Advertise here

L'Erasmus è fatto prima di tutto di persone

L'Erasmus è fatto prima di tutto di persone

Durante il mio secondo Erasmusu sono andata a Saarbrucken, una città nella parte ovest della Germania, molto vicina alla Francia: praticamente sta sul confine tra i due Stati.

Quando l'ho detto ai miei parenti ed ai miei amici, nessuno ne aveva mai sentito parlare, nemmeno io a dire il vero, fino a che non ho fatto delle ricerche sul web, grazie alle quali ho scoperto che questa città si trova in un punto davvero strategico per viaggiare in posti conosciuti da tutti.

erasmus-people-7109d092949e9a72113e38707

Quindi ho scelto Saarbrucken perchè il mio obiettivo nei 4 mesi successivi non era di ambientarmi in un posto specifico, ma di viaggiare, fare esperienze e vedere molta arte, conoscere culture e vivere la natura... il più possibile! Penso che, visto che sono una studentessa di arte che mira a diventare un'artista un giorno, un metodo importantissimo per imparare per me è mantenere viva la mia curiosità, soprattutto sfruttando tutto quello che mi circonda dovunque ed in ogni momento.

erasmus-people-8751ec999682799111f03b92b

Un modo alternativo e migliore per imparare

Le migliori lezioni di storia e di storia dell'arte si possono trovare senza ombra di dubbio nei musei e nelle gallerie d'arte: l'ispirazione per il tuo prossimo lavoro arriva quando meno te lo aspetti, quando la mente è incredibilmente sveglia. Anche le informazioni sbagliate, le opinioni o i fatti possono cambiare quando si fa esperienza diretta delle cose, le si vive in prima persona, e non quando ci si basa soltanto sui "sentito dire". Nei musei, infatti, tutto ciò che circonda lo spettatore sono insegnanti in silenzio e che impartiscono conoscenza ai loro studenti, cercando di ispirarli (ed alcuni ci riescono davvero): la conversazione sta all'inizio e alla base dell'apprendimento.

Questa è una spiegazione del metodo che io considero il migliore in assoluto per studiare ed imparare: il mio Erasmus si è interamente basato su questa convinzione.

erasmus-people-5019d12f1ab43038a273b11ca

Essere una studentessa con una borsa di studio all'Università Hochschule der Bildenden Kunste Saar (HBK)

All'Università Hochschule der Bildenden Kunst (HBK) ho frequentato workshop e corsi, come Atelier Project, che è incentrato sulle idee e sul lavoro che ho sviluppato nel progetto di Master su cui sto lavorando, Baum&Bild, un progetto che mi ha entusiasmata molto perché prevede la realizzazione di un'opera d'arte in uno spazio pubblico (nel Parco Deutsch-French), ma lavorando in base a specifiche situazioni e materiali che ci ispiravano in quel momento, come la ceramica, le stampa digitali, o persino un'escursione a Lipsia. Qui, in particolare, oltre alla città, abbiamo visitato Weimar, il Museo Bauhas, frequentato lezioni gratuite di Yoga e, naturalmente, un corso di lingua tedesca: ho anche fatto l'esame di livello A1 a fine corso, superandolo.

erasmus-people-fad4e3a329bef067f1ccbdf60

L'atmosfera all'Università HBK è amichevole per la maggior parte del tempo, specialmente durante i barbecue: tutti si divertono e rilassano.

erasmus-people-aa538f488ca460ae8b5e615c4

Non ho conosciuto molti studenti tedeschi, forse perchè loro durante le lezioni capivano sempre tutto, ma ho invece stretto rapporti molto stretti con altri studenti internazionali.

erasmus-people-8199e509528077762efd8657a

Poiché non c'è un ente di riferimento per gli Erasmus in questa Università, abbiamo cercato di aiutarci a vicenda il più possibile nelle varie situazioni del nostro scambio. Abbiamo studiato insieme, siamo andati a bere birre e a feste, abbiamo viaggiato insieme a volte, abbiamo organizzato pranzi o cene internazionali con il nostro insegnante di tedesco.

Saarbrucken mi ha ricordato a volte Brașov, perché la città è circondata dalla natura e da verdi colline, veramente ovunque. È una cosa che mi è piaciuta molto, perchè potevo respirare aria fresca!

erasmus-people-5ec1815d77c4b7ead9d46707f

Ci sono anche molti sentieri escursionistici: infatti con il nostro piccolo gruppo Erasmus abbiamo fatto escursioni a piedi a Saarschelife, nell'ansa del fiume Saar e in altri 2 parchi.

erasmus-people-6f74cf8f044a55493c82add8a

erasmus-people-f795120c84a895a52ef2a1217

Viaggi in posti diversi

Penso che la parte più emozionante del mio Erasmus non sia stato vivere a Saarbrucken, ma sono stati i miei viaggi.

Addirittura, anche prima di arrivare qui, sono andata a Francoforte. Ho passato 3 giorni a passeggiare per questa enorme, incredibile città, davvero molto moderna. Ho visitato i musei d'arte, il centro storico, ho attraversato i lunghi ponti e mi sono rilassato sulle rive del Meno.

erasmus-people-2cf08b37d8b3db9c32634d7a2

erasmus-people-31475273b2c2df290adf30721

Partendo da Saarbrucken durante il semestre sono andata in Lussemburgo due volte, in Francia a Strasburgo, a Metz e a Parigi. In Germania poi sono andata a un festival musicale che si è svolto a Treviri e a Lipsia, dove ho partecipato ad un'escursione di tre giorni organizzata dall'Università.

erasmus-people-f8d5314af249b3dca19a44711

A Lipsia abbiamo incontrato due ex studenti della HBK che ci hanno mostrato la città e ci hanno spiegato la sua storia e i suoi elementi artistici. Inoltre, un giorno siamo anche andati a Weimar per vedere il Museo Bauhaus.

Il gruppo di studenti internazionali di cui mi sono circondata è stata una delle cose migliori di tutta la mobilità

In tutti i viaggi non sono mai andata da sola, ma con altri studenti Erasmus e con gli amici che erano venuti a trovarmi. Stare con persone diverse di diversa provenienza, cultura, credo religioso o stile di vita è una bella esperienza, che unisce apprendimento e scambio ed accresce le amicizie e le rende di lunga durata. Questa è la parte migliore, senza dubbio!

erasmus-people-f8d02b4cc0e65029d6c249d37

Sono molto felice e soddisfatta dei rapporti che si sono formati con alcune altre persone conosciute durante lo scambio. Ora stiamo pensando a come incontrarci il prima possibile dopo che tutti noi saremo tornati nei nostri paesi d'origine. Probabilmente due amici coreani verranno in Romania il prossimo autunno o inverno.

Il motivo per cui non parlo più di cose legate allo studio è che non mi sono piaciuti molto i corsi che ho frequentato e i metodi di insegnamento. Per il progetto Atelier ci incontravamo una volta alla settimana e alcuni di noi dovevano presentare i loro lavori, ma ogni volta, ad eccezione di quando ho presentato il mio, erano in tedesco e non capivo molto. Quindi non c'è molto di cui possa parlare. L'impressione generale che ho oggi è che in termini di studio non ho imparato molto, né in teoria né in pratica.

Le conversazioni che facevo quasi quotidianamente con le nuove persone che cominciavo a conoscere e anche il mio io interiore sono stati in quei giorni i miei insegnanti.

Uscendo dalla mia quotidianità di Bucarest, tutto in qualche modo ha cominciato a diventare più chiaro. Ma non nelle prime due settimane, che sono state folli fino a che non mi sono abituata alla nuova casa, alla città, all'Università e alla gente. Quello che voglio dire è che quando sono da sola mi concentro molto di più su tutti gli eventi e i fatti che mi influenzano giorno per giorno.

erasmus-people-dc0b67715069eff2f015f7597

erasmus-people-d1f0f6f91d1875a430af80503

erasmus-people-5705b4e5cfe97a311dbf6a686

In questo Erasmus mi sono concentrata sulle persone che ho conosciuto e che sono diventate in modo quasi naturale mie care amiche, persone che posso rispettare e di cui mi fido.

Ciò che porto a casa da questa esperienza è tutto ciò che ho appreso in termini di aiuto agli altri, capirne le esigenze e vivere insieme. Ricorderò sempre le lunghe parole tedesche che ho fatto fatica a tradurre, le birre che hanno accompagnato le nostre lunghe conversazioni sulle preoccupazioni solite che chiunque di noi ha, il delizioso cibo internazionale e la cultura che ho assorbito, condividendo la vita con altri studenti internazionali, soprattutto durante il giorno di Pasqua e il Primo di maggio, l'ambiente del tutto nuovo, in cui abbiamo cercato di sentirci a casa.


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!