Diari di Isfahan (I): piazza Naghshe Jahan

La verità è che ho pensato molto se iniziare o meno questa serie, onestamente di recente sono stata così impegnata con il trasloco e l elezioni che non ho nemmeno il tempo per brevi articoli sui café, figuriamoci una serie così importante e rilevante. Ok, ora so di avere la vostra attenzione, nessuno vuole perdersi qualcosa di importante. Quindi sì, scriverò un'intera serie di articoli su una delle migliori città del mondo e di sicuro la mia preferita in Iran, Isfahan e tutti i suoi meravigliosi misteri.

Vi ho già detto quel proverbio persiano che fa “Isfahan nesfe jahan” che più o meno si traduce con "visitare Isfahan è come visitare metà del mondo in una volta sola" per la sua importanza e bellezza. Io non posso confermare o negare questa affermazione, lacerò che giudichiate da voi. Ma a dire la verità io sono ossessionata da Isfahan, se dovessi tornare a vivere in Iran è lì che vorrei stare, venite a trovarmi. Comunque, suppongo sia il momento che voi vediate cosa c'è di tanto speciale a Isfahan che mi abbia fatta innamorare così.

Il primo posto di cui parlerò è una delle piazze più belle che vedrete nella vostra vita. Non è solo una piazza, in pratica è un intero complesso, ha molti bazaar grandi e piccoli, moschee e molte altre meraviglie. Visitiamola insieme, ci sono stata così tante volte negli anni scorsi, l'ultima circa 9 mesi fa quando sono andata a trovare i miei cugini. Sono stata davvero benissimo e non posso credere di non aver iniziato prima questa serie.

Diari di Isfahan (I): piazza Naghshe Jahan

(Vista sulla piazza dal palazzo e complesso Ali ghapoo. Ve ne parlerò)

Fonte

La piazza non è altri che “Meydane imam” o “Meydane naghshe jahan”, una delle viste più spettacolari di tutto l'Iran. Naghshe jahan è il nome che le era stato dato prima della rivoluzione e anche se poi è stata rinominata molti la conoscono con questo nome. Comunque prima di tutto parliamo di come raggiungere Isfahan.

isfahan-diaries-i-5da7b0a445109788f442dd

(Meydane Naghshe jahan, le carrozze fanno fare il giro di tutta la piazza per un piccolo prezzo)

Fonte

Come arrivare a Isfahan:

Presupponiamo che tutti veniate da Tehran, è da lì che vengo io. Ecco una serie di trasporti pubblici economici per andare da Tehran a Isfahan. La distanza esatta è circa 452 chilometri, circa 5 ore d'autobus.

Credo che andare in bus sia il modo più economico. È anche abbastanza semplice, dovete solo andare alla fermata di cui vi darò l'indirizzo e prendere un biglietto per Isfahan. La fermata si chiama “Arzhantin”, , è abbastanza famosa e raggiungibile, il modo più semplice è andare in metro, linea 1, scendere alla stazione che si chiama “Mosalla”, prendere un taxi e Arzhantin si trova a circa 5 minuti da lì. Il taxi costa meno di un euro a persona. Una volta a Arzhantin chiedete un biglietto per Isfahan, di solito ci sono diversi autobus ogni giorno, specialmente a mezzogiorno. Vi consiglio di chiamare e prenotare il vostro biglietto prima se volete essere sicuri, in ogni caso è abbastanza logico. Il biglietto per Isfahan costa circa 18 euro a persona ma dipende.

Diari di Isfahan (I): piazza Naghshe Jahan

(Arzhantin)

Fonte

Potete andare a Isfahan anche in aereo, ovviamente. I voli sono super frequenti e costano da 100, 000 Toman a 200, 000 Toman a viaggio, suppongo dipenda da quanto siete fortunati. Se lo prenotate in anticipo potreste trovare costi più bassi. Dovete prendere il volo dall'aeroporto di Mehrabad dato che tutti i voli domestici partono da lì. Vi ho già detto come raggiungere Mehrabad con la metro in uno dei miei articoli precedenti.

Ecco come raggiungere Isfahan, so che voi sarete tipo "Ok Saba, è abbastanza, puoi dirci come arrivare alla piazza" e io sono tipo "non riuscite proprio ad aspettare vero? ".

Si, mi piace avere conversazioni immaginarie con i miei lettori, problemi? Basta con la mia pazzia, credo che il modo più semplice sia prendere un taxi, i taxi a Isfahan costano meno che a Tehran e ci vuole anche meno tempo che a Tehran. Meydane Imam si trova in via Sepah ma tutti i tassisti sanno dove sia Meydane Imam, non preoccupatevi.

Descrizione ed esperienza:

Questa piazza è circa 507 metri di lunghezza. venne costruita durante la dinastia “Safavid”, uno dei primi posti in Iran a diventare parte del patrimonio dell'UNESCO. Potreste chiedervi perché la dinastia Safavid abbia costruito un a così importante piazza monumentale proprio a Isfahan e non altrove, beh durante quella dinastia Isfahan era la capitale dell'Iran. La piazza non e`formata solo dalla piazza; ci sono due moschee che si chiamano “Sheikh Lotfollah” e “Imam”. Entrerò nei dettagli dopo. C'è anche il palazzo “Ali ghapoo” che è davvero bellissimo e splendido. L'ultima struttura di cui parlerò è il “Gheysarie” bazaar, , il mio posto preferito. Tutto intorno alla piazza ci sono 200 piccoli negozi che si chiamano “Hojre” in persiano, dedicati alla vendita di souvenir e oggetti fatti a mano.

isfahan-diaries-i-fe55b5a20c971fbb56b7af

Fonte

Potrei andare avanti a parlare per ore di quanto questo palazzo sia bello e incantevole ma la verità è che le parole non possono descrivere la bellezza di questo posto. Davvero non riesco, bisogna vederlo e sentirlo con il cuore. So che tendo ad esagerare ma stavolta davvero non sto esagerando. È un posto che amo veramente, non so che energie contenga ma ne ha abbastanza perché io continui a tornarci.

Moschea Sheikh Lotfollah

Ora passiamo alla moschea “Sheikh Lotfollah”. Una dell moschee più storiche e conosciuted i tutto l'Iran; anche questa venne costruita durante la dinastia Safavid ed è considerata una delle parti più importanti di tutto il complesso Naghshe jahan. Ci vollero circa 16 anni per costruirla, è molto speciale in termini di architettura. La dinastia Safavi fu una dinastia molto religiosa ecco perché diede molta importanza all'islam e specialmente shias, motivo per cui la moschea fu costruita nel complesso, per l'uso della famiglia reale e di Sheikh Lotfollah stesso.

isfahan-diaries-i-fdb2f1d180107999559071

(La moschea dall'esterno)

Fonte

I mosaici di questa moschea sono davvero notevoli; sono il motivo principale per cui questa moschea è considerata un'opera d'arte. Vedetela e guidate voi stessi, io non dirò altro.

isfahan-diaries-i-010799fb0cf25317bc4871

(I mosaici e il design)

Fonte

Moschea Imam

Questa è la moschea più importante di tutta Isfahan, è anche conosciuta come il simbolo del Naghshe jahan. Prima era conosciuta come moschea dello Shah ma poi venne rinominata. In realtà io preferisco questa che l'altra, mi piace guardarla da lontano ammirandone la bellezza, la dedizione degli architetti che hanno messo anima e cuore nelcostruire qualcosa di così bello. Secondo me è questo il significato del viaggiare, guardare attraverso ciò che si ha davanti per capire una cultura solo dalla vista. Pensateci, sapete che ho ragione.

Anche questa moschea venne costruita durante la stessa dinastia, si trova a sud della piazza e lascerò che siate voi a giudicare la sua bellezza. L'architettura di questa moschea è davvero sorprendente ed estremamente complessa, ancora non l'ho capita del tutto dopo tutti questi anni. Non parlerò di tutti gli aspetti, lascerò un po' di mistero ma vi dirò ancora una cosa per stupirvi, sapete tutti cosa sia l'eco, okay, sotto una delle cupole, camminando sentirete l'eco dei vostri passi, sentirete la vostra voce tornare indietro, immaginate così tanti anni fa, come hanno fatto a fare una cosa così? È davvero affascinante. Io, come sono sicura molti visitatori prima di me, ho fatto un sacco di suoni strani per sentire l'eco, come una bambina.

Diari di Isfahan (I): piazza Naghshe Jahan

(La moschea Imam)

Fonte

Molti ricercatori hanno fatto ricerche e hanno scoperto perché i suoni facciano l'eco camminando verso il centro della cupola e il motivo è abbastanza complesso e molto scientifico quindi non entrerò nei dettagli. Sappiate solo quanto importante e unica sia questo tipo di architettura persiana.

Diari di Isfahan (I): piazza Naghshe Jahan

(La cupola della moschea Imam)

Fonte

Palazzo Ali ghapoo

Non credo che sia più un palazzo ma è comunque bello da vedere. Ha 6 piani ed è alto 48 metri. Ali gaphoo ha una sala per la musica in uno deipiani superiori, quando ci sono andata 9 mesi fa stavano facendo restaurando quindi non sono potuta andarci. Le decorazioni all'interno della stanza sono molto famose per i mosaici di sette colori diversi, immaginate.

isfahan-diaries-i-9bd398e3dea3d20f0e6a2e

(Il palazzo ali ghapoo)

Fonte

Le scalinate stesse sono opere d'arte, i mosaici blu e i design fanno sentire in colpa a camminarci. La scalinata qui sotto venne costruita per il re quindi solo la famiglia reale la usava e i non-reali dovevano usarne un'altra.

isfahan-diaries-i-d3ca2d2d4fdab0909b3ac4

(La scala reale)

Fonte


Galleria foto



Commenti (0 commenti)


Vorresti avere il tuo proprio blog Erasmus?

Se stai vivendo un'esperienza all'estero, sei un viaggiatore incallito o semplicemente ti piacerebbe promuovere la città in cui vivi... crea un tuo proprio blog e condividi la tua esperienza!


Non hai un account? Registrati.

Aspetta un attimo, per favore

Girando la manovella!