Advertise here

Cattedrale di Valencia


  - 1 opinioni

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

Tradotto da Erica Spiga — un anno fa

Testo originale di Paola Villegas

La Cattedrale di Valencia è una delle attrazioni principali della città, la definirei un "must" delle cose da vedere quando si visita questa bellissima città. La Cattedrale si trova nel centro storico di Valencia, molto vicino a Plaza de la Reina (Placa de la Reina in catalano), si chiama così perché è il modo migliore di identificare la cattedrale, dato che al centro i turisti potrebbero entrare in confusione per come sono distribuite le vie. Se chiedete di "Plaza de la Reina" è più probabile che tutti possano aiutarvi e darvi indicazioni e che potrete arrivarci senza problemi.

Una cosa importante da tenere in conto è il fatto che molti dei nomi di musei, fiumi, vie e informazioni poste sui cartelli, a Valencia sono scritti in catalano. Infatti, a Valencia si parlano due lingue, il castigliano e il catalano (dialetto valenciano), e quest'ultimo viene persino considerato come una lingua ufficiale. Molte persone che vivono a Valencia di solito imparano entrambe le lingue da quando sono piccole, anche se a differenza di Barcellona, a Valencia di solito non si arrabbiano con i cittadini che decidono di parlare castigliano anzi che catalano (in questo senso sono più rilassati). Dunque non preoccupatevi, se non conoscete il catalano troverete molti cartelli anche in castigliano, anche se comunque il catalano non sembra così difficile da capire, a me è sembrato che fosse come il portoghese e lo spagnolo.

Da dove deriva il nome della Cattedrale?

Il nome ufficiale della Cattedrale è: "Chiesa-Cattedrale-Basilica Metropolitana dell'Assunzione della Nostra Signora di Valencia", ma abitualmente viene accorciato semplicemente a "Cattedrale di Valencia" o è conosciuta anche come "Cattedrale del Santo Calice" come riferimento più rapido. Ovviamente non poteva mancare il suo nome anche in valenciano (catalano), in cui viene chiamata comunemente "La Seu", che in castigliano significa la sede. Perché si chiama proprio la sede? Perché questa cattedrale è così importante da essere la sede dell'arcivescovado di Valencia.

Importanza storica

La Cattedrale di Valencia fu la prima ad essere fondata nella città, infatti si stima che la sua costruzione risalga all'anno 1262. Immaginatevi quanto sia importante al giorno d'oggi avere una cattedrale così ben conservata avendo quasi 800 anni di antichità.

Il vescovo Fray Andrés de Albalat è stato un elemento chiave della costruzione della chiesa, infatti fu lui a collocare la prima pietra, a cui hanno poi seguito molte altre fino a iniziare a formare la prima navata della cattedrale.

Un'altra persona che è stata molto importante nella costruzione della cattedrale è stata Jaime I de Aragón, che fondò il Regno di Valencia e pertanto il Regno cristiano di Valencia, e permise dunque l'arrivo in città dei colonizzatori della regione di Aragona.

Percorrendo la cattedrale

Modellino della cattedrale

La cattedrale si trova all'angolo di Plaza de la Reina e si estende attraverso le strade adiacenti alla piazza che non permettono di vedere la vera grandezza della cattedrale. È di grande aiuto osservare il modellino che si trova al di fuori della cattedrale, rappresenta bene la struttura e il modo in cui sono divise le navate, vi consiglio davvero di dargli un'occhiata prima di entrare.

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

Questa cattedrale è estremamente importante, tanto che al suo interno si custodisce e si offre in una cappella il culto al "Santo Calice", più noto come il Santo Graal. Ci venne spiegato che venne consegnato alla cattedrale dal re Alfonso il Magnánimo nell'anno 1436. Questo fatto mi ha colpito molto, perché è molto importante per i cristiani il fatto di avere a Valencia questo oggetto così prezioso e sapere che secondo i Vangeli questa coppa o calice è stato quello che Gesù ha utilizzato durante l'ultima cena. Su tutto ciò c'è comunque molto scetticismo, perché non si sa se questa sia la vera reliquia sacra o l'autentico "Santo Graal", infatti quando la Cattedrale è stata visitata da Papa Giovanni Paolo II nel novembre del 1982, e da Benedetto XVI nel 2006, entrambi durante l'Eucarestia usarono questo calice sacro.

La facciata della cattedrale

A prima vista, la facciata della cattedrale mi aveva ricordato lo stile architettonico delle chiese e dei monumenti di Salamanca; per il colore arancio-dorato dell'esterno sembrava proprio che fosse stata costruita utilizzando la pietra franca di Villamayor, in provincia di Salamanca. Con mia grande sorpresa, fu realizzata con delle pietre che vennero importate, ma da dei comuni che si trovano vicino alla capitale e non da Salamanca.

Prima porta: Puerta de los Hierros (La Porta dels Ferros)

Ammirando la Cattedrale dalla Plaza de la Reina, la prima porta che si vede è la Puerta de los Hierros (porta dei ferri), che consente l'accesso al pubblico alla prima navata della cattedrale; questo ingresso è situato accanto alla torre di Micalet. È molto importante notare i dettagli architettonici di questa struttura, così piccoli che uno potrebbe stare ore a guardarli senza stancarsi.

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

Questa è la più moderna di tutte le facciate della cattedrale, ma è comunque molto antica, infatti ha più di 300 anni. Una delle cose più piacevoli da guardare della cattedrale è la combinazione di stili architettonici, data dal fatto che il suo processo architettonico sia durato diversi anni, così come ci lavorarono molti architetti di diverse nazionalità che inserirono il proprio stile nelle facciate che furono incaricati di realizzare.

Questa porta spicca per il suo stile barocco, e anche se nelle foto non è comprensibile la sua altezza, si deve tener conto che sia più di 40 metri.

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

L'accesso alla cattedrale attraverso questa porta è limitato da un cancello, ma una volta oltrepassato si possono apprezzare i dettagli di cui vi parlavo. La facciata è costituita anche da vari medaglioni e simboli. Per esempio, c'è un medaglione di Calixto III e Alessandro VI, così come un simbolo della vergine e vari disegni sopra la pietra così ricca di dettagli che è facile perdersi guardandola.

Accesso alla navata centrale

Lo stile predominante di questa struttura della cattedrale è il gotico valenciano, definito come stile primitivo; dal momento che è stata la prima cattedrale di Valencia, questo stile si può dire sia nato con la sua costruzione. La navata centrale ha più di mezzo secolo di antichità e a essa ne sono state aggiunte altre ai lati, perché è importante ricordare quanto sia stato difficile mantenere quello stile dopo che molti altri architetti incaricati volevano coprirlo concentrandosi sul barocco o sul neoclassico.

Una delle cose che mi ha impressionata di più è stata l'altezza delle navate, perché da fuori la chiesa non sembra così tanto grande. È importante sottolineare lo spessore dei pilastri e l'altezza delle volte, che anche se appaiono carenti di dettagli sono molto belle quando vengono illuminate.

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

Miguelete (Micalet)

Quando si ammira la Puerta de los Hierros, è impossibile non vedere la Torre de Miguelete, che per la sua altezza spicca immediatamente. Alla base è presente un'iscrizione incisa per commemorare la sua costruzione di più di 50 metri di altezza. È possibile accedere alla torre pagando un prezzo d'ingresso, ma dovete tenere in conto che si debbano salire ben 200 scalini fino ad arrivare dove si trovano le campane, cioè all'altezza delle finestre. Dall'alto la vista è spettacolare e si può ammirare Plaza de la Reina e il resto della facciata.

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

La Puerta del Palau

Mi trovavo con la mia amica che sta facendo il suo anno di studio fuori a Valencia e stavamo cercando la cattedrale. Vidi una porta molto bella in Plaça de l’Almoina (Plaza de l'Almoina) e scattai una foto, ma non mi accorsi che questa facciata facesse anch'essa parte della struttura della cattedrale. È davvero difficile visualizzare quanto sia grande perché non c'è solo una porta, e la distribuzione di tutte le porte dà luogo a molti spiazzi o cortili che uno non penserebbe che siano così importanti. Ci abbiamo messo altri 5 minuti per arrivare alla Puerta de los Hierros dopo essere passate di qui e abbiamo percorso diverse vie.

Questa porta ha uno stile molto diverso sia dalla navata centrale che dalla facciata della Puerta de los Hierros, poiché questa è la più antica di tutte e, come ho già detto, la costruzione venne fatta da più persone diverse. In questa porta spicca lo stile romanico e ha quasi 800 anni di antichità.

Si può vedere che nella pietra siano scolpite 14 teste che si alternano per sesso (uomo-donna) e si riferiscono ai colonizzatori che hanno portato lì le ragazze di Lerida per farle sposare con i soldati; anche se non è molto visibile nelle fotografie, tra esse ci sono anche alcuni nomi dei matrimoni dei colonizzatori.

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

Attorno alla porta (di cui si può notare l'antichità), ci sono delle colonne che si distinguono l'una dall'altra, essendo molto diverse nello stile dalle iscrizioni e medaglioni che avevano le altre porte.

Porta degli Apostoli (Porta dels Apostols)

Questa porta è situata in una sezione completamente diversa dalle altre, infatti si trova in Plaza de la Virgen (Plaça de la Verge), e mi successe la stessa cosa della Porta del Palau, una volta vista la navata centrale ho proseguito per Carrer de Micalet e sono arrivata a Plaza de la Virgen, in cui ho trovato un'altra porta molto bella e pensavo appartenesse alla Basilica Reale della Signora dei Poveri, che si trova a fianco alla Cattedrale di Valencia.

Questa porta deve il suo nome alla Stella di David che si trova sopra di essa, presenta le statue dei dodici apostoli nella sua facciata esterna di stile gotico come la maggior parte della cattedrale. Questa porta è il "sandwich", perché non è né la più moderna né la più antica. Si sa che la sua costruzione venne terminata nel 1354, dunque ha più di 600 anni di antichità. Non pensate poi che le sculture originali antiche siano quelle esposte fuori, quelle sono solo delle repliche per salvaguardare le originali da possibili danni, infatti è la porta che ha subito più lavori di restauro.

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

Questa porta ha acquisito un grandissimo valore storico perché tutti i giovedì da più di mille anni ci si riunisce il Tribunale della acque (uno dei più antichi del mondo) che prende decisioni riguardo ai problemi di uso dell'acqua d'irrigazione, in modo che la sua distribuzione venga fatta nel modo giusto. Non mi sarei mai immaginata che una tradizione come questa, di riunirsi tutti i giovedì, sarebbe proseguita fino a un millennio dopo... interessante, non pensate?

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

La fotografia precedente è stata scattata da Plaza de la Virgen, seduta di fronte alla famosa Fontana del Turia, o Fontana del tribunale delle acque, infatti si dice sia stata costruita in suo onore. La scultura è fatta principalmente in bronzo e presenta un uomo al centro che raffigura il fiume Turia e otto donne nude che rappresentano gli otto fossati del fiume.

Tour all'interno della Cattedrale (museo)

Malgrado la chiesa non consideri la Cattedrale come un museo, si paga un costo per l'ingresso in modo che le persone possano apprezzare le cose antiche che si sono conservate e possano accedere anche ad altre aree; infatti ci sono guide e audio guide in varie lingue. Se decidete di fare il tour avrete accesso alle trenta cappelle, al cimborrio, alla sala capitolare, al reliquiario, al museo cattedral-diocesano, alla sacrestia maggiore e, cosa più importante, alla torre de Miguelete.

Quali sono gli orari di apertura?

La parte della cattedrale aperta al pubblico (per il culto) segue i seguenti orari:

  • Dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 18:30
  • Domeniche e festivi dalle 14:00 alle 18:30

(Tenete in conto che da novembre a marzo chiudono un'ora prima)

Per entrare al museo:

Stessi orari che ho scritto prima, a parte di domenica che è totalmente chiuso.

Quanto costa l'ingresso?

L'accesso alla navata centrale è gratuito, perché fa parte della zona dove si celebrano i culti cristiani. Se volete fare il tour guidato, che vi consiglio vivamente, vi verrà a costare 5 euro per l'ingresso generale, ma se venite in gruppo pagherete solamente 3, 30 euro. Se venite con bambini (fino ai 12 anni), per loro c'è l'opzione ridotta di soli 3, 50 euro.

Come arrivarci?

Il modo migliore di muoversi a Valencia è a piedi, soprattutto se volete esplorare il centro, infatti alcune vie sono accessibili solo a pedoni e ciclisti. Se volete prendere una bici vi consiglio di utilizzare il sistema di Valencia chiamato "Valenbisi", molto veloce, ecologico e sicuro; io l'ho usato per andare alla Cattedrale e ho trovato due stazioni in cui parcheggiare nei dintorni della cattedrale.

Dovete sapere che Valencia ha anche la metropolitana, infatti potete avvicinarvi da qualsiasi punto della città alla stazione di Colón o Alameda, che sono le più vicine, anche se dovrete comunque camminare una decina di minuti.

Per venire in autobus potete prendere la linea 4 o la 32 e scendere alla stazione di Plaza del Ayuntamiento, che troverete scritto come "PL DE L'AJUNTAMENT", e da lì camminare perché nessun autobus arriva direttamente alla piazza.

Per sapere esattamente in che via dobbiate arrivare, dipende dalla porta della cattedrale da cui vogliate cominciare per prima. Ricordatevi che la Puerta de los Hierros e Miguelete si trovano in Plaza de la Reina, mentre la Porta del Palau si trova in Plaza de l'Almonia e la Puerta de los Apóstoles in Plaza de la Virgen.

Istruzioni per arrivare in Plaza de la Reina da Plaza del Ayuntamiento:

Proseguire per la via di Plaza del Ayuntamiento e dirigersi verso destra alla prima biforcazione (all'altezza di Telepizza), fino alla Calle di Plaza de la Reina. Se andate tutto dritto troverete la Cattedrale.

Una delle cattedrali più belle, più ricche di storia e la più importante di Valencia

(Vista della Cattedrale da Plaza de la Reina, vero che non sembra così grande com'è in realtà? )

Consigli

Percorrere tutta la la parte esterna tenendo in conto che si deve passare per tutte e tre le piazze che ho nominato e considerando che ognuna delle porte fa parte della Cattedrale.

Galleria foto



Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci Cattedrale di Valencia? Condividi la tua opinione su questo luogo.


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!