Una Domenica a Cesky Krumlov

E’ venerdi’ pomeriggio e sto quasi per uscire dall’ufficio. Il fine settimana sta ormai per iniziare e io sto ancora pensando a cosa fare nei prossimi giorni. Controllo il meteo e, con mia sorpresa, nonostante siamo a fine Ottobre, si prospetta un weekend soleggiato e con temperature primaverili. Decido allora che e’ necessario approfittare di uno degli ultimi weekend di sole prima di un inverno che si prospetta decisamente freddo, ed e’ proprio allora che mi viene un’idea. Prendo il telefono e scrivo a Nazareth, la mia amica Spagnola di cui vi ho parlato nel post dedicato al castello di Karlstejn e alla nostra “passeggiata” in montagna, e le chiedo se ha voglia di venire con me a visitare un altra tra le “Citta’ Gioiello” della Repubblica Ceca a Sud di Praga: Cesky Krumlov. La sua risposta non tarda ad arrivare, e le sembra un’ ottima idea. Comincio allora a cercare I biglietti per l’indomani ma, con mio disappunto, tutti i posti sul pullman erano gia’ terminati, segno della grande quantita’ di persone che da Praga decide di visitare questo luogo, e allora decidiamo di prenderli per quella stessa Domenica. E’ proprio cosi’ che Domenica mattina, alle 8, siamo alla stazione degli autobus di Andel per aspettare il nostro Regiojet. Non so se ne avete mai sentito parlare (io onestamente non conoscevo questa compagnia prima di venire a vivere a Praga), ma e’ un po’ lo stesso concetto del Flixbus, se non fosse per il fatto che gli autobus sono dotati di schermo su ogni sedile e offrono caffe’ e altre bibite a bordo!

Dopo circa due ore e 50 minuti, scendiamo finalmente nella piccolo stazione degli autobus di Cesky Krumlov, e da li’ possiamo gia’ avere una bella panoramica sulla citta’, in quanto la stessa si trova su un altura poco lontana dal centro. Riusciamo a vedere da lontano l’alto campanile di una chiesa e la torre di quello che supponiamo essere il Famoso castello (Patrimonio dell’Umanita’ secondo l' Unesco), e vediamo anche a vedere parte del fiume che traccia una vera e propria curva a U nella cittadina. Non siamo riuscite a dormire in autobus, ma siamo super cariche per iniziare la giornata in questo bellissimo angolo di Repubblica Ceca.

una-domenica-cesky-krumlov-bb408befa19c6

Iniziamo allora a scendere lungo la collina e solo pochi minuti dopo ci ritroviamo sul ponte che ci collega direttamente al centro citta’. Subito intuiamo che si tratta di un luogo estremamente turistico, data l’altissima quantita’ di persone che non hanno minimamente l’aria di essere “ gente del posto ” e dei negozi di souvenir I quali costituiscono, insieme ai numerosissimi ristoranti ed alberghi, la parte principale del business locale. Subito riamaniamo colpite dagli stretti vicoletti in cui ci ritroviamo a camminare, dallo stile delle costruzioni e dai vivaci colori che spiccano tutt’intorno. In breve ci troviamo in quella che e’ la piazza principale del paese, la quale rappresenta il punto di convergenza delle tantissime stradine del centro storico. Al centro della stessa si innalza un alto obelisco, al di sotto del quale sono seduti alcuni tra I numerosissimi turisti asiatici che affollano il paesino.

una-domenica-cesky-krumlov-4a85b23e121ed

Sono gia’ le 11 e 30, e allora decidiamo di andare a visitare il Castello prima di andare a pranzare in uno di quei tantissimi ristorantini che abbiamo visto poco prima. Dopo aver allora attraversato il fiume, ci ritroviamo a salire verso quello che rappresenta decisamente il maggior punto di interesse della citta’: Il Castello di Cesky Krumlov. Esso sorge sulla parte piu’ alta della citta’, e un grande muro di cinta separa nettamente la struttura dalla citta’. Una volta arrivate ormai all’ingresso principale, notiamo una moltitudine di persone che si accalcano per guardare in basso verso il “ Fossato del Castello ”. Incuriosite, ci avviciniamo a nostra volta e vediamo una cosa che, onestamente, non ci saremmo mai aspettate in quel luogo: due grandi orsi infatti sono infatti intenti a fare un bagno nel laghetto sottostante. Ci guardiamo e scoppiamo a ridere: era davvero l’ultima cosa che ci aspettavamo di trovare li’. Dopo circa dieci minuti ( Nazareth non trovava il coraggio di smettere di guardare quelle due adorabili palle di pelo), decidiamo finalmente entrare nel grande cortile del castello, e iniziamo a camminare attraverso vari piccolo cortili che si alternano tra le grandi mura, le quali sono dipinte e decorate nel dettaglio, tanto da rendere il complesso davvero particolare.

una-domenica-cesky-krumlov-30f44044a580b

Arriviamo fino ad una Bellissima terrazza che si trova sulla stradina che conduce fino ai grandi Giardini del castello, e da li’ la vista e’ davvero magnifica. Riusciamo a vedere l’intera cittadina sotto di noi, e si distingue chiaramente il disegno naturale tracciato al suo interno salla Moldava, il fiume da cui e’ attraversato. In lontananza si scorge qualche montagna e una vasta tavola verde. Dopo aver scattato qualche foto, decidiamo allora di proseguire per visitare I Giardini. Dopo una breve salita, ci ritroviamo cosi’ all’ingresso di quello che e’ un enorme e bellissimo parco: alla nostra destra c’e’ l’ingresso di un grande labirinto, mentre alla nostra sinistra si estende un enorme giardino colorato dale bellissime e calde tonalita’ autunnali. Cominciamo allora a passeggiare godendoci la tranquillita’ di quel luogo, l’unico non sovraffollato da turisti, e che quindi riusciamo a sentire soltanto nostro per un po’.

una-domenica-cesky-krumlov-ad18d54fc4140

Dopo circa mezz’ora, pero’, ci rendiamo conto di avere davvero fame. Decidiamo allora di uscire dal castello e, dopo un ultimo e breve salute agli orsacchiotti che nel frattempo avevano iniziato a mangiare, ci avviamo verso un ristorante il quale, secondo trip advisor, meritava di essere visitato forse quanto lo stesso Castello. Camminando, pero’, ci rendiamo conto di allontanarci di parecchio dalla zona turistica e arriaviamo in una parte della citta’ che sembra invece ora piu’ a misura di abitanti del luogo. Non c’e’ praticamente nessuno per strada e allora mi sale un forte dubbio. Prima di arrivare nel locale, infatti, decido di telefonare e I miei dubbi trovano conferma: la Domenica e’ Chiuso. Dopo un breve momento di disappunto, rimoduliamo immediatamente I nostri programmi e decidiamo di fermarci in un locale che abbiamo superato da poco. Dopo pranzo, realizziamo che mancano ancora tre ore alla partenza, e che abbiamo visto praticamente tutti quelli che sono i punti piu’ importanti della cittadina che, seppur Bellissima, e’ molto piccola. Decidiamo allora di perderci per quella fitta rete di stradine, e scopriamo tantissimi angoli e negozietti che non smettono di catturare la nostra attenzione.

una-domenica-cesky-krumlov-3db5b8df6bc0a

Quando siamo ormai stanche e pensiamo davvero di aver visto tutto, o quasi tutto, di quello che c’e’ da vedere, decidiamo di tornare sulla riva del fiume per sederci e goderci un po’ quell sole che ha illuminato l’intera giornata. Il paesaggio e’ davvero incantevole: alberi gialli e rossi si riflettono sul fiume creando un effetto davvero magnifico.

Dopo quaranta minuti sedute a parlare e a commentare le cose appena viste, decidiamo di avviarci lentamente verso la stazione degli autobus, in quanto alle cinque sara’ proprio li’ che riprenderemo quello che ci portera’ verso Praga. Ripercorriamo allora per l’ultima volta le strette e incantevoli stradine della citta’ vecchia, attraversiamo la piazza colorata e usciamo, stanche ma felici, da questo piccolo e incantevole pezzo di mondo.

una-domenica-cesky-krumlov-cd8a82bbd6f46


Galleria foto


Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!

Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!