Advertise here

Roma città da amare

Pubblicato da Antonio Coccaro — un anno fa

0 Tags: Esperienze Erasmus Roma, Roma, Italia


ROMA CITA' DA AMARE



Senza ombra di dubbio una delle città più belle mai visitate, c'è chi dice forse anche la più bella in assoluto, come dargli torto.

Dopo innumerevoli visti, quasi a cadenza annuale, ma ancora con tante cose da vedere, proverò a fare una recensione a tutto tondo cercando di non trascurare nulla.



Dagli aeroporti a Roma centro



Se siete talmente distanti dalla capitale tanto da essere costretti a prendere l'aereo, sappiate che Roma dispone di due aeroporti, Fiumicino, quello più grande con voli intercontinentali e quello di Ciampino, molto più piccolo, solo per voli continentali.

L'aeroporto di Fiumicino, davvero enorme, dispone di ogni tipo di servizio, il treno veloce (Leonardo) al costo di 14€ collega l'aeroporto con la stazione Termini in circa 30 minuti. L'altra soluzione è il treno regionale, tratta più lunga , prezzo se non ricordo male di 8€.

Mentre se volete affidarmi all'autobus, leggermente più economico (5€) ma allo stesso tempo molto più lungo, specialmente se negli orari di punta, caratterizzati da un traffico incessante sul raccordo. Le compagnie sono molteplici, trovate i banchetti, uno di seguito all'altro, subito dopo l'uscita dal ritiro bagagli. Io ho utilizzato Terravision, il tempo canonico della tratta è di 1 ora circa, ma con traffico intenso può arrivare a durare molto di piu.

La soluzione più costosa, è il taxi, la tratta da fiumicino fino a Roma può arrivare a costare anche 40€, ovviamente anche i taxi sono soggetti allo stesso discorso dei autobus, stesso si rimane fermi a lungo nel traffico.

Discorso analogo per l'aeroporto di Ciampino, come già detto, molto più piccolo, bene o male offre gli stessi servizi. A differenza di quello di Fiumicino, particolare da non sottovalutare, chiude per quattro ore la notte, quindi se avete in programma di dormire in aeroporto avendo un volo la mattina presto, purtroppo non è possibile, quasi impensabile al giorno d'oggi ma è cosi. Mi è capitato una volta, essendo arrivato la sera prima, ed ignoro di ciò, dopo essere stato invitato ad uscire, ad andare a Ciampino (città) con la navetta, e prendere un BeB per passare la notte.

I mezzi di comunicazione tra l'aeroporto di Ciampino e Roma (Termini) sono gli stessi già citati, anche qui i bus al prezzo di 5€, anche 4€, vi porteranno alla stazione termini in circa 1 ora, sempre traffico permettendo.

La soluzione treno invece, non essendoci una stazione all'interno dell'aeroporto, prevede, inevitabilmente, di prendere la navetta, al costo di 1,20 € che vi porterà alla stazione ferroviaria di Ciampino città dove potrete prendere il treno direzione termini al prezzo di 2,60€ e 20 minuti di viaggio.

Tra le tante opzioni, come in ogni aeroporto, è possibile anche noleggiare un automobile, altamente sconsigliato per i motivi sopracitati.



Arrivati a Termini, fulcro di tutti i trasporti di Roma, sarete liberi di proseguire a piedi, il centro non è troppo lontano, oppure in metro o bus.

La stazione Termini enorme, dispone di qualsiasi servizio necessitiate, è possibile cambiare i soldi, ( non consigliato) il cambio è troppo sfavorevole.

Potrete fare colazione negli innumerevoli Bar e acquistare qualcosa nei tanti negozi sotto il portico.



Trasporti



Per muoversi a Roma, se non siete degli amanti delle lunghe camminate, il modo migliore per muoversi nella città è sicuramente la Metropolitana, non proprio il massimo del lusso e del confort, rispetto a tante altre Metro-europee, permette con le sue due linee, A e B, consente, bene o male, di raggiungere quasi tutti i punti strategici della città.

Il prezzo del biglietto singolo è di 1,50€ ed una volta obliterato ha una validità di 100 minuti, può essere utilizzato indifferentemente su autobus o metro.

Oltre al biglietto singolo altre opzioni prevedono biglietti di lunga durata, che possono essere:

  • giornaliero al prezzo di 7,00 €

  • due giorni 12,50 €

  • tre giorni 18 €

  • una settimana 24 €



Come potete vedere i trasporti non sono troppo economici, anche considerando la qualità del servizio. Per i bambini i trasporti sono gratuiti fino a 10 anni.

Le due linee, come già detto, A e B, distinguibili dal colore rosso, la prima, blu la seconda, hanno rispettivamente come capoliea le stazioni di Battistini-Anagnina

e Laurentina-Junio.

I mezzi di terra sono sconsigliati, anche se alle volte, prendere il bus per fare anche un giro panoramico della città non è un idea cosi malvagia.





Dove dormire e NON



Tante sono le soluzioni, in una città cosi grande e organizzata per i turisti, da poter prendere in considerazione. Per non avere lo stress dei mezzi, vi consiglio di prendere una sistemazione nel centro, ovviamente i prezzi sono più alti, ma andando ad eliminare i costi dei trasporti che verrebbero meno, vi renderete, facilmente conto che ne vale la pena. Personalmente, l'ultima volta che sono stato a Roma, ho pernottato nel quartiere di Torpignattare, e nonostante il BeB fosse dotato di ogni confort ed anche molto bello, il problema della zona poco servita è stato un “problema” che mi sono portato avanti per l'intero soggiorno.

Il dover stare sempre a controllare gli orari dei mezzi, finendo cosi ad essere schiavi dei tempi, si finisce per non godersi a pieno la vacanza.

Per quanto riguarda le zone, eviterei di soggiornare in quartiere San Lorenzo, è il quartiere universitario per eccellenza, si fa difficoltà a dormire la notte, visto il continuo trambusto e non è neanche difficilissimo trovare l'ubriaco di turno.



Dove mangiare e NON



Anche per quanto riguarda il cibo, la scelta è sicuramente più ampia rispetto ad una qualsiasi capitale Europea. Nella maggior parte dei ristoranti infatti, per la maggior parte turistici, potrete assaggiare i piatti tipici di Roma, la tanto decantata Carbonara su tutti. 
Non ricordo ovviamente i nomi di tutti i Ristoranti dove sono stato, durante gli innumerevoli soggiorni, prima di consigliarvene qualcuno in particolare, vorrei sconsigliarvene qualcuno, su tutti il Pomo d'oro.

Ristorante davvero mediocre nel quartiere di Torpignattara, purtroppo mi sono fatto abbindolare dalle sue buone recensioni, ma la qualità del cibo, cosi come il conto eccessivo, sono stati un totale fiasco.

Sempre nello stesso quartiere, a pochi metri dal precedente ristorante, sconsiglio vivamente di mettere piede anche nel Sushi Sun Cafè.



Posti che mi hanno lasciato un piacevole ricordo invece sono “ Dar Filettaro “ vicinissimo a Campo dei Fiori, dove ho mangiato il filetto fritto di Baccalà più buono mai assaggiato. É possibile sedersi nei pochi tavolini all'interno, mangiando il baccalà con contorno di una semplicissima insalata oppure prenderlo da asporto e mangiarlo fuori, io ho optato per la seconda. Il baccallà vi verra fritto al momento, sotto i vostri occhi, quindi fate attenzione perch'è scotterà da morire, il prezzo, onestissimo, considerando il posto è di 4€.

Ho un bel ricordo anche dello “Sciam”, sempre a pochi metri da Campo de Fiori ma dal lato opposto, questo ristorante Siriano, offre un ambiente davvero piacevolissimo, l'odore, la musica, i disegni sulle pareti e l'arredamento, nel loro insieme creano una particolare armonia che rallegra la vostra serata.

Abbiamo preso un assaggino delle tante salsette tipiche, accompagnate con il loro pane. Le salse, devo dire, davvero buono buone, soprattutto quella di peperoni. Il locale è rinomato anche per l'uso del Narghilè, la maggior parte delle persone infatti, era li solo per fumare e bere qualcosa più che per cenare.

Ricordo che essendo arrivati leggermente prima dell'orario di cena abbiamo trovato facilmente posto in un degli ultimi tavoli disponibili. Con il passere del tempo il locale ha iniziato a riempirsi di tutto punto, fino a far si che si fosse creata una bella fila di persone in attesa che si liberasse un tavolo. Forse l'unica pecca è stata proprio questa, una volta finito di cenare, i camerieri cercavano di “cacciarti” quasi con gli occhi, rovinando la bella atmosfera, tranquilla, del locale.

Altro locale da segnalare è un Pub, l'”Open Balladin

Roma città da amare

anche questo posizionato a pochi passi da Campo de Fiori, ci sono stato a pranzo, non c'era molto gente. Il locale molto curato, pieno di colori dato dall'innumerevole disponibilità di differenti bottiglie di birra nello scaffale dietro al bancone. E' il tipico Pub, da panino, birra e ovviamente sgabello. Ho mangiato un Hamburgher, “ Siciliano” se non ricordo male il nome, con cipolle caramellate e pan brioche, se volete andare sul sicuro prendete quello. Grandissima scelta anche di birre che difficilmente si trovano altrove. I prezzi, in entrambi questi locali, sono abbordabili, non sono locali strettamente turistici quindi il rapporto qualità prezzo è alto.

Roma città da amare

Se siete amanti e cultori della vera cucina Italiana, allora sarete costretti anche a fare un salto a “ Eataly”, qui troverete davvero di tutto, tutti i migliori prodotti italiani, solo le eccellenze, selezionate, negli anni, dalle guide culinarie, come ad esempio Slow Food.

Potrete mangiare dalla piazza a buonissimi primi, carpe pesce, davvero qualasiasi cosa essendo diverse le postazioni. E' possibile anche fare la spesa, fornitissimi i reparti di salumi e formaggi, cosi come quelli di vini e birre.

Uniche pecche, prezzi abbastanza altini, sopra la media se si considera che determinati prodotti è possibile trovarli a meno da altri rivenditori e per quanto riguarda il servizio di ristorazione, non impeccabile, alle volte capita di attendere più del lecito sia per sedersi che per ricevere il cibo dopo aver ordinato.

Il primo Eataly, vicino la Garbatella un po' fuori mano, ora credo ne abbiamo aperto di nuovi anche vicino al centro.

In ultimo, un altro locale, dove mi piacerebbe in futuro di andare a mangiare, o quantomeno provare, è “ La parolaccia” tipica osteria romana, famosa per i modi rudi con i quali i camerieri ed il titolare si esprime nei confronti dei clienti.

Per un aperitivo, vi consiglio di andare nella zona di Trastevere, uno dei tanti quartieri di Roma, come si evince dal nome, il quartiere è proprio a ridosso dell'omonimo fiume, non proprio il massimo della salubrita se siete intenzionati a scendere le scalette per avvicinarvi alle sue sponde. Nonostante questo, le stradine di questo quartiere sono strapiene di localetti molto graziosi, stesso che offrono anche musica live. L'ideale per trascorrere una piacevole serata in tranquillità, davanti ad un buon bicchiere di vino. 



COSA VEDERE ..

Roma città da amare



Potrei iniziare questo capito oggi e non riuscire a terminarlo per le prossime due settimane troppe sono le cose da vedere che offre Roma. Ci provo comunque, soffermandomi solo sulle cose che ho più apprezzato cercando di non tralasciare nulla di importante.

La prima cosa che vi viene in mente pensando a Roma ? A me il Colosseo, quindi, non dovendo seguire alcun ordine logico, inizierò da qui.



Colosseo

Il colosseo, o Anfiteatro Flavio, patrimonio dell'UNESCO è il più grande anfiteatro del mondo. Situato proprio al centro di Roma è anche considerato una delle 7 meraviglie del mondo moderno.

Purtroppo non ho ancora avuto il piacere di entraci dentro, quindi la mia descrizione sarà focalizzata sull'esterno, nonostante, dopo aver visto innumerevoli video e film che lo ritraggono mi abbiamo lasciato un idea precisa della sua struttura anche all'interno. Il Colosseo è aperto tutti i gioni, dalla mattina presto, le 8.00, fino al tardo pomeriggio, in genere fino alle 19.00. Il costo del biglietto intero è di 12 €, prezzo scontato per i ragazzi europei da 18 a 25 anni, e completamente gratuito per chi non ha ancora raggiunto la maggiore età. Costruzione da cartolina, non si può che rimanere a bocca aperte passandoci davanti, consiglio di vederlo, sia di giorno che di sera, quando le giallo-arancione, mettono in risalto, ancor di più, la sua incantevole struttura.



Phanteon

Seconda forse solo al Colosseo per importanza, tra tutti i monumenti di Roma, il Phanteon, tempio dedicato a tutte le divinità dell'antica Roma, la struttura ha quasi 2000 anni e si affaccia, imponente, su piazza della rotonda, caratterizzata anch'essa dalla fontana omonima del tempio.

L'ingresso al Phanteon è completamente gratuito, gli orari di apertura sono dalle 9.00 fino alle 19.30, la domenica fino alle 18.00.

La mattina, quasi fino ad ora di pranzo, c'è poca fila quindi vi consiglio di approfittare. Anche se troverete la fila, però, questa è molto scorrevole, se non siete in compagnia di una guida infatti, la visita della struttura sarà molto breve, il bello è soffermarsi a guardare ed ascoltare tutte le particolarità nella costruzione della struttura.

La particolarità del Phanteon è la grandissima cupola, nel cui centro è presente l'oculo, un apertura che consente l'illuminazione dell'intero tempio in maniera armoniosa.

La prima cosa che mi chiesi e come fa a non entrare l'acqua quando piove da quell'apertura, o meglio se entra l'acqua dove va a finire non essendoci un punto di raccolta ?

La risposta sta nel fatto che l'oculo, apertura al centro della cupola, forma delle correnti ascendenti che contrastano la pioggia, ridimensionando le gocce di acqua che difficilmente riescono ad entrare all'interno, e anche riuscendoci solo in minima parte. Il drenaggio dell'acqua e favorito da piccole aperture nel pavimento che concorrono ad evitare la formazione di pozzanghere all'interno.

La cupola, una delle più grandi al mondo, è costituita da un insieme di “cassettoni”, altra cosa davvero particolare sono le dimensioni, la distanza del punto più alto della cupola dal centro del Pantheon è equivalente al diametro della pianta circolare del tempio.



Fontana di Trevi

Roma città da amare

Ad una decina di minuti a piedi dal Phanteon sorge la famosissima fontana di Trevi, nella piazza Santi Apostoli, è la fontana più grande di Roma. Ha un'altezza di quasi 30 metri, costruita nel XVIII secolo, rappresenta il mare.

La fontana, famosa in tutto il mondo, è frequentatissima dai turisti, il più delle volte intenti a buttarvi delle monetine all'interno esprimendo un desiderio.

Basti pensare che ogni settimana, durante la pulizia, vengono raccolti quasi 4000 euro. Con la fontana difronte, subito sulla destra, c'è una gelateria della quale purtroppo non ricordo il nome che fa un ottimo gelato.



PIAZZE DI ROMA

Piazza di Spagna

La più celebre delle piazze di Roma, rappresenta anche l'inizio di una delle vie più rinomate della capitale, tappezzate di tutti i negozi delle firme più costose.

La piazza famosa perchè ai piedi dell'ancor più celebre Scalinata di Trinità dei monti, ospita al centro anche la Fontana della Barcaccia. A metà delle scale si erge l'obelisco Sallustiano, posto proprio davanti alla chiesta dell'omonima scalinata.

Da piazza di Spagna parte la rinomata “ Via dei Condotti “ che vi porterà direttamente, dopo 15 minuti a piedi a Piazza Navona.



Piazza Navona

Seconda piazza, se si può dire, era sede del mercato nella Roma antica, adesso non più. Bellissima le tre fontane, su tutte quella dei 4 Fiumi rappresentati dal Danubio, Nilo, Gange e Rio della Plata.

Facilmente si trovano artisti di strada nella piazza, molti musicisti e pittori quotidianamente stazionano nella piazza, rendo ancora più caratteristico l'ambiente. Se doveste capitare a Roma sotto le vacanze di natale non potete esimervi dal visitare i bellissimi Mercatini di Natale che hanno luogo proprio a piazza Navona. Le tante luci, i colori, la musica rendono l'atmosfera natalizia davvero piacevole.



Campo De' Fiori

Roma città da amare

La mia piazza preferita, quella adibita per lo più al mercato, tutti i giorni, dalla mattina al tramonto, dopo di che la sera c'è poco da fare. La vita si sposta altrove. La mattina però, è davvero, bellissimo. Il mercato, nato come mercato di quartiere, almeno fino a qualche anno fa sembrava aver mantenuto la propria identità di mercato popolare. Bancarelle pieni di frutta, formaggi, pasta, carne, spezie, fiori, un mix di odori e colori che vi facevano perdere totalmente la concezione del tempo, e vi avrebbero fatto passare una piacevolissima mattianata tra le bancarelle. Purtroppo dopo la mia ultima visita, sono rimasto un po' deluso. Il mercato sembra aver perso la propria identità popolare, contrassegnata da venditori romani che in pieno stile da venditore sbraitavano tra le bancarelle per inneggiare ai loro prodotti, adesso di romano non ce ne rimasto davvero nessun, ci sono solo indo-pakistani, parcheggiati li nelle bancarelle, che alle volte faticano anche a parlare italiano.

Roma città da amare



Piazza Venezia

Non una vera è propria piazza, rappresenta un punto nevralgico dell'urbanistica della città, sicuramente vi capiterà di passarci con la macchina o il bus durante il vostro giro per Roma. Piazza, oggi celebre, sopratutto perchè ai piedi del Vittoriano. (vedi dopo)



Altra piazze altrettanto belle da visitare, sono sicuramente, Piazza del Popolo, Piazze del Campidoglio e piazza della Colonna, quest'ultima famosa per l'imponente collona di Marco Aurelio, che dall'alto dei suoi 40 metri rappresenta, scolpite in basso rilievo, tutte le vittorie dell'imperatore.



Piazza San Pietro

Quasi dimenticavo Piazza San Pietro, altra grandissima e famosissima piazza che ospita l'omonima basilica, la piazza è delimitata da una miriade di Colonne disposte con grande accuratezza tanto da richiamare al tema dell'” Infinito”.

Qui ci troviamo nella Città del Vaticano, stato che da secoli è sotto la giurisdizione della chiesa. L'ingresso nella Basilica è gratuito, la fila però quasi interminabile. Solo quando si è dentro ci si rendo conto di tutto il suo splendore. La cupola con il suo diametro di più di 40 metri è una tra le più grandi, inoltre la sua superficie è completamente affrescata con disegni di Michelangelo che vi lasceranno a bocca aperta, soprattutto se siete a conoscenza della sua storia e dei tempi e le modalità di lavoro per portare a compimento di quel capolavoro. Altre opere degne di nota della Chiesa sono il Baldacchino Papale posizionato proprio sotto la cupola, con i quasi suoi 30 metri, ed interamente in bronzo da proprio una sensazione di pesantezza mista a armoniosità, conferitagli soprattutto dalle 4 colonne spiralate. Oltrepassato l'altare si passa ad una delle più celebri sculture mai realizzate, “ La pietà “ di Michelangelo. Celebre è anche il sistema di organi principali proprio dietro all'altare.



PARCHI E GIARDINI

Villa Borghese

Uno tra i più importanti per grandezza e centralità è Villa Borghese, che al suo interno ospita anche il Bioparco ed il Museo della Zoologia davvero molto interessante.


Giardino degli aranci

Il mio preferito, anche se molto piccolo, è il Giardino degli Aranci o parco Savello. Il giardino deve il suo nome proprio al cospicuo numero di alberi di aranci che lo rendono unico nel suo genere. Caratteristica la fontana con l'acqua che esce dalla bocca, proprio all'ingresso del giardino.

Assolutamente da non perdere la bellissima vista che offre la “Terrazza” del giardino su Roma, una vista davvero impagabile della Cappella Sistina, sia di giorno che con le luci della sera. A pochi passi dal Giardino degli Aranci c'è il Priorato dei Cavalieri di Malta, da dove potrete apprezzare, dalla serratura del portone, la vista della Cappella Sistina, resa celebre dal Film la Grande Bellezza.

Vedere per apprezzare tale bellezza.

Roma città da amare



ALTRO DA VEDERE

Altare della patria (Vittoriano) 

E' uno dei monemti di nuova costruzione (epoca moderna) più rappresentativi di Roma, ai suoi piedi si apre una lunga e larga scalinata che termina su piazza venezia. L'ingresso alla struttura è completamente gratuito. All'interno non c'è molto da vedere se non le spoglie, si fa per dire, del milite ignoto, un soldato appunto, di cui non sono state ritrovate le spoglie, e che rappresenta tutti i caduti della prima guerra mondiale. E' possibile inoltre salire completamente sul palazzo, ci sono due piani "alti", il primo completamente gratuito offre, da una terrazza, una splendita vista su Roma ed in particolare sui fori imperiali. Il piano ancora più alto, si sale esclusivamente con un ascensore, necessità l'acquisto di un biglietto che costa 7€, se non ricordo male per la sola salita. Prezzo che, personalmente, ho ritenuto davvero eccessivo e per questo non sono salito oltre. Se un domani ci andrete mi farete sapere. 

Castel Sant'angelo

Roma città da amare


A neanche 200 metri dal Vaticano si erge questa imponente struttura. Dal centro della città vi si arriva attraverso il ponte che porta lo stesso nome. Il castello, si trova proprio sopra il tevere. All'interno del Castello troviamo un museo, che rappresenta il Mausoleo di Augusto. Purtroppo non l'ho visitato all'interno, il prezzo del bigleitto è di 10€, con eventuali sconti alle volte 5€. 

Altare della pace

Un po' fuori dal centro della città, l'ara pacis merita di certo una visita. Altare dedicato ad Augusto si trova nel campo Marzio.



Foro di Augusto

Roma città da amare

A pochi passi dall'altare della patria (Vittoriano), i fori sono la testimonianza più lampante dell'antica Roma, si posso ripercorre con un po' di immaginazione le vecchie strade ed i borghi di un tempo, conservati in maniera quasi impeccabile dal tempo.

Consiglio di passarci la sera, le luci arancioni che illuminano il foto sono qualcosa di molto suggestivo, stesso si incontrano anche qui degli artisti di strada che vi delizieranno con la loro musica. Stesso discorso per il foro di Augusto vale anche per quello di Cesare.

Roma città da amare


Galleria foto


Condividi la tua esperienza Erasmus su Roma!

Se conosci Roma come abitante nativo, viaggiatore o studente in scambio... condividi la tua opinione su Roma! Vota le varie caratteristiche e condividi la tua esperienza.

Commenti (0 commenti)



Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!