Advertise here

Una settimana a Cagliari


Sono stata una settimana a Cagliari, non per un soggiorno Erasmus ma semplicemente in vacanza; nonostante ciò ho pensato che potesse essere interessante condividere la mia esperienza, che dal mio punto di vista è stata molto positiva. È stata infatti una settimana veramente fantastica!

Fonte

I trasporti

Sono partita dal Belgio con un volo Ryanair, più precisamente da Charleroi dato che non avevo trovato voli da Maastricht. Ho speso qualcosa come 70 €; essendo una destinazione molto in voga i prezzi sono saliti, tenendo anche conto che ci sono andata in settembre, quindi ancora in alta stagione.

Insomma, abbiamo volato con Ryanair e siamo atterrati regolarmente a Cagliari. Una volta sul posto abbiamo comprato il biglietto del bus a una macchinetta; il biglietto veniva 4 €, un po' caro ma penso che non ci sia altro modo per spostarsi da lì. Il primo bus che è arrivato era quello giusto, e abbiamo dovuto aspettarlo per un quarto d'ora circa. La fermata era appena fuori dall'aeroporto, a fianco del gate più in fondo.

L'ultimo autobus della giornata verso l'aeroporto parte a mezzanotte, e costa anche quello 4 €.

Fonte

L'alloggio

Essendo un gruppo di ragazze, per risparmiare sull'alloggio abbiamo prenotato un intero appartamento tramite il sito Homelidays. Potete tranquillamente fidarvi di questo sito e del suo staff, quindi seguite tutti i loro consigli: mandate delle mail ai proprietari, chiamateli al telefono, chiedete un contratto in forma scritta (anche se questo io non l'ho fatto), e così via. E già che ci siete, date un'occhiata anche ai commenti.

Una volta scelto l'appartamento ho chiamato varie volte al telefono la proprietaria, e successivamente le ho mandato i soldi (solo la caparra). Le ho anche chiesto uno sconto perché eravamo studentesse... e alla fine ce l'ha fatto :p!

In seguito abbiamo avuto un'altra riduzione per via dei lavori che stavano facendo al piano di sopra (che non erano previsti), e di conseguenza il rumore ci ha dato un po' fastidio.

Altrimenti vi consiglio Airbnb, si tratta di un sito nel quale le persone affittano i loro appartamenti, le loro case o alcune stanze per una settimana, o volendo anche di più. Il prezzo consultabile si intende per notte, e in generale è abbastanza conveniente.

Fonte

Cosa visitare

  • a) Cagliari:

Cagliari è tutto sommato una città piccola, si visita bene anche in giornata. Una cosa molto bella è che alcune zone sono più elevate di altre, e quindi ci sono molti punti panoramici. La città vecchia è situata più in alto rispetto a quella nuova, ed è la zona dove si trovano l'Università, le torri, la cattedrale e una piazza con annessa una terrazza panoramica. In questa piazza c'è un bar carino, dove è possibile sedersi all'aperto sui divanetti. Quando c'è il sole è un piacere sprofondarsi sui divani con un caffettino in mano!

La vista della piazza poi è uno spettacolo, con i suoi archi, le luci e le architetture in pietra a vista vengono delle foto incredibili. Ogni angolo della terrazza dà su una parte diversa della città. Vi si può salire a piedi o con l'apposito ascensore.

Se scendete verso l'università troverete un'altra piazza che si affaccia sulla strada principale. Alla sinistra invece c'è la via dello shopping, con tutti i vari negozi (ma anche nella strada parallela ce sono molti).

Nel punto più alto, vicino all'università, si può vedere la cattedrale; da fuori non sembra molto grande, ma entrando se ne può apprezzare meglio la dimensione. Ci sono anche due cappelle nel sottosuolo, di conseguenza il complesso è molto vasto. A fianco della cattedrale c'è il relativo museo, ma non essendoci stata non posso dire se ne valga la pena o no.

In tutti i modi è molto piacevole passeggiare in quella zona, dove ci sono anche alcuni bar, un museo archeologico e diversi negozi di antiquariato.

Più in basso, nella parte moderna della città (ci sono pure alcuni edifici antichi, ma sono totalmente differenti da quelli della parte alta) potete visitare il giardino botanico; per entrare si paga un prezzo simbolico (credo uno o due euro). Un altro sito che vale la pena vedere è l'anfiteatro romano; quando sono andata io era chiuso, quindi non posso dare un'opinione sulla visita, ma da fuori lo si vede molto bene e si nota che è stato molto restaurato (alcune pietre sono state aggiunte di recente). Purtroppo non resta molto della struttura d'origine, ma è bene comunque darci un'occhiata.

Ci sono altre rovine in giro per la città, come quelle della Villa Tigellio, che si può vedere solo dall'esterno, come ho fatto io, oppure si può completare la visita entrando al museo.

Inoltre, potete recarvi al porto, che si trova accanto alla stazione degli autobus, e seguendo la strada si arriva alla spiaggia del Poetto. Ci vuole però quasi un'ora per arrivarci a piedi, per questo tutti ci vanno in autobus (se non mi sbaglio dovrebbe essere il PD o il PW, che vanno entrambi alla spiaggia). Ad ogni modo, se doveste avere dubbi potete rivolgervi all'ufficio del turismo lì vicino, in via Roma.

Fonte

Le spiagge

Le spiagge di Cagliari (in zona Poetto) sono carine perché si trovano leggermente fuori città, e sono un po' allo stato brado. È però un peccato che le primissime spiagge siano private, per cui bisogna fare della strada in più con l'autobus per fermarsi nelle spiagge libere, dove ci sono dei baracchini, non c'è moltissima folla (almeno in settembre) e l'acqua è molto pulita, il che rende più piacevole farsi il bagno. Portatevi dietro un maglioncino per la notte, perché quando il sole tramonta comincia a fare fresco.

Dietro al Poetto si trovano invece le saline, un'area con delle lagune di acqua salata, alle quali è possibile accedere dal punto dove cominciano, vicino alla città: dal Poetto infatti non si può passare, in quanto la strada è bloccata.

Se poi avete voglia di fare un giretto, potete noleggiare una bicicletta in centro e dirigervi alla spiaggia o alla salina pedalando. Ci sono quattro o cinque negozi dove noleggiare bici a Cagliari, tra i quali uno si trova giusto a fianco della stazione dei bus.

  • Calamosca:

Calamosca è una piccola spiaggia che c'è prima del Poetto, è raggiungibile anche con l'autobus che va alla spiaggia (bisogna solo scendere prima, quando inizia il giro lungo che porta al Poetto) e dalla fermata ci vogliono 20 minuti a piedi. Altrimenti, nei fine settimana estivi c'è una navetta che porta direttamente a Calamosca, facendo risparmiare il tragitto a piedi (dovrebbe essere il 5/d o qualcosa del genere).

Calamosca è una caletta (una spiaggia situata tra due scogli) dove non va moltissima gente, e per questo è molto piacevole andarci, anche se c'è da farsi un po' male ai piedi per via dei sassi sul fondale.

Fonte

2) Cosa fare e vedere al di fuori di Cagliari:

  • a) Trekking in montagna

Ci sono vari luoghi dove poter fare dei trekking in montagna. Io sono stata a Burcei, più precisamente mi sono fermata prima del paese, dove c'è il monte Sette Fratelli. L'autobus per arrivare sul posto viaggia infatti in direzione Burcei, ma bisogna scendere prima del capolinea. È un luogo molto affascinante, anche se arrivarci non è facilissimo. Ci sono gli autobus a disposizione, ma bisogna informarsi per bene prima di andarci, perché gli orari cambiano a seconda del periodo dell'anno. Il bus vi lascia a fianco della strada di montagna, e una volta giunti alla fermata bisogna girarsi, alla rotonda alle proprie spalle prendere la stradina che scende sulla sinistra (ci sono le indicazioni) e si arriva a un centro della guardia forestale, dove si può prendere una mappa.

Da lì, scendendo lungo la strada c'è un sentiero sterrato che va ancora più giù: prendendolo si arriva a un giardino botanico, attrezzato di un percorso per i visitatori. C'è anche una zona recintata con degli animali, io non li ho visti con i miei occhi ma magari, stando attenti a non fare troppo rumore, riuscirete a vederne qualcuno: cervi, felini selvatici, volatili... Verso metà percorso si può scegliere tra seguire la strada più corta, pensata per i bambini, o intraprendere il cammino lungo, avendo la possibilità di ammirare paesaggi decisamente più belli per via della maggiore altitudine. Io ho optato per il secondo, ma bisogna fare attenzione a non perdersi perché il sentiero non è segnalato benissimo, e inoltre c'è da superare un ostacolo lungo il cammino. Faceva anche un po' di paura perché si sentivano versi di cinghiale, ma tutto sommato è stato divertente! E il bosco in mezzo al quale si cammina poi è stupendo.

Ci sono altri monti con svariati percorsi di trekking da poter fare, ma purtroppo non me ne ricordo i nomi.

Fonte

b) Spiagge e altri luoghi interessanti

  • Pula:

Pula è una città a nord-est di Cagliari, a circa un'ora di bus. Sono molti gli autobus che partono dalla stazione di Cagliari verso Pula, anche la domenica (di questo sono sicura, avendo preso il bus proprio di domenica). Questa piccola città, che per dimensione è comparabile a un villaggio del sud della Spagna, è quindi raggiungibile facilmente e ad un prezzo vantaggioso (il biglietto viene 3-4 euro andata e ritorno). Appena arrivati abbiamo fatto un giro per il paese e abbiamo chiesto informazioni all'ufficio turistico per sapere gli orari dei bus verso Nora, il sito archeologico appena fuori dalla città. Peccato che abbiamo perso l'autobus, o per meglio dire non è proprio passato! Quindi, alla fine abbiamo deciso di andarci in taxi, e siccome eravamo in 5 abbiamo preso un minivan. Il tragitto ci è costato 15 euro, vale a dire 3 euro a testa, che è ragionevole; al ritorno però ci siamo dimenticate di prenotare il minivan, e quindi abbiamo dovuto pagare due taxi normali a 10 euro ciascuno :s. Tutto sommato ne è valsa la pena, in quanto è stata una visita molto bella.

Essendo piccola la città si gira in neanche un'ora, ed è decisamente carina, coi suoi negozietti che vendono souvenir, dolci tipici e persino liquori. Ci sono inoltre una chiesetta, delle viuzze suggestive e diversi bar.

Fonte

  • Nora:

Come ho detto in precedenza, gli orari degli autobus che ci avevano dato erano sbagliati, e di conseguenza abbiamo dovuto prendere un taxi, ma il problema ovviamente non sussiste nel caso si abbia la propria macchina.

A Nora c'è una spiaggia talmente bella che fa venire voglia di restare lì! È molto pulita e piuttosto isolata, e stessa cosa dicasi del famoso sito archeologico. Segnatevi la visita guidata, ce n'è una ogni ora (o ogni due forse), sia in spagnolo che in inglese, ed è stata fenomenale! Il complesso archeologico è impressionante: vedrete moltissimi resti, fondamenta di ville romane, colonne, terme antiche e tanto altro. È un'antica città romana tutta quanta da vedere, per cui la consiglio vivamente! La visita guidata è durata circa tre quarti d'ora, che non è né troppo né troppo poco (ed è giusto il tempo che c'è tra due autobus di seguito, almeno in alta stagione). La visita consente di godere di una vista completa del sito senza tuttavia farvi annoiare con informazioni ridondanti, che si dimenticano una volta usciti... Infine, il paesaggio è idilliaco, e potrete fare delle magnifiche foto da mettere nel vostro album!

Fonte

  • Chia:

Chia è una località costiera situata a circa un'ora/un'ora e mezza da Cagliari. Per andarci abbiamo preso un autobus da Cagliari diretto a Pula, e da questo un altro che portava a Chia, scendendo insieme al resto dei turisti. Lì si trovano diverse spiagge, ed è meglio fare un po' di strada a piedi per superare le prime, che sono affollate e non tanto carine. Altrimenti se avete la macchina potete continuare, tanto troverete altri posti dove parcheggiare; ad ogni modo consiglio di proseguire per almeno un quarto d'ora. Dove ci siamo messe noi c'era una laguna rosa un po' a largo, si trattava di una salina ed era davvero incantevole. Sulla destra c'è un bar dove si possono prendere dolci, gelati, patatine fritte o una buona birra; a sinistra invece sono presenti degli scogli, sui quali è possibile salire per approfittare della vista sulle calette e fare qualche bella foto. Il tutto è fattibile in giornata, a meno che a differenza mia non siate tipi da stare sdraiati al sole per delle ore...

Fonte

Cose particolari della città:

  • Se devo dirla tutta non è il posto migliore per fare festa secondo me. Abbiamo fatto fatica a trovare dei locali dove si potesse ballare, ma credo che sia così in tutta Italia, o quantomeno in Sardegna. Avevo sentito dire da altre persone che erano state là che i locali chiudono presto, verso le due di notte; a Cagliari non era così, ma ad ogni modo la gente non ballava, si limitava a bere qualcosa per strada, fuori dal bar, ma senza musica. C'erano dei concerti ma anche quelli iniziavano molto presto, cosicché verso le 10 o le 11 di sera erano già finiti.
  • Alla spiaggia del Poetto si trovano molte discoteche (probabilmente sono i baretti che durante la notte diventano dei locali), ma non ci sono stata perché dovevo ritornare col taxi. Alla fine siamo rimaste al bar sulla terrazza panoramica, quello coi divanetti all'esterno a cui ho accennato prima... In seguito ci siamo spostate al bar a fianco, scendendo per una scaletta. In quel locale a prima vista non c'era niente, ma proseguendo verso il fondo abbiamo notato della gente che scendeva un'altra scala, così li abbiamo seguiti fino ad arrivare in una specie di cantina messa a nuovo. Le luci blu e l'esibizione di una band, che suonava la chitarra in una musica di sottofondo dal ritmo elettro, rendeva l'atmosfera molto carina, ma anche lì erano in pochi a ballare. Comunque i drink erano piuttosto cari in entrambi i bar.
  • Le gelaterie. I gelati non sono una specialità cagliaritana ma italiana in generale. Vi consiglio di provare le gelaterie in Corso Vittorio Emanuele: fanno dei gelati con gusti particolari, tipo mela e cannella, fichi, pera e nocciola e così via. Sono straordinari!
  • E per finire... Il sole e il bel tempo! Anche se questo vale per tutta quanta l'Italia!

Insomma, fate buon viaggio!

Fonte


Galleria foto



Contenuto disponibile in altre lingue

Condividi la tua esperienza Erasmus su Cagliari!

Se conosci Cagliari come abitante nativo, viaggiatore o studente in scambio... condividi la tua opinione su Cagliari! Vota le varie caratteristiche e condividi la tua esperienza.

Commenti (0 commenti)



Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!