Il Castello di San Felipe a Barajas


  - 1 opinioni

Architettura e storia: binomio perfetto

Tradotto da Vanessa Porto — un anno fa

Testo originale di Carlos Novoa Dita

Architettura e storia: binomio perfetto

Domenica scorsa ho trascorso una splendida giornata di sole in compagnia della mia ragazza, mia sorella e un'amica. Abbiamo deciso di fare un giro per i musei e le fortificazioni di Cartagena che, grazie a un decreto di un paio di anni fa, si possono visitare gratuitamente l'ultima domenica del mese se sei un cittadino colombiano.

Architettura e storia: binomio perfetto

Fonte

Abbiamo intrapreso così un'avventura piena di storia, cultura e molto altro. La prima cosa che abbiamo deciso di fare è stata visitare il Palazzo dell'Inquisizione e il Museo dell'oro zenú, che è uno dei molti musei regionali della Colombia, il più importante dei quali si trova nella capitale Bogotá.

Entrambi si trovano all'interno del Parco Simón Bolivar, nel centro di Cartagena, quindi abbiamo pensato di cogliere due piccioni con una fava. Sfortunatamente quel giorno stavano facendo dei lavori di ristrutturazione, quindi entrambi i musei erano chiusi al pubblico. Perciò abbiamo deciso di dirigerci a Sud per cercare quella fortificazione che troneggia su una piccola collina... sto parlando del magnifico Castello di San Felipe di Barajas.

Architettura e storia: binomio perfettoFonte

A mio parere il Castello di San Felipe è il simbolo principale di Cartagena, perché divide la parte storica e tradizionalista della città dalle zone che invece si sono sviluppate negli ultimi anni. Il centro si trova a pochi minuti a piedi dal castello e tutto intorno ci sono i quartieri storici, per esempio Torices, Manga e Pie de la Popa. Quando siamo arrivati al castello era davvero molto affollato: d'altronde, chi non approfitterebbe di un ingresso gratuito? Per gli stranieri il biglietto costa 15 mila pesos, che equivalgono più o meno a 4 euro. A noi invece è bastato consegnare la nostra carta d'identità per entrare.

Architettura e storia: binomio perfetto

La salita è stata un po' faticosa, anche perché il sole picchiava proprio sulle nostre teste e la strada era un po' ripida; tuttavia, questo non ci ha impedito di farci qualche foto durante il percorso. Una volta arrivati in cima, ci siamo presi qualche minuto di pausa lasciandoci rinfrescare dalla leggera brezza marina. Dalla cima del castello si possono vedere molti luoghi bellissimi di Cartagena, come il porto o la baia di Maga, ma anche le colline, il centro, Bocagrande e addirittura il Parque Espíritu del Manglar. La vista è qualcosa di unico, e posso solo immaginare come sia al tramonto... purtroppo quel giorno non siamo riusciti a trattenerci così a lungo per vederlo. C'è una grande bandiera tricolore che ondeggia al vento mostrando a tutti con orgoglio che in Colombia è possibile trovare la bellezza in ogni angolo. Abbiamo visto anche alcuni cannoni, che simboleggiano l'importanza che il castello aveva un tempo come base militare e di sicurezza.

Architettura e storia: binomio perfetto

Fonte

Architettura e storia: binomio perfetto

Fonte

Dopo esserci riposati abbiamo iniziato ad esplorare il castello. Abbiamo salito le scale e siamo passati per dei tunnel: alcuni di essi erano illuminati mentre in altri regnava il buio più totale; in più, considerando che c'era veramente tanta gente, erano molto stretti e faceva davvero caldo. Abbiamo avuto anche la possibilità di vedere alcune delle celle nelle quali venivano tenuti i prigionieri di guerra. L'insieme dei tunnel che si snodano per tutto il castello sembra quasi un labirinto, pieno di entrate e uscite. Purtroppo, a causa della gran quantità di persone che c'era quel giorno, non è stato possibile apprezzare tutti i dettagli. Perciò voglio darvi un consiglio: se siete colombiani e per caso vi trovate a Cartagena l'ultima domenica del mese questa visita è la scelta migliore che possiate fare. Ma se invece non siete di nazionalità colombiana non ci consiglio di visitare il castello in queste giornate, perché pagate il prezzo che paghereste in qualsiasi altro giorno del mese senza però godervi l'esperienza fino in fondo.

Architettura e storia: binomio perfetto

Un po' di storia

Se non conoscete la storia della Colombia o dell'America Latina, forse avrete qualche domanda su questo castello. Bene, prima di tutto dovete sapere che Cartagena vanta più di 400 anni di storia e sin dal momento della sua fondazione è sempre stata un porto di fondamentale importanza per la corona spagnola. Infatti era proprio qui che avveniva quella che è conosciuta come tratta degli schiavi. Inoltre, tutto l'oro che veniva estratto nel Regno di Nuova Granada (Colombia, Venezuela e Ecuador) veniva portato qui dopo aver attraversato i paesi andini; solo successivamente veniva portato in Spagna. Per questi motivi Cartagena è sempre stata desiderata dai più grandi imperi coloniali della storia, come quello inglese, olandese e perfino da quello francese. Il castello rappresenta quindi la soluzione adottata dagli spagnoli per difendersi dai possibili attacchi.

Architettura e storia: binomio perfetto

Fonte

Vicino al Castello di San Felipe c'è un monumento. Molti colombiani e addirittura gli stessi abitanti di Cartagena non sanno chi vi sia raffigurato né perché. Si tratta di Blaz de Lezo, un militare spagnolo che prese parte a molte guerre, nelle quali perse una gamba e un occhio. Ovviamente però non smise di combattere e durante gli ultimi anni della sua vita difese Cartagena dagli inglesi portando a termine un'impresa che ancora oggi sembra impossibile. Infatti, con pochissime barche e circa 3000 uomini (tra cui anche indigeni) riuscì a sconfiggere un esercito di 20 mila inglesi, che erano provvisti di un centinaio di imbarcazioni. È per questo motivo che gli è stato dato questo riconoscimento e gli sono stati dedicati un strada, un quartiere e una clinica.

Architettura e storia: binomio perfetto

Fonte

Dopo aver passato qualche ora in quel luogo magico e pieno di storia siamo scesi, e sebbene all'interno facesse molto caldo (il che la rende un'esperienza un po' faticosa), devo ammettere che ne vale davvero la pena, perché si impara veramente molto. Non ho altro da dire se non che questa è una delle cose che dovete assolutamente fare se visitate Cartagena. Sì, perché il castello non è solo un'impressionante opera architettonica, ma è anche un tassello fondamentale dell'identità dei cittadini e di tutti i colombiani, al punto da essere considerata una delle meraviglie del Paese.

Architettura e storia: binomio perfetto

Fonte

Galleria foto



Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci Il Castello di San Felipe a Barajas? Condividi la tua opinione su questo luogo.

Lascia un commento riguardo questo luogo!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!