Advertise here

La nostra visita a Linz

Oggi voglio parlarvi della città di Linz. È la terza città più grande dell'Austria, anche se in realtà città come Strasburgo sembrano il triplo più grandi, o almeno questo vale per il centro storico. L'abbiamo visitata in poche ore perché era di strada rispetto alla nostra vera meta: Hallstatt. Abbiamo deciso di fermarci per spezzare un po' il viaggio ed abbiamo fatto benissimo.

Di solito mi piace partire preparata, sapendo già qualcosa delle città che visito. Un dato curioso è che Hitler non è nato in Germania, bensì in un piccolo paese chiamato Braunau am Inn, che si trova proprio accanto a Linz.

Nella vita ci sono tante contraddizioni e la storia di Hitler con questa città potrebbe esserne un esempio. Sociopatico, criminale e dittatore, Hitler è sempre stato innamorato di Linz, ci ha trascorso l'infanzia e una parte della sua adolescenza. Quando è arrivato al potere, ha voluto dirigere un progetto per convertire questa piccola città nel centro culturale del Terzo Reich. Non ci è riuscito al 100 %, ma è vero che lo sviluppo di Linz è dovuto in parte al suo intervento.

La nostra visita a Linz

Nel centro storico, la parte più bella è Hauptplatz, la piazza principale e il centro dove convergono numerose viette. Tutti gli edifici hanno colori diversi, con poca saturazione, sul color pastello e danno un senso di armonia. La maggior parte di queste costruzioni hanno la stessa altezza e un'architettura simile. Lì si trova anche la cattedrale e proprio in centro la Colonna della Trinità, attorno alla quale passano il tram, i pedoni e i ciclisti. È una piazza davvero vivace, dinamica, in continuo movimento di turisti e locali. In più, è piena di gelaterie e ha un'ottima offerta di ristoranti. L'ora in cui l'abbiamo visitata è stata perfetta. C'era quella luce estiva tipica delle sette di sera, che rende tutto più bello. I colori sono più caldi, la temperatura si abbassa e la luce è fantastica. Dalla piazza, potete prendere qualche mezzo per raggiungere Pöstlingberg, da cui potrete ammirare tutta la città dall'alto. La nostra visita a Linz

Noi abbiamo pranzato in un ristorante chiamato Il Gusto. Era italiano e si trovava in una delle viette che portano alla piazza. Di solito quelli che si trovano a Hauptplatz sono più cari degli altri. Noi abbiamo mangiato da dio. Abbiamo ordinato pizza, spaghetti alla carbonara e anche insalata. Come dolce, invece, abbiamo mangiato panna cotta e tiramisù. L'atmosfera era piuttosto tranquilla e l'arredamento molto carino. L'unica pecca è stato il servizio un po' lento e il fatto che ci abbiano fatto pagare 2,50 € per una bottiglia d'acqua. Occhio.

La nostra visita a Linz

Vicino a Hauptplatz, si trova il Danubio. Quando viaggi in Europa ti rendi conto di quanto sia lungo e grande questo fiume rispetto agli altri, infatti ovunque andiamo c'è sempre il Danubio, non lo si perde mai di vista. Una passeggiata sui ponti e sul lungo fiume vale davvero la pena, soprattutto al tramonto.

In più, oltre alla vecchia cattedrale (che mi ricorda molto gli edifici di Bratislava), a cinque strade di distanza si trova anche la Nuova Cattedrale o Mariendom in stile gotico, molto grande e davvero bella. Anche quest'ultima è circondata da ristoranti, con dei panorama fantastici.

La nostra visita a Linz

Per quanto riguarda il parcheggio, noi siamo andati lì di venerdì quindi lo abbiamo trovato gratuito nel centro perché era più tardi delle 18:00. Se ci andate nel weekend, parcheggiare non ha alcun costo durante tutto il giorno.

La nostra visita a Linz

Per l'alloggio invece, ci è sembrato che tutte le soluzioni costassero parecchio, e dato che dovevamo fermarci per una notte abbiamo deciso di allontanarci dal centro e dormire in un paese chiamato Türkstetten. Si trova a 25 chilomentri da Linz, noi avevamo la macchina e quindi è stato semplice raggiungerlo. Abbiamo pagato solo 12 € per la stanza con AirBnb. I letti erano comodissimi, le stanze e il bagno molto spaziosi e la cucina davvero comoda. La mattina ci siamo alzati e abbiamo fatto colazione con dei pancakes. Siamo rimasti molto sorpresi dal panorama della camera, si vedevano una chiesa in lontananza e anche un piccolo paesino tra le montagne. Intorno a noi c'erano le tipiche case austriache e tutto il resto era natura. E come se non bastasse, il padrone di casa era davvero simpatico! Ci ha accolti alle undici di sera senza lamentarsi ed è stato davvero carino con noi. L'unica condizione che ci ha imposto è stata quella di toglierci le scarpe prima di entrare, però ci ha dato delle pantofole. Era molto simpatico. Non poteva andarci meglio, sia per la qualità dell'alloggio che per il suo prezzo.

La nostra visita a Linz

Per concludere, come succede con tante altre città austriache che non siano Vienna, Linz mi ha sorpresa in positivo, soprattutto grazie al fatto che prima di andarci non avevo aspettative. È ciò che succede quando fai un viaggio senza averlo pianificato, e dopo esserci stato ti viene voglia di tornarci. Per oggi è tutto! Vi ringrazio di aver letto il mio articolo, saremo presto assieme con del nuovo materiale sull'Austria, un saluto!


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!