Advertise here

Guida su come sfruttare al meglio i giorni di pioggia a Budapest

In Bulgaria c'è un famoso romanzo (di cui è stato fatto un adattamento cinematografico) chiamato "Non c'è niente di meglio che il brutto tempo". Mentre il romanzo è letteralmente un capolavoro (ed è diventato un'icona per i pantofolai e per i romantici), la frase è qualcosa come uno schiaffo sulla faccia dei viaggiatori, il cui loro entusiasmo di esplorare nuovi posti è ostacolato da tormente, pioggia o altri capricci della natura.

La settimana scorsa io ed un amico siamo arrivati a Budapest, dove siamo stati accolti da cieli grigi e cupi e previsioni meteorologiche per il giorno successivo ancora più cupe. Con nostro grande dispiacere, dovevamo strappare il nostro itinerario di 48ore meticolosamente pianificato e fare un piano di riserva su come passare il nostro tempo nella capitale Ungherese. Di seguito vi mostro alcuni consigli su come godersi Budapest anche quando il tempo non è dalla vostra parte.

1. Visitare gli incredibili "bar in rovina" della città

Non è per sbaglio che comincio con questo consiglio: I bar in rovina sono vanno forte a Budapest. Per quelli che non lo sanno, i bar in rovina (o anche pub) sono edifici abbandonati recuperati e riconvertiti in modo da poter soddisfare le anime artistiche, gli avidi bevitori o i vivaci estroversi non vedono l'ora di conoscere nuova gente.

Guida su come sfruttare al meglio i giorni di pioggia a Budapest

Anche se non incoraggio a bere durante il giorno, vi consiglio di visitare alcuni di questi bar non solo di notte. La ragione è semplice: questi pub sono niente meno che bei musei o gallerie d'arte moderna. È difficile descriverli con le parole... principalmente perché uno avrebbe bisogno di un ricco vocabolario Shakespeariano e un sacco di tempo libero solo per fare l'elenco delle cose assolutamente casuali e apparentemente incompatibili che ci sono in questi pub! Sto parlando di palle da discoteca, vasche, dipinti pieni di simbolismi religiosi, bizzarri scarabocchi sui muri, oggetti di carnevale, parchi divertimento o semplicemente la cucina in stile socialista della vostra vecchia zia, ecc. L'esperienza è travolgente: è come se si stesse guardando nella mente di un pazzo.

Guida su come sfruttare al meglio i giorni di pioggia a Budapest

Il Szimpla Kert è probabilmente il più famoso dei bar in rovina di Budapest. Mentre la sera potrebbe essere piuttosto affollato, durante il pomeriggio si può visitare tranquillamente, solo con qualche turista che occasionalmente passa davanti la vostra telecamera appena in tempo per rovinare una foto perfettamente Instagrammabile. Un altro bar che mi ha impressionato è l'Instant: che ricompensa i nottambuli con un'esperienza da discoteca difficile da replicare.

Guida su come sfruttare al meglio i giorni di pioggia a Budapest

2. Rilassarsi ai Bagni Széchenyi

Budapest è famosa per i suoi bagni termali minerali. Chevoi siate persone da SPA o meno, considerate di visitare i Bagni Szécheny, che non solo distano poco dal centro della città, ma vantano di una impressionante architettura e di bellissimi interni. Oltre a tutto ciò, potete scegliere tra una grande varietà di pacchetti quello più adatto a voi, a prezzi accessibili.

3. Buongustai, coccolatevi con alcuni piatti tradizionali ungheresi.

Per me provare la cucina locale è una parte indispensabile di qualsiasi viaggio. Fortunatamente, la cucina di Budapest non è da sottovalutare. Se siete amanti della carne, assicuratevi di ordinare una ciotola di goulash casalingo, che è una zuppa fatta di carne e verdure, chiamato anche pörkölt (stufato di carne). Per coloro che amano i dolci, la torta Dobos (composta di sei strati di pan di Spagna, su cui è spalmata una crema di cioccolato e burro) e la torta a camino (sottile sfoglia lievitata e zuccherata cotta su uno spiedo cilindrico che ruota lentamente sul fuoco), non vi deluderanno.

Vi state chiedendo dove potete prenderle? Al posto di consigliarvi un ristorante specifico, io vi consiglio di andare nel Quartiere Ebreo e seguire il vostro istinto. Sicuramente non resterete delusi.

Siete curiosi di provare l'acool locale? Chiedete semplicemente al vostro cameriere di portarvi una lista dei vini ungheresi (che sono buoni e economici) oppure delle birre. Nel caso in cui siate coraggiosi e avventurosi, non potete non provare la palinka, che è un tipo di brandy locale molto forte.

4. Visitare il Parlamento

Anche se non lo sapete, probabilmente avete già visto il Parlamento Ungherese: è uno degli edifici simbolo di Budapest, che si trova in tutte le foto o cartoline della città. La buona notizia è che è aperto ai visitatori; la cattiva è che le code per entrare sono lunghissime quindi conviene prenotare i biglietti su internet in anticipo. Sono permesse solo le visite guidate, ma non sono care: se siete cittadini dell'UE maggiori di 18 anni, potete fare un tour dell'edificio di 45 minuti al prezzo di 2000 HUF (circa 5-6 €).

5. Salite sul tram per una bellissima corsa sul Danubio

Non so voi, ma io tendo a evitare i classici autobus "hop-on-hop-off" (sali e scendi) amati dai turisti, che vi portano alle attrazioni principali della città. La capitale ungherese, tuttavia, offre una valida alternativa: la Linea 2 del tram passa per i principali luoghi di interesse della città, come il Parlamento ed il Castello. Questo probabilmente è il motivo per cui il tram è conosciuto sia dai locali che dai visitatori come una "linea turistica".

Guida su come sfruttare al meglio i giorni di pioggia a Budapest Guida su come sfruttare al meglio i giorni di pioggia a Budapest

In base a quanto tempo starete a Budapest, potete scegliere tra un abbonamento di 24 o 72 ore per beneficiare del ben organizzato sistema di trasporti pubblici della città (inclusi tram, autobus, filobus e metro). La relazione qualità-prezzo è eccellente: un abbonamento valido per 24 ore costa 1,650 HUF e potete anche utilizzarlo per viaggiare da e per l'aeroporto.

Spero vivamente che godrete delle strade di Budapest senza essere infastiditi da pioggia e basse temperature, ma, sfortunatamente, nessuna assicurazione di viaggio copre il maltempo. Quindi se finite in una fredda e piovosa Budapest, ricordatevi di questo post. I più coraggiosi di voi possono anche comprare un ombrello o un cappello con la famosa scritta "I love Budapest" (che sarà un souvenir della bellissima città ungherese).


Galleria foto



Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!

Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!