dall'America, dall'Asia, dall'Oceania e perfino dalla Siberia. Infine, il museo più grande della Neue Burg è il Hofjagd und Rüstkammer, al cui interno c'è un'esposizione di armature spettacolari che vanno dal XIV al XVII secolo.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Scuola Spagnola d'Equitazione

È un'attrazione molto conosciuta, ricca di storia. La famosa scuola d'equitazione si trova nella Winterreitschule

(Scuola d'Equitazione d'Inverno) ed è un edificio ricco di ornamenti. I turisti possono anche assistere alle pratiche equestri, anche se per farlo è necessario riservare un posto con qualche mese d'anticipo. Si può anche assistere a una sessione d'allenamento o vedere il Museo Lippizaner nelle Stallburg (stalle). Il museo contiene una serie di oggetti relazionati al mondo dell'equitazione. Inoltre, si possono anche vedere i cavalli Lippizaner nelle stalle.

Wiener Sängerknaben e il Prunksaal nella Biblioteca Nazionale

Altre attività che offre l'Hofburg sono le esibizioni della Wiener Sängerknaben (un coro di bambini molto conosciuto), nella cappella di Schweizerhof. un'altra meraviglia architettonica all'interno del palazzo è la Prunksaal della Biblioteca Nazionale. Questa presenta ricche decorazioni e una collezione di libri storici e disposti in una libreria in legno che si trova lungo le pareti. Il meraviglioso Prunksaal (l'entrata della Biblioteca) rispecchia a pieno il nome, con le colonne monumentali, le statue armoniose e gli spettacolari affreschi sul soffitto.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Chi era l'imperatrice Sissi?

Sua Altezza Reale, la Duchessa Elizabeth Amalie Eugenie nacque nella vigilia di Natale, il 24 dicembre del 1837. Crebbe nel castello di Possenhofen, situato sulla sponda del lago di Starnberg in Baviera, Germania. La famiglia la chiamava Sissi.

Il padre era Massimiliano, duca di Baviera. La madre era invece una principessa e si chiamava Ludovica di Baviera, sesta figlia del re Massimiliano I di Baviera e della regina Carolina. Erano cugini di secondo grado e il matrimonio venne organizzato dai genitori.

Non era una coppia molto felice, come si può vedere anche nel film "Sissi", ma con il passare del tempo la relazione migliorò, soprattutto quando Ludovica accettò i tradimenti del marito e la sua ricorrente e frequente assenza.

Elisabetta di Baviera ebbe un'infanzia felice, potendo praticare l'equitazione e facendo continui bagni nel lago con i suoi sette fratelli. Si dice anche che il padre preferisse la compagnia dei figli illegittimi, piuttosto che di quelli che ebbe con Ludovica.

Schloss Possenhofen è attualmente di proprietà privata e all'interno sono presenti appartamenti di lusso. Non è aperto al pubblico, ma camminando attorno al lago di Starnberg si vede il castello da lontano.

Nel 1853 l'arciduchessa Sophie, madre dell'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria, decise di organizzare un matrimonio tra suo figlio e la cugina, Elena di Baviera, sorella maggiore di Sissi. Sophie decise di parlarne con la sorella, la principessa Ludovica, per organizzare un incontro in cui i due si potessero conoscere. Il fatto che Ludovica decise di portare con sé la figlia più giovane, Sissi, al posto di Helene, cambiò completamente il corso della storia.

L'imperatore Francesco Giuseppe affrontò sua madre, per la prima volta nella sua vita, scegliendo Sissi al posto di Helene. Sissi aveva 15 anni quando si prese la decisione, che venne poi annunciata cinque giorni dopo essersi conosciuti. Otto mesi dopo si sposarono a Vienne e Sissi si convertì in Elisabetta d'Austria. Il fatto che la principessa trascorse un'infanzia ricca di libertà, fece sì che non riuscisse mai ad abituarsi all'etichetta della vita di corte degli Asburgo.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Fin dal principio non c'era un bel rapporto con la suocera, la quale era convinta che l'unica funzione che doveva svolgere la sposa del re era quella di partorire un erede al trono. Non poteva in alcun modo intromettersi nelle decisioni di stato. L'imperatrice Sissi la pensava in maniera diversa rispetto alla suocera. Sissi era particolarmente affascinata dalle zone italiane e ungare dell'impero e per questo cercò di influenzare le decisioni politiche dello sposo perché fossero più incentrate in questi due paesi, per quanto possibile.

Sissi diede alla luce quattro figli. I primi due erano femmine: Sophie (5 marzo del 1855) e Gisela (15 luglio del 1856). L'arciduchessa Sophie prese un immediato controllo dei figli, portandoli con sé lontano dalle cure della madre, dato che il suo compito era quello di assolvere i doveri di Imperatrice d'Austria.

Nel 1886 Sissi presentò l'attice Katharina Schratt a suo marito, il quale iniziò ad averci un'avventura. Si crede che Sissi organizzò quest'incontro di proposito perché l'imperatore potesse avere compagnia ogni volta che intraprendeva un viaggio. Proprio in quell'anno, il cugino preferito dell'imperatrice, il re Luigi II, si annegò misteriosamente nel lago di Starnberg.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Dato che il governo austriaco e l'imperatore Francesco Giuseppe volevano assicurare il controllo del regno, il principe erede al trono Rodolfo decise di sposarsi con Stefania di Belgio nel 1881.

In seguito a una serie di tragici eventi avvenuti alla famiglia, Sissi si ritirò in maniera definitiva dalla vita pubblica. Non accettava il fatto che stesse invecchiando e, infatti, ogni volta che un fotografo aveva l'opportunità di scattarle una foto, lei si nascondeva velocemente dietro al suo ventaglio o velo. Morì all'età di 60 anni e rimase l'Imperatrice d'Austria per 44 anni.

Il Palazzo imperiale di Hofburg

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci Il Palazzo imperiale di Hofburg? Condividi la tua opinione su questo luogo.


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!