Advertise here

Strasburgo

Strasburgo

Durante il mio Erasmus a Saarbrücken, una mia amica, che in quel periodo come me stava studiando all’estero, è venuta a trovarmi. Il nostro piano e il nostro obiettivo erano di viaggiare insieme nella regione confinante. Poiché non avevamo molti soldi da spendere, abbiamo dovuto trovare un modo per vedere il maggior numero possibile di posti con un budget ridotto.

Vivevo a Saarbrücken e la mia amica era studente Erasmus a Lubiana, in Slovenia. È stata lei a decidere di viaggiare fino in Germania per poterci incontrare. Ha preso un FlixBus da Lubiana a Strasburgo (in Francia), la città dove ci saremmo incontrate domenica mattina. Nel frattempo io ci stavo arrivando con un FlixBus, ma da Saarbrücken.

Come siamo arrivate a Strasburgo?

Da Saarbrücken a Strasburgo il costo di un biglietto FlixBus è stato di circa 7 euro e il viaggio è durato 1 ora e 50 minuti. D'altra parte però, per la mia amica che viaggiava dalla Slovenia, il costo è stato di 30 euro e ha viaggiato in autobus per 12 ore con 2 ore di scalo a Monaco.

Strasburgo è stato il punto d’incontro e di partenza del nostro viaggio.

strasbourg-baa50e2d282def9a081765ac02ba0

E poiché non era una domenica qualunque, ma proprio la domenica Pasqua, dovevamo festeggiare come si deve, quindi abbiamo mangiato delle uova di cioccolato davanti alla Cattedrale di Notre-Dame.

La cattedrale di Notre-Dame

Non siamo riuscite a entrare nella Cattedrale perché, essendo la domenica, al momento si stava svolgendo la normale funzione cattolica, quindi abbiamo semplicemente passeggiato intorno alla piazza della Cattedrale per ammirarla e fotografarla da varie angolazioni.

strasbourg-add6cb652b8ec4e5bcff08779ca13

Vista da fuori, la Cattedrale di Nostra Signora di Strasburgo, costruita nel Medioevo, sembrava enorme rispetto agli edifici circostanti e per questo motivo la cattedrale è diventata un punto di riferimento visibile da quasi ogni parte della città.

strasbourg-0406601ab071a319065e650557390

Le pareti rosa e rosse dalle molte finestre ogivali in stile gotico appaiono molto slanciate verso il cielo attirando spesso il nostro sguardo. Il portale principale della facciata ovest è dominato da una rosetta gotica, figure scolpite, molti piccoli e delicati dettagli architettonici caratteristici di questo stile. In ogni parte della costruzione erano presenti vetrate che abbellivano ancora di più l’aspetto dell'edificio.

Petite France

Dopo aver finito di guardare la Cattedrale di Notre-Dame, abbiamo deciso di visitare le strade della città.

strasbourg-1904e321c9ac966c1d5eebe216a67

Alcuni miei amici che avevano già visitato la città qualche settimana prima mi hanno consigliato di andare in giro per l'Île-de-France (il centro storico) per vedere gli antichi edifici e le strade della città.

strasbourg-7838765afd8740aa925797cb6fa35

strasbourg-93c32c6b685e5360b498800b37819

strasbourg-a2fccebd29267f5cee833dfd17a76

Usando Google Maps, abbiamo iniziato a camminare lungo il fiume Ill attraversando di tanto in tanto i ponti meravigliosamente realizzati e guardando le più belle case alsaziane con pareti bianche, rosse, blu o verdi, strutture in legno a vista e piccole finestre in legno decorate con fiori di tanti colori.

Era tutto così romantico e fotogenico!

Il Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Strasburgo

Successivamente siamo andate al Museo d'arte moderna e contemporanea di Strasburgo, un museo che ci tenevo davvero a vedere.

strasbourg-03bbbcb8488cdb766530c811d3956

L’edificio del museo ha subito catturato la nostra attenzione. La sala principale in cui siamo entrate era alta, lunga e molto luminosa grazie alle pareti e al soffitto di vetro. Tra le opere qui esposte c'era una vecchia macchina rossa completamente distrutta.

A sinistra e a destra c'erano gallerie che esponevano diversi tipi di opere d'arte da dipinti appartenenti a Claude Monet, Paul Signac, Vassily Kandinsky, Theo van Doesburg, Max Ernst alle incisioni firmate da Albert Durer o sculture create da Giuseppe Penone e Auguste Rodin.

“Le Penseur” scolpito da Rodin è stata l’opera che mi ha colpito di più. La scultura era una figura nuda maschile che sembrava essersi seduta per pensare e meditare. Il corpo del pensatore era massiccio e molto muscolosa nonostante la sua posizione statica.

L’espressione mi ha fatto pensare a una situazione di rassegnazione a cui l'uomo starebbe pensando per trovare a una via d'uscita. La sensazione che ho avuto mentre vivevo l'opera d'arte è stata ancora più enfatizzata dalla posizione della scultura, posta di fronte a una finestra attraverso la quale si poteva vedere la statua anche dall’esterno.

Il Barrage Vauban

Quando abbiamo finito di vedere il museo, ci siamo dirette verso il ponte più vicino di fronte a noi e così abbiamo avuto una vista della città molto bella.

strasbourg-e6e3fce10250de321244ccb8352d0

Presto ci siamo rese conto che in realtà non eravamo su un ponte, ma su una diga, vale a dire la Diga di Vauban.

La terrazza panoramica sul tetto del Barrage Vauban ci ha offerto un ampio panorama sui quartieri di Ponts Couvert e di Petite France. Da lì abbiamo potuto vedere anche la Cattedrale di Notre-Dame e molti altri edifici. Siamo anche entrate nella costruzione dove abbiamo camminato per l'intero corridoio interno e così facendo abbiamo attraversato il fiume da una sponda a un'altra.

La giornata era soleggiata e per questo motivo non volevamo stare chiuse nei musei, ma fuori per esplorare la città a piedi.

strasbourg-93514ea6d69a3fb29d3062e33c2fc

Le aree verdi

I Giardini botanici dell'Università di Strasburgo e il Parc de l'Orangerie sono state le nostre destinazioni successive. Il parco era abbastanza grande e molto curato con molti vicoli, alberi, una cascata e un bellissimo lago.

strasbourg-7d9161f7d61f24c689c8b48ee7c8b

Era il momento del tramonto, quindi questo punto della giornata ci ha dato una luce calda perfetta per scattare ritratti, paesaggi e selfie. Quando ha iniziato a fare un po' freddo, ci siamo avviate all’uscita del parco alla ricerca di un posto dove poter bere qualcosa.

Sulla riva del fiume Ill abbiamo trovato un pub che funzionava sia a terra che in barca. Abbiamo scelto di bere qualcosa in barca perché volevamo provare un'esperienza più singolare e interessante. Anche se era tardi, un espresso ci è stato estremamente gradito dopo una giornata piena di attività.

La fine del viaggio e l'inizio di uno nuovo

Il FlixBus che ci avrebbe portato alla prossima città francese sarebbe partito presto, quindi dopo esserci godute una piccola pausa nel pub sulla barca, ci siamo dirette rapidamente verso la stazione degli autobus.

Saremmo arrivate a Metz in 2 ore, dove abbiamo prenotato una stanza in un ostello per dormire fino al giorno successivo che avremmo sfruttato per visitare anche questa città.


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!