Advertise here

my first travel in Paris


L'anno scorso sovrastato dagli esami e in piena essione estiva, io e la mia ragazza, in preda ai primi sintomi dell' amore, scegliemmo di visitare una capitale europea; quale se non la capitale degli innamorati, ossia Parigi. Ebbene, oggi il mio intervento sarà quello di spiegarvi la mia esperienza vissuta in questa splendida, quanto già abbastanza rinomata città. Abbiamo avuto la possiblità di essere ospiti da una nostra amica, tramite la piattaforma Couchsurfing, ragazza precedentemente da me ospitata a Siena, ossia la sede dei nostri studi. La sua casa è situtata in una posizione abbastanza strategica, nel quartiere forse più vivo della città: Montmatre. oltre che per la sua vità notturna, il quartiere è conosciuto per la basilica più nota della città: Le Sacre Couer, in cui si stabilirono sia i parigini che volevano scappare dall' imposizone statale, poichè in passato era una zona fuori dalla città, siai principali bohemian, proprio per questo è da sempre il fulcro di ogni attività artistica della capitale francese. In quel periodo ci prese la voglia di visitare, tra le varie attrazioni, se così possono essere definiti, i vari cimiteri della città che ospitano le lapidi di gente che ha, per vari motivi, lasciato una traccia consistente attraverso scoperte,pubblicazioni e altro; in particolare Montmatre ospita: Dalida, Stendhal, Dumas figlio. Nei giorni successivi ci siamo spostati nelle zone limitrofe e quindi nelle zone più visitate della città. Ciò che rendeva suggestiva la città, era che noi abbiam vistitato questa, nel periodo degli europei. Quindi la città era invasa dai supporters provenienti da ogni parte dell' Europa. Anche per questo, e poichè era molto elevata la probabilità che ci fosse un attentato, le parti più visitate della città erano militarizzate in maniera consistente, questo ci ha consentito, in un periodo così particolare e di tensione di godere di una ragionevole sicurezza. La qualità dei servizi e mezzi di trasporto e molto alta, perfettamente funzionante, efficiente e in grado di collegare anche brevi distanze in breve periodo. Il nostro approdo nella città fui dei migliori, in quanto,  senza ccorgercene in prima battuta riuscimmo a visitare l' arco di Trionfo costruito nel 1837 a seguito della vittoria di Napoleone a Austerlitz, riconosciuto da molti come il simbolo che si pone in contrasto con la Torre Eiffel. nella parte superiore dell' arco è possibile vedere le dodici battaglie che hanno portato alla vittoria 


Condividi la tua esperienza Erasmus su Parigi!

Se conosci Parigi come abitante nativo, viaggiatore o studente in scambio... condividi la tua opinione su Parigi! Vota le varie caratteristiche e condividi la tua esperienza.

Commenti (0 commenti)



Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!