Parthasarathy Temple - Chennai, Tamil Nadu, India | Cosa vedere a Chennai

Parthasarathy Temple - Chennai, Tamil Nadu, India


  - 2 opinioni

Domanda a Manoj

Tradotto da Enrico Rossetti — 3 anni fa

Testo originale di Anand Navdeep

Caro Manoj,

Grazie per questo magnifico articolo. Desideravo leggere qualcosa sul tempio da qualcuno che lo visita spesso e, ringraziando il Signore, è accaduto grazie a te. Spero di visitare il tempio presto. Mi piacerebbe acquistare una piccola statua di ottone/metallo/panchaloha dell'unico Sri VenkataKrishnan Swami, c'è qualche negozio ne dintorni del tempio dove poterla comprare? Potresti gentilmente consigliarmi qualche negozio a Chennai, nel quale vendano una replica del dio principale in metallo.

Cordiali saluti,

Anand

Fonte

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Qualcosa di unico

Tradotto da Sabrina Manfredi — 3 anni fa

Testo originale di Manoj Pradeep

Ciao a tutti, come state? Oggi vi parlerò di uno dei templi più famosi e unici, il "tempio di Parthasarathy". Ho avuto la fortuna di passare la mia infanzia a Triplicane, che per me resta ancora oggi qualcosa di indimenticabile. Ricordo ancora tutto quanto: il tempio, i negozi, i ristoranti e perfino i bazar di Pycroffts Road. Qualsiasi cosa, dalla più classica alla più caratteristica del luogo, ha in sé qualcosa di unico. Nella zona vivono soprattutto bramini ed è sempre piena, dal mattino presto a mezzanotte.

Le caractère unique

Fonte

Laggiù ho passato quasi 14 anni della mia infanzia soprattutto in due strade diverse e, che ci crediate o no, la zona è ancora uguale identica al tempo della mia infanzia. All'inizio vivevo in una casa in affitto, in condivisione con un'altra famiglia che viveva in un'altra zona della casa. Di solito giocavo nel "muttram" (una zona all'aperto con una tettoia fatta di sbarre di metallo posizionate a una certa distanza l'una dall'altra) e nei giorni di pioggia era fantastico perché la casa si raffreddava e l'acqua piovana creava una piscina nel muttram.

Avevo molti amici e nei dintorni c'erano molti negozi, come una tipografia, una lavanderia e un'officina meccanica. Molte persone ci lavoravano e nella pausa pranzo di solito giocavano con noi bambini. A volte, quando eravamo molto annoiati, ci lasciavano fare qualche piccolo lavoretto e in cambio a fine giornata ci davano del cioccolato, per noi era un'offerta allettante. I compleanni festeggiati laggiù erano meravigliosi e ancora oggi li desidero. Era sempre mia madre la prima persona a farmi gli auguri e mi sorprendeva regalandomi un vestito nuovo. Subito dopo venivano mio padre e mia sorella e qualche anno mia sorella riusciva addirittura a essere la prima a farmi gli auguri. Dopo una bella doccia e dopo aver indossato i miei abiti e i miei gioielli nuovi, di solito mio padre mi portava in bici la mattina presto al tempio di Sri Ragavendra (vi parlerò di quesro tempio in un altro post) e al tempio di Parthasarathy.

Anche i miei nonni vivevano a Triplicane, quindi dopo essere stati al tempio ci precipitavamo a casa loro (dico precipitavamo perché alle 6:30 del mattino dovevo partire per andare a scuola) per ricevere la loro benedizione. Quella corsa mattutina in Marina Beach Road era meravigliosa, era ciò che preferivo. Come tutti i bambini indiani, giravo molto in bicicletta. A quel tempo giocare era più importante di dormire e perfino di mangiare.

Poi ci siamo trasferiti in un'altra casa in una grande strada di Triplicane. Trasferirmi in una nuova casa e lasciare quella vecchia mi ha fatto provare una sensazione a metà strada fra la felicità e la tristezza. Ero felice perché ci stavamo trasferendo in una casa il cui unico proprietario era mio padre, ma ero anche triste di lasciare tutti i miei amici laggiù, anche se la mia casa nuova era nella strada subito dopo. Più tardi ho capito che nella mia casa nuova non cambiava assolutamente niente, mi sono fatto nuovi amici e spesso i miei amici di un tempo mi venivano a trovare e viceversa. La nostra nuova casa era spaziosa, però era un appartamento di una strada molto trafficata, quindi le madri erano molto preoccupate e non lasciavano giocare i loro bambini per strada perché passavano sempre molte macchine ed era pericoloso. In compenso la casa nuova aveva una grande terrazza con al di sopra un'enorme cisterna per l'acqua. Sotto questo serbatoio c'era uno spazio per i bambini piuttosto grande dove giocavamo con il tubo della cisterna dell'acqua.

Qualcosa di unico

Fonte

Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci Parthasarathy Temple - Chennai, Tamil Nadu, India? Condividi la tua opinione su questo luogo.

Lascia un commento riguardo questo luogo!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!