Un fine settimana in Algarve - Lagos

L'idea di fare questo viaggio mi era venuta molto prima di venire in Portogallo, perché sapevo già che il sud del paese offre spiagge meravigliose per fare surf o semplicemente prendere il sole. La lunga costa frastagliata, le cui falesie arancioni si trovano dovunque su internet sono state un ottimo motivo per andare in Algarve (la regione più meridionale del Portogallo, che comprende la costa affacciata verso l'Africa). Quindi, quando il nostro coinquilino ci ha proposto un volo per Faro, a fine ottobre, a 33€ A/R, non abbiamo fatto passare che poche ore prima di prendere il biglietto

weekend-away-algarve-lagos-baedefc7369a2

Alloggio

Abbiamo decretato che Faro non era il posto migliore per passare un - discretamente lungo - soggiorno di tre notti; perciò, dopo un po' di ricerca ci siamo felicemente decisi per Lagos: una vivace cittadina storica dove si può stare sicuramente anche per più di un fine settimana.

Dato che eravamo un nutrito gruppo di nove persone, che per viaggiare in maniera indipendente sono abbastanza, abbiamo dovuto organizzarci piuttosto bene per accontentare i gusti di tutti. Abbiamo cercato ostelli sia a Lagos che a Faro, e abbiamo prenotato rispettivamente due notti e una notte, dato che a Faro si trova l'aeroporto e il volo era al mattino presto.

Raccomando entrambi gli ostelli in cui abbiamo alloggiato.

1. Bura Surfhouse

Probabilmente uno degli ostelli più belli in cui sia mai stata. Il Bura Surfhouse (16€ a notte, colazione inclusa) è stato sicuramente una bella sorpresa, nonostante le foto di Hostelworld avessero alzato le nostre aspettative non poco. Che alla fine si sono rivelate adeguate. La piscina, i pancake a colazione, la terrazza sul tetto dove bere il caffè mattutino, i salottini e le terrazze delle aree comuni erano perfetti per la nostra scappatella estiva. L'unico piccolo inconveniente che abbiamo avuto è stata l'impossibilità di dormire tutti assieme; abbiamo dovuto dividerci in un gruppetto di tre e in uno di sei.

Una piccola "sfida" di quest'ostello è la disposizione delle stanze. Vi faccio un esempio: noi del gruppo da tre dormivamo in una camerata da 10, e avevamo a disposizione solo un bagno privato e due bagni, con doccia, in comune. Come se non bastasse, la nostra stanza era l'unica via d'accesso alla stanza adiacente.

Quindi gli ospiti dell'altra camera dovevano necessariamente entrare nella nostra, attraversarla, e accedere alla loro tramite un'ulteriore porta. Vi lascio immaginare il bailamme alla mattina, o peggio, quando nottetempo sentivamo i passi di tutti quelli che andavano in bagno lambire i nostri letti. Però insomma, non siamo mica andate là per chiuderci in casa; non è stato così insostenibile visto il prezzo pagato. Inoltre, in queste condizioni, abbiamo fatto amicizia con i nostri vicini molto in fretta.

2. We’ll come to Algarve

L'ostello di Faro - We’ll come to Algarve (13€ a notte) - aveva veramente una bella atmosfera, ma purtroppo non ce la siamo potuta godere per più di 12 ore, dato che il nostro volo partiva alle sei del mattino.

Consiglio: potete anche cercare ostelli più economici che non includano la colazione, se sapete già che al mattino non ci sarete. È esattamente quello che abbiamo fatto noi in questo caso.

La caratteristica migliore di questa struttura è senza dubbio la posizione: centralissima, a tre minuti a piedi dal centro, dal porto, dalla stazione e dall'autostazione (dalla quale parte il bus per l'aeroporto). Si potrebbe dire che è la città stessa ad essere ben strutturata. Ciononostante, tra Lagos e Faro non c'è paragone.

Anche se è piccola e accogliente, non trasmette quella sensazione "tropicale" che ci aspettavamo dall'Algarve. Le architetture pittoresche e le viuzze erano, ovviamente, molto piacevoli, dato che di solito, più le stradine sono strette e più autentica è l'esperienza. Tuttavia, a Faro non c'era molto altro di interessante. Se non, ovviamente, fare foto spettacolari degli aerei che atterravano al tramonto.

Giorno 1

Una volta ancora, il volo era prestissimo al mattino, dato che volevamo sfruttare al massimo la giornata; perciò abbiamo preso un bus notturno da Oporto all'aeroporto e siamo partiti! Dopo un'ora di volo, un bel po' di attesa e un ritardo che ci ha fatto pentire di non aver preso il treno (anche se costa qualcosa in più), siamo arrivati a Faro. Abbiamo preso il treno per Lagos, che è costato 5,50€ (c'è lo sconto per i minori di 25 anni, quindi non dimenticatevi di chiederlo e di mostrare la carta d'identità); successivamente abbiamo camminato una mezz'oretta fino all'ostello, e immediatamente dopo ci siamo diretti a Batata Beach, a soli 20 minuti a piedi.

weekend-away-algarve-lagos-6db8a53db58d9

weekend-away-algarve-lagos-ecb7a1a9703c4

Adoro il fatto che negli ostelli la maggior parte degli ospiti sia molto giovane, e che quindi si crei un ambiente fresco e vivace. Abbiamo chiesto alla receptionist cosa fare a Lagos - a parte surfare - ed è stata molto gentile a darci una mappa con il tracciato di un passeggiata lungo la costa da cui si vedeva tutto, e che era perfetta per guardare il sole tramontare.

Ci siamo pentiti di non essere stati più tempo, Lagos è veramente speciale. Anche se era ottobre, la stagione estiva era ancora viva per le strade di Lagos: i turisti, i ristoranti con le loro terrazze e la musica di strada animavano il centro storico. Assolutamente meraviglioso!

Dopo un bagno d'entusiasmo nell'oceano, siamo andati ad ammirare il tramonto al Faro di Ponta da Piedade.

weekend-away-algarve-lagos-10566371b0677

weekend-away-algarve-lagos-8fcb1ce1557bf

Giorno 2

Avevamo intenzione di andare a pagaiare alla Grotta di Benagil (avete presente quella con il foro in cima?), ma sfortunatamente il meteo avverso ci ha fatto cambiare i piani: le onde erano troppo alte per poterci andare. A malincuore abbiamo dovuto posticipare la visita a data da destinarsi, dato che alcuni di noi staranno qui in Erasmus per un anno. Inoltre, credo sia meglio non provare tutte le esperienze possibili in un luogo che si vista, così, quando ci si torna, le aspettative sono ancora alte per via delle cose che ancora ci sono da fare. E Lagos è indubbiamente una di quelle destinazioni che merita un seconda visita, più lunga e approfondita.

Inizierò il racconto di questa giornata con un consiglio molto importante mettetevi la crema solare! Dappertutto! Perché so che chi viene da paesi con una costa limitata (in Romania abbiamo il Mar Nero, ma a quanto a pare non ci basta mai) tende a scoprire questa palla di fuoco che aleggia nel cielo portoghese e a dimenticarsi del "banale" consiglio che gli ha dato il dottore.

E io sono tra questi. Nonostante mi sia ricordata di applicare la crema, ho dimenticato di spalmarmela in faccia. E indovinate un po'? Mi sono scottata così tanto che per il resto della vacanza ho mantenuto le sembianze di un pomodoro, fantastico a dir poco. Anche se c'è vento e qualche nuvola vela il cielo, datemi retta... È la cosa a cui dovete prestare più attenzione di tutte. Quindi, se non volete ridurvi come me, ricordatevi: crema solare!

Dopo aver trascorso la mattinata a Praia dos Estudantes, abbiamo deciso di proseguire la nostra passeggiata lungo la costa oltre il faro. Lasciate che ve lo dica, c'è da camminare un po' per raggiungere l'ultima spiaggia - Praia Porto De Mós - ma ne vale assolutamente la pena.

weekend-away-algarve-lagos-3c89c82e6a1ef

weekend-away-algarve-lagos-be872a0add706

Dovreste anche visitare Praia do Camilo, perché vi si scende lungo una scalinata meravigliosa che taglia le rocce e punta ripida all'oceano. Anche se è piuttosto turistica e quasi sempre affollata, andate almeno a fare qualche foto. La natura si metterà in mostra e otterrete scatti meravigliosi.

weekend-away-algarve-lagos-3b1549990550a

Abbiamo passato la serata a spulciare tra i negozi di souvenir, e abbiamo scoperto il Mar d'Estórias: una bottega super caratteristica che vendeva libri, cartoline fatte a mano e souvenir molto particolari (e particolarmente costosi). Una stanza era persino dedicata a esposizioni di pittura, e nella terrazza più alta si scorgeva una parte del centro, da ammirare bevendo un bicchiere di vino. Vi consiglio assolutamente di dare almeno un'occhiata all'interno. Ha un tono abbastanza hipster, vi piacerà se è il vostro stile.

weekend-away-algarve-lagos-577a3b2b3a093

Giorno 3

La mattina dell'ultimo giorno abbiamo dovuto fare il check-out e ci siamo goduti i nostri ultimi pancake a colazione. Altro piccolo consiglio: è sempre una buona idea prendere un frutto o preparare dei panini in ostello, da tenere con sé e risparmiare i soldi del pranzo o per gli spuntini in viaggio.

Abbiamo preso il treno da Lagos, siamo arrivati a Faro quasi due ore dopo e fatto la registrazione all'ostello, che fortunatamente si trova molto vicino alla stazione. La receptionist ci ha gentilmente sistemati in una stanza da 10, in modo che potessimo stare tutti e nove assieme. Successivamente siamo usciti ad esplorare la città fino al tramonto.

Come ho scritto prima, Faro non è una città da visitare per più di un giorno, perciò potete immaginare perché non ci abbiamo passato tutta la vacanza. Sinceramente, penso che passeggiando un paio d'ore si riesca a vedere tutto quello che c'è da vedere. Nonostante sia una città vivace e abbia un'atmosfera molto accogliente, data anche dagli aerei che atterrano tagliando il tramonto, vi consiglio comunque di considerare Lagos per un viaggio più lungo. Penso che le foto chiariranno meglio il concetto.

weekend-away-algarve-lagos-bf7218532815e

weekend-away-algarve-lagos-c6811402eefae

weekend-away-algarve-lagos-ef297e48cb7c3

Questo è quanto. So che ho lasciato che le foto parlassero da sole in questo articolo. Credo comunque che, in senso assoluto, abbiamo trovato il miglior posto in Portogallo per una rilassata vacanza estiva.

Non abbiamo spuntato tutta la lista, ma siamo molto contenti di quello che siamo riusciti a visitare. Vi scrivo qui sotto un po' di attività particolari che hanno quell'aria da "una volta nella vita". Sono quelle che abbiamo lasciato da parte per un'eventuale seconda visita, tempo permettendo. Sono tutte raccomandate dalla receptionist del Bura Surfhouse.

Paracadutismo in Algarve (ad Alvor);

Grotta di Benagil (in kayak o in barca);

Praticare Stand Up Paddling (ovvero pagaiare in piedi su una tavola da surf) all'alba. Questa qui ci è stata consigliata moltissimo, quindi, sia che siate mattinieri o che non lo siate, dovreste assolutamente provarla, perché inizierete la giornata con una vista così.

weekend-away-algarve-lagos-46ae1cd328dcc


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!