Advertise here

Le Marché de Noël de Strasbourg


  - 1 opinioni

Mercatino di Natale di Strasburgo

Tradotto da Federica Beltrame — 2 anni fa

Testo originale di Nuri Mercury

Nel periodo natalizio, ogni città della Francia ospita i cosiddetti mercatini di Natale o "marchés de Noël". Qui si possono trovare decorazioni natalizie, artigianato, vin brulé, dolci tipici ed altro ancora. Vale davvero la pena farci un salto, anche senza comprare nulla, solo per vedere le decorazioni e godersi l'atmosfera natalizia.

Il mercatino di Natale più famoso di tutta Francia è quello di Strasburgo. Questa città dell'est della Francia è conosciuta per essere la capitale del Natale e, se si è meritata tale titolo, potete immaginare quanto possa essere spettacolare il suo mercatino di Natale. In realtà, non c'è solo un mercatino, sono ben... undici!

Mercatino di Natale di Strasburgo

Natale, Natale, bianco Natale (non nevicava, ma ricordo che faceva freddissimo! )

Quando sono arrivata in Francia la prima volta, avevo già sentito parlare del famoso "marché de Noël", ma purtroppo sono rimasta con la voglia di andare a visitarlo. Così quest'anno mi sono decisa e sono andata.

L'idea di fare questo viaggio mi è venuta quando ho visto che l'associazione Istudent (organizzazione per gli studenti Erasmus di Lione) avrebbe organizzato una gita a Strasburgo e a Colmar apposta per visitare i mercatini di Natale. Non appena l'ho visto, ho pensato che sarei potuta partire con loro, ma quando ho visto il prezzo mi sono detta "Scordatelo! ". Costava circa 200€ e.. sapete quanto si fermavano? Soltanto un weekend: arrivavano la notte di venerdì, stavano lì il sabato e tornavano la domenica. Il viaggio comprendeva il trasporto e l'alloggio, ma controllando i costi del treno, mi sono resa conto che mi conveniva di più andare per conto mio. Inoltre, potevo fermarmi di più e approfittare al massimo della mia visita.

Questo è stato il mio itinerario: Lione-Strasburgo, Strasburgo-Colmar e Colmar-Lione. Quanto ho pagato i biglietti del treno? Il tragitto Lione-Strasburgo mi è costato..indovinate! 29€, né più, né meno! Il treno da Strasburgo a Colmar l'ho pagato solo 6, 30€ e quello da Colmar a Lione mi è costato 26€. In totale, ho speso 61, 30€.

Viaggiare in treno è stato più economico perché ho la "Carte 12-27", una carta che vi permette di avere degli sconti minimo del 25% in tutti i treni della SNFC (a volte potete avere anche sconti maggiori). La SNFC è la compagnia ferroviaria nazionale francese. La carta costa 50€ e vale un anno. Ve la consiglio! Comprando i biglietti in anticipo, viaggiare in treno può essere addirittura più economico di un "convoiturage" (una macchina condivisa, ad esempio "Blabla car"). Inoltre, viaggierete più comodi e arriverete prima.

Ad esempio, in "convoiturage" il tragitto Lione-Strasburgo costa 30€ e dura circa 5 ore. Il treno, invece, ci mette solo 3 ore e si viaggia più comodi. Per cui se venite in Francia, sapete già cosa fare: compratevi la "Carte Jeune 12-27"! Inoltre, in questo periodo c'è anche una super offerta: fino al 29 giugno, comprando la "Carte Jeune" avete 15€ di sconto, per cui invece di pagarne 50, pagate soltanto 35€. Vi inviano poi dei coupon da 17, 50€ l'uno (da utilizzare tra luglio e agosto) con i quali vi rimborsano la vostra carta al 100%. Se venite prima in Francia o se vi trovate già qui, potete approfittare di questa magnifica offerta.

Ma torniamo a parlare del viaggio. Una volta presi i biglietti, non mi restava che trovare l'alloggio! Fortunatamente, ho delle amiche che vivono in entrambe le città, per cui mi hanno ospitata e mi hanno così evitato un'ulteriore spesa.

Mercatino di Natale di Strasburgo

Ho preso il treno per Strasburgo alle 6 del mattino. Potete immaginarvi la mia faccia quando la sveglia è suonata non presto, SUPER presto. Ma per un viaggio, questo ed altro! Inoltre, proprio mentre stavo partendo da Lione quella mattina, ha iniziato a nevicare. La neve non faceva altro che rendere il tutto ancora più natalizio. Sono arrivata a Strasburgo alle 9:30 del mattino e la mia amica mi era venuta a prendere in stazione. Per prima cosa, ho mangiato un boccone e poi.. sono andata a dormire! Dovevo ricaricare le pile per visitare il "marché de Noël". È un peccato che, in quello stesso periodo, la mia amica aveva gli esami per cui non abbiamo potuto passare molto tempo insieme, ma la sua accoglienza è stata fantastica!

Ero elettrizzata al solo pensiero di poter vedere il famoso mercatino di Natale e non ne sono rimasta delusa. Consiglio di passeggiare tra i vari banchetti quando inizia a calare il sole, in questo modo si possono apprezzare maggiormente le luci e le decorazioni della città.

Circa 300 commercianti istallano i propri chalet in undici punti diversi della città. Strasburgo si trasforma, come già detto prima, nella capitale europea del Natale. È ovvio che, con queste cifre, il suo mercatino è il più antico di tutta Europa e uno dei più grandi del continente. Inoltre, ogni anno viene invitato un Paese e vengono organizzati spettacoli e concerti in suo onore. L'anno scorso è stato il Belgio.

Piccolo dato storico: il primo mercatino di Natale di Strasburgo si chiamava “Christkindelsmärik” che significa "Mercato di Gesù bambino" e risale al 1570. (Per darvi un'idea, in quello stesso anno si iniziò a costruire la Cattedrale di Città del Messico ed eravamo in piena epoca coloniale).

Mercatino di Natale di Strasburgo

Architettura tradizionale alsaziana. Questa parte della città si chiama "La Petite France" (La Piccola Francia).

Un tempo, la regione dell'Alsazia (dove si trovano Strasburgo e Colmar) apparteneva alla Germania. Francia e Germania si contesero questo territorio per vari secoli, ma alla fine i Galli ebbero la meglio. Tuttavia, ancora oggi si può apprezzare l'influenza tedesca in Alsazia, dalla cucina (uno dei piatti tipici è la "choucroutte", piatto composto da patate e wurstel tipici della regione. Io l'ho provato e non mi è piaciuto, ma posso dire di averlo per lo meno assaggiato) alla segnaletica (molti cartelli sono infatti scritti sia in francese che in tedesco). Una cosa che mi ha enormemente sorpreso è stato sentire gli annunci all'altoparlante della stazione dei bus in entrambe le lingue.

Se vi parlo un po' della regione è solo per darvi un'idea più precisa dell'ambiente che rende il tutto ancora più particolare nel periodo natalizio. Strasburgo prende molto seriamente il titolo di capitale del Natale e si nota anche dall'enorme differenza con le decorazioni e l'atmosfera di Lione nello stesso periodo. Non dico che quest'ultima non sia carina sotto Natale, ma che in Alsazia si vive il periodo in un modo totalmente diverso e vale davvero la pena andarci.

Mercatino di Natale di Strasburgo

Biscotti decorati a mano: ecco l'impressionante risultato di un lavoro estremamente minuzioso. Sono talmente carini che forse non sarei neanche capace di mangiarli.. o forse no!

Alla fine sono rimasta due giorni a Strasburgo. Dato che è una città abbastanza piccola, tutti i suoi mercatini e i suoi punti principali si possono raggiungere a piedi (a parte il Parlamento Europeo che è leggermente più distante ed è difficile andarci con le proprie gambe. A me interessava di più vedere e vivere il lato tradizionale della città piuttosto che vedere un edificio moderno).

Sono già state decise le date del mercatino di quest'anno: avrà inizio il 27 novembre e finirà il 31 dicembre. Qui di seguito la posizione di due dei mercatini principali:

Nella Place Broglie troverete il Christkindelsmärik (ricordate cosa vi avevo detto prima? Questo è il nome del primo mercatino di Natale di Strasburgo). Mi sembra sia il più grande della città.

Il "Marché de Noël de la Cathédrale" (mercatino di Natale della Cattedrale) si trova nella piazza della Cattedrale, per l'appunto. È molto carino perché si trova proprio di fronte a questo imponente complesso architettonico religioso dallo stile gotico.

Ci sono ovviamente altri mercatini, come quelli della Place du Corbeau e della Place de la Gare, leggermente più piccoli, ma comunque molto carini. Il mercatino della Place de la Gare si trova proprio di fronte alla stazione dei treni.

Inoltre, nella Place Kléber c'è un gigantesco albero di Natale. È effettivamente un albero grandissimo e molto carino, con tante luci ed addobbi. Ogni anno l'illuminazione dell'albero segna l'inizio del fantastico mercatino di Natale di Strasburgo. Ricordo che, poco prima di partire, avevo visto un video di quando lo avevano illuminato, durante l'inaugurazione del mercatino. Deve essere molto bello poter assistere a questo momento dal vivo.

Mercatino di Natale di Strasburgo

Il grande albero della Place de Kleber. La piazza prende il nome dal famoso scienziato nato nella stessa città. Anche una fermata del bus si chiama così.

Ma cosa hanno di speciale questi mercatini di Natale di Strasburgo? Come già anticipato all'inizio, qui potete trovare artigianato e specialità della regione, ma anche decorazioni natalizie.

Mercatino di Natale di Strasburgo

Decorazioni natalizie

Mercatino di Natale di Strasburgo

Ceramica tipica dell'Alsazia. Mi ricorda un po' la ceramica messicana. Se guardate bene, noterete che su queste opere di artigianato sono disegnate delle cicogne: si tratta del simbolo della regione.

Mercatino di Natale di Strasburgo

Anche qui potete osservare la cicogna alsaziana.

Per quanto riguarda il cibo, se vi piacciono i biscotti... siete in paradiso! C'erano talmente tanti biscotti che non sapevo quali comprare. Tuttavia, i miei preferiti sono stati gli étoiles de cannelle (le stelle alla cannella). Si tratta di dolcetti a forma di stella, come ci anticipa il nome stesso, e l'impasto è a base di cannella. Deliziosi! Mi dispiace non averne comprati altri. Mi sono detta: "A Lione troverò altre "étoiles de cannelle" e me ne comprerò un pacco intero". Peccato che a Lione NON VENDANO "étoiles de cannelle" perché, giustamente, è una specialità alsaziana. C'era un locale che li vendeva (evidentemente era un locale di specialità alsaziane), ma erano molto più care e il pacchetto era più piccolo. Devo ritornarci per farmi la scorta di deliziose stelle alla cannella.

Mercatino di Natale di Strasburgo

I biscotti sotto, quelli con la glassa bianca, sono le stelle alla cannella. Buonissimi! Quelli di sopra, sono cuori alla rosa. Buonissimi anche quelli! Ovviamente ho assaggiato anche quelli. Non poteva essere altrimenti!

Dentro al mercatino ci sono altri chioschi dove poter mangiare. Io ho assaggiato la famosa "choucroute", ma, come già detto, non mi è piaciuta. È acida e ho addirittura pensato mi avessero messo qualche cibo andato a male. Ho chiesto ad una signora e mi ha detto che una choucroute fatta come si deve ha bisogno di varie ore di preparazione ed è meglio non mangiarla nei chioschi perché sono più interessati al loro guadagno che alla qualità del cibo. Se vogliamo seguire il suo consiglio, meglio allora farsi degli amici del posto che possano farvi assaggiare una vera choucroute fatta in casa. Magari, poi, non piace solo a me oppure quella di quel posto non era la migliore, magari avrete più fortuna di me.

Altra specialità della regione è una pasta chiamata "spaetzle". Hanno una forma particolare e mi è piaciuta tantissimo. Tuttavia, non l'ho assaggiata nel mercatino, ma con la mia amica.

Mercatino di Natale di Strasburgo

Un'altra cosa che vi consiglio di provare è il famosissimo (e delizioso) vin brulé. È una ricetta tipica della Francia e consiste nell'aggiungere delle spezie al vino e scaldarlo. In realtà, è una ricetta tedesca, ma dato il suo successo, ora lo si può trovare in tutta la Francia. Inoltre, è un buon modo per combattere il freddo. E vi garantisco che funziona! Quest'anno, non so se è sempre così, la maggior parte dei chioschi vendevano il vin brulé in bicchieri di plastica che non erano usa e getta e si pagava un euro in più per il bicchiere. Potevi tenerlo come ricordo della tua visita oppure restituirlo e in questo caso ti restituivano il tuo euro. Un'ottima idea per evitare lo spreco e contribuire alla tutela dell'ambiente.

Un'altra cosa che ho notato del "Marché de Noël" è che ogni anno organizzano un concorso per premiare lo chalet decorato nel miglior modo. Questo spinge gli espositori a dare il meglio di loro nella decorazione del loro chiosco e contribuisce a mantenere viva la tradizione.

Mercatino di Natale di Strasburgo

Vicino a Strasburgo c'è un'altra piccola città, anch'essa famosa per il suo mercatino di Natale e per il suo stile architettonico. Sto parlando di Colmar, ma ve ne parlerò con calma in un'altra occasione perché vale davvero la pena visitarla.

Adesso sapete che, a Natale, il mercatino alsaziano è una delle mete che deve apparire nella lista dei viaggi da fare. Come vi ho già detto, è molto caratteristico e famoso in Francia e potrete conoscere un altro lato di questo meraviglioso Paese. Vedrete com'è fantastica quest'altra faccia della Francia! Non esitate e andate al "Marché de Noël" di Strasburgo!

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci Le Marché de Noël de Strasbourg? Condividi la tua opinione su questo luogo.

Lascia un commento riguardo questo luogo!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!