Advertise here

Facebook: la mia esperienza sul social network più attraente del momento!

Pubblicato da Gilda Immacolata Stelitano — 3 anni fa

0 Tags: Esperienze Erasmus Roma, Roma, Italia


Introduzione.

Senza parole!

Miei carissimi lettori, poco prima di iniziare a scrivere questo post stavo, in realtà, terminando di scrivere di una ricetta che, molto probabilmente, finirò di rileggere e che pubblicherò, se tutto va secondo i miei piani, nel giro di qualche ora.

Tuttavia, non ho potuto smettere di pensare al titolo di questo post, nel momento in cui, per una semplice curiosità, mi sono messa a ricercare il profilo di una mia “amica”, semplicemente, perché non la sento da un po’ e mi stavo, per l’appunto, chiedendo, che fine avesse fatto.

Non è un’amicizia come le altre. Abbiamo, o perlomeno, avevamo, fino ad oggi, un rapporto molto gioviale, intimo, e sicuramente, eravamo legate da tantissime e forti reciproche “amicizie”, che ci impedivano, in tutte le circostanze possibili ed immaginabili, di allontanarci l’una dall’altra!

Controllo di nuovo!

Vi chiedo perdono per l’insistenza, ma ciò che ho appena notato sul suo profilo, mi ha fatto venire talmente uno stato di incredulità, tanto che ho dovuto controllare che fosse vero, quello che avevo visto, prima di poter continuare a scrivere!

Ma si può?!

Non so davvero come sia possibile, visto che io e lei risultiamo ancora amiche su Facebook, quantomeno, che io, una volta giunta sul suo profilo, non riesca a vedere più alcuna foto, alcun link, alcuno stato, o commento che, fino ad oggi, ho sempre visto, e talvolta, ma non troppo spesso, mi sono permessa di apprezzare con un like, oppure un commento, ritenuto, a questo punto, devo dire, e pensare, decisamente di troppo!

Cominciamo dal principio!

I problemi che ho riscontrato, personalmente, con questo da me comunque tanto amato social networksono stati, in passato, molto di più che pochi, tanto che, a dire il vero, sono stata costretta a cambiare profilo per ben più di una volta!

facebook-mia-esperienza-social-network-p

Cambi di profilo!

La prima volta, a dire il vero, la più drastica e decisiva, almeno per quanto riguarda lo stupore dei miei amici, è stata quella in cui, essendo, purtroppo, venuta a contatto con una persona poi rivelatasi un truffatore, in ambito di immagine, avevo paura di mostrarmi al mondo e così, un po’ per il timore che potesse rubare ancora le mie foto, ed un po’ perché timorosa di questa parte brutta del mondo, ho deciso di crearne uno nuovo.

Primo profilo nuovo!

Anche questo, però, non ha riscosso molto successo. “Perché?!”, chiederete voi.

Ora ve lo spiego!! I problemi legati a ciò che succede, o che non succede su Facebook, risiedono in quello che Facebook è: un insieme di regole potenzialmente pericolose, quanto, almeno, potenzialmente positive.

Facebook è così!

Non è stato, però, così tanto semplice, almeno per me, imparare ad accettare le regole di Facebook!

Tanto tempo!

Ci è voluto, infatti, davvero tanto tempo, per accettare, capire e “saper gestire”, magari, queste regole. E’stato un lungo periodo di tempo, durante il quale avevo provato a gestire dei profili differenti, disponendone uno per gli amici più cari, ed altri due professionali.

Non funziona con due profili!

Nessuno di questi profili era falso, ma, soltanto, avevo dei contatti di persone molto diverse tra loro, in questi profili.

Un nome, una garanzia!

Tuttavia, anche in questo caso, avevo riscontrato dei problemi, principalmente perché, essendo il mio nome, ovviamente, sempre lo stesso, mi capitava di ricevere più richieste di amicizia, su diversi profili, dalle stesse persone!

Niente Facebook!

E’ proprio per questo che ho deciso di uscire, finalmente, da Facebook. Sono riuscita a farlo, contrariamente a quanto si possa pensare, senza molti problemi. Ovviamente, un po’ mi mancava questa meravigliosa piattaforma globale che dove potevo tranquillamente rivedere il mio mondo, però, ho avuto la prova della necessità di Facebook, esattamente, l’estate scorsa, quando, essendomi ritrovata finalmente, tra gli amici di sempre, durante una serata in cui suonava la Cover Band di un mio cantante preferito, sono venuta a sapere delle cose che prima, non avrei mai immaginato di scoprire.

Prima fra tutte, un mio amico si sarebbe sposato di lì a breve! E già questa era una notizia molto importante perché non si trattava di un amico qualsiasi, ma di un vecchio compagno di classe!

Era dunque importante, questo matrimonio, perché era il primo, fra tutti, a sposarsi!

Una notizia molto meno bella, invece, anzi del tutto tragica, era il fatto che un famoso calciatore della mia città di Cosenza, con il quale avevo, addirittura, sviluppato il mio lavoro di tesi durante la laurea triennale, aveva bevuto un bicchiere d’acqua troppo fredda, ed era morto.

Allibita e stupita da quelle novità, il mio primo spunto di riflessione, dopo un tale “ritorno alla realtà”, mi ha fatto realizzare dell’importanza che, effettivamente, ricopre questo social network, a volte, purtroppo, davvero troppo dannoso.

Un ritorno inaspettato!

E’ proprio così che, dopo un altro periodo di riflessione, e per la gioia dei miei amici, sono rientrata sul social network!

Non è durata molto!

Tuttavia,ancora una volta, non è durata molto perché, sempre per gli stessi motivi legati alla privacy, avevo paura di espormi, addirittura, con alcune persone che non reputavo propriamente “amiche”.

E così, un’altra volta, mi sono cancellata.

Il grande ritorno!

Ho però, creato un nuovo profilo, nel quale, mi ero promessa, non avrei regalato nessuna informazione particolare, alle persone che non conoscevo, e cioè, al pubblico di “copertina” e di immagine di profilo, quelle due sole foto che, anche volendo, non possiamo, in alcun modo, nascondere al “pubblico mondiale”, che mondiale, è, nel vero senso della parola!

L’immagine del profilo.

Proprio per questo motivo, però, avevo difficoltà a farmi riconoscere dai miei amici, tanto che, a volte, dovevo davvero convincerli che fossi io!! Per non parlare del fatto che ricevevo, quasi ogni giorno, una valanga di messaggi in cui mi si chiedeva di esporre, almeno, l’immagine del profilo.

A seguito però, delle mie brutte esperienze, ho comunque deciso di attendere il momento in cui mie sentivo davvero pronta per esporre la mia immagine al mondo e, così, ho aggiornato la mia foto del profilo, con quella stessa foto che ho presentato su questa piattaforma di Erasmusu, dove mi si ritrae, felicissima, il giorno della mia laurea. Ecco! Se mai dovessi scegliere una foto che mi rappresenti al meglio, al mondo,io sceglierei questa!

facebook-mia-esperienza-social-network-p

Da allora, infatti, non l’ho mai cambiata e, a dirla tutta, non sento neanche l'esigenza di farlo!!

L’immagine di copertina.

Soffre molto di più, invece, chi vorrebbe vedere anche una mia immagine di copertina! Non ho ancora avuto il coraggio, o la voglia, o l’esigenza, chissà, di posizionarne una!

Un amore sul web!

Molto, ma molto più importante, è l’effetto che ha avuto Facebook, nella mia vita, in ambito amoroso!

Perché mi sono iscritta su Facebook?!

Non è una domanda retorica, questa volta! E’, piuttosto, questa, una domanda che mi sono porta diverse voltequando, alla fine della mia lunga storia d’amore, nata proprio sul web, mi sono ritrovata sola e abbandonata.

facebook-mia-esperienza-social-network-p

Tuttavia, il primordiale motivo per cui mi sono iscritta a Facebook è stato, sicuramente il voler essere più presente con i miei amici, ma anche, e soprattutto, oserei dire, il fatto di poter restare, eventualmente, maggiormente in contatto con il ragazzo di cui ero invaghita allora.

La mia "storia d’amore"!

Se dovessi definirla oggi, 23 Agosto 2016, non la chiamerei più “la mia storia d’amore”, eppure, è stato proprio per via di questa storia, nata sul web, che ho trascorso diversi anni della mia vita, a soffrire, a piangere, ma anche ad amare. O, perlomeno, a tentare di capire che cosa significhi questa parola.

Non posso soffermarmi a raccontarla o a riassumerla, non è questo il luogo adatto! Posso, tuttavia, dirvi, che è nato tutto da una richiesta di amicizia che questo ragazzo mi aveva inviato perché “avevamo degli amici in comune” e che, piano piano, mi sono innamorata follemente, posso dirlo (!!), di questo bellissimo ragazzo.

Peccato, però, che mi abbia spezzato più volte il cuore, proprio come, sicuramente, ho fatto anche io, senza volerlo. Ecco perché, senza rimpianti e senza rimorsi, mi chiedevo, molto spesso se non avessi avuto nulla di meglio da fare quel giorno in cui ho iniziato a parlare con questo ragazzo che, a dire il vero, inizialmente, avevo rifiutato per più volte, non perché non mi piacesse “la sua immagine del profilo”, ma, semplicemente, perché non lo avevo mai conosciuto di persona!

Fine della storia!

Infine, non so se abbia fatto bene o se abbia fatto male. Fatto sta che è possibile che oggi le storie possano iniziare così facilmente e questo mi fa, in cuor mio, tantissima paura, se penso di volermi approcciare alla creazione di una famiglia tutta mia quando magari, anzi non magari (!!), mio marito potrebbe ricevere una “richiesta di amicizia” del genere proprio mentre io, invece, sto preparando la cena!

Informazioni generali.

Quanto tempo è durata questa esperienza?

Sono circa 9 anni che ho a che fare con questo social network!

Dove si è svolta questa esperienza?

Sul web! Nel mondo globale, direi! Tuttavia, spesso, i problemi che ho riscontrato su questo social, sono stati derivanti da persone che non appartenevano alla mia città!

Qual è il ricordo migliore che ho di questa esperienza?

Mi verrebbe da dire, come non accade sempre, quando scrivo un nuovo post, che, nonostante tutto, i bei momenti che ho vissuto grazie a Facebook sono veramente tanti! Più che alto sono ricordi legati alla famiglia, agli amori, alleamicizie!

facebook-mia-esperienza-social-network-p

Come non posso dimenticare, infatti, le canzoni in cui il mio ex ragazzo mi aveva taggato?! I link con le parole che mi aveva dedicato e le nostre foto che, magicamente, erano diventate l’immagine di noi che aveva il mondo intero?!

Forse chissà, è proprio per questo che ho cambiato profilo! Per evitare di pensare e di vedere quello che non dovevo o volevo, vedere.

Non è una solita e semplice forma, infatti, quella di amarsi attraverso questo social network: è qualcosa di molto più ampio e profondo, rispetto a dei semplici messaggi o a delle telefonate. E’ come se, inconsciamente, volessimo avere quella voglia di gridarlo al mondo che, in amore, sembrerebbe renderci più sicuri, erroneamente, dei sentimenti che proviamo in una determinata storia d’amore.

Ed invece, non è sempre così: a volte, addirittura, si rischia di ingigantire un sentimento “da poco”, nel senso “non molto intenso”, rendendolo pubblico, di fronte alla conoscenza ed al giudizio di centinaia, o migliaia, o milioni, di persone, conosciute e non.

E’ per questo motivo che, adesso, in questo nuovo profilo, e per la prima volta, mi sento più “sicura”, da questo punto di vista, almeno.

E’ proprio grazie al fatto che mi sono resa conto che, così come accade su di un grande libro, una volta che abbiamo scritto qualcosa su Facebook, allora, questa, rimane, per sempre, scritta lì dove “nessuno”, tranne tu, la può cancellare.

Un grande diario incancellabile!

E’ proprio come un grande diario segreto, che diventa, però, magicamente, pubblico!

facebook-mia-esperienza-social-network-p

E’ forse questo il problema di tutto. Che non si possono, o che perlomeno, non si dovrebbero, rendere pubbliche, alcune cose veramente intime che, altrimenti, perderebbero di valore.

 E’ proprio per il fatto di aver scelto di non rendere pubblico nulla, riguardo alla mia vita privata amorosa, che dir si voglia, che mi sento meglio. Mi sento più protetta e meno minacciata da giudizi, discussioni e gossip, sebbene un po’, non faccia poi tanto male, in fin dei conti.

Ma, più di tutto, mi sento meno minacciata dalla paura di non riuscire a restare da sola con i miei ricordi nel caso in cui la mia ultima storia dovessi finire.

Gelosie ed invidie!

E che dire dell’invidia?! Sono sicura che ciascuno di voi abbia ammesso, almeno per una volta nella vita, di pensare che, qualcun altro, potesse essere invidioso di voi. Ed, effettivamente, è proprio così! Il fatto che io adesso condivida tranquillamente i miei eventi, le mie attività ed i miei momenti di gioia su Facebook, non significa che io abbia dimenticato, o che non pensi, che ci sia qualcuno che, proprio in quel momento, mi stia invidiando.

Purtroppo, però, questo non è un problema relativo  Facebook, ma appartenente, piuttosto, alla vita stessa.

Ci sono tantissime amicizie che non avrei voluto accettare, come tanti, del resto, ma, quando i nostri nemici si nascondono proprio in mezzo al nostro più amato gruppo di amici, come possiamo “non accettare l’amicizia”?!

E’ proprio questo il caso di tantissime persone che, pur mostrando, apparentemente, un’attitudine positiva verso di noi, si ritrova ad averlo, questo coraggio di non accettare una richiesta d’amicizia?! Non vi sembra strano?!

Strano?!

Più che strano, io direi che questo sia, molto più semplicemente, rivelatore. E’ infatti rivelatore, questo fatto, se pensiamo alla falsità con cui ci si viene porto un sorriso, quando ci si nega, però, l’autorizzazione ad avere accesso ai contati telematici di quella persona che, magari, prima di allora, a noi stava anche simpatica!

Gelosie e tradimenti!

Torno, adesso, indietro, all’argomento che stavamo affrontando, poco prima, per toccare una tasto più dolente, ovvero quello dell’amore e dei tradimenti.

Sono mai stata tradita?!

Io credo proprio di si! Tuttavia, mi piace continuare a credere, o perlomeno, a sperare che durante i miei rapporti di fidanzamento, i miei ex si siano concessi la galanteria di non frequentare, in maniera tanto spinta, altre persone.

Eppure, è stato proprio grazie ad alcune foto, subito dopo la rottura del mio famosissimo, ma forse non così tanto importante, poi, fidanzamento, che ho iniziato a notare “dei movimenti sospetti”.

“E’ soltanto un’amica!”.

Mi aveva detto, ed io, stupidamente, o ingenuamente, o fiduciosamente, gli avevo creduto. Chissà che, forse, allora, il non più mio lui avesse avuto davvero ragione, visto che, anche dopo la rottura, stava continuando a sentirmi e, soprattutto, a vedermi, tuttavia, è stato proprio con quella ragazza ( che coincidenza!! ), che si è fidanzato con lei dopo circa qualche mese!

Peccato, però, che il “fidanzamento” insieme a lei sia durato poco più di 5 giorni e che poi sia ritornato, piangendo, proprio da me!

Non è durata così poco, però, la loro amicizia che, in certi momenti, ho ancora qualche dubbio che sia finita del tutto, sebbene, apparentemente, sembrerebbe di si!

Ritorniamo a noi!

Come sono venuta a conoscenza di questa opportunità?

Era stato attraverso il continuo ripetersi della parola Facebook durante, praticamente tutti i momenti di svago, che mi ero quasi ossessionata, dal volermi, anche io, inscrivere su questo social.

Se potessi, sceglierei di ripetere questa esperienza?

Mmmmm… direi di si! Non è questione di volere esserci o meno. Il punto è che “il mondo va così”, che la generazione si è “evoluta” ( si spera!! ) e che questo è il solo mezzo disponibile al mondo, per attrarre l’attenzione di certe persone, amici compresi!

Quindi direi che, anche se non volessi farlo, dovrei comunque, iscrivermi nuovamente, su questo social network!

Cosa cambierei se tornassi indietro?

Immagino che, senza dubbio, non potrei ripetere questa esperienza, ai tempi di allora e con il senno di adesso, eppure, se potessi farlo, cercherei di non gettare ai quattro venti le mie più intime dichiarazioni d’amore, oppure delle pose di foto che, davvero, le signore della porta accanto non si meritano.

Lavorando nel mondo della moda e dell’immagine mi viene difficile “espormi senza espormi”, ecco perché ho creato una pagina dei fan, con l’intenzione di rendere più impersonale questa mia forma di essere, al quale, quantomeno, verrà utilizzata per la ragione per cui è stata appositamente creata, si spera!!

Consigli per il futuro.

Io, in questo post, avrei una sfilza di consigli da fare, a tantissime persone così, perché no, la faccio!

Ecco a voi i consigli che sono in grado di offrirvi per quanto riguarda la gestione personale del proprio profilo!

Parliamo di privacy!

Consigli sulla conservazione della propria privacy.

Sotto questo aspetto, vi consiglio:

  • Non pubblicare delle foto in pose troppo intime o troppo confidenziali in nessun tipo di voce Facebook, in maniera particolare nelle immagini del profilo e di copertina;

  • Evitare di rendere pubbliche le informazioni personali, modificandone la privacy, specificatamente;

  • Non fare, come facevo anche io una volta, l’errore di scrivere delle frasi troppo intime, riguardo alla nostra vita privata ( mi riferisco, ad esempio, ad un vizio che io avevo molto spesso e che, proprio per questo motivo, mi portava ad essere derisa, seppure gentilmente, per il mio intimo lato fortemente pronunciato di romanticismo, oppure allo scrivere degli stati sulle situazioni d’amore che, mai, davvero mai, saranno considerati sotto la voce “Ogni riferimento a cosa o persona è puramente casuale”);

  • Non chattare molto, se non affatto, con le persone con cui si ha poca confidenza ( ad esempio, direi che su Facebook si ha a che fare non soltanto con amici, ma anche con conoscenti, o con persone appena conosciute, con le quali non si ha, però, un rapporto di eccessiva confidenza. Ecco perché, ho notato, in tutti questi anni, che alcuni ne approfittano per creare dei rapporti on-line che, in realtà, sarebbero del tutto inesistenti. In breve, non raccontate troppo di voi!).

    Consiglierei questa esperienza ad altre persone?

    Non saprei! Ho un’amica che non è iscritta su Facebook, eppure siamo tanto legate. Proprio per questo mi piacerebbe tanto taggarla, ed è per questo che mi ritrovo a chiederle spesso di iscriversi, per poter condividere la nostra amicizia con gli altri, eppure, ogni qualvolta in cui lei inizia a fare la faccia del tipo “Mmmm…forse dovrei!!”, io subito le consiglio di non farlo!

    Posso permettermi di dirle questo perché, nel suo caso, non sarebbe necessario iscriversi. Sarebbe, infatti, semplicemente un di più. Nel mio caso, invece, è una vera e propria necessità di immagine  lavorativa, prima ancora che di amicizia e di contatti, sebbene, nella mia mente, metterei, entrambi, ugualmente, al primo posto, qualora fosse possibile!

    Consigli per gli altri.

    Consiglierei, quindi, di iscrivervi al social network, oramai divenuto indispensabile per la vita, quasi (!!), ma di prestare le giuste attenzioni.

    Ad esempio!!

    Posso immaginare, soltanto, quanto si possa amare un proprio figlio, eppure, pensiate che questo possa essere protetto, una volta che una sua foto verrà resa pubblica su un portale mondiale?

    Il mondo in cui viviamo è stracolmo di bene, ma è anche pieno di male e, questo male, a volte, ce lo creiamo da soli.

    Siamo tutti super spiati!

    Avete mai avuto, poi, l’impressione di esser spiati da qualcuno su Facebook? Beh, io si!! Eccome!! Sembrerà molto strana questa sorta di sensazione, se pensiamo che, nel momento in cui accettiamo la richiesta di amicizia di qualcuno lo autorizziamo, direttamente, e subito, ad avere accesso a tutte le nostre informazioni private che noi, e soltanto noi, decideremo di rendere pubbliche?

    Allora, dati questi presupposti, come mai ci da fastidio il fatto che alcuni dei nostri “amici” dichiarati su Facebook, che in realtà sono soltanto dei semplici conoscenti, vedano le nostre foto, i nostri commenti ed i vari link che pubblichiamo e di altri, invece, non ci curiamo affatto, anzi ci fa addirittura piacere?

    Credo di stare per entrare, se non ci fossi già entrata sin dall’inizio della stesura di questo post, nell’ambito della psicologia!

    E’ questo, ultimamente, uno dei miei più amati ambiti di studio. Tuttavia, non mi sento in grado di dare delle vere e proprie pillole comuni salvavita,, che possano, per l’appunto, andare bene, in qualsiasi caso, alla collettività.

    Ecco perché vi consiglierò di prendere con le pinze questi miei consigli ed avvertimenti che sono, in realtà, un insieme di semplici opinioni personali, nate però, dal frutto, di tanti anni di esperienza!

    Io credo, sinceramente, che la vera ragione per cui questo accade, dentro di noi, è che, in realtà, non tutti quelli che aggiungiamo su Facebook sono dei veri e propri amici.

    A prescindere dal fatto che oggigiorno si debba pensare di poter essere traditi perfino dal proprio migliore amico, i rapporti di amicizia più intimi e confidenziali, non sono di certo gli stessi che possiamo riservare ad un collega molto simpatico che, sebbene conosciuto da poco tempo, ha subito scatenato, in noi, un forte senso di affidabilità!

    Qualcosa di più.

    Non è facile, per me, restare qui, alla tastiera di un computer, quasi comodamente seduta, in una notte d’estate, dando consigli a destra e a manca su come “proteggersi da Facebook”. Più che altro, non è facile e né certo, in alcun caso, che non sia, proprio attraverso qualcosa che sia stato riportato sul vostro portale di Facebook, che non vi accada, mai, nulla di male, nella vita.

    Conclusioni.

    Una crudele, ma necessaria, verità!

    E’ con questo tristissimo, ma lieto, fine, che vorrei lasciarvi, in questo articolo. Voglio farlo non perché ho voglia di rendervi tristi, ma, molto più semplicemente, perché questa, anche se amarissima, è la verità.

    E dalla verità non si può sfuggire, neanche se sfuggissimo dal voler restare, oppure no, sul social network più amato, e temuto, al tempo stesso, di questi anni.

    Dico “anni” perché, sicuramente, Facebook ha ancora tanto, forse troppo, direi, da dare al mondo.

    Tuttavia, chissà, magari tra qualche anno, anche Facebook, così come tutte le altre cose, troverà la sua fine.

    Forse allora, chissà, sarò già morta. Beh, in tal caso spero di riuscire ad essere una “brava nonnina” e a saper spiegare ai miei nipotini che cosa è giusto pubblicare e che cosa non lo è!!

    Grazie infinite per aver letto questo post!

    Spero tanto che vi sia piaciuto e, nel caso, vi aspetto al prossimo post!!

    Alla prossima!!

    P. S.: Un'ultima cosa!!

    In conclusione di questo post, scritto il 23Agosto 2016, vorrei dire un grazie particolare ai miei lettori più affezionati, perché è proprio grazie a loro che, se tutto va bene, fra “pochi minuti”, sarò arrivata a riconquistare, per la seconda volta, in questa mia seconda esperienza, la prima posizione!

    E vi prometto che, se anche non fosse oggi, ma riuscissi a riconquistarla, ad esempio fra una settimana, farei di tutto, lo stesso, per riuscire a mantenerla, fino alla fine del concorso!!

    Grazie di cuore, quindi, e, questa volta posso scriverlo sul serio:

    Alla prossima!!


Galleria foto


Condividi la tua esperienza Erasmus su Roma!

Se conosci Roma come abitante nativo, viaggiatore o studente in scambio... condividi la tua opinione su Roma! Vota le varie caratteristiche e condividi la tua esperienza.

Commenti (0 commenti)



Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!