Perdersi un pomeriggio a Strasburgo...

Ed è effettivamente quello che ho fatto.

Il mio viaggio nella regione dell'Alsazia

Avevo deciso di "sfruttare" il mio viaggio SVE (o EVS), Servizio Volontario Europeo, per visitare un'altra interessante città e nonostante la distanza notevole in autobus scelsi Parigi. Ora, dovevo solo spezzare il viaggio e dopo aver riflettuto a lungo la mia scelta cade su Strasburgo, semplicemente mi ispirava da quel poco che avevo sentito.

Curiosità per la città di Strasburgo

L'idea di una città che è stata come il classico "orsetto di pezza" che tutti vogliono, tirandosela avanti e dietro mi incuriosiva. L'Alsazia infatti è sempre stata presa e poi ripresa da Francia e Germania durante i vari conflitti, comprese le Guerre mondiali, causa posizione strategica e ricchezza della regione.

Arrivato a Strasburgo ci misi meno di un'ora ad innamorarmi di questa città.

perdersi-pomeriggio-strasburgo-ff87ea6e2

Strasburgo è "relativamente piccola" e per questo mi piacque subito. Le case, specialmente nella Petite France dove mi sono perso più che volentieri ad ammirarle, sono costruite con questo metodo chiamato Fachwerkhaus, "case a graticcio" per noi. L'esempio più famoso e più imponente a Strasburgo è sicuramente la Maison Kammerzell.

Le meraviglie della città

Per visitare Strasburgo semplicemente camminate, ogni due, tre passi vi imbatterete in qualcosa che vi incanterà poiché tutto è veramente vicino. Due passi e sarete in una piazza con al centro una statua con un famoso signore: Gutenberg, il padre della stampa moderna la quale soggiornò per un periodo della sua vita in questa città. Alle sue spalle trovate un edificio risalente al Rinascimento il quale è sede della Camera di Commercio e dell'Industria.

Camminate e vi troverete in Place Kleber, se vi perdete come ho fatto io ad un certo punto potrete affacciarvi sui Ponts Couverts, che da anni ormai "coperti" non lo sono più. Di sera si rivelano magici e affascinanti ad affascinare sul fiume III.

Ad un certo punto alzate la testa.

perdersi-pomeriggio-strasburgo-a9c70ed24

Cathédrale Notre-Dame de Strasbourg davanti ai vostri occhi, con tanto di angeli armati di trombe che ne decantano le lodi e la maestosità (era metà Gennaio ma si vede che il Natale a loro piace). A primo impatto perfino l'omonima di Parigi non ha retto il confronto per me. Si prende una stradina, si svolta e ci si ritrova piccoli, piccoli davanti a questa vecchia gloria che fu uno dei più alti edifici del mondo. Una vecchia signora in arenaria, una rossa più che matura che mi ha conquistato subito. Purtroppo causa zaino troppo grande non sono potuto entrare (troppo lavoro per l'uomo sicurezza) e l'ufficio turistico, di fianco alla cattedrale, non offriva nessun servizio con armadietto o altro. Sarei dovuto tornare indietro alla stazione ma il tempo stringeva, faceva freddo e volevo nutrire il corpo, lo spirito lo nutrirò un'altra volta.

perdersi-pomeriggio-strasburgo-09f562513

La fame del corpo ha vinto e dopo essere svincolato da una viuzza piena di kebab e un locale tibetano sono stato attirato da questa meraviglia: una sorta di quiche con funghi, una torta salata che ha destato in me un festino di sapori, seguito da un caldo thè alla menta con un odore pungente. Dove trovare queste meraviglie? Dreher, nel cuore storico e gastronomico della città.

Dove alloggiare a Strasburgo?

Riguardo il dormire a Strasburgo non posso aiutarvi poiché essendo un sostenitore di Couchsurfing sono stato ospitato da una parigina che studia in Alsazia e devo dire che è stata una scelta azzeccata: nonostante difficoltà comunicative (io so dire solo "escargot" in francese) ho trascorso un interessante cena-party a base di originali crepes salate e dolci con sei ragazze francesi e come contorno ho vinto ad un gioco di carte francese dove bisognava completare le frasi. Le soddisfazioni della vita insomma.

Credo comunque che con Airbnb si possa trovare un posto dove dormire a prezzi non elevati.

La stazione dei treni e anche quella dei bus sono veramente vicine, muoversi a piedi da questi posti o per arrivarci è veramente comodo, funzionale e piacevole in una città come Strasburgo.

Vi lascio con il mio scatto preferito di questo breve e freddo pomeriggio in Alsazia.

perdersi-pomeriggio-strasburgo-66539d143


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!