Advertise here

5 giorni sull'isola di São Miguel, Azzorre, Portogallo

Avete mai sentito parlare delle Azzorre? Forse no, ma non preoccupatevi perché sto per parlarvene. Si tratta di 9 isole vulcaniche nel bel mezzo dell'oceano Atlantico. L'arcipelago è formato dall'isola principale di São Miguel e dalle altre isole minori: Santa Maria, Terceira, Graciosa, São Jorge, Pico e Faial, Flores e Corvo, la più piccola di tutte.

Le Azzorre sono considerate alcune tra le isole più belle e uno dei luoghi più tranquilli e rilassanti al mondo. Sono talmente belle che sarà quasi impossibile dimenticarvi di un viaggio in questo paradiso. Vi posso assicurare che ancora oggi non riesco a dimenticare i meravigliosi panorami e i posti che ho visitato.

Come arrivare

Il modo migliore per raggiungere le Azzorre è l'aereo. Ci sono molti voli diretti dal Regno Unito, dalla Germania, dal Portogallo e dai Paesi Bassi. Le compagnie aeree che operano qui sono Ryanair, TAP Air Portugal, SATA Air e TUI Airlines.

Qual è il periodo migliore per andare alle Azzorre?

Il clima nelle Azzorre è imprevedibile: primavera, estate, autunno e inverno tutte in un giorno solo. Il periodo migliore, comunque, è tra giugno e metà ottobre. Potrete sicuramente godervi più giornate di sole.

Mezzi pubblici alle Azzorre

Vi suggerisco di non fare troppo affidamento sui mezzi pubblici. É meglio andare con viaggi organizzati o affittare una macchina. Io sono riuscita ad affittarne una da un autonoleggio locale vicino a Ponta Delgada, nel paese di Arrifes. Mi hanno fatto un buon prezzo e anzi, mi hanno anche fatto uno sconto. Il deposito richiesto era di circa 200 euro, niente in confronto alle rinomate compagnie di autonoleggio.

Noleggiando una macchina, che era anche nuovissima, siamo riusciti a visitare moltissimi posti nei 5 giorni che abbiamo trascorso qui, sarebbe stato impossibile farlo con i mezzi pubblici. Quindi, se avete la patente, noleggiate una macchina in loco.

Cibo e bevande alle Azzorre

Il cibo alle Azzorre vi sorprenderà. É molto vario ed è tutto buonissimo, non potrà non piacervi. Ovviamente, anche qui troverete le famose paste portoghesi, i Pastel de Nata. Vi consiglio, però, di provare le marmellate al frutto della passione che troverete nei negozi, un'assoluta delizia! Potrete provare anche i Bolos Lêvedos, dei pancakes/panini tipici da mangiare da soli o con la marmellata spalmata sopra. Sono buoni in tutti i modi.

Non potete perdervi neanche il formaggio. Le Azzorre producono degli ottimi formaggi grazie alle mucche che pascolano libere per l'isola e mangiano ottima erba. Il mio preferito è l'O Morro, un formaggio a pasta molle. Potrete trovarlo in quasi tutti i negozi e, se volete vedere come lo preparano, andate sull'isola Faial dove si trova la fabbrica di produzione.

Le zuppe nelle Azzorre sono un must! Potrete provarne una in ogni ristorante dell'isola, diverse nel gusto ma sempre deliziose.

Se devo essere onesta, adoro il pesce che fanno qui. Non so se usano una ricetta speciale o fanno qualche magia in cucina, ma il pesce è talmente buono da leccarsi i baffi. Che sia grigliato, fritto o al forno, sarà comunque il pesce più buono che avrete mai mangiato. Provate anche il Lapas, calamaretti e cozze alla griglia. Delizioso!

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

La carne nelle Azzorre ha un sapore particolare e potrete trovarne di veramente ottima al ristorante da Associação Agrícola di São Miguel. É di proprietà dell'associazione di contadini dell'isola ed è famoso tra la gente del posto per essere l'unico ristorante dove mangiare carne di altissima qualità per 10 o 15 euro.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Non dimenticatevi di provare la frutta di São Miguel. In particolare le loro famose ananas, le più buone che io abbia mai mangiato. Mi sono piaciute talmente tanto che sono persino andata al Pineapples A Arruda, la piantagione dove le coltivano. Qui potrete anche scoprire il particolare processo di affumicatura che fa crescere le piante tutte insieme. Si fa per circa 20 mesi, fino a che gli ananas sono pronti, ed è il motivo per cui il gusto del frutto è così particolare.

Ultimo ma non per importanza, le bevande tipiche delle Azzorre, anche se non sono molte. Ho provato entrambe le birre che si trovano ovunque anche in Portogallo, Sagres and Super Bock. Se siete degli amanti della birra potreste trovarvi in difficoltà, qui propongono solo questi due marchi. Se invece volete provare qualcosa di tradizionale, vi suggerisco il Kima. Si tratta di una bevanda gassata al frutto della passione che vi salverà nei giorni di grande caldo.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Cosa fare a São Miguel

Ponta Delgada

Ponta Delgada è la capitale economica delle Azzorre ed è anche il comune più grande. Ho trascorso qui quasi ogni giorno dato che avevo affittato un appartamento vicino all'aeroporto. Ho potuto esplorarla per bene tra una giornata di trekking e l'altra o la mattina mentre camminavo in cerca di Pasteis de Nata appena sfornati.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Una delle principali attrazioni della città sono le Portas da Cidade o City Gates, costruite nel XVIII secolo e usate come punti di accesso per Ponta Delgada. É divertente perché molti degli abitanti le chiamano le porte delle Azzorre e non potrei essere più d'accordo.

Sono presenti anche due chiese di cui potrete ammirare l'interessante stile architettonico tipico delle Azzorre. Sono la chiesa di São Sebastião e la chiesa di São José. Entrambe si trovano esattamente in centro città, non è difficile raggiungerle.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Ho vistato anche il vecchio Forte di São Brás a Ponta Delgada, utilizzato per difendere la città dai pirati sin dal XV secolo. Oggi è la sede del Museo di storia miliare, si può visitare ogni giorno e il biglietto d'entrata costa 3 euro. All'interno c'è una grande collezione d'armi e potrete arrivare su fino alle mura e alle posizioni di difesa per osservare la bellezza dell'oceano dall'alto.

Infine, ho anche passeggiato per la Avenida Infante Dom Henrique sia all'alba che al tramonto. É un ottimo posto dove rilassarsi e mangiare un delizioso hotdog delle Azzorre!

Visita al villaggio di Sete Cidades

Il villaggio di Sete Cidades si trova nella parte occidentale dell'isola e, inizialmente, volevo andarci solo per visitare il famoso lago delle Azzorre. Fatto trekking intorno al lago, sono andata a mangiare in un ristorante locale, il Lagoa Azul, dove mi hanno offerto cibo tradizionale assolutamente delizioso. Il locale era molto economico e in totale ho pagato più o meno 6 euro.

Dopo pranzo, sono andata al punto panoramico Boca do Inferno che mi ha lasciato davvero a bocca aperta! I laghi ai miei piedi e di fronte l'oceano Una vista davvero impressionante.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Poi sono passata per il verdissimo Lago di Santiago prima di arrivare ai laghi di Sete Cidades. É una fermata carina se state facendo trekking e volete riposarvi intanto che vi godete la vista. Ho deciso di guardarmi intorno e sono andata al Lago di Canário, anche chiamato il lago "Snapchat", soprannome dovuto alla sua forma molto simile al logo dell'applicazione. Un ottimo posto per riposarmi un po' sulla mia amaca.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Alla fine della giornata sono andata al punto panoramico Vista do Rei dove mi sono goduta il meraviglioso tramonto.

Lagoa do Fogo

Il giorno successivo sono andata al Lago di fuoco di São Miguel. Era mattina presto e non c'era praticamente nessuno. Sono riuscita ad arrivare fino a Pico da Barrosa da dove mi sono goduta una vista mozzafiato di tutto il lago e di altre parti dell'isola.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Poi, sono andata al punto panoramico sopra al Lago di fuoco da dove ho iniziato la discesa verso la spiaggia del lago per godermi il sole e rilassarmi sulla sabbia. La spiaggia era davvero tranquilla, si sentivano solo gli uccellini cinguettare: un'esperienza davvero indimenticabile.

Un'altra tappa sulla mia lista dei desideri era il Lago di Confro, secondo me, uno dei posti più verdi della Terra Il lago è perfettamente nascosto da una rigogliosa foresta verde e dovrete camminare per almeno 20 minuti prima di raggiungerlo. Vi consiglio di indossare scarpe adatte, il terreno potrebbe essere scivoloso.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Verso sera, sono andata alla chiesa Villa Franca do Campo. Da qui ho potuto osservare l'immensità dell'oceano e l'isoletta di Villa Franca do Campo, dove molti turisti vanno a fare snorkeling o immersioni. Un ottimo modo per concludere la giornata.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Città di Furnas

Lo stesso giorno, dopo la visita al Lago di fuoco, sono andata alla città di Furnas. La mia prima fermata è stata il punto panoramico di Pico do Ferro da dove mi sono goduta la vista del lago di Furnas.

Dopodiché, sono andata in città dove ho trovato tantissimi geyser caldi, piscine termali e un sacco di sorgenti calde. Ho passeggiato per un po' tra i giardini fioriti, ma devo dire che l'odore di zolfo si sente praticamente ovunque e a volte è davvero stomacante.

Così, sono andata in un famoso ristorante per provare il cozido, il piatto tradizionale. É fatto di carne e verdure cotti in una pentola posta vicino al geyser. Questo tipo di cottura dà al piatto un retrogusto di zolfo che potrebbe non piacere a tutti.

Ho concluso la mia visita mangiando delle mini pannocchie dolci bollite su un geyser che ho comprato da un'anziana signora in centro per solo 1 euro. Devo essere onesta, erano le pannocchie bollite più dolci che avessi mai mangiato!

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Cascate del sud

Il terzo giorno sono andata a vedere le cascate nel sud dell'isola. Per prime ho visto le cascate calde di Ribeira Quente, poste tra due gallerie sulla strada per arrivare in città. É stata un'impresa raggiungerle: state ben attenti quando attraversate la strada per raggiungere il sentiero delle cascate. Ma ne è valsa la pena dato che sia le cascate che il sentiero sono davvero meravigliosi.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Poi sono andata a fare trekking alla cascata di Salto do Prego, un sentiero molto difficile. C'era moltissimo fango e non avevo i miei scarponi da trekking, ma per fortuna sono riuscita a raggiungerle. Non erano così grandi e imponenti come le cascate calde, ma la rigogliosa vegetazione circostante le faceva sembrare davvero magiche.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Punti panoramici nel nord

Il giorno successivo ho deciso di godermi alcune delle viste più belle della parte nord dell'isola. Sono partita dal punto panoramico vicino a Nordeste, una cittadina a nord di São Miguel. La mia prima fermata è stata al belvedere di Ponta do Sossego che ha un parco carinissimo con posti per sedersi e godersi la vista. Poi sono andata al belvedere di Vista dos Barcos, da dove sono riuscita a vedere il faro più vecchio delle Azzorre.

Infine, ho deciso di continuare il mio viaggio fino alla fabbrica di tè dell'isola, dato che mi avevano detto che la vista da quel punto era mozzafiato. Una volta arrivata alla Gorreana tea factory, come prima cosa sono entrata gratuitamente e ho provato i tè neri e verdi che mi hanno offerto. Devo dire che erano molto diversi e molto più buoni rispetto ai normali tè a quei gusti. Dopodiché, sono entrata nella piantagione vera e propria. All'inizio c'era la nebbia e sembrava stesse quasi per piovere, ma qualche minuto dopo il cielo si è aperto ed è uscito il sole. Mi sono potuta godere la meravigliosa vista della piantagione e dell'oceano.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Piscine termali nella giungla

Il mio ultimo giorno ho visitato le poco conosciute piscine termali dell'isola a Caldeira Velha. É stato magnifico. Davvero! Mi sembrava quasi di essere da qualche parte lontanissimo da casa, nel profondo di una foresta tropicale. Non avevo mai visto felci e palme così grandi!

Le piscine termali sono ottime per nuotare o anche solo per rilassarsi e il cost d'entrata è di 8 euro per 2 ore. C'è un limite di tempo per non far affollare troppo il posto.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Dopo le piscine, sono andata a un piccolo laghetto nascosto sull'isola dove ho fatto un paio di tuffi nell'acqua gelata; molto rinfrescante. La gente del posto lo conosce come Poço Azul o Blue Well. É un po' difficile raggiungerlo essendo fuori dal sentiero battuto e, proprio per questo, non sono in molti a visitarlo. Se devo essere onesta, il sentiero per arrivare al laghetto è abbastanza difficile, anche se scalarlo per tornare indietro lo è ancora di più, ma ne vale assolutamente la pena.

Sulla strada per tornare a casa, mi sono fermata al Parco nazionale dos Caldeirões, una zona protetta di São Miguel. Ho fatto una passeggiata per il parco, visto le sue bellissime cascate, una delle felci più grandi di sempre e anche diverse specie di alberi tropicali. Quando ha iniziato a piovere, sembrava proprio di stare in una vera foresta pluviale con anche il cinguettio degli uccelli.

Abbigliamento per le Azzorre

Le Azzorre non sono la tipica destinazione balneare, quindi parlando per esperienza vi suggerirei di portarvi dietro vestiti comodi e anche una giacca. Portatevi anche delle scarpe da ginnastica, vi serviranno sui sentieri e saranno più facili da pulire e da asciugare quando si sporcheranno o bagneranno. Non dimenticatevi di portare anche il costume da bagno e una crema solare, il sole può essere molto forte.

spending-5-days-sao-miguel-island-azores

Nel complesso, la mia esperienza è stata davvero indimenticabile! Devo dire che l'isola di São Miguel è davvero affascinante. Ci tornerò assolutamente prima o poi, anche solo per provare di nuovo quella bellissima sensazione!


Galleria foto



Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!