Reggia di Versailles


  - 1 opinioni

La reggia di Versailles: la meraviglia francese che devi conoscere

La Francia è uno dei paesi più visitati d'Europa e di tutto il mondo, e non c'è da stupirsi, considerando la sua ricchezza storica, artistica e culturale. Se visiterete la Francia (e dovrete farlo), vi consiglio di rimanere come minimo cinque giorni per potervi godere le sue migliori attrazioni turistiche.

Una visita obbligatoria è alla famosa Reggia di Versailles, che, se ricorderete bene dalle vostre lezioni di storia, è stata testimone degli avvenimenti francesi più importanti, ed anche della storia mondiale. Non bisogna dimenticare che è stata testimone della stessa rivoluzione francese e della firma del trattato di Versailles.

La reggia è una di quelle attrazioni che ti ruba il fiato, è stata usata come residenza della famiglia reale più o meno per un secolo. Ha mobili stravaganti ed eleganti, enormi giardini con un lago, il Petit Trianon e la Proprietà Esclusiva di Maria Antonietta, dove era solita vivere Maria Antonietta e perfino una piccola fattoria situata nella "Aldea". Questo è uno di quei luoghi per i quali è difficile trovare parole o aggettivi per descriverli, devi assolutamente sperimentarli. Se troverete il coraggio, tenete in conto il fatto che è enorme, senza dubbio potrete perdervi; la cosa più probabile è che vi servirà un'intera giornata per visitare la Reggia di Versailles, considerato dall'Unesco, Patrimonio dell'Umanità.

Quanto costa?

Essere uno studente ha i suoi vantaggi, in fondo tutta la sofferenza dello studio doveva essere in qualche modo ricompensata, non credete? E il modo migliore di essere ricompensati è quando viaggiamo. Tutti gli studenti Erasmus o studenti dell'Unione Europea hanno ingresso gratuito all'edificio!

Se non siete studenti e dovrete pagare il biglietto, il costo varierà a seconda del giorno e dei luoghi che vorrete visitare. Per esempio, il biglietto d'ingresso "biglietto lasciapassare", che vi permette di visitare tutta la Reggia di Versailles, adesso costa 18 euro (approssimativamente 21, 39 dollari americani), tuttavia se visiterete il palazzo durante i giorni in cui si hanno le fontane o giardini con la musica, il prezzo salirà fino ad arrivare a 25 euro (approssimativamente 29, 72 dollari americani). Se siete soliti fare le cose con calma, e pensate di avere bisogno di almeno un paio di giorni per visitare tutto, potrete comprare il "lasciapassare di due giorni" che costa 25 euro (approssimativamente 29, 72 dollari americani), o 30 euro (approssimativamente 35, 66 dollari americani) se è uno di quei giorni in cui si possono ammirare gli spettacoli musicali grazie alle fontane e ai giardini. Infine, il biglietto più semplice, "il biglietto palazzo", vi darà accesso solo al palazzo, e costa dai 13 ai 15 euro. Se vorrete accedere al Trianon e alla Proprietà Esclusiva di Maria Antonietta, potrete farlo pagando 10 euro in più (approssimativamente 1, 88 dollari americani). La prima domenica di ogni mese l'ingresso è gratuito, ma potrete immaginare quanto si possa riempire.

Il momento nel quale io sono andata è stato durante il mese di gennaio, potrà essere molto freddo, ma è quello in cui si hanno meno turisti, per questo vale ne vale la pena. La Reggia di Versailles è solita avere code interminabili, più di un'ora per comprare i biglietti e un'altra ora per superare i controlli e poter entrare, per questo potete consultare la pagina web con il calendario per capire quante persone sono attese durante i giorni in cui andrete, e arrivare così molto presto. Quando sono andata io non ho dovuto fare nessuna coda, perché, a quanto pare, d'inverno e in mezzo alla settimana non ci sono tanti turisti.

Come arrivo?

Fatta eccezione per le spese per l'ingresso al complesso, dovrete considerare il costo dello spostamento da Parigi fino a Versailles. Il modo migliore per arrivare è tramite il RER, una specie di treno extraurbano che connette Parigi con le città circostanti. La linea è la C, e dovrete prendere quella che si chiama "Versailles Rive Gauche". Ricordo che il biglietto andata e ritorno mi è costato approssimativamente circa 7 euro (più o meno 8, 32 dollari americani).

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Qui ci trovavamo in un mezzo di trasporto a due piani molto "regale")

Per andare a Versailles bisogna svegliarsi molto presto, perché il treno che porta da Parigi a Versailles ci mette più o meno 40 minuti, non considerando il tempo che si impiega ad arrivare dal posto dove si alloggia alla stazione RER, da dove parte il treno extraurbano. Molta gente è solita dire che i parigini non sono molto gentili, tuttavia io ho sempre incontrato persone amichevoli e disposte ad aiutarmi quando mi sentivo persa.

Solo così io e la mia amica siamo riuscite ad arrivare alla stazione dove si trovava il RER con direzione Versailles. Con nostra grande sorpresa, il treno era incredibile, aveva due piani ed è costruito come se fosse l'interno della Reggia di Versailles. Sia dentro che fuori era rivestito come se il Re Sole in persona vivesse al suo interno, questa è stata una delle sorprese più belle. Ho saputo in seguito che solo alcuni dei treni sono decorati così, per questo ci possiamo considerare fortunate, dato che il giorno dopo abbiamo preso nuovamente il treno per andare da un'altra parte, e quello non era decorato. Fortunatamente, i giorni in cui abbiamo visitato Versailles non erano in alta stagione (siamo andate il 19 di gennaio), per questo sia nel treno che nella Reggia abbiamo trovato pochi turisti, in confronto alla quantità di gente che si può trovare d'estate, a quanto ci hanno detto sono tantissime le persone che visitano questa meraviglia d'estate.

Arrivando a Versailles

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Avete visto che fila superflua per entrare a gennaio? )

Circa 45 minuti dopo aver preso il treno RER con destinazione Versailles, siamo riuscite arrivate in quella stupenda città, che è molto piccola e accogliente. La Reggia di Versailles si trova a meno di 10 minuti di cammino dalla stazione, si trova solamente un paio di isolati. Se non doveste avere la possibilità di comprare i biglietti su internet, non vi preoccupate, fuori dalla stazione dei treni si trovano molte compagnie turistiche che saranno disposte a vendervi i biglietti, che potrete comprare anche fuori dal palazzo. Tenete solo conto che se non doveste comprare i biglietti, e doveste andare in alta stagione, dovrete fare più o meno un'ora di fila per comprare i biglietti, più un'altra ora per passare la sicurezza prima di entrare nel complesso. Se non vorete perdere due ore della vostra vita, comrpate i biglietti al botteghino e andate in bassa stagione, perché la fila della sicurezza è impossibile da saltare. Se avete le vostre credenziali di studenti, potrete andare direttamente alla fila della sicurezza, perché le tue credenziali prenderanno il posto del biglietto d'ingresso.

La fila per i controlli può essere utile per fare amicizia con altri turisti! Noi abbiamo conosciuto una ragazza mediorientale molto gentile, e con lei abbiamo visitato tutto il complesso, e una volta uscite, anche un po' della città. Se porterete con voi cibo o bevande, le dovrete lasciare in consegna, senza dover pagare. Una volta passata la fila dei controlli, sarete dentro la Reggia, e la potrete visitare con i vostri tempi.

Un po' di storia non fa male

La Reggia di Versailles è uno degli edifici più visitati d'Europa e, senza dubbio, il più visitato di tutta la Francia. Fu costruito per ordine di Luigi XIV nel diciassettesimo secolo, che decise di trasferire tutta la sua corte in questo enorme luogo nel 1682. Uno dei materiali che furono utilizzati per la costruzione è l'oro, e tutti i lussi di cui è composta le attribuiscono un valore nei giorni nostri di 2000 milioni di dollari.

Cari lettori, credo che ancora stiate sottovalutando le mie parole quando dico che "è enorme! ". Ha approssimativamente 700 stanze, 67 scalinate e 2153. .

Luigi XIV è meglio conosciuto come il Re Sole, e una volta che vedrete l'abbagliante Reggia che sembra sia ricoperta d'oro, capirete il perché del suo soprannome. La Reggia di Versailles fu costruita per il suo desiderio di creare qualcosa degna di vanto, e che fosse molto difficile da migliorare in quanto a progettazione architettonica, fasto e splendore. Egli affidò il progetto e la costruzione a un trio di architetti della sua epoca, che sono conosciuti come Charles le Brun, Louis le Vau e Andre le Notre. Loro vennero incaricati di costruire un enorme complesso che riflettesse la personalità e lo stile di vita del Re Sole, come anche la sua passione ed il suo gusto per l'arte. Dopo decenni di duro lavoro, il risultato fu incredibile e superò realmente le aspettative di qualunque persone, essendo Versailles etichettata come una perla nel mezzo delle residenze reali europee ed imperiali. Anche se sono stati costruiti altri palazzi, fino ad ora nessuno ha potuto superare la maestosità, il costo ed il lavoro artistico che sono stati impiegati per la costruzione di Versailles.

Che ne dici dell'audio guida?

Dopo aver passato i controlli, la prima cosa a cui avrete accesso sarà il giardino anteriore di Versailes, dove potrete fare alcune foto con la facciata principale, una cosa, non sperate di avere una foto senza altri turisti, perché sarà impossibile non prendere uno o più turisti sullo sfondo che si stanno facendo una foto dietro.

Dopo dovrete richiedere la vostra audio guida, che è inclusa nel prezzo dell'ingresso, questa audioguida si attiverà automaticamente durante le prima sale, che sono le più importanti, dopodiché dovrete attivarla manualmente, è molto semplice. Se vi interessa la stanza di Maria Antonietta, per esempio, potrete trovare un numero nella suddetta stanza, dovrete quindi solamente digitarlo nell'audio guida e schiacciare il pulsante "play" o "inizio" per cominciare ad ascoltare la spiegazione. La potrete riascoltare quante volte vorrete, e la potrete trovare nella vostra lingua madre, che vi verrà chiesto fin dal momento in cui richiederete l'audio guida, per poterla configurare. Per molte persone, questa audio guida è veramente utile, molte altre invece pensano che distragga, dovrete decidere voi se usarla o meno, però dal momento che è gratis, perché non chiederla, non credete?

Perché non iniziamo il tour?

La Reggia di Versailles vi sembrerà il luogo più sontuoso che avrete visto in vita vostra. É impossibile non meravigliarsi ad ogni passo.

Nelle prime sale, vi verrà spiegata la architettira base del palazzo, da chi è stato costruito, in quale maniera, il tempo impiegato nella costruzione, e soprattutto le modifiche che sono state apportate nonostante gli anni. Una delle cose che si sono mantenute sono i sistemi fognari che regolano le fontane, che sono molto difficili da sistemare, perché molti di essi funzionano allo stesso modo di come sono stati fabbricati tanti anni fa. Gli orologi del palazzo sono stati riparati da un maestro orologiaio qualificato, che è stato incaricato di far sì che siano regolati alla ora attuale e di ripararli ogni qualvolta si blocchino, perché molti di essi hanno talmente tanti anni, che probabilmente i pezzi moderni non farebbero al caso loro.

Come dicevo, nelle prime sale vi verranno spiegate le modifiche architettoniche e come si sia ingrandita la Reggia. Un esempio di ciò sono gli appartamenti che Luigi XV fece costruire all'interno del palazzo per il suo desiderio di avere una sua intimità, senza rinunciare al lusso. Questi appartamenti furono arredati ed allargati fino allo scoppio della Rivoluzione Francese, quando i re furono privati del palazzo. Credo che un dettaglio di cui dovrete tenere conto è che molti dei mobili e dei quadri, ma riproduzioni. Questo perché molti degli oggetti furono rubati e saccheggiati durante la rivoluzione e non sappiamo ancora dove possano essere, perciò molte volte leggerete "questo mobile è una riproduzione del secolo... " oppure "secondo gli storici questo sarebbe stato... " questo succede principalmente in quella che era la stanza di Maria Antonieta, che è semplicemente una riproduzione fatta molto bene.

Il Teatro reale

Nel palazzo si trovava anche un Teatro reale che fu costruito tra il 1768 e il 1770. Era una sala per gli spettacoli, che era utilizzata nelle grandi occasioni della vita di corte, è letteralmente ciò che vediamo nei film delle principesse Disney: serate di gala, banchetti reali e spettacoli di lirica. Questo luogo aveva un'architettura molto moderna e complessa per l'epoca, perché aveva un sistema di martinetti che sollevavano il pavimento della sala al livello del palcoscenico, per formare uno spazio unico dove ballare. Sicuramente vi starete chiedendo il motivo della sua costruzione, il re fece costruire il teatro per il suo matrimonio con Maria Antonietta, altro motivo del ripudio popolare nei suoi confronti, gli sprechi che venivano compiuti per lei erano impressionanti.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Questo modellino mostra quanto fosse grande il Teatro reale e alcuni degli altri appartamenti che si trovavano nel palazzo)

La stanza del Re Sole: una vista privilegiata

La vita nella corte di Versailles era molto movimentata, il Re Sole non stava mai da solo. Secondo gli storici, dentro la sua stanza c'era sempre gente, intorno alle cento persone, che tutti i giorni lo guardavano svegliarsi, prepararsi e persino dormire. Dopo essersi svegliato, andava a messa nella cappella reale con uno dei cori più famosi d'Europa, dopodiché attraversava tutta l'Europa dove erano solite parlargli molte persone, per chiedergli cose inerenti alla corte.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(La famosa cappella Reale dove il Re Sole andava tutti i giorni a messa. Con una cappella così bella a pochi metri dal letto andreste ad ascoltare la messa? )

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Ho fatto un immenso zoom con la macchina fotografica per catturare questo dettaglio nella parete. In questo modo si può apprezzare il lavoro che è stato richiesto per costruire un complesso così minuziosamente dettagliato)

La Reggia è un enorme museo, dove troverete anche importanti opere d'arte e grandi giardini. Vedrete muri di marmo, candelabri di cristallo, oggetti ricoperti d'oro, e molteplici opere d'arte che arrivano ad occupare stanze intere. La sua stanza si trova proprio al centro del palazzo, e gli permetteva di vedere sia i giardini che l'esterno della Reggia. La sua visuale era senza dubbio privilegiata.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(La famosa stanza del Re Sole, in questa camera non era mai solo, neanche quando si vestiva. Così la vita di corte non sembra tanto invidiabile, non credete? )

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Questa è la veduta frontale della Reggia una volta all'interno, proprio al centro, in alto, si trova la stanza del Re Sole, che è quella della foto di sopra)

La costruzione del "Petit Trianon" o Piccolo Trianon (Proprietà Esclusiva di Maria Antonietta)

E il Petit Trianon di Maria Antonietta?

Questo complesso dista dal palazzo mezz'ora di cammino, ed è anche conosciuto come "la casa della regina". Maria Antonietta fu una delle donne più influenti e più odiate di tutta la Francia, molti la considerano la causa dello scoppio della Rivoluzione Francese, o se non la vera e propria causa, che abbia influito nel suo sviluppo. Maria Antonietta era sposata con Luigi XVI, un uomo con parecchi soldi. Era molto odiata per aver utilizzato il denaro del popolo per diventare un'icona della moda francese, per la quantità di vestiti, parrucche e scarpe che aveva, e per aver creato le tendenze nella moda francese e di altri regni. Dal momento che il suo sposo, il re, pensava che fosse molto esposta nella corte e lei voleva riposare dalla vita tanto impegnativa che conduceva, le regalò il Petit Trianon.

La Reggia di Versailles è enorme, ma i suoi giardini sono ancora più grandi, occupano centinaia di ettari di terreno. Vicino ai giardini del Grande Trianon, Luigi XV ordinò la costruzione di un giardino con fiori e serre che ospitarono molte piante esotiche. Tuttavia non erano solo fiori, ma anche luoghi di svago dove era possibile mangiare e giocare. In ogni caso, il suo uso più popolare fu quello di essere una sistemazione per Madame de Pompadour, colei che a quei tempi era la sua amante. Quando Luigi XVI salì al potere, decise di regalarlo alla sua sposa Maria Antonietta, che rimpiazzò i bellissimi giardini botanici con un giardino all'inglese!

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(I giardini del Petit Trianon, sembrano quelli che si trovano davanti alla Reggia di Versailles, ma in scala ridotta)

Questo luogo è bello ed ha i suoi lussi, tuttavia non è paragonabile alle decorazioni e a i lussi del palazzo, che lo superano di molto. Anche se devo ammettere che per essere una specie di casa di campagna lontana dalla vita di corte, questo Trianon ha dei giardini propri ed è veramente lussuoso. Ammetto che venire alla Reggia di Versailles mi ha ricordato una degustazione di cibi, dove si deve bere caffè per neutralizzare il senso del gusto ed essere oggettivi nell'assaggio successivo. Sono rimasta talmente tanto impressionata dal lusso, i dettagli, lo splendore, l'oro, le decorazioni e tutto il denaro utilizzato per il palazzo, che una volta arrivata al Trianon non mi è sembrato nulla di che, e probabilmente non era così, però credo che mi avrebbe impressionato maggiormente se lo avessi visitato prima della Reggia. Anche se devo ammettere che questo piccolo luogo, considerato "non tanto importante quanto la Reggia", ha più fronzoli degli antichi palazzi di governo, e addirittura del castello di Chapultepec che si trova nel mio paese. In confronto, credo che i nostri musei non siano sufficientemente lussuosi. Qui è quando ricordo il famoso detto "viaggiare ti apre gli occhi", e caspita se me li ha aperti.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Volete vedere com'era un'antica carrozzina reale? Eccola qui! )

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Come ho già detto, molto bello, molto lussuoso, ma in confronto alla Reggia gli manca un po' di oro. Come se non ci fossimo già spinti troppo oltre)

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Questa è una riproduzione di come sarebbe stata la stanza di Maria Antonietta)

Il Trianon si trova a quaranta minuti di cammino dalla Reggia di Versailles, considerando varie distrazioni, tempo perso a scattare foto e giocare con gli animali. Per tornare abbiamo impiegato 20 minuti, quindi diciamo che per arrivare al Trianon ci vogliono 20 minuti camminando velocemente, o quarantacinque minuti se andrete al passo di un turista distratto. Con il treno del palazzo ci vorranno più o meno undici minuti.

La maestosità di Versailles: i giardini in numeri

I giardini sono una delle cose che impressionano di più della Reggia, e a ben vedere, visto che occupano 93 ettari. Dispongono anche di un parco circondato da muri che occupano 700 ettari, il suo centro è indicato dal Gran Canal. In totale, la somma di tutte le mura e pareti che delimitano i suoi limiti esterni occupano un perimetro di 43 chilometri, con inclusi altri territori reali e signorili dove Luigi XIV era solito andare a caccia. Per questo la Reggia di Versailles ha a disposizione delle specie di treni, perché è preferibile visitarla a piedi, ma la verità è che è molto faticoso, noi abbiamo girato per un'ora e mezza, e non possiamo neanche dire di aver visitato chissà cosa. Se avete soldi per pagare il costo del vagoncino del treno, che costa 8 euro, vi consiglio di prenderlo, perché vi risparmierà molto tempo e tanta fatica inutile. Nei periodi con più turisti potrete noleggiare anche un caddie o una bicicletta, ma purtroppo non conosco i prezzi.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(In questa foto ci siamo io e i giardini che continuano per ettari ed ettari fino a svanire dalla vista, sembra che non finiscano mai)

I giardini hanno 200, 000 alberi, 372 statue, 620 irrigatori e 52 fontane che funzionano con lo stesso impianto con il quale sono state costruite originariamente.

Il famoso e incredibile Salone degli specchi

Questa è una delle sale più famose di tutto il palazzo, l'avrete sicuramente già vista in riviste, foto o film. E perché è così famosa? Perché è qui che si tenevano tutte le cerimonie reali. È decorata con candelabri, ma prima (quando non c'era l'elettricità) era illuminata da più di 3000 candele. Questa sala non è solo visivamente scioccante, bella e sorprendente, ma ha anche una incredibile importanza storica, perché è qui che è stato firmato il Trattato di Versailles alla fine della prima guerra mondiale.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Vedete i dettagli dei candelabri, del soffitto, delle finestre, degli specchi, della stanza e di... tutto? Credo sia stata la mia sala preferita di tutto il complesso, senza dubbio)

In genere è qui che bisogna lottare per riuscire a scattare una foto bella, perché in quanto turisti non si può non avere una foto in questa meravigliosa sala, ho visto perfino persone scavalcare la linea del "non oltrepassare" per riuscirci. Un'altra cosa, in questi saloni in cui ci si distrae in continuazione per la stanza, i candelabri, l'oro e tutto il resto, la gente ne approfitta per rubare. Ci sono ladri nel palazzo che si vestono da turisti, e se doveste avere la borsa aperta o essere distratti, ne approfitteranno per rubarvi il portafoglio, cellulare e altro.

Giardini, fontane e animali

Anche se non erano pieni di oro o mobili appariscenti e lussuosi, mi hanno meravigliato e tolto il respiro, perché da soli formano un'attrazione che fa una forte concorrenza al palazzo.

Le fontane hanno tantissimi dettagli, alcune di esse addirittura in oro. Il loro accesso è indipendente da quello del palazzo. In alcuni periodi dell'anno, queste fontane sono solite fare degli show con getti d'acqua accompagnati da musica. In generale vengono organizzati in estate, e dato che io sono andata in pieno inverno, sfortunatamente ne ho trovate molte spente, inoltre alcune statue che decorano i giardini erano coperte sacchi di plastica neri come quelli della spazzatura. Credo che l'unico difetto di visitare la Reggia in inverno sia che, dal momento in cui non ci sono molti turisti, non si occupano di tenere tutto perfettamente in funzione.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Osservate il dettaglio della fontana. Questa è una delle principali che si trovano nel palazzo, e la vista dello stesso sullo sfondo fa sì che sia una delle mie foto preferite della giornata)

Nel caso siate amanti degli animali ed abbiate un buon occhio, preparatevi, ne troverete molti. Ci sono molte oche, papere e cigni che nuotano in alcune delle fontane e nel Gran Canal, persino quando è mezzo congelato. Molti degli animali sono abituati ai turisti e sono amichevoli, infatti aspetteranno perfino che gli diate un po' da mangiare. Noi abbiamo dato da mangiare del pane a un cigno che ci si era avvicinato.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Il nostro nuovo amico che ha accettato uno dei nostri pezzetti di pane)

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Avete mai visto delle radici di un albero così grandi? Io neanche! Per questo mi sono dovuta fermare e scattarmi diverse foto con questo tronco enorme)

Ti è venuta fame?

All'interno dei vari settori del palazzo troverete molti luoghi per soddisfare il feroce appetito che prende ogni turista che si sveglia molto presto e cammina per ore a Versailles (e anche per il turista che ha uno zaino immenso e che non ha intenzione di spendere tanto). Uno di questi è il Grand Cafè D'Orléans, dove potrete mangiare qualcosa che possa distrarre uno stomaco affamato, è un'opzione rapida ed economica.

Troverete un paio di ristoranti vicino al Gran Canal, nella zona dei giardini del palazzo. Questi ristoranti sono un po' più cari e appariscenti, ma hanno un bel design, è molto consigliato mangiarci. Uno di quelli si chiama "La Flottille", ed è tra quelli maggiormente consigliati. Più avanti c'è un altro ristorante, di cui però non ricordo il nome.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Non capisco perché fosse così tanto vuoto, me ne hanno parlato tutti bene)

Un palazzo in inverno

É molto comune che tanti turisti visitino la Francia in estate, e prima di andare a Versailles ho cercato foto, suggerimenti ed altro su internet. Molte delle foto erano state scattate in estate con gli alberi in fiore, tutto molto bello, ma non ho trovato foto scattate in inverno, e devo dire che è tanto bello quanto in estate, malgrado gli alberi siano spogli e non ci siano tutti quei fiori. Ho deciso di scattare qualche foto che rappresentasse com'è visitare la Reggia e i suoi territori in inverno... É bello allo stesso modo!

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Da qui potete vedere come perfino il fango sia congelato)

Souvenir che valga la pena acquistare

Credo che un turista dovrebbe tenere da parte dei soldi per comprarsi almeno un souvenir nei negozi che si trovano all'interno del palazzo. Ci sono articoli di prezzo, dimensione, forma e utilità molto diversi, ma la cosa che non cambia è la loro qualità. Potrete trovare questi negozi in alcune stanze del palazzo che dovrete attraversare obbligatoriamente per continuare il vostro percorso, quindi non ve ne perderete neanche uno.

Il mio negozio preferito è stato senza dubbio quello che vendeva articoli di Maria Antonietta, perché, anche se come il popolo francese la guardo con un po' di disprezzo, devo ammettere che sono molto "girly", con colori bianco e rosa chiaro pastello. I quaderni e la borsa di plastica di Maria Antonietta sono ciò che mi è piaciuto maggiormente, il regalo perfetto per la tua fidanzata. Io non li ho potuti comprare perché non avevo soldi.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Chi potrebbe resistere ad alcuni di questi souvenir? Mi sono molto pentita di non aver comprato quella borsa, o perlomeno uno di quei quaderni sulla destra)

Davvero, compratevi almeno un lapis o una gomma. Vi assicuro che non vi pentirete di spendere soldi per un souvenir di una delle attrazioni turistiche più visitate al mondo.

Il borgo della regina (Proprietà Esclusiva di Maria Antonietta)

Non troppo lontano dal Piccolo Trianon (ma lontano dalla Reggia di Versailles), troviamo uno dei luoghi meno visitati di tutto il complesso, e non riesco davvero a capire perché. Il borgo della regina non è il tipo di luogo nel quale troverete lussi, oro e sciccherie, tuttavia mi è piaciuto quasi più della Reggia stessa, e non riesco ancora a capirne il motivo.

É un dato di fatto, dovrete seguire un po' la mappa per poter riuscire a raggiungere questo luogo, che si trova un po' lontano, ma una delle cose belle è che non ci sarà quasi nessuno. In Gennaio, quando siamo andate, abbiamo trovato il lago della tenuta congelato, pensavamo che non fosse tanto ghiacciato come sembrava, perché riuscivamo a vedere pesci che nuotavano sotto il ghiaccio. Tuttavia ci siamo rese conto che quei blocchi fossero veramente molto spessi, perché abbiamo provato a tirarci alcune pietre di diverse dimensioni e nessuna è riuscita a romperli.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Il lago congelato, con i nostri tentativi di rompere il ghiaccio nella parte in basso della foto. Le abbiamo provate tutte: bastoni di legno, pietre piccole e grandi)

Questo luogo riflette alla perfezione la vita di campagna che si poteva vivere nella corte. Maria Antonietta fuggì dalla corte nel 1783, ma non senza prima commissionare il suo borgo, dove poteva allontanarsi ancora più dalla frenesia di corte di tutti i giorni e godersi una vita di campagna rilassante in compagnia dei suoi amanti. Si potrebbe dire che nell'area ristoro, il palazzo fosse "autosufficiente", visto che la fattoria riforniva le cucine della Reggia, grazie alla sua attività agricola. Una delle cose che mi è piaciuto di più vedere è che tutt'oggi ci sono le galline, costantemente tenute d'occhio dal personale, e pascolate da un cane molto amichevole che potrete accarezzare. Troverete tutti i tipi di animali propri di una fattoria, come conigli, galline, asini ed alcuni cavalli.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Il cane di cui parlavo prima durante "le sue ore di lavoro". Stava mettendo in ordine quelle galline disobbedienti)

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Come ho detto in precedenza, il personale della Reggia è sempre disposto ad aiutarvi con un sorriso, e non mi riferivo solo al personale umano, ma anche quello a quattro zampe! )

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Una delle case nelle quali non si può entrare ma che si possono vedere da molto vicino)

Nel borgo non si trova solo la fattoria, ma anche estensioni del palazzo costruite su ordine di Maria Antonietta. Questa fattoria è stata realizzata più o meno tra il 1783 e il 1787, ed ha uno stile molto differente da quello della Reggia, dato che ha l'aspetto di un villaggio vichingo composto da undici case che circondano il Gran Lago. Sfortunatamente è vietato l'accesso a queste case, e molte sono costantemente in ristrutturazione e mantenimento, tuttavia le foto che potrete scattare qui sono molto belle.

Delle undici case, approssimativamente cinque venivano utilizzate dalla regina per ricevere i suoi ospiti, mentre altre quattro erano riservate ai contadini che erano incaricati di prendersi cura del luogo. Una delle case aveva un utilizzo molto particolare, che ai giorni nostri è molto difficile da immaginare: lo Scaldapiatti. In quella casa venivano preparati i piatti per le cene della regina, ma ovviamente i pasti che venivano consumati nel suo Petit Trianon o nel Mulino, perché se avessero dovuto portarglieli nelle stanze della Reggia di Versailles sarebbero arrivati, ma molto freddi!

In questo luogo non troverete solo animali domestici, ma anche coltivazioni di diversi ortaggi o piante di uso casalingo come cavolfiori, carciofi o cavolini di bruxelles.

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

Io molto felice uscendo dalla Reggia, praticamente eravamo le ultime, ci stavano cacciando. Se non si vedono le tantissime persone è perché era orario di chiusura, credo che sia il momento migliore per farsi quelle foto nelle quali non si vuole gente in mezzo)

Consigli finali

-Alzatevi all'alba per arrivare presto alla Reggia, evitando così lunghe file d'attesa.

-Comprate i biglietti per tempo, su internet.

-Tenete le vostre cose di valore ben nascoste e non le perdete mai di vista, ci sono davvero persone che entrano pagando il biglietto per potersi approfittare dei turisti distratti. Questo vi verrà ricordato molto spesso dal personale.

-Indossate vestiti estremamente comodi, perché dovrete camminare tantissimo. Io consiglio delle scarpe da ginnastica per camminare, ma se vorrete risultare fashion nelle foto del vostro viaggio a Versailles, fatele dalla cintura in su, perché sotto la cintura conterà solo la vostra comodità.

-Portatevi del cibo da mangiare prima di entrare e una volta usciti, se non volete comprare niente dentro, ricordatevi che non è consentito portare alimenti all'interno della Reggia di Versailles, ma potrete tenerli negli armadietti che chiudono mezz'ora prima del palazzo.

-All'uscita del treno che porta alla città di Versailles troverete molte persone che vorranno vendervi dei biglietti, fate attenzione ai prezzi, andate preparati per capire se il prezzo che vi verrà proposto sarà onesto o se si staranno approfittando di voi in quanto turisti.

-Dedicate una giornata intera alla Reggia di Versailles.

-La vostra giornata non sarà finita una volta usciti dalla Reggia. La città di Versailles ha il suo fascino, malgrado sia piccola. A due isolati dall'ingresso del palazzo, troverete un ufficio turistico in cui vi verranno date informazioni sui luoghi che vale la pena visitare, troverete molti edifici e chiese. Il luogo è tranquillo e molto pittoresco, se vi rimarranno energia e tempo, vi consiglio di fare un giro per le sue strade prima di tornare a Parigi o dovunque starete alloggiando durante il vostro soggiorno in Francia.

Foto della città di Versailles

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Quando vi dico che camminando per la piccola cittadina di Versailles potrete trovare negozi di "oggetti curiosi" non scherzo. Questo negozio aveva diversi gioielli di buona qualità, ma il suo design era unico)

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(La Cattedrale San Luigi di Versailles che abbiamo deciso di visitare perché era altamente consigliata nella guida che ci hanno dato al banco informazioni turistiche. In città non c'era quasi nessuno tranne le chiese, faceva un po' paura visitarla di notte e vederla così vuota)

el-palacio-versalles-maravilla-francesa-

(Questo hotel anticamente era un luogo di importanza storica, tuttavia non ricordo con esattezza cosa fosse. Il suo design è unico, e va di pari passo con lo stile della Reggia di Versailles, ma la cosa migliore di tutte è che si trova ad una sola strada dal palazzo. Se avete soldi, non esitate ad alloggiare in questo posto.)

Galleria foto



Lascia un commento riguardo questo luogo!

Conosci Reggia di Versailles? Condividi la tua opinione su questo luogo.

Lascia un commento riguardo questo luogo!

Altri luoghi in questa città


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!