Visita Murcia in 2 giorni

  1. Consigli e trucchi per vivere a Murcia
  2. Gestire i soldi a Murcia
  3. Come arrivare a Murcia
  4. Quartieri di Murcia
  5. Alloggi a Murcia
  6. Gastronomia e ristoranti a Murcia
  7. Uscire la sera a Murcia
  8. Mezzi di trasporto a Murcia
  9. Cosa vedere e cosa fare a Murcia
  10. Viaggi ed escursioni a Murcia
  11. Feste e festival di Murcia
  12. Cosa cerchi a Murcia?
  13. Visita Murcia in 2 giorni

Giorno 1

Sei appena arrivato a Murcia e non sai da dove iniziare? Non preoccuparti, se segui questo itinerario potrai goderti il meglio di Murcia in soli 2 giorni. Trattandosi di una città con un centro così accogliente, tutti i posti rappresentativi si trovano molto vicini gli uni agli altri, quindi sarà semplice girare la città e vedere le cose più importanti in un tempo record di due giorni.

Mattina

Da adesso devi sapere che il fiume che divide la città di Murcia, il fiume Segura, ti servirà come punto di riferimento per orientarti nei suoi quartieri e nelle sue vie. Una volta che sai questo, il nostro itinerario inizia facendo una passeggiata per il Jardín del Malecón. Qui, in base al periodo dell'anno, è possibile trovare diversi chioschi o casotti, in cui potrai assaggiare i piatti tipici di Murcia.

Dopo aver percorso uno dei polmoni della città, vai a La Glorieta de España. Lì, potrai scattarti una foto difronte alla Casa consistorial de Murcia. Questo edificio è un chiaro esempio di architettura neoclassica e, accanto ai fiori che lo ricoprono a La Glorieta, crea un quadro spettacolare. Entra e scopri il suo interno senza dover pagare nulla!

Una volta uscito dalla Casa consistorial, prosegui fino a Plaza del Cardenal Belluga e, difronte a te, troverai la Cattedrale di Murcia. Questo splendido monumento è il meraviglioso risultato della combinazione di quattro stili architettonici che si sono succeduti nel tempo: quello gotico, rinascimentale, barocco e neoclassico. Entra e focalizzati su ogni singolo dettaglio. Le sue maestose volte e il suo incredibile arredamento ti faranno sentire piccolo come una formica, ma non finisce qui la visita alla cattedrale. Entra nel museo, che costa solo 3 €, e scopri tutto sul nostro fiore all'occhiello. E per completare la visita, a soli 5 € potrai salire sulla torre e contemplare la città di Murcia da un panorama privilegiato.

Uscendo dalla cattedrale, vai in direzione Trapería. Si tratta di una via molto affollata che attraversa il centro storico dalla cattedrale fino a Plaza Santo Domingo. A metà strada, troverai sulla destra il Real Casino de Murcia. Questa tappa, come quella alla cattedrale, è praticamente obbligatoria. Il Real Casino de Murcia è stato dichiarato ufficialmente bene d'interesse culturale grazie alla grande realizzazione di elementi di tipo neonasride nella struttura architettonica; la sua bellezza e la complessità ti lasceranno senza fiato.

Uscendo, continua per Calle Trapería fino ad arrivare a Plaza Santo Domingo e scendi in direzione di Plaza de la Merced. Se vuoi berti una birra e mangiare delle patate a metà mattinata con vista sulla Facoltà di Lettere e sul Jardín de la Fama, in questa piazza troverai i migliori bar ai migliori prezzi; ti consiglio di andare al Maraña, a La Playa o da Íberos.

Dato che sarai affamato, scendi per Calle Obispo Frutos e, a circa tre minuti a piedi troverai la famosa Plaza de Toros di Murcia. Scendendo per qualsiasi strada che si trovi difronte a Plaza de Toros, vedrai un sacco di bar in cui potrai stuzzicare qualche tapas a buon prezzo, grazie all'offerta sulla birra e sulle tapas. Ti consiglio un paio di posti che potrai trovare anche nel post dove mangiare per sapere quali sono i migliori in base alla qualità-prezzo: La Bernarda, Los Toneles, Los Zagales, El Rincón del Chapas, el Fraskito, La Tapadera o Las Pintas Murcianas.

Pomeriggio

Dopo un buon pranzo, tocca al docce. Per questo, ti consiglio di fare un salto alla caffetteria Socolá, hanno delle torte e dei dolci spettacolari, per non parlare del caffè; ci sono migliaia di tipi di caffè e sono tutti buonissimi.

Dopo il caffè, bisogna rimettersi in moto, quindi surriscalda i motori per tornare a Plaza Santo Domingo, ma sta volta per andare in direzione opposta all'università. In questa occasione, andiamo al Teatro Romea, che si trova in Plaza Julián Romea. Si tratta di un teatro eclettico con tratti neoclassici; il teatro locale più famoso e uno dei più importanti a livello nazionale.

Se continuiamo verso la Gran Vía, il viale principale del centro per eccellenza, potrai vedere l'immensa quantità di negozi che ci sono a disposizione; questo viale, come quello della Platería, sono perfetti per andare a fare shopping. Da qui, sulla destra in direzione del fiume troverai Plaza de las Flores, un luogo incantevole con una meravigliosa atmosfera, perfetto per bere una birra con gli amici e lasciarsi trascinare dallo spirito tipico murciano. Si trova nel pieno centro storico, quindi potrai vedere come confluisce l'eleganza degli edifici e delle fontane con gli appetitosi piatti di tapas dei suoi bar. È il posto ideale per mangiare delle tapas prima di andare a dormire, dato che bisogna ricaricare le energie per essere in grinta per tutto ciò che ti aspetta il giorno successivo.

Giorno 2

Mattina

Non alzarti troppo tardi, perché oggi ci tocca salire fino a La Fuensanta!

Facciamo un passo alla volta, innanzitutto, cos'è la Fuensanta? Qui puoi leggere le esperienze di altre persone che hanno visitato il santuario e sono rimaste affascinate da La Fuensanta. Si tratta del Santuario de Nuestra Señora de la Fuensanta, una delle mete turistiche e religiose più visitate della Regione di Murcia. Devi venirci almeno una volta nella vita, quindi stai attento perché ci sono diversi modi per arrivarci. Il più semplice sarebbe andare in macchina, ma nel caso non ce l'avessi a disposizione, si può arrivare a piedi, esattamente come si fa per la Romería, oppure in autobus. Se decidi di andarci in autobus, puoi prendere sia la linea 50 di Latbus, che ferma al Santuario, ma anche le linee 29 o 6, che si fermano in paese e poi devi percorrere il sentiero; se segui i cartelli e le indicazioni non puoi sbagliarti. Il prezzo per la visita al santuario è completamente gratuito, e l'orario di visita è da lunedì a domenica dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 18:30.

Da lì avrai da un lato il migliore panorama che ci possa essere su tutta Murcia, e dall'altro il santuario della patrona di Murcia.

Immagino che tu abbia fame dopo tutto questo sforzo, quindi adesso è l'ora di recuperare quello che hai bruciato. Sempre lì, alla Fuentesanta, troverai il bar Quitapesares, che è senza dubbio il posto con il miglior panorama su tutta Murcia. E, contrariamente a ciò che immagini per il suo panorama e la sua posizione, non è per niente caro e come se non bastasse, tutto quello che ordinerai sarà buonissimo. Buon appetito!

Pomeriggio

Nel pomeriggio, dopo aver mangiato, bisogna scendere e tornare in città, ma sta volta scendi nel quartiere del Carmen, perché adesso ci tocca vedere l'altra parte del fiume.

Dirigiti alla href="https://erasmusu.com/it/erasmus-murcia/blog-erasmus/cosa-vedere-e-cosa-fare-a-murcia-1193360" target="_blank" rel="noreferrer noopener" class="">Chiesa del Carmen, che si trova nella via principale di questo quartiere, per poter ammirare lo stile barocco che è presente in quasi tutti i monumenti della regione. La sua facciata e il suo interno fanno emergere queste caratteristiche, ma la cosa più interessante è un elemento che si trova all'interno, il Cristo de la Sangre.

Uscendo, avrai difronte a te uno dei giardini più antichi dell'intera città, il Jardín de Floridablanca, che risale approssimativamente a due secoli fa. Questo giardino è uno dei luoghi più incantevoli della città ma diversamente dal resto, a dire la verità, di solito passa inosservato. Addentrati in questo umile recinto e passeggia per i suoi sentieri godendoti l'aria fresca che offre uno dei polmoni di Murcia. A prescindere da dove guardi, vedrai solo bellezza. Se alzi lo sguardo, vedrai i ficus centenari che da due secoli fanno ombra ai nostri cittadini di Murcia; e se abbassi lo sguardo vedrai la grande varietà di specie botaniche piantate e distribuite su entrambi i lati del sentiero.

Quando vorrai continuare l'itinerario, dovrai solo seguire la strada in alto in direzione del fiume e attraversare il Puente de los Peligros, conosciuto anche come Puente Viejo; uno dei ponti della città più ricco di storia, dove sorprendentemente, la gente fa il segno della croce ogni volta che ci passa per ricevere la benedizione dalla Virgen de los Peligros, come da tradizione. Questa tradizione risale a tempo fa, quando il ponte era di legno e i murciani avevano una grande paura di attraversarlo; la gente aveva talmente timore, che si faceva il segno della croce prima di salire per affidarsi alla vergine.

E quale miglior modo di chiudere il cerchio andando a cena in un ristorante con vista sulla cattedrale. Non in Plaza del Cardenal Belluga, ma nella parte dietro, a La Cocina de Vives, dove troverai dei piatti tradizionali a un prezzo stracciato e un servizio impeccabile.


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!