Halloween Americano | Generale

Halloween Americano

Pubblicato da Cristian Fabi — 2 anni fa

Blog: In Italiano
Tags: Generale

In America le giornate di festa sono infinite, si comincia con il Labor Day di Settembre per passare ad Halloween il 31 di Ottobre, il Ringraziamento l'ultimo giovedì di Novembre e Natale come tutti gli altri Paesi.

Carving Pumpkins!

Halloween si festeggia seriamente però, non come in Italia, ve lo garantisco. Prima di tutto sono stato invitato ad un party molto particolare, dove ho scavato per la prima volta una zucca. L'organizzatrice, nonché padrona di casa, aveva stampato delle sagome su dei fogli. Ognuno doveva scegliere quella che preferiva e poi essa andava riposta sul lato della zucca, dove poi sarebbe stata fissata. Con un punteruolo abbiamo poi tracciato i contorni ed infine abbiamo finito il tutto con il coltello. Abbiamo svuotato la zucca così che la notte del 31 avremmo potuto riempirla con delle candele e ed illuminarla.

Halloween Americano

E' un lavoraccio, nel senso che non si fa da sola ed alcune zucche sono giganti, però è stato molto divertente, se dimentichiamo il fatto che io ho preso l'ultimo foglio che era rimasto ed ho scambiato il cappello per una bocca sorridente e quindi per poco non ho disegnato una faccia al contrario... Alla festa comunque c'era di tutto, i marshmallow era persino al gusto zucca; le torte erano decorate come se fossero state delle reti di un ragno, ecc.

Qualsiasi Prodotto a Base di Zucca.

In America qualsiasi cosa viene lanciata al gusto zucca quando si avvicina l'autunno, dagli Oreo, che invece che esser neri sono gialli e ripieni di zucca, alle bevande di Starbucks (quella però non mi è piaciuta, era troppo spicy) e alle torte, come la mitica Pumpkin pie, che la prima volta che l'ho assaggiata non l'ho amata, ma con il tempo il palato si è abituato (non penso di aver mai mangiato la zucca prima di andare in America).

Dolcetto o Scherzetto?

Ma non è finita qui perché anche la casa è stata decorata, proprio come si fa con il Natale. C'erano pupazzi d'appertutto e una befana (o strega? ) vicino al camino, un tappeto all'entrata e una bandiera stesa fuori dalla porta d'ingresso. Era davvero tutto serio, ma non è nemmeno finito qui perché, proprio come nei film, si fa "Dolcetto o Scherzetto? ". Quindi poi mi sono vestito da cowboy, ho impugnato la mia busta e insieme al mio fratello americano ed ai suoi amici siamo andati per le strade del vicinato a chiempirci di caramelle.

Halloween Americano

Siccome sono stato poco ho raccolto poche caramelle (per fortuna, o a quest'ora facevano ancora parte della mia massa grassa attorno alla vita) e poi sono andato ad una festa organizzata da una mia compagna di scuola, dove abbiamo giocato ad hide and seek (nascondino) per un vasto perimetro della casa e del giardino, poi ci siamo messi in cerchio a scambiarci racconti horror e poi avevano balenato l'idea di guardare un film ma sono dovuto tornare a casa.

Sapevo che Halloween era preso in considerazione di più rispetto all'Italia ma non pensavo fino a questo punto. C'erano persino dei corn mazes, ovvero dei labirinti in mezzo alle pannocchie, un po' come un parco divertimenti ma a tema "halloween", ma di questi ve ne parlo in un prossimo post.

Una cosa che in America mi è piaciuta tanto è stata proprio la stagione autunnale, perché i colori degli alberi erano qualcosa di spettacolare.

Cristian


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!